Anne Gracie.

Care amiche,
la nostra ospite Mrs Gracie, mette a disposizione un suo libro autografato.
Come al solito lo sorteggeremo tra le vostre risposte.
Per partecipare, basta solo lasciare un commento a questa intervista o i vostri saluti alla scrittrice.
Pensate, il libro ci arrivera' direttamente dall' Australia,dove l'autrice risiede. Grazie Mrs Gracie!!

P.s. Il sorteggio avverra' Sabato 5 Luglio.


Benvnuta in Italia Ms Gracie e benvuta nel blog Juneross!


1) How did you become a romance writer? Was there an author that you felt was a mentor, or someone that you saw as a role model?

I started writing seriously when I took a year off work and backpacked around the world on my own. I wasn't trying to write romance at first ‑ I was writing young adult fiction and literary fiction. Romance came later, when I was exploring the market for fiction and discovered romance has a huge and hungry market. I hadn't read much romance at that point, but once I did, I loved it. I love a happy ending.
I didn't know any other writers when I first started writing. I think I made every mistake in the book. But a lifetime of reading gave me some wonderful role models as far as writing is concerned. I've just never spoken to any of them.
Since I was published, however, I've met many writers and now so many of my good friends are writers. I'd hoped to change my career by writing, but I didn't realize I'd make so many wonderful friends.


1)Come e' diventata una scrittrice di romance? C'è un autore/autrice che sente sia per lei un mentore o un modello da imitare?

Ho cominciato a scrivere seriamente quando mi sono presa un anno di pausa dal lavoro e ho viaggiato per il mondo.
Inizialmente non volevo scrivere romance - stavo scrivendo romanzi per adolescenti e letteratura classica . Il romance è arrivato più tardi, quando stavo esplorando il mercato per i romanzi e ho scoperto che il romance ha un mercato più ampio e più 'affamato'. Fino a quel momento non avevo letto molti romance, ma una volta che ho iniziato, me ne sono innamorata . Amo il lieto fine.
Non conoscevo altre scrittrici quando ho iniziato a scrivere.Penso di aver fatto ogni errore possibile nel libro. Ma tutta una vita dedicata alla lettura mi ha dato alcuni modelli meravigliosi per quanto riguarda la scrittura. Ma non ho mai parlato con nessuna di loro.
Da quando sono stata publicata, però ho incontrato tante autrici e adesso molte delle mie migliori amiche sono scrittrici. Speravo di cambiare la mia carriera scrivendo, ma non avevo realizzato che avrei fatto così tante amicizie meravigliose.


2) Why did you choose to set your books in historical periods like regency?
I've read and loved Georgette Heyer novels since I was eleven, and my favorites were always the ones set in the regency period. She's the author who really created the regency as a romance sub-genre and she's very funny, so that's why regencies today are the only historical period associated with humor.
Because I've read them all my life, I felt really comfortable in the regency period. In away, I grew up there.
If you haven't read Georgette Heyer's books, I really recommend them.


2)Perche' ha deciso di ambientare i suoi libri nel periodo storico regency?

Ho letto e amato i romanzi di Georgette Heyer sin da quando avevo 11 anni e le mie preferite erano sempre quelle ambientate nel periodo rengency. Lei è quell'autrice che ha saputo creare il 'regency' come sottogenere del romance ed è anche molto divertente questo è il motivo per cui oggi il regency è l'unico periodo storico associato allo humor .
Proprio perchè li ho letti per tutta la mia vita, mi sento a mio agio nel periodo regency. In un certo modo, ci sono cresciuta dentro.
Se non avete letto i romanzi di GH, ve la raccomando vivamente.


3) To create a hero or a heroine do you get inspiration from the people around you?


