DEANNA RAYBOURN


....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setting – a country house set in an ancient Abbey!, terrific, it reminds me about those old gothic novels rich of mysteries and supernatural!


S.Z.:Ma iniziamo dall’inizio… prima “Silenzi e veleni”… e ora “Silenzi e segreti”… non soltanto libri bellissimi, ma una meravigliosa saga. In entrambi, troviamo gli stessi protagonisti, una personaggio femminile descritto favolosamente – Lady Julia Grey – che lotta per trovare e affermare la vera se stessa, e un uomo affascinante e tenebroso, Nicholas Brisbane, immersi in un’ambientazione carica di mistero. Come ti è venuta questa splendida idea (di romanzi così correlati) e per quanti episodi hai intenzione di tenerci ancora con il fiato sospeso? Ti prego, dicci che possiamo sperare in un lieto fine per la loro bella storia d’amore!

Let’s start from the beginning... Silent in the Grave… and now, Silent in the Sanctuary… they aren’t only beautiful novels, but are parts of a wonderful saga. In them, we read about the same main characters, a richly described female protagonist – Lady Julia Grey - who struggles to find and to affirm herself, and a dark and hansome male character, Nicholas Brisbane, surrounded by a powerful halo of mystery. How did you have this splendid idea, and how long do you intend to hold us with bated breath? Please, tell us that we can hope in a happy ending for their heart-beating love story!


D.R.:
Tutto è cominciato quando ho letto di un caso di avvelenamento avvenuto in Francia, nel XVIII secolo. Le vittime erano delle donne, tutte sposate a un omicida. Ho iniziato a fare un gioco di associazioni e a mescolare le carte in tavola. Ho trasformato la vittima in un uomo, e questo rendeva necessario coinvolgere sua moglie in qualche modo. Così ho fatto di lei un’investigatrice, ma a quel punto mi serviva un partner; perciò ho creato Brisbane. Il resto è nato tutto dalla necessità e dall’immaginazione. Alcuni personaggi o circostanze sono creati dalla necessità di portare avanti la storia, altri perché aggiungono profondità o dettaglio. Non posso fare accenni sulla fine della storia nella serie perché non so quando arriverà! Il terzo romanzo di Julia Grey sta per essere pubblicato (negli USA, n.d.r.) e so che ce ne sarà per lo meno un altro, anche se il mio editore ha fatto allusione a molti altri. Immagino che la serie andrà avanti secondo la risposta dei lettori.

The story began when I read about a poisoning case in 18th century France. The victims were a string of women, all married to a murderous man. I started playing a “what-if” game and turned the tables. I made the victim male, and that meant the wife had to be involved somehow. So I made her the detective, but she needed a partner; I created Nicholas. The rest of it just sprang from necessity or imagination. Some characters or circumstances came about because I needed them to further the story. Others were created because they added depth or detail. I can’t give you hints about the ending of the series because I don’t know when the ending will come! The third Julia Grey novel is about to be published and I know there will be at least one more although my publisher has alluded to several. I expect it will be up to reader demand how far the series goes.


S.Z:Da autrice ad autrice… Devo dire che ho apprezzato molto la ricchezza dell’intreccio nei tuoi libri, ricchi di colpi di scena, quindi sono molto curiosa di sentire come si muove Deanna Raybourn quando sta per iniziare un nuovo romanzo.

From author to author… I appreciated very much the rich plot of your stories, marked by many sensational developments, so I’m very curious to hear how Deanna Raybourn “walks through” when she’s starting to think about a new novel.


D.R.:
I miei romanzi iniziano con un frammento di idea. Può essere il verso di una poesia, un quadro, oppure uno strano fatto storico. E da lì inizio a tessere la mia tela. Cerco di pensare in modo logico: se succede A, allora deve succedere B. Che tipo di persona farebbe A, per prima cosa? E cosa farebbero i personaggi se, invece, succedesse C? Trama e personaggi sono sviluppati allo stesso tempo, anche se, di solito, la trama è sempre un pochino più avanti. Leggo e faccio ricerche mentre elaboro l’intreccio, e poi anche mentre scrivo, sempre senza una traccia troppo determinata. Conosco i miei personaggi. So dove iniziamo e so dove andremo a finire. Ma non sono mai sicura di come ci arriveremo. Ogni giorno le scene dettano altre scene per il giorno seguente, così su di una base decisa di volta in volta, so precisamente quello che sto facendo. Di solito so cosa accadrà entro le due o tre scene successive, ma non di più.

My novels always begin with a single snippet of an idea. It can be a line of poetry, a painting, an odd historical fact. And then I start weaving the spider’s web out from there. I try to think it out logically; if A happens, then B must happen. What sort of person would do A in the first place? What would they do if C happened instead? Plot and character are developed at the same time, with plot usually coming in just a bit ahead. I read and research while I’m plotting, and then I write, always without a detailed, formal outline. I know my characters. I know where we’re beginning; I know where we’re going. I’m just never certain quite how we’re going to get there. But each day’s scene dictates the scene for the next day, so on a day-to-day basis I know precisely what I’m doing. Usually I know the next two or three scenes, but no more.


