Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Ibrido

Un lungo fatale ultimo addio di Il Velo Nero

Recensione di Lullibi con raid di Libera(le intrusioni in blu)!


Caspiterina gente! Finalmente! Ero lì a dire alla solita compagna di merende Libera che gli storici mi annoiavano (è un periodo no per me), che non trovavo niente da leggere che potesse soddisfarmi e quindi mi sarei buttata sul crime, rosa o nero che fosse, quando ho deciso di leggere un romanzo che mi aveva incuriosito da tempo. Era nato come self con il titolo “Carta bianca” e la Newton Compton lo ha scovato e pubblicato in cartaceo e in ebook. Ero titubante a iniziarlo, sì, insomma, le self e le new entry italiane mi avevano delusa quasi tutte e quindi mi aspettavo un’altra sòla, e invece… (hai convinto anche me a leggerlo, subito! Despota!)
eNewton Narrativa
prezzo cartaceo € 9,90
prezzo ebook € 4,99

Londra 1819.
Valéry Campbell sa di mettere a rischio la propria reputazione, quando si reca nella bisca di Lady Venom, ma deve impedire al padre di giocarsi tutto in una mano di carte. Sir Arthur Campbell però ha già barat…

Buio di Anne Stuart

(Grazie cara Morwen e nuova amica Matesi)

Mah... di essere un po' strana lo sapevo, e poi la Boss me lo ripete spesso (sarà che pure lei tanto normale non è...), però ho capito di appartenere alla famiglia dei bastian contrari. Se mi dicono: "Totto bella, non si tocca!" Eccola là che parte la manina...

Compro tutti gli ebook Mondadori edicola, perché, grazie a Dio e alla casa editrice, costano molto meno del cartaceo e degli ebook di altre CE. Anche se non è detto che riesca a leggerli, anzi sono molto, ma molto indietro. Però, non appena vista la Malelingua di Morwen su Buio di Anne Stuart,mi è scoppiata la curiosità di leggerlo link. Non vi dico poi quando ho notato su Facebook una discussione a causa della recensione di Matesi su Amazon.
Una discussione, dai toni civili, che ha attirato la mia attenzione. Adoro i pareri discordanti, specialmente quelli negativi, perché è facile darne uno positivo, ma ci vuole coraggio per andare contro la maggioranza.
Diamine, su un libro…

La confessione di Jodi Ellen Malpas

 Direttamente dalla scrivania di Elenora

Per la rubrica: IBRIDO

In questo periodo, tutto ciò che leggiamo ci lascia insoddisfatte o, più frequentemente, confuse!
Quante volte vi capita di chiudere un romanzo e non capire in effetti se vi è piaciuto o meno?
A me spessissimo!
Ultimamente, abbiamo pubblicazioni multiple, da diverse case editrici, su erotici, new/young adult, paranormal, regency, e...chi più ne ha più ne metta!
I romanzi sembrano spesso tutti uguali, e un titolo si confonde con l'altro...

A tal proposito, oggi vi parlerò dell'ultimo romanzo letto "La confessione" di Jodi Ellen Malpas, il primo della trilogia "this man"
Questa la trama:

Ava è stata chiamata ad arredare alcune stanze di una lussuosissima dimora londinese, il Maniero. Il proprietario, Jesse Ward, ha chiesto di lei personalmente. Ava si presenta all’appuntamento aspettandosi un vecchio aristocratico e invece si ritrova davanti un uomo giovane, pericolosamente bello e molto sicuro di sé.

Le scarpe sono desideri di Mara Roberti

Infine tu di Lisa Kleypas

Non ci posso fare niente!
Sono controcorrente!
Onestamente non volevo fare questa riflessione per evitare i commenti di Ross.
Ma, dietro la sua promessa che non avrebbe interferito!!! mi sono sentita quasi in dovere di condividere alcuni pensieri con voi in relazione al libro di Lisa Kleypas, "infine tu".
Dico subito che non sono riuscita a prendere una posizione netta, cosa che mi infastidisce un pò.
Non posso dire che è brutto nè che è bello.
Posso però affermare che come prequel di Sognando te, non è stato all'altezza delle mie aspettative.
Poichè non sono in grado di fare una vera recensione, mi limiterò a evidenziare i punti che non mi hanno convinta:
1)Lily è un'eroina forte si, ma a mio gusto eccessiva a volte.
Lei sa tutto, lei fa tutto, ma per quanto riguarda sua figlia in 2 anni, riesce solo a sborsare soldi!
Vi piace sempre? La trovate sempre coerente come eroina?!
2)La storia del ricatto della figlia mi sembra un pò (molto!) tirata per i capelli!
Dai, non mi dite che…