No, I don't use my friends and family at all — they'd probably kill me if I did. I have sometimes used a friend's name for a very minor character, just for fun. But usually, my characters just come to life in my head, fully formed, and by asking the right questions, I find out all their history, as if they really are alive. As for the heroes, all my unmarried friends ask me that question because they all want a man like my heroes and they want to know if he's real and if so where he lives. ;)
But another friend of mine told me that every time she reads one of my books it reminds her of what she loves about her husband and she falls in love with him all over again. I thought that was lovely.



3)Per creare un eroe o un'eroina prende ispirazione da persone che ha intorno?
No, non utilizzo i miei amici o i miei familiari - probabilmente mi ucciderebbero se lo facessi. Qualche volta ho usato il nome di un amico per un personaggo secondario , ma giusto per divertimento. Ma in genere i miei personaggi nascono nella mia testa, già completamente formati, e facendo loro le giuste domande, vengo a conoscenza della loro storia , come se fossero davvero in vita. Per quanto riguarda gli eroi, tutti le mie amiche non sposate mi fanno questa domanda, perchè tutte vogliono un uomo come uno dei miei eroi e vogliono sapere se è reale e se si, dove vive :-)
Una delle mie amiche mi ha detto che ogni volta che legge uno dei miei libri le ritorna in mente cosa ama di suo marito e che si innamora di lui come se fosse la prima volta. Penso che sia veramente delizioso!

4)Concerning the Merridews, where did the idea for the series come from?

I didn't originally plan it as a series at all. I just wrote one story, about a girl who was the oldest sister in a family of five girls. She was the plain one and all the others were beauties. When I sold it to Berkley (before that I was with Harlequin - in Italy, Harmony) my new editor said something like, "Well, what have you got planned for Prudence's younger sisters?" She told me readers liked series. My previous editor hadn't wanted me to write any series, so the request came as a surprise. But I thought about it for a few days and then agreed to try. I was pretty happy with the way it worked out.


4)Parlando delle sorelle Merridew, come ha avuto l'idea di questa serie?
Inizialmente non l'avevo pianificato come parte di una serie. Ho solamente scritto una storia, di una ragazza che era la maggiore di 5 sorelle. Lei era quella insignificante , mentre le altre erano tutte delle bellezze. Quando ho venduto il romanzo alla Berkley( prima ero con la Harlequin - in Italia e' la Harmony) il mio nuovo editore disse qualcosa del tipo: "Bene, che cosa hai pianificato per le sorelle minori di Prudence? ". Mi disse che il lettori amavano le serie. Il mio precedente editore non mi aveva mai richiesto di scrivere una serie, quindi per me fu una sorpresa. Ci pensai su per qualche giorno e quindi decisi di provare. Sono stata molto felice del lavoro che ne è venuto fuori.


5) About the Merridew sisters, which of them is your favorite?

I don't much like choosing favorites of anything and I liked all the Merridew girls, but I suppose I'm fondest of Prudence. She was gutsy and I loved the way she tried so hard not to melt at Gideon's flirting. I'm also pretty fond of Grace — I love the way she kicked Gideon for upsetting her sister. But really, I love them all. I think a writer has to love her characters; in some ways, they're like your child — they came from you, but they're not you, they sometimes do things you don't expect, and they're often hard to control.


5)A proposito delle sorelle Merredew, qual'è la sua preferita?

Non mi piace fare dei favoritismi e mi sono piaciute tutte le sorelle Merridew, ma suppongo che la mia preferita sia Prudence. Era un personaggio deciso e coraggioso ... e ho amato il modo in cui ha tentato di non sciogliersi davanti al corteggiamento di Gideon .Mi piace molto anche Grace - adoro il modo con cui ha messo in riga Gideon per aver fatto arrabbiare sua sorella. Ma in realtà, le amo tutte. Penso che uno scrittore debba amare i suoi personaggi; in un certo senso, sono come dei figli - nascono da te, ma non sono te, a volta fanno cose che tu non ti aspetti e spesso sono difficili da controllare .

6) Which Merridew sister looks the most like you?