S.Z.:Parlando di personaggi, credo che qualunque tua lettrice abbia sospirato per Nicholas Brisbane. E’ davvero un personaggio maschile molto affascinante… E, in qualche modo, mi ricorda un po’ il Mr. Darcy di Jane Austen. C’è una reale connessione tra i due? O, comunque, puoi descriverci il tuo Nicholas?
Talking about characters, I do believe that any woman who reads your “Silents”, is longing for for Nicholas Brisbane. Truly, he is a very fascinating male character… And, in some way, he recalls me about Jane Austen’s Mr. Darcy. Is there a real connection between the two? Or how can you describe us your Nicholas?


D.R:
Adoro Mr. Darcy, così come molti altri personaggi maschili della Austen o della Bronte, ma Nicholas è più oscuro di Darcy. Ha un bagaglio emotivo più ricco, e a volte non è molto cortese. Ogni tanto fa uso di droghe, ha avuto numerose relazioni, e non disdegna di infrangere la legge se questo si accorda col suo senso di giustizia. Semmai fossero parenti, Darcy sarebbe un pilastro di rettitudine mentre Nicholas sarebbe la pecora nera della famiglia.

I adore Mr. Darcy, along with several other Austen and Bronte heroes, but Nicholas is darker than Darcy. He has much more emotional baggage, and he isn’t terribly nice at times. He casually uses drugs and has had numerous romantic liaisons, and he isn’t above breaking the law if it suits his sense of justice. If they were relatives, Darcy would be the pillar of rectitude while Nicholas would be his black-sheep cousin.


S.Z:Quanto c’è di Deanna Raybourn nei suoi libri? Voglio dire, sia “Silenzi e veleni” che “Silenzi e segreti” sono scritti in prima persona, con la voce di Lady Julia Gray che ci racconta l’intera storia dal suo personale punto di vista. Ti identifichi con Julia? E, se posso farti una domanda dedicata allo “stile”, hai trovato qualche difficoltà, essendo tu una donna americana del XXI secolo, a calarti in una realtà così diversa che potesse rievocare tanto vividamente la Londra (e l’Inghilterra) degli anni ’70 dell’ottocento?

How much of Deanna Raybourn there is in her books? That is, both Silent in the Grave and Silent in the Sanctuary are written in the first person, with the voice of Lady Julia Gray telling directly the whole story, following her personal point of view. Do you identified yourself with Julia? And, if I can ask you something about your writing-style, did you have some difficulties – being an American woman of the XXI century – in setting yourself in such a different reality, as much as to summon up so vividly the London (and England) of the seventy’s of the XIX century?


D.R:
Chiunque mi conosca bene ha notato subito che Julia Grey è un personaggio profondamente autobiografico. Non nei particolari – non sono una ricca aristocratica vittoriana, sono felicemente sposata e non ho fratelli – ma, come mi piace dire, la prospettiva dai suoi occhi e dai miei non è poi così diversa. Julia è una donna moderna per l’epoca vittoriana, così la sua mentalità è facilmente accessibile per i lettori di oggi, ed è molto facile per me entrare nella sua testa. Infatti, quando mi domando cosa farebbe in una certa circostanza, immagino semplicemente cosa farei io e lo scrivo! Per quanto riguarda le ricerche, mi piace leggere, in particolar modo cose storiche, come memorie, giornali e lettere. Tutto mi aiuta a creare il mondo vittoriano di Julia Grey, che non è, tra l’altro, il mondo di Sherlock Holmes e di Jane Eyre. Era importante per me creare un’ambientazione vittoriana diversa, che fosse connessa col mondo storico reale, anche se alla leggera. Ci sono discussioni occasionali di grandi eventi storici, ma non sono mai così importanti per i personaggi come i loro piccoli drammi domestici o gli eventi delittuosi che capitano nelle loro case. Credo che questo sia il modo in cui la maggior parte della gente vive. A meno che non ci sia una guerra appena fuori o dentro il paese, si tende a ritenere più importante la nostra vita, quella della nostra famiglia, dei nostri amici. Così la pensano i personaggi dei libri di Julia Grey.

Everyone who knows me well spotted immediately that Julia Grey is hugely autobiographical. Not in the particulars—I’m not a wealthy Victorian aristocrat and I am happily married and have no siblings—but as I like to say, the views from her eyes and mine aren’t so very different. Julia is a modern woman for the Victorian age, so I think that makes her accessible and sympathetic for modern readers, and it’s very easy for me to get inside her head. In fact, when I’m wondering what Julia would do in a given circumstance, I usually just picture what I would do and write it! As far as the research, I love reading, particularly about history—journals, letters, memoirs. It all helps to create the Victorian world of Julia Grey, which incidentally is not the Victorian world of Sherlock Holmes or Jane Eyre. It was important to me to create a distinct part of Victoriana that was connected to real history, but lightly. There are occasional discussions of great events, but they are never as meaningful to the characters as the little domestic dramas and murderous events in their own homes. I think that’s how most people live. Unless there is a war being fought outside our front door, we tend to worry about our immediate lives, our families, our friends. That’s how the characters in the Julia Grey books function.


