TAGLI....e .....CUCI?????

La donna che oggi legge romanzi rosa, e' anche una donna architetto,un medico,una consulente,un avvocato....e' una donna evoluta che sa usare internet e si prende il caffe' con i suoi amici in una chat room!!

E' una donna autonoma,che seleziona,decide,compra....o scarta!!

E,ad una donna,casalinga o avvocato che sia, non piace essere presa "in giro"....






Legge rosa,e' vero....ma quando li legge,capisce quando a che fare con un buon romanzo,con un'ottimo scrittore...o con un cattivo traduttore!!!

Avete avuto anche voi queste impressioni?
Vi capita di non ricomprare i libri di una certa autrice,perche' quello che avete letto precedentemente....non aveva ne' capo ne' coda?
Eppure,magari l'autrice per quel libro ha vinto prestigiosi premi!!

Non voglio sollevare polemiche...ma forse....care DONNE...portarvi a riflettere un po'....
Non sarebbe ora di cominciare a leggere i romanzi...in INGLESE??

Guardate un po' cosa vi perdete!!!!!


AUDACIA di AMANDA QUICK.



Quello che segue,e' il lavoro che una cara amica ha svolto per noi!
Grazie CRISTINA ...la tua fatica non e' vana...leggiamo e ponderiamo!!!



Nei non moltissimi casi in cui ho letto sia la versione originale che la traduzione ho quasi sempre trovata quest'ultima piuttosto buona, quindi devo dire che è stata solo la curiosità per alcune opinioni lette sulla mailing list “Romanzi rosa homage” che ho acquistato Audacia (la mia edizione è quella dei Romanzi Oro n. 23 del gennaio 2005) pur possedendo l'originale, ovvero Dangerous.
La trama di Audacia è presto descritta:
Prudence Merryweather, l'eroina del romanzo, per evitare il duello tra il giovane fratello Trevor e il “famigerato” Sebastian Fleetwood, conte di Angelstone, si presenta a casa di questi ad un'ora decisamente antelucana.
Sebastian, che la buona società definisce l'Angelo Caduto, ha un passato piuttosto misterioso, segnato da una tragedia che gli ha lasciato una buona dose di sensi di colpa, incredibilmente accetta di scusarsi con Trevor e quindi di evitare il duello, ma chiede in cambio che Prue gli renda un favore, prima o poi.
Di solito si consiglia di non fare patti col Diavolo, vero? Ma Prue accetta (e chi non lo avrebbe fatto alzi la manina) e non se ne pentirà, ovviamente.
Rosaria mi ha chiesto di spiegare cosa intendessi quando ho detto che di questo povero romanzo è stato tagliato col machete.
E' presto detto: il libro originale è di 338 pagine mentre l'edizione RM è di appena 201 pagine, in un formato pagina molto simile. Il che vuol dire che circa un terzo del libro non c'è proprio.
E non sono proprio piccoli tagli fatti qua e là.
Se riduzioni fossero state fatte uniformemente nel testo, inoltre, forse si sentirebbero meno, ma in questo caso la parte più riassunta è quella centrale, tra il settimo e il dodicesimo capitolo dove si perdono complessivamente circa 100 pagine di testo. Pensate che il capitolo 11, secondo me particolarmente importante visto che è quello in cui Sebastian racconta a Prue i particolari della tragedia che lo ha colpito e spiega il suo complicato rapporto con i Fleetwood, la famiglia di cui è il capo e che non sopporta, è stato ridotto dalle 14 pagine originali a meno di tre!
Ovvio che di uno dei migliori personaggi maschili della Quick non resti molto, vero?
Non dico niente delle varie scene tagliate che sono tantissime e alcune molto divertenti. Non occorre nemmeno dire che la traduzione non rende nemmeno per un decimo lo stile brillante che è caratteristico dell'autrice che, taglia qui, elimina là, viene praticamente snaturato.
Devo dire comunque che la parte dove la traduzione mostra maggiormente la propria capacità di sintesi sono le scene di sesso, che nel libro sono tre.
Avranno mica pensato che erano troppe?
Beh, che erano troppe forse no, ma che erano troppo lunghe sicuramente si.
Il primo consesso amoroso si tiene al capito 6, mie care signore, ed essendo la meglio tradotta raggiunge la lunghezza inconcepibile di ben tre paginette tre da quando si baciano a quando vengono interrotti (povero Sebastian). Nell'originale va da pagina 88 a pagina 94.
La seconda, al capitolo 9, nell'originale va da pagina 151 a metà pagina 156.
In Audacia è stata tradotta così:
“Vi voglio Prudence, lasciatemi entrare dentro di voi.
Lei si lasciò completamente andare. Gioia e dolore si confusero, poi il piacere prevalse e le inondò tutto il corpo.”
Tra preliminari e fatto compiuto meno di una pagina. Complimentoni.
Ultima scena di sesso “sfrenato” al capitolo 16. Qui nell'originale è già breve, va da fondo pagina 270 a inizio pagina 273. Nel testo italiano se la sono scialata, ben 5 righe!
Ragazze, non si diceva “Niente sesso, siamo inglesi”?
E chi ha letto la Quick sa benissimo che le sue scene hot non sono poi tanto tanto hot, concentrandosi più sui sentimenti dei protagonisti che sui particolari da libretto di istruzioni (si, quelle tipo: lui tocca lì e lei urla come un ossessa di piacere, poi si mettono in quelle posizioni che se non fai un disegnino mentre leggi non capisci come siano fisicamente possibili, tutta quella roba lì, insomma).
Unica cosa decisamente a favore del RM: la copertina. Davvero bella. Il mio originale ha stampato una anonima scena di ballo nemmeno tanto carina. Beh, qualcosa di buono doveva avere anche la nostra versione no?


