Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

Odio quindi Amo di Susan Elisabeth Phillips

Direttamente dalla scrivania di Eleonora

 Leggere molto è bello da un lato, ma ha l'inconveniente, se così possiamo dire, di far si che difficilmente gli autori riescono a "sorprenderti"!
A volte però, ci sono autrici e storie che riescono ad emozionare a tal punto da farti diventare parte integrante della storia che leggi.


Chi di voi ha letto "Odio quindi amo" di Susan Elizabeth Philips ?
La trama non è molto diversa da altri suoi romanzi, ma in questo libro c'è una protagonista femminile che ho adorato!
Vi garantisco che per me è veramente difficile: di solito, chi mi conquista è il lui della situazione perché le eroine, in base all'era storica o al genere, sono tutte una la copia dell'altra!
Sugar Beth invece è un'eroina splendidamente imperfetta!
Una donna che ha fatto molti sbagli: a scuola era una vera bulla; ha sposato tre uomini diversi (uno a Las Vegas mentre era ubriaca fradicia!) ha  abortito, ha lasciato le sue migliori amiche senza farsi …

A lezione dalla Proffa Masella

Consigli di scrittura a cura di Masella Maria


Identikit di LUI, il Protagonista




E’ cosa nota e universalmente riconosciuta che… se LUI non attizza, nessuna darà le cinque stellette al mio romance.
Allora devo trovarmi un prot maiuscolo, alpha, superlativo.
Lavoro che richiede metodo, concentrazione, tempo e anche un po’ di… chiamiamola fortuna! In pratica come trovare il vestito adatto per quell’occasione speciale.
Fase prima: aprire l’armadio e controllare cosa ho già (a chi non è capitato di acquistare doppioni? Alzare la mano in caso affermativo. Come prevedevo, quasi tutte ci siete cascate!)
Le ho fatti alti, bruni, qualche castano; occhi scuri, verdi (uno).
Cambiare, cambiare! Bassino è escluso, non piacerebbe e non potrebbe dominare la scena dall’alto (requisito essenziale). Biondo! Ma nei romance ce ne sono tanti! Occhi? Blu, oro, argento, ghiaccio… Viola no, pare che siano appannaggio delle prot femmine, ma a questo problema penserò quando dovrò occuparmi di LEI. A conti fatti i miei…

Un amore di inizio secolo - La traversata di Viviana Giorgi

Ultimamente si sta diffondendo, tra le autrici di serie e saghe, la moda di pubblicare racconti, più o meno corti, di intermezzo tra le varie uscite di libri. E debbo dire che io l’apprezzo molto, aiutano la lettrice a spezzare l’attesa, ricordare i personaggi e riallacciare le fila del discorso.Viviana Giorgi ci presenta così i due protagonisti del prossimo romanzo storico.


Primo gennaio 1900. L’Oceanic II, il più moderno e lussuoso transatlantico del mondo, salpa da New York alla volta di Liverpool. È un piccolo mondo galleggiante dove, tra burrasche, feste in maschera e fiabe che ritornano, tutto può accadere. Anche di incontrare il vero amore. Chissà se accadrà a Ken Benton, ambito scapolo di New York in viaggio verso il Vecchio Continente per dimenticare una storia finita male. O a Priscilla Talbott, la misteriosa bibliotecaria di bordo che si esprime come una lady e di cui nessuno conosce il passato. Ma il nuovo secolo in fondo è appena cominciato, e la parola speranza è sulla b…