La musica della notte di Lydia Joyce

Eccomi di nuovo qui per scrivere di un...ibrido!
Si si! questo è un ibrido a tutti gli effetti. Perchè?
Perchè riconosco senza ombra di dubbio che nel romanzo "La musica della notte" di Lydia Joyce ci sono tantissimi elementi che creano in me, sentimenti contrastanti...
Iniziamo dal titolo...
Mai titolo fu più azzeccato!
Standing ovation per l'autrice che riesce a creare un romanzo "notturno" e riesce a immergervi il lettore in maniera tale da riuscire veramente a far sentire i rumori, i silenzi e i bisbigli...la musica insomma della notte!
Sembrerà incredibile, ma mi sono sentita trasportata in questo ambito notturno in un modo tale da sentire fastidio per le luci, i rumori a me circostanti...
e la notte è usata molto in senso simbolico. Questo infatti è un romanzo "nero" nel senso che sono descritti sentimenti forti, un pò morbosi,inconfessabili,quasi lugubri...
E ancora la notte serve per rappresentare in qualche modo gli animi dei protagonisti: lei, quest…

Sedotta di Pamela Britton.

Abbiamo deciso di mettere la copertina del romanzo originale, cosi da rifarci un po`gli occhi. Perdonateci, non ce l'abbiamo fatta a mettere quella uscita con l'edizione Italiana.
Questo romanzo "Sedotta", ha ricevuto negli States diversi Award, tra cui: Best Sensual Historical!!!!!!!!!!
I lettori usino discernimento.







Direttamente dalla scrivania di: Noco.

Ahhhh! Questo libro è un unione bizzarra tra lati positivi e lati negativi.

Innanzitutto devo premettere che questo mio post ha l’intento di scaricarmi un po’ dei pensieri maligni che si sono formati durante la lettura, quindi preparatevi: sarò implacabile!!!!!!!!


La prima nota stonata, anzi stonatissima,è l’immagine di copertina: una splendida sposa moderna (?) ed un robot. Un manichino con l’espressività di una statua di cera! Veramente orribile, al punto che, ogni volta che provavo ad immaginare il protagonista come un essere umano, mi tornava alla mente quel mostro come un incubo! Da tempo una …

Holly ....a puntate!

Vi avevo accennato che Oltre la Seduzione di Emma Holly ,avrebbe fatto "mormorare" il blog? Eccovi allora ben tre post in sequenza, che prenderanno in esame il romanzo da tre punti di vista. Quale di queste recensioni vi identificheranno?

Cominciamo con un bel IBRIDO a cura di Lidia( non la nostra).

Spoilers- Spoilers- Spoilers- Spoilers-

Avviso a tutte le donzelle romantiche, la storia di Nic e di Merry contiene ben più di un casto bacio a labbra chiuse! Anche dopo un giorno dalla fine della lettura non ho ancora deciso cosa pensare di questo romanzo, di sicuro è hot, di sicuro le definizioni con parole schiette non intaccano la sensualità. Qualcuno potrebbe dire che è sboccato ma credo che è proprio questo modo di esprimersi dell’autrice che rende questo romanzo intrigante.
I caratteri dei personaggi sono tracciati in modo discontinuo, i fantasmi di Nic fino all’ultimo non si riesce a capire se sono reali o appunto solo fantasmi. Merry si allontana da casa perché spinta dal …

Le Regole della Seduzione di Madeline Hunter!

Magari e' un ...IBRIDO!!!
Ciao ragazze!
sono felice di inaugurare questa nuova rubrica che è nata per “colpa” mia…
Voi direte perché?!

Beh! Dovete sapere che la maggior parte delle rubriche nasce spontaneamente, si fa strada da sola e chiede a gran voce di entrare a far parte del blog…
Parlando con Ross del libro di Madeline Hunter “Le regole della seduzione”, alla classica domanda “ti è piaciuto? Che ne pensi?”
Non ho saputo come rispondere!
E, per chi ha avuto modo di conoscermi, sa benissimo, che io non sono quasi mai a corto di parole!!! (MIIIIIIII...Dio quanto e' vero!! Scusa Ele, mi e' sfuggito-Juneross)

Il problema è che questo è uno di quei libri che non rientrano bene nella categoria delle malelingue, malgrado ne abbiano qualche elemento. Nello stesso tempo, sono romanzi che non si collocano nemmeno nella “Bocca di rosa” perché nonostante abbiano scene e caratteristiche “degne” della rubrica, per certi versi non riescono ad estraniarsi totalmente da una Malelingua…
E allor…