Passa ai contenuti principali

Il PrestaLibro...


Credevate forse che avevamo scordato il PrestaLibro??
Giammai!!!

I GIORNI DEL TE' E DELLE ROSE, di J. Donelly, ha fatto un bel viaggetto per l'Italia.
Ecco i commenti a caldo di alcune lettrici:






Meraviglioso, stupendo, emozionante…
Con questo potrei finire il mio “commento” perché è un romanzo che non si può raccontare, ma che si deve “vivere”.
Scritto in maniera magistrale, riesce a farti “entrare” nella storia: ti catapulta tra vie e vicoli dove regna la miseria, la paura della presenza di Jack lo squartatore sempre in agguato, e tra queste numerose famiglie…
Ti porta anche nel sogno di due ragazzi che fanno progetti e che si amano profondamente, nonostante l’età e lo squallore che li circonda. Un amore che si sente, si avverte subito e ti entra dentro, dandoti gioia, sofferenza e tanta tenerezza…
Non voglio anticipare a nessuno la trama anche perché sarebbe troppo riduttivo…
Posso solo dire che non è solo una storia d’amore, ma è anche una storia di crescita, di conquista.
Personalmente, questo romanzo mi ha suscitato una sorta di timore reverenziale verso i vari personaggi…
Insomma, oserei dire che questo romanzo è un vero inno all’amore nelle sue varie forme!
Vostra Eleonora



Viviamo in un particolare momento storico in cui non ci sono più ideali,in cui c'è poco spazio per sognare,
in cui i giovani non sanno più in cosa credere o non credere.
Fa bene leggere storie come questa caratterizzate sì da tanto dolore ma dove c'è altresì una gran voglia di riscatto,
una forte dignità e tanto, tanto coraggio.
Un chiaro e forte messaggio di speranza per tutti ma soprattutto, per chi vive una vita difficile fatta di stenti e di soprusi...
"I giorni del tè e delle rose" è un romanzo indimenticabile.
C'è la storia d'amore e l'azione non manca...
Anche il lettore più esigente finirà con l' apprezzarlo.
Le 642 pagine scorrono che è un piacere... non scoraggiatevi e credetemi,vale la pena
leggerlo vi appassionerà sin dall'inizio!
Dopo le prime 100 pagine la trama diventa sempre più avvincente...
La vicenda si svolge nella Londra del 1888 a Witechapel, in uno dei quartieri più poveri
dove vive Fiona con la sua famiglia.
Fiona sogna un futuro migliore insieme a Joe il suo grande amore.
Ma le cose purtroppo non vanno per il meglio...
A seguito di tutta una serie di vicende la nostra Fiona perderà tutti gli affetti a lei più cari,
si ritroverà oltreoceano e dovrà fare affidamento solo su se stessa.
A New York si rimboccherà le maniche e inizierà una nuova vita,conoscerà nuova gente
e farà strada...tanta strada.
Sinceramente parlando "I giorni del tè e delle rose" è uno dei romanzi più appassionanti
che abbia letto finora(dopo il famoso Cavaliere d'inverno).
I personaggi hanno un certo spessore,la trama riserva non poche sorprese,lasciando il lettore con il fiato sospeso fino alla fine,numerosi i colpi di scena.
Una favola a lieto fine che vi toccherà profondamente.
Da leggere e rileggere,ma soprattutto da avere in libreria!

Voto 9+
Concetta


Un piccolo commento al libro :
uno dei migliori libri degli ultimi tempi!
E` scritto benissimo, con un'incredibile varietà di
personaggi che ti entrano subito nel cuore.
Leggendolo mi ha ricordato un pò "Il cavaliere d'inverno" della Simmons, soprattutto pertutte le disavventure che capitano alla protagonista.
Però...c'è un però!! Non è scattato quel qualcosa che ai miei occhi lo rende un
capolavoro, ovvero non sentivo l'esigenza di tornare subito alla
lettura o di fare le ore piccole ( cosa che mi è invece successa con "Il
cavaliere d'inverno", per esempio). E' un libro oggettivamente
bellissimo, ma che per me non è da 10.

Susa




ATTENZIONE ALCUNI SPOILER
Ed eccomi qua a parlare del libro "I giorni del tè e delle rose" di Jennifer Donnelly, ringrazio Silvia che si è resa disponibile a prestarlo!
Sono sinceramente delusa da questo libro che è tanto osannato da molti lettori, è fatica trovarlo in vendita e se lo trovi ha dei prezzi da panico, questo fa presumere che chi è in possesso di una copia del libro se lo tiene stretto stretto nella propria libreria!
Ebbene se l'avessi avuto fra le mani io l'avrei venduto non appena finita la lettura.
E' un libro abbastanza grosso 600 pagine circa, ma questo non mi ha spaventata, la cosa che mi ha lasciato l'amaro in bocca è stata la tristezza di questa d'amore, i due protagonisti hanno una sfortuna esagerata e prima di coronare il loro sogno d'amore passano mille problemi, per non parlare di quanti anni ci mettono prima di ricongiungersi!
La prima metà del libro è stata anche abbastanza carina, ambientato nella Londra di fine 800, con l'inserimento nella storia di Jack lo squartatore c'era la giusta dose di suspence. Ma dalla metà del libro in poi mi è sembrato di leggere una telenovelas piena di colpi di scena tra cui anche un morto che resuscita. O_O Taylor di Beautiful non arriva al confronto!!
Comunque rimango dell'idea che leggere una storia d'amore così tormentata non è di mio gusto, sarà sicuramente molto più reale rispetto ai romanzi rosa che leggo di solito, ma non sopporto di provare emozioni così negative in un momento della mia vita in cui vorrei sognare che al mondo non ci sono problemi!
Magari sarò l'unica che la pensa così, ma trovo che leggere debba farti sognare, emozionare positivamente e non rattristare!
Questo è tutto, al prossimo prestalibro!
Monica



Continua.....

Commenti

  1. Io mi prenoto! Sono la prima, eh! Mettetevi in fila!
    Baci
    Elisabetta

    RispondiElimina
  2. come si fa a prenotarsi???
    Lety

    RispondiElimina
  3. Ross allora alla fine un commentino lo avevo scritto!! Non me lo ricordavo!
    Baci e alla prossima iniziativa del presta-libro!
    Susa

    RispondiElimina
  4. Ragazze! E' bellissimo...
    Ovviamente non è il solito romanzo con scene prevedibili o comunque tipiche...
    E' un vero romanzo!

    RispondiElimina
  5. Ho partecipato a questo prestalibro, un libro molto molto bello che mi ha fatto piangere e sorridere. Se ne avete l'opportunità leggetelo, grazie a Silvia per il prestito.
    Grazia

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…