None of them! I'm blonde and I have blue eyes, like the middle sisters, but I'm no beauty. LOL


6) Quale delle sorelle Merridew le somiglia di più?
Nessuna di loro! Sono bionda e ho gli occhi azzuri, come le sorelle di mezzo, ma non sono bella! :))


7) Where did their sweet names come from, and why did you decide to give to the Merridews an Italian background?

To tell the truth, there wasn't any big plan behind their names. It was pretty common to name girls after virtues and I liked the idea of them having that sort of name. But one of my readers wrote to me and said she liked how each of the girls was named for the thing they gave the hero, and when I thought about it, she was right. It wasn't conscious, though.
As for the Italian setting, I wanted them to be born on the continent. I chose Italy because so many English people traveled to Italy at that time, and because I wanted a contrast to where the girls were living with their cold, hateful grandfather. I wanted them to be nourished in spirit by memories of a warm, loving childhood somewhere beautiful and civilized. So Italy was the obvious choice. ;)
By the way, it's not the first book in which I've had my characters visit Italy. In Tallie's Knight (I can't remember the in Italian title) several chapters were set in Italy, in the Piedmont. I used the letters of an Englishwoman who was there in 1802-3 in my research.


7) Da dove derivano i loro deliziosi nomi, e perche' ha deciso di dare alle Merridews un background Italiano?
A dire il vero, non c'era nessun grande progetto dietro ai loro nomi. Era abbastanza comune chiamare le ragazze con i nomi delle virtu', e mi e' piaciuta l'idea che loro avessero questo tipo di nomi.
Ma una mia lettrice mi scrisse e mi disse che le piaceva che ogni ragazza aveva il nome della virtu' che avevano donato all'eroe, e quando ci pensai, realizzai che aveva ragione. Sebbene non fosse stata una cosa voluta . Per quanto riguarda l'ambientazione italiana, l'ho scelta perchè volevo che fossero nate nel continente. Ho scelto l'Italia perchè moltissime persone inglesi in quel periodo viaggiavano in Italia, e perchè volevo creare un contrasto dove le ragazze vivevano con il loro gelido e cattivo nonno. Ho voluto che fossero supportate nello spirito da memorie di una infanzia felice e spensierata in un luogo stupendo e civilizzato. E quindi l'Italia è stata la scelta più ovvia. E poi, non è il primo romanzo dove i miei personaggi visitano l'Italia. Nel libro 'Tallie's Knight' molti capitoli erano stati ambientati in Italia, in Piemonte. Ho utilizzato nelle mie ricerche le lettere scritte da una donna inglese che visse lì tra il 1802 e il 1803.


8) I just finished reading "The Perfect Rake", and I've noticed that many romance novels written in the last few years start out with love scenes. In your novel the sex is toward the end of the story and I like it! Now my question is: Was it a conscious decision on your part to go against the norm by not starting out with a love scene, or did you do it just because it fit the story? How easy is it for you to mix passion and romance? Does it come naturally, or do you have to work for the words?

I don't worry about the norm. Love scenes in my books happen when it's right for the characters and for the story. Some of my books don't have much sex, some books have a lot— it really depends on the characters and the story.The sexual tension is vital for a romance, but I must admit, when it comes to writing a sex scene, I find it difficult. But for me the importance of sex scenes is what the characters are feeling, not which body part is where.When I'm reading other people's books, I sometimes skip the sex scenes, but I don't if I'm really involved with the characters, so I keep that in mind when I'm writing. I don't want my readers to skip anything.



8)Ho appena finito di leggere "Irresistibile libertino" ed ho notato che molti romanzi scritti negli ultimi anni iniziano subito con le scene di sesso. Nel suo romanzo invece , le scene di sesso sono quasi alla fine della storia e questo mi e' piaciuto! Ora questa la mia domanda: E' stata una sua scelta andare contro corrente non iniziando il romanzo gia' con le scene d'amore, oppure lo ha fatto solo perche' ha seguito la storia? Quanto le viene facile miscelare passione e romanticismo? Le viene naturale o deve lavorare con le parole?