Non siete ancora soddisfatte??
C'e ancora qualche notizia per quanto riguarda AUDACIA della Quick:
La trovate nel sito diSILVIA



Un altro TAGLI E ...CUCI!



Lord Lucifero di MARY JO PUTNEY

Un'altra cara amica ANNA,leggendo questo romanzo in Italiano,ha avuto l'impressione che saltasse di palo in frasca...ha deciso cosi di comprarlo in originale!
Cosa ha scoperto???
Che i tagli,avevano completamente cambiato la storia...
Dov' era finito questo straordinario Lucien ,magistralmente descritto dalla Putney??
Ma care signore....e' stato tagliato!!

Tanto per rendervi l'idea:
l'originale in inglese conta 383 pagine.
La traduzione in Italiano ne conta 261!

Anna ci fa sapere che per ora(ancora non ha finito di leggerlo tutto in originale)
manca completamente il capitolo 2 (della versione inglese)...


"Stop right there, y'r bloody lordship!"

He halted instantly. Lucien Fairchild, ninth Earl of Strathmore, secret head of Britain's loose-knit, intelligence service by profession, and enigma by choice, knew murder when he heard it.

Slowly he turned to face the man who had accosted him, cursing himself for having grown careless since the end of the war. He should have known better. Though the fighting had ended on the battlefields of Europe, the stealthy world of plots, politics, and power was eternal.

He had been walking home from his club and it was late, past midnight. Dry leaves skimmed across the cobblestones, and a block away carriages rumbled through Hanover square, but Lucien was alone in the shadowy street with one-no, two-dark, hulking figures. The faint starlight reflected dully from the long barrels of the two pistols aimed at his heart.

Play for time. Find out who you're facing and why. "Are we acquainted, sir?" Lucien asked politely.

"Not personal-like, but they say you've been looking for Harry Mirkin for nigh onto two years, so I decided it was time I introduced myself." The man gave a derisive snort. "I'm disappointed. They say you're called Lucifer because you're a dangerous devil, but you’re just a whey-faced dandy, too pretty to scare a ten year-old pickpocket in the East End.“

"Sorry I don't meet your expectations. Reputations are often distorted" Lucien gestured at Mirkin with his ivory-headed cane. "For instance, rumour painted you as king of the London underworld. It was said that the French paid you to assassinate the Tory leaders, hoping that the government would collapse and Britain would withdrawn from the war. Did rumour speak truly?"

Continua…..






Cap. 3 nella versione inglese (cap. 2 in n quella italiana)

Dialogo tra Rafe e Lucien tagliato nella versione italiana


„If a Hellion is responsible, he'd better hope for infernal help" The duke smiled. "Even so, I'll back you to win."

"Of course," Lucien said lightly. „As leader of the Fallen Angels, I have first claim on all diabolical aid."

Rafe laughed, and they relaxed into a companionable silence. As he idly watched the flames, the duke asked. "Did you ever wonder how many pounds of cheese we toasted over fires like this one in our school days?"

Lucien chuckled. "I can't say that I have, but now that you've raised the question, I won't be able to sleep for trying to calculate how much".

