Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

Elite Ops di Lora Leigh

Con la serie Tempting Seals di Lora Leigh, mi ero completamente persa nella logica   dei traduttori che per far stare tutti e sei libri(tre storie principali e tre novelle sparse in varie antologie) in solo tre romanzi tradotti, avevano pensato di fare un bel tagli e cuci. Chi ha letto i tre libri tradotti in italiano, sa bene che non solo di italiano ce n’era poco, ma che tagliando e riattaccando avevano creato una sorta di Frainkstein con la testa di Nathan, il corpo di Reno e le gambe dei narcotrafficanti. E ho detto tutto! Giusto per spirito di conversazione, estrapolo alcune considerazioni dalla recensione del nostro bloggerino Pierluigi:  LINK Quanto influenza l’opera del traduttore? Si attiene fedelmente a quel che si trova davanti o deve metterci di suo? Successivamente, trattandosi di una trasposizione dall’inglese all’italiano, necessita comunque di un lavoro di editing? Se trama e scene possono appassionare il lettore, alla fin fine sono solo questione di gusti,

DI PIÙ ANCORA ( Ménage ) di Emma Holly

Menage di Emma Holly Eh no, mi spiace non e' un'anteprima del romanzo(?) che uscira' a giorni in edicola. Purtroppo, care colleghe lettrici, questo blog non e' nelle grazie di nessun editore e quindi non riceviamo libri in anteprima da recensire. Ma questo e' un bene sapete? Possiamo parlare tranquillamente ma sempre con rispetto, senza doverci preoccupare di irritare il "gentile" editore. Ad ogni modo, leggendo le uscite Mondadori mi salta all'occhio questa frase: Finalmente l'attesissimo romanzo di Emma Holly, Menage. Attesissimo? Urka! Non me lo posso perdere, mi sono detta. Leggiamo la trama, chissa' che finalmente possa leggere qualcosa di bello: Libraia divorziata e di successo, (si bello mi piace, una donna di successo e che lavora con i libri) Kate un giorno torna a casa dal lavoro e sorprende i suoi due inquilini gay impegnati in un focoso amplesso ( cosa?? Ma che ..., ma che cavolo di romanzo ,eh? Oddio si, un extra passi

Un Amore Ovale di Sabina Parodi

Direttamente dalla scrivania di Noco Vi siete accorte, ragazze in rosa, che il mercato del romance italiano si sta variegando sempre più? Sono lontani i tempi in cui, per sfuggire un po’ da balli sfarzosi   e passeggiate con tiri a due/quattro lungo il Serpentine, o da castelli oscuri e fulgidi cavalieri dalla scintillante armatura, si poteva ripiegare solo su vampironi aitanti , tanto sanguinari, quanto sdolcinati,o, tuttalpiù su temibili demoni pronti a sciogliersi come neve al sole alla vista dell’anima gemella. Ora, sul mercato si trovano varie ambientazioni, diversi generi, molti formati, che accontentano più o meno tutti i palati. Certo è il momento dell’erotico, ma si trova anche altro. Io non sono una patita dei romanzi troppo hot. Per carità, non disdegno scene calde, ma credo che la fisicità sia una manifestazione di un’emozione più profondo, e mi piace più leggere lo sviluppo di questo sentimento, rispetto a fantasiose evoluzioni tra le lenzuola… o chissà dove a

CIO' CHE CERCO IN UN UOMO... E CHE NON TROVERO' MAI!

"se voi foste stata promessa a me, solamente se fossi diventato cieco, sordo o completamente folle, vi avrei lasciato per un'altra e meno che mai per una donna come vostra sorella" S ono caduta in un gorgo e non ne esco più, mi sono innamorata… Irretita da una commistione letale (almeno per me) che ha generato un sisma nelle mie emozioni: un personaggio immaginario, un interprete defunto e una voce suadente. Ho rivisto dopo venti anni “Cuore Selvaggio”, telenovela che, all’epoca, non avevo apprezzato, causa eventi assai spiacevoli nella mia vita. Non lo avessi mai fatto! Non riesco a smettere di guardarla a ripetizione, come se fossi drogata. E il motivo è solamente uno... JUAN DEL DIABLO, AMORE MIO L’archetipo dell’uomo perfetto, perseguitato dalla sorte e, soprattutto, dalle persone. Ostinato, coraggioso, impetuoso, tenace, volitivo, passionale, romantico, fedele e (non ce lo dimentichiamo) bello, che più bello non si può! Il mio protagonista DOC,

LO ZEN E L’ARTE DI FARSI PORTARE IN BRACCIO

Direttamente dalla scrivania di Patrizia F. Se avete letto anche soltanto un paio di romance, lo sapete alla perfezione: il maschio alpha che solleva la protagonista, più o meno eterea e indifesa, fra le sue possenti braccia, per portarla in salvo, al riparo, o in una promettente stanza da letto, è un classico dei classici. Negli storici le “ali dell’umano vigore”-definizione mutuata pari pari da Dame Barbara Cartland - sono praticamente d’obbligo, e se per trovare un temerario che “camalla” ( …perdonate il dialetto genovese! Ma il significato di spostamento di collo ingombrante è noto, vero?) su per le scale, la moglie al nono mese di gravidanza, senza nemmeno una ragione d’emergenza, e ha perfino abbastanza fiato in corpo da chiacchierare allusivo mentre lo fa, bisogna scomodare Lisa Kleypas , anche i contemporanei non scherzano: tanto la Lucky Harbor di Jill Shalvis quanto la Virgin River di Robyn Carr , tanto per fare due esempi di serie celebri, paiono pullulare di