Non mi preoccupo delle regole. Le scene d'amore nei miei libri accadono quando e' giusto per i personaggi e per la storia. Alcuni dei miei libri non hanno molte scene di sesso, altre ne hanno molte - dipende veramente dai personaggi e dalla storia.
La tensione sessuale e' vitale per un romanzo d'amore, ma devo ammettere, quando devo scrivere una scena di sesso, lo trovo difficile. Ma per me l'importanza delle scende di sesso e' cio' che i personaggi provano, non quale parte del corpo e' dove. Quando leggo libri di altre autrici, a volte salto le scene di sesso, ma non lo faccio se sono realmente presa dai personaggi, quindi tengo presente questo quando scrivo. Non voglio che i miei lettori saltino nulla.

9) We would like to see the entire Merridews series translated into Italian, but also I know that you wrote another series that hasn't been translated at all. Would you like to tell us more about the Devil Riders?

Thank you! I hope the whole Merridews series comes out in Italy, too.
The Devil Riders is a new series about four friends who have returned from years of war, fighting against Napoleon's troops. They are younger sons and they now have to find a way to fit back into peacetime life, and it's not easy for them.
The first book, THE STOLEN PRINCESS came out in January 08 and the second one, HIS CAPTIVE LADY is coming out in September and I'm writing the third book of the series now.



9) Ci piacerebbe vedere l'intera saga delle Merriedews tradotta in Italiano, ma so che ha anche scritto un'altra saga che non e' stata tradotta per nulla.Le dispiacerebbe dirci qualcosa dei "DEVIL RIDERS"?

Grazie! Spero che l'intera saga delle Merridews venga pubblicata in Italia.
'Devil Riders' e' una nuova serie che parla di quattro amici che tornano dopo anni di guerra contro le truppe di Napoleone. Sono figli cadetti ed ora devono trovare il modo di ritornare ad inserirsi in una vita senza guerra, e non e' facile per loro.
Il primo lIbro THE STOLLEN PRINCESS e' uscito nel gennaio 2008 ( negli states) e il seconodo, HIS CAPTIVE LADY e' in uscita a settembre e ora sto scrivendo il terzo libro della saga.


Last question: Have any of your other works been sold to an Italian publisher? We'd really like to read more of your novels!!

Thank you. Yes, I've had some of my Harlequin books come out with Harmony in Italy. I suppose you might find them in second hand shops. And maybe if you write to Harmony, they'll publish the others.
The titles that have come out in Italy are: RAPITA, CACCIA DEL LADRO, and LO SCERIFFO...CI STA! There might be others but they don't always tell me.



Ultima domanda: Nessun altro dei suoi romanzi e' stato venduto ad editori Italiani? Ci piacerebbe molto leggere altri suoi romanzi!

Grazie!
Si , ci sono alcuni dei miei romanzi usciti con la Harlequin pubblicati in Italia dalla Harmony. Credo che li possiate trovare nei negozi dei libri usati. E forse se scrivete alla Harmony, publicheranno anche gli altri. I titoli usciti in Italiano sono: RAPITA, CACCIA AL LADRO, e LO SCERIFFO...CI STA!
Forse ce ne saranno altri, ma non sempre me lo fanno sapere.


Grazie ancora Signora Gracie, ci ha fatto grande piacere averla "ospite" nel nostro blog e tanti auguri per la sua carriera da tutte le sue fans Italiane!