Suddenly serious, Rafe asked, " Is it tiring to always have to know the answer?".

"Very," Lucien said tersely, his smile fading.

After a long silence the duke said quietly, "No one man can save the world, no matter how hard he worlds."

"That doesn't mean that one should't try, Rafael." Lucien gave his friend a wry glance.

"The trouble with old friends is that they know too much."

"True," Rafe said peaceably. "That's also the advantage."

"Her's to friendship." Lucien raised his glass, the took a deep swallow of brandy. It was ironic that he and his three closest friends from Eton had acquired the nickname of Fallen Angels when they had descended on London after leaving Oxford: except for Lucien himself, they were the most honourable of men. When tragedy had shattered Lucien's childhood, what saved him was the blithe good nature of Nicholas, the calm acceptance of Rafe, the unswerving loyalty of Micheal. If it hadn't been for them, loneliness and guilt would have consumed him.

He knew how incredibly fortunate he was in his friends. It was no one's fault that even deep friendship could not repair the damage to a soul that had been torn in half.





Cap.5 nella versione originale (cap. 4 in quella italiana)



Altro brano completamente soppresso, ma decisamente illuminante sulla personalita’ del protagonista.

Chi avrebbe mai immaginato che Lucifero facesse vita quasi monastica??

E che andava in depressione dopo un rapporto sessuale senza coinvolgimento emotivo?

Leggete per credere…..





The image of the saucy barmaid at the Crown and Vulture passed through his mind. With a wry smile, he realized that his restlessness was more basic: his body yearned for a woman. He glanced at the clock and saw that it was eleven o’clock. Not too late to go to one of the discreet brothels that catered to men of wealth and discernment, where the women were warm and willing.

He hesitated, torn between lust and prudence, before shaking his head. His need was not yet strong enough to make such indulgence worth what it would cost him.

For the thousandth time, he wished that he was like other men and could bed a woman without emotional repercussions. Unfortunately, for him that was impossible.

As a lustful youth, he had enthusiastically pursued the pleasures available to a man of wealth. Passion was so intoxicating that it had taken him years to recognize that sexual gratification was invariably followed by depression.

An ancient epigram said post coitus, triste: after intercourse, sadness. But what Lucien felt went far beyond the sorrowful sense of mortality that other men sometimes experienced. His attacks of bleakness were deeper, and they lasted for hours, sometimes days.

After probing the darker corners of his mind, he had concluded that the problem was the false illusion of intimacy provided by mating. When the encounter ended and he returned to his essential aloneness, desolation followed.

Once he realized what high price he was paying for a few minutes of pleasure, he had regretfully chosen a more monastic existence. Occasionally, when passion and his longing for closeness overwhelmed his self-control, he would seek out a woman. He always hoped that this time it would be different; that he would be able to give and receive pleasure and wake with a smile the next day. But that had never happened.

His gaze went to the framed charcoal sketch of himself and his sister, Elinor, drawn two years before her death. The sketch had been dashed off by the artist who had come to Ashdown, the Strathmore estate, to do a formal oil portrait of the whole family. The painting was handsome, and it had a place of honor, but Lucien preferred the sketch, which did a better job of capturing Elinor’s fey, delicate charm.

He studied the two blond heads held so closely together. Both wore the carefree expressions of children who had been born of loving parents and who had never known want or cruelty. It was hard sometimes to remember that he had ever been so happy.

Face tight, he bent over his workbench and reached for his narrowest screwdriver. With enough concentration, he could lose himself again.









Per ora il testo lo lascio in inglese.
Prendetelo come un piccolo incentivo...

SE volete conoscere meglio Lucien ,l'angelo caduto della Putney,armatevi di vocabolario e buona volonta'...
Grandi orizzonti si apriranno davanti a voi....
Oppure preferireste aspettare che una casa editrice,lo ripubblichi in versione (quasi) integrale per voi??

Grandissimi ringraziamenti a CRISTINA, ANNA e SILVIA....

6 commenti:

  1. Grande rosaria!!
    Speriamo si smuova qualcosa....e complimenti a Cristina x la recensione su audacia. Ma questo titolo fa parte di una saga? Mi avete incuriosita...
    anna

    RispondiElimina
  2. ciao anna....credo che non appartenga ad una saga....
    ma io sono una di quelle che ha letto per primo AUDACIA, e poi ha scartato tutti gli altri libri della Quick....chissa',magari qualcun'altra sapra' dirti di piu'...