Il colloquio di Daniela Vasarri

Rubrica Nuove Penne a cura di SereJane



Carissime amiche, è bello ricevere ancora racconti per la rubrica “Nuove Penne”. Per noi è davvero sempre un piacere leggere i vostri lavori, perché sappiamo quanta fatica vi siano costati!
Oggi è il turno di Daniela Vasarri. Il suo è un racconto senz’altro molto attuale, in tempi di crisi e di disoccupazione e porta il titolo di “Il colloquio”. Quante di voi non hanno provato quella tremarella prima di un colloquio? Quante di voi non erano terrorizzate alla prima selezione? E quante di voi non si sono ritrovate ore e ore davanti alla specchio indecise su che cosa indossare?
Beh sono sicura che ognuna di noi, ha passato tutto ciò ;) 
Il colloquio spaventa anche la protagonista del nostro racconto, ma è troppo decisa a riscattare la vita vissuta sempre umilmente da lei e sua mamma per provare timore.
Riuscirà a convincere il selezionatore? Otterrà il posto che sogna? Renderà finalmente orgogliosa sua mamma?
Non vi resta che scoprirlo leggendo.
A me non …

Non sono solo...romanzetti!

Direttamente dalla scrivania di June Ross

Eccomi di nuovo, con la mia tastiera QWERTy, che le bloggerine odiano perche' non ha accenti, ma che io adoro perche' mi fornisce un'ottima scusante: non sono io che non so scrivere, ma e' la tastiera difettosa.
 Ricordate quella vecchia canzone di Bennato? Faceva all'incirca cosi':
" ....sono solo canzonette, non mettetemi alle strette..." Bennato si difendeva cosi'(apostrofo da intendere come accento. Contente bloggerine?). 
 E i libri che amiamo? Li consideriamo "solo romanzetti"? Oppure ci danniamo l'anima quando ci accollano la definizione di casalinghe disperate che leggono cosine superficiali, senza spessore? Oh, quanto ci intossichiamo(traduzione, incaxxiamo!)
Eppure non ci ribelliamo davvero quando gli autori peccano di inaccuratezza. Accidentaccio, ma come si fa ad aiutare questa nave che sta affondando? 
Non si puo' criticare assolutamente, niente e nessuno, altrimenti sei tacciata …

C'era una volta una... blogger!

 Direttamente dalla scrivania di June Ross

C'era una volta una Blogger... 
O almeno era cosi che mi definivo quando mi chiedevano quale fosse il mio hobby. "Leggo", rispondevo, " e poi scrivo le mie impressioni nel mio bloggerino, dove posso confrontarle con le altre lettrici. Siamo una bella combriccola e ci divertiamo tantissimo a vivisezionare le nostre letture..." 
E quanto era semplice essere una blogger. Sapete, all'incirca otto anni fa, ancora non si conosceva il significato della parola BLOGGER. Per molti blog, era il "diario di bordo", e il blogger colui che scriveva il  diario. 
Ahhhh! bei tempi andati! 
Poi sono arrivate le bloggerine, loro, le malefiche. Che c'entrano le bloggerine? Tutta colpa loro vi dico. Infatti, e' inutile ripetere che ho una tastiera QWERTY che non ha accenti, e' inutile sgolarmi a ripetere che ho fatto le scuole basse, niente, non vogliono sentir ragioni: ogni post DEVE essere perfetto, senza peccato. E c…

Il cacciatore di nuvole di Ornella Albanese

Le bloggerine hanno letto l’ultimo romanzo di Ornella Albanese e ne hanno tratto impressioni diverse…

Può l’amore nascere nella menzogna eppure svelare la verità?
Bella e viziata, Gemma di Montemagni non può sopportare che le sue amiche siano felicemente innamorate e lei no, così per ripicca racconta loro che presto si sposerà. Questo però la costringe a valutare una proposta di matrimonio che in altre circostanze non avrebbe mai preso in considerazione, quella del conte Massimiliano degli Obizzi. Ma chi è in realtà quell’uomo cupo e misterioso, che le mente su ogni cosa, la costringe nel suo antico castello, e che conosce più profondamente il mondo dei libri che non quello reale? Riuscirà Gemma a scoprire il segreto che rende Massimiliano così tormentato, e così irresistibilmente affascinante?
Note:
IL CACCIATORE DI NUVOLE è il nuovo, avvincente romanzo di Ornella Albanese, una delle più apprezzate autrici italiane di romance. Si tratta del sequel de IL CACCIATORE DI DOTE, già pubblicato…