Thank you Rosaria for inviting me to chat with you.
It's been a pleasure
All the best
Anne Gracie





26 commenti:

  1. Buongiorno!!!
    Che bello quando appena sveglia andare nel tuo blog preferito e leggere un'intervista così corina e simpatica! Complimenti a Ross e Grazie Signora Gracie!
    Io non ho ancora letto nulla di suo, ma come avete notato ho scritto "ancora", e dopo un commento di Ele leggerò sicuramente "Irresistibile libertino". :P
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  2. Grazie a questa intervista ho potuto conoscere meglio una grande scrittrice,non ho ancora letto niente della Gracie ma sicuramente acquisterò Irresistibile libertino,mi è venuta una curiosità incredibile!!
    complimenti per la bella intervista.
    Valeria

    RispondiElimina
  3. Carina questa intervista, come al solito Ross trova sempre delle autrici simpatiche e disponibili. ^___^

    Mira

    RispondiElimina
  4. Non vedo l'ora che esca tutta la serie, perchè quest'autrice mi sembra veramente brava e piacevole!
    Bella intervista,
    ciao
    Lety

    RispondiElimina
  5. Complimenti a Ross per aver intervistato la signora Gracie.
    La trovo un'autrice molto simpatica e disponibile, gentile! Io ho acquistato Irresistibile libertino e lo leggerò al più presto, ora sono davvero curiosa. Mi incuriosisce molto anche la saga dei Devil Riders ^_*
    Un abbraccio signora Gracie e grazie per questa intervista!
    Sonia

    RispondiElimina
  6. Grazie Ross per questa intervista. Non ho ancora letto nulla di suo ma dopo la simpatia e la disponibilità in questa intervista mi ha conquistata e sicuramente acquisterò quanto prima il suo romanzo!
    Barbara

    RispondiElimina
  7. Mi sono appassionata ai romanzi rosa della mondadori da poco tempo, quindi faccio spesso un salto in edicola per controllare le uscite mensili.
    "Irresistibile libertino" l'ho acquistato subito perchè mi ha intrigato la trama e sinceramente non sono rimasta delusa, mi è piaciuto molto.
    Ora non vedo l'ora che escano gli altri libri della saga!

    RispondiElimina
  8. Condivido completamente il modo di pensare della Sig.a Gracie, quindi ho deciso che leggerò sicuramente ogni Suo libro che riuscirò a trovare perchè so già che mi piacerà moltissimo.
    Grazie Rosaria per avreceLa fatta conoscere : deve essere una persona deliziosa!
    emanuela

    RispondiElimina
  9. Non ho mai letto niente della Gracie però devo dire che adesso sono molto curiosa!
    Le saghe mi piacciono molto e poi quando sento e leggo con quanta passione gli autori dei romanzi si impegnano per farci apprezzare i loro scritti mi invogliano ancora di più e devo ammettere che nn sono mai rimasta delusa fino ad ora!
    Grazie Rosaria per l'intervista!
    Un bacio
    Annika

    RispondiElimina
  10. Bellissima intervista !
    La Gracie sembra una persona davvero carina, simpatica e disponibile !
    Grazie Ross per quest'altra sorpresa !!!

    Gabriella

    RispondiElimina
  11. Ciao,
    sei stata davvero brava con questa intervista, complimenti.
    Un grande ciao,
    Maria

    RispondiElimina
  12. Ho letto di recente
    "Irresistibile libertino" e lo consiglio caldamente a tutte voi!
    Mi piace lo stile della Gracie e spero di veder pubblicati in italiano anche gli altri romanzi della serie...

    Grazie Ross per questa intervista che ho letto con immenso piacere!

    Tanti cari saluti alla gentilissima signora Gracie.

    Dalla calda Sicilia

    Concetta

    RispondiElimina
  13. In questo blog ci sono tante cose interessanti e molte interviste irresistibili come questa! Appena potrò leggerò qualcosa di suo signora Gracie, non posso assolutamente perdermi i suoi libri!
    Un caro saluto da una collega,
    Elisabetta

    RispondiElimina
  14. ciao ragazze,devo dire che questa intervista è stata molto carina,mi dispiace che di questa autrice io non abbia letto niente perchè mi sembra molto brava.La cosa che mi è piaciuta di più di questa intervista è quando ha detto che le sue amiche quando pensano al protagonista della storia ne vedono dei lati caratteriali che gli ricordano i loro mariti credo che sia 1 cosa molto carina!e poi mi è piaciuto il fatto che le protagoniste hanno il nome delle virtù. 1 abbraccio a tutte
    TERRY

    RispondiElimina
  15. erika: ancora nn ho letto il suo romanzo, mi è caro xchè ragalatomi da mio figlio x la festa della mamma....
    aspetto però le altre uscite x completare la saga che mi appassiona x i personaggi che appaiono legati tra loro come una grande famiglia.
    grazie all'autrice.