    RispondiElimina
  3. Complimenti ragazze, avete fatto davvero un bel lavoro.
    Che i romanzi mondadori venissero tagliati malamente non è una novità, ma fino ad oggi non mi sono mai resa conto fino in fondo di "quanto" fossero stravolti è____é
    Penso proprio che inizierò a considerare l'idea di leggere in lingua originale, che alla fine sembra essere l'unica vera soluzione, anche se piuttosto faticosa, visto che sperare in traduzioni più accurate e senza tagli sembra essere un'utopia.
    Ciao Luana erienne772

    RispondiElimina
  4. Ciao! l'idea di rimediare agli scempi delle pubblicazioni in italiano è coraggiosa e nobilissima! :o) spero di avere prima o poi il tempo di contribuire...
    cavolo, avevo letto Lord Lucifero e c'ero rimasta malissimo: la Putney mi piace tanto tanto e il romanzo di Lucien (il 3 degli angeli caduti!) non poteva essere quella specie di riassunto raffazzonato e senza corpo! e infatti leggere la versione originale in inglese è sato leggere un altro libro, nulla a che fare! ovvio che la storia è quella etc etc, ma non c'è assolutamente la stessa intensità, la stessa coerenza, la stessa forza nei personaggi! Lucien non è una marionetta bionda! Kit non è una frignona diffidente! Michael è un personaggio consistente!
    Uffa, ma perchè tagliano così tanto i romanzi? fanno davvero disastri!
    ormai mi sa che mi rassegnerò a non comprare più libri della mondadori in italiano... ma dovrò fidarmi delle altrui recensioni e prendere i libri 'migliori' in versione orginale, anche se è parecchio più faticoso da leggere. Ok che è letteratura di intrattenimento, ma vorrei appunto essere intrattenuta con storie e personaggi 'reali'... voglio dire, se stringiamo alla trama i romance potrebbero essere 4 o 5, in fondo i modelli si ripetono sempre, è il contorno, il contesto e i personaggi che fanno la magia! se me li massacrano così non mi fanno un gran servizio!
    ps: davvero, ora non ho tempo, ma una sera che mi gira mi metto al pc cn i due libri e cerco di cavere fuori qualche altro pezzo significativo che è stato 'dimenticato'... del romanzo di Lucien, o magari del 'compagno di viaggio' (angel rougue) con Robin, che comincerò oggi o domani!
    baci

    RispondiElimina
  5. Grazie Gio!apprezziamo tutto quello che riuscirai a fare!
    se cerchi ancora in questa rubrica di tagli ecuci,ci sono altri spezzoni che sono stati tradotti di Lucien,,,,e poi ci sara' un'intervista alla Mary Jo putney,alla quale e'stata chiesta se sapeva di questi tagli...
    interessante la sua risposta...
    juneross

    RispondiElimina
  6. evviva! sono impaziente di leggere l'intervista alla mia adorata! :o)
    si si, ho ben spulciato il blog... solo che sono spesso un'ospite silenziosa! ;o)
    sarei poi curiosa di sapere il motivo dei tagli: per contratto i romanzi devono essere lunghi min tot e max tot? ma allora non sarebbe meglio prevedere una collana a parte per i lunghi? (mi sa che esiste pure, vero? qualcosa di 'i big'... non sono sicura!)
    vabbè, buona giornata e buon lavoro a tutte.
    (con questo sole e con Lucien ancora caldo nella memoria oggi sono di umore eccellente! viva la primavera!)
    ps: poi per me lui era un po' speciale perchè vorrei dare il suo nome ad uno dei miei futuri eventuali figli! per esettazza vorrei dargli 'lucifero' come secondo nome. portatore di luce e stella del mattino, angelo ribelle, il primo sindacalista della storia! ;o) è perfetto per il mio bimbo! però direi che sarebbe un primo nome davvero troppo pesante, quindi sarà un secondo, dopo qualcosa di più'normale'.
    anche a voi capita di sentire qualcosa di diverso quando i personaggi hanno nomi che per voi hanno un significato speciale? eroine che si chiamano come voi, eroi che hanno il nome del vostro amore, di vostro figlio, fratello, amico... o magari addirittura qualcuna ha scelto in un romanzo un nome per un figlio? (io so per certo che nel mio paese sono nate decine di Morgana e Viviana dopo l'uscita del ciclo di Avalon dellaBradley!!!) baci

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!