Passa ai contenuti principali

La frase che spiazza e...

...e l’applauso che parte.

Direttamente dalla scrivania di: Nervasin(Germana)


Riguardando tra i bellissimi sondaggi di Lucetta (LLucya73),in particolare modo quello sulla dichiarazione d’amore,mi è venuta in mente una cosa:spesso quando siamo immerse in un libro,tanto concentrate a vivere il momento descritto,che se la casa andasse a fuoco e il pompiere più bello del mondo venisse a salvarci noi non ci accorgeremmo di nulla.

Allora,si proprio allora,la nostra Eroina spiazza il nostro Eroe e Noi con una frase di quelle che si tatua nella nostra memoria(non si sa mai può sempre tornare utile),e ci fa esclamare:"Che Mito,che Mito questa Donna!!!"

Forse quel titolo non è diventato il nostro libro preferito,ed i protagonisti non sono il nostro Lui e la nostra Lei del cuore,ma quella frase: Che Frase!

E magari qualcuna di noi l’ha saputa riutilizzare,piazzandola al momento giusto e spiazzando,così,l’interlocutore.

Ho trovato la “mia” Frase che spiazza… nel: "Il Marchese Ladro"di Deborah Simmons


Ecco il brano,tratto dal libro,con la frase in questione:
(ringrazio tanto Luana,una rosella,per avermi fornito il brano)


Allora Johnathon,molto lentamente,afferrò il guanto con i denti e lo abbassò fino a scoprirle il palmo. Sembrava che stesse spogliando lei,non la sua mano.

Quando il palmo fu nudo,si chinò di nuovo e lo baciò. Georgiana sentì la punta della sua lingua che le faceva solletico e soffocò un grido di sorpresa e di piacere…………


«Mia cara... Ci sono tante cose che vorrei insegnarvi...»Adesso la teneva stretta fra le braccia e la baciava……………………….


Ma Georgiana continuava a tenere gli occhi chiusi e restava immobile.

Più che arresa all'ine­vitabile, sembrava rassegnata. Non gemeva, non lo implorava come facevano sempre le altre don­ne a quel punto.

«Georgiana?» la chiamò.

«Sì?» gli rispose.

«Avete paura?»

«La paura è un ostacolo per la scienza» fu la poco romantica risposta.

«Può influire negativamente sul risultato di un esperimento.»

Ecco che cosa stava facendo la signorina Bellewheter in sua compagnia, scoprì Johnathon. Si stava sottoponendo a un esperimento scientifico, probabilmente per imparare i metodi dei seduttori di professione e scrivere poi uno studio in propo­sito. Di scatto lasciò perdere la sua caviglia e si alzò.


Per me Georgiana,o meglio la Simmons,è stata mitica.

E secondo voi?

E voi avete trovato la “vostra” Frase che spiazza…?


Nervasin(Germana)





E secondo noi?
Eh gia', bella domanda!!!
Cosa risponderemo a Germana???
Per quanto mi riguarda... ripesco "il Marchese ladro" dalla mia libreria e me lo leggo!

Commenti

  1. brava Germana, peccato che di libri ne ho letti tanti e purtroppo non mi ricordo dove andare a cercarle ma tenterò...una cosa mi ricordo...QUANTI TUFFI AL CUORE!!...complimenti...Flo

    RispondiElimina
  2. Bellissimo questo post! Brava Germana...
    (tutto quello che sa di sondaggio mi manda in deliquio!)

    La mia frase che spiazza?

    Orgoglio e Pregiudizio, Liz dice a Darcy che le fa la prima, odiosa dichiarazione e le chiede cos'ha fatto per essere "respinto male":

    "Avreste meritato una risposta da gentiluomo se vi foste condotto da gentiluomo!"

    Amo quel libro, amo quella donna (Austen), amo quel personaggio (Lizzie).
    Lucetta73

    RispondiElimina
  3. Bell'idea,ma sai le frasi mi colpiscono sul momento...
    difficile stabilire quando e dove!!!

    RispondiElimina
  4. Bravissima Ge ^___* un'idea davvero carina per un post.
    Io per ora non ho ancora trovato una frase che mi ha colpito così tanto da farmela ricordare, ma l'estratto che hai scelto tu è davvero spettacolare.
    Ciao Luana

    erienne772

    RispondiElimina
  5. Grazie Ragazze,e grazie Lù,senza di te inserire il brano sarebbe stato difficile.

    Germana

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

.... Ogni storia che viene narrata Ha dietro una persona che l’ha creata: Nella mente un pensiero le è nato E amore e mistero ha amalgamato. Così Deanna Raybourn ci ha raccontato Cosa ha veramente pensato Dando vita al racconto citato… .... il cantastorie Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali. Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis: Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata. La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci. Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly. Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione. Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza. Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, qua

La vie en Rose: arrivederci alla prossima edizione!

Cosa dire di questa sesta edizione de La vie en Rose? Frizzante e  piena di energia positiva! Poi il resto dei commenti li troverete sparsi su tutta le rete, pero' magari, potreste anche lasciarli nel nostro guestbook, sempre se vi fa piacere:  http://www.lavieenroseevento.it/guestbook.htm Cosa dire, invece, della parte "tecnica" dell'evento? Facciamo un piccolo sunto a beneficio di coloro che purtroppo non sono state con noi. Dalla viva voce delle autrici, abbiamo scoperto la loro passione per la scrittura e anche delle piccole anticipazioni delle loro prossime pubblicazioni. Grazie a Marta Morazzoni, Virginia Bramati, Gabriella Giacometti ed Elisabetta Flumeri. Non abbiamo messo la foto di Virginia Bramati per rispettare la richiesta dell'autrice di non apparire nitidamente.   I saluti e le parole del Consigliere Provinciale Vera Romiti , oltre che presidente Forum Provinciale delle Donne, hanno trovato d'accordo tutte le partecipanti. Il