    RispondiElimina
  16. Una persona veramente piacevole: anche la photo è bella!
    di solito sono tutte in posa e "posate:la Gracie appare scatenata!
    Non so di chi sia il primo commento,ma vorrei precisare che Irresistibile libertino lo trovo un romanzo piacevole,ma un pò "pesante" soprattutto alla fine...
    Un bacio.

    RispondiElimina
  17. Stupenda questa intervista l'ho letta con gusto,avendo adorato questa autrice proprio grazie al primo libro stampato negli RM.
    Non vedo l'ora di poter leggere quelli sulle altre sorelle...trovo affascinanti le saghe familiari.
    E lo stile della Anne Gracie è fresco,ironico e travolgente..insomma io la consiglio a chi ha voglia di qualcosa di divertente e romantico.

    Germana

    RispondiElimina
  18. La signora Gracie mi è sembrata simpaticissima e a questo punto mi è venuta voglia di leggere qualche suo libro, non credo di averne neeeuno nella mia biblioteca..rimedierò!:)
    Grazie Ross per la bella intervista.
    Silvietta

    RispondiElimina
  19. Ciao,
    sono veramente contenta di questa intervista alla Gracie! Brava ross!!
    Cara Anne, ho letto solo un romanzo tuo e cioè "l'irresistibile libertino" e ti assicuro che non ho mai riso tanto in vita mia leggendo un romanzo!
    Divertentissimi i dialoghi e poi bella la storia d'amore!
    Spero, al più presto, di leggere il continuo della saga.

    RispondiElimina
  20. Ciao,
    molto interessante l'intervista che ci aiuta a sapere quali altri libri pubblicati ci sono dell'autrice e quali si spera prima o poi saranno pubblicati.Io ho letto l'irresistibile libertino e devo dire che mi piaciuto, in attesa del prossimo.
    salutoni Sara

    RispondiElimina
  21. Bella intervista, grazie Ross....

    A me è piaciuto il suo libro e spero di leggere al più presto gli altri.

    Baci Alessandra

    RispondiElimina
  22. Bravissima Ross,
    e gentilissima la Gracie a rilasciare questa intervista^^

    complimenti!

    RispondiElimina
  23. Complimenti per la bellissima intervista! Ho apprezzato molto le parole della sig.ra Gracie e la sua simpatia e disponibiltà. Ho letto "Irresistibile libertino" e mi è piaciuto moltissimo il suo stile di scrittura oltre alla storia ed i suoi personaggi. Spero di poter leggere presto altri suoi libri!

    RispondiElimina
  24. Molto interessante questa intervista. Sono anch'io una scrittrice di romanzi d'amore e quindi è un genere che amo.
    Purtroppo non ho ancora avuto modo di leggere questa autrice, ma mi intriga molto.
    Saluti affettuosi e complimenti per il blog!
    Laura
    http://laureen.splinder.com

    RispondiElimina
  25. Bella intervista, complimenti.
    Ho letto Irresistibile libertino e mi è piaciuto molto. Mi aveva intrigato la trama e una volta tanto non sono rimasta delusa, è un romanzo con molte scene divertenti e poi è il primo di una saga e io amo molto le saghe (se non sono eterne...)
    Ciao
    Lucia

    RispondiElimina
  26. Adoro le sue opere e i suoi personaggi, il suo nome è una garanzia,continua così!Francesca B.

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmarvi e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!