S.Z:Ultimo, ma non per importanza, so che sei molto impegnata al momento, che stai lavorando a tanti nuovi progetti. Puoi rivelarci qualcosa di questi nuovi lavori? Hai in mente di scrivere qualche altra storia che non sia connessa con le indagini di Julia? Magari un romanzo sullo stesso Shakespeare…? E c’è per caso una possibilità che possiamo vedere, un giorno, Julia e Nicholas sul grande schermo…? Mi sembra di aver letto qualcosa in proposito della tua scelta riguardo a degli attori su di un sito web…

And now, last but not least, I know that you are very busy at the moment, working a lot to many new projects. Could you reveal us something about those new works? Do you have in mind some other projects that aren’t connected with Julia’s investigations? And there is the slight possibility to see Julia and Nicholas on the big screen, as I read something about a choice of yours of actors on a website?


D.R:
Sto lavorando al mio quarto libro, un romanzo di mistero ambientato tra la Transilvania e la Scozia nel 1898. Non ci sono personaggi del ciclo di Julia Grey in questo, ma credo che ai lettori della serie piacerà. Non appena questo nuovo romanzo sarà finito, mi tufferò direttamente nel quarto capitolo di Julia Grey, e non vedo l’ora di farlo. Mi mancano quei personaggi! Col mio editore sto lavorando per aumentare alcuni contenuti extra per l’edizione e-book dei miei libri. Nel frattempo, sto anche sviluppando il mio sito web, www.deannaraybourn.com, trasformandolo da un blog giornaliero in un sito più completo, e mi sto preparando per l’uscita di “Silent in the Moor”(3° romanzo della serie Julia Grey, n.d.r), prevista per marzo 2009. Quanto a possibili adattamenti cinematografici, abbiamo ricevuto alcune offerte da qualche compagnia di produzione, ma i diritti restano tuttora disponibili.

I am working on my fourth novel, a mysterious tale set in Transylvania and Scotland in 1898. There are no characters from the Julia Grey books in this one, but I think readers of the series will enjoy it as well. As soon as this book is put to bed, I expect to go straight into the fourth Julia Grey novel, and I’m looking forward to it. I missed the characters! I am also working with my publisher to develop content specifically for the e-book editions so readers who purchase the e-books will receive some goodies that only they get to see. I’m also developing my website, www.deannaraybourn.com from a daily blog to a more comprehensive site, and I am preparing for the March release of Silent on the Moor. As far as film adaptations, we’ve had interest from a few production companies, but the rights are still available.


S.Z.:Bene, Deanna, allora non mi resta che augurarti buon lavoro! Noi saremo qui, ad aspettare di sapere come andrà tra Julia e Nicholas e cosa succederà ancora! Grazie di essere stata nostra ospite.

Well, Deanna, now I just have to wish you a good job! We will be here waiting to know how the story between Julia and Nicholas will go on and what it’s going to happen! Thank you for being our guest.

Altre notizie di Deanna Raybourn le potrete leggere nel sito Harlequin Clic & Chic



La scrittrice ha messo a disposizione un suo libro autografato
che verra' sorteggiato fra i commenti pervenuti
entro il 6 dicembre 2008.
Cogliete l'occasione per lasciare i vostri saluti a Deanna Raybourn!

Sylvia Z. Summers








.

38 commenti:

  1. Ed ecco la sorpresa, e che piacevole sorpresa.
    Purtroppo non ho ancora letto i libri della Raybourn. Il primo l'ho scioccamente perso, il secondo è già nelle mie mani ma come ogni saga che si rispetta va letto per il verso giusto.
    Quindi mi limito a ringraziare la Summers e la Raybourn per la loro disponibilità.
    Veronica Bennet
    Mi firmo così visto che stamattina non vuol saperne di farmi il login!!!!

    RispondiElimina
  2. Ho entrambi i libri di Deanna pubblicati in italiano e le faccio tanti complimenti per il suo lavoro. Continua così!
    Ciao.
    Daniela

    RispondiElimina
  3. Due autrici a "confronto" per una bellissima intervista.
    Un bravo ad entrambe!
    Elisabetta

    RispondiElimina
  4. complimenti alla signora Raybourn...finalmente una storia d'amore diversa dalle altre che ci fa conoscere altri aspetti della vita dell'ottocento...

    RispondiElimina
  5. Corro in edicola!
    Laura

    RispondiElimina
  6. Complimenti alla Sig.ra Raybourn per i suoi splendidi romanzi...attendiamo trepidanti il seguito!! =^__^=

    Lady Akasha aka Lady Ariel

    RispondiElimina
  7. Ciao a tutte
    il mistero è stato svelato e che bella sorpresa e così pure l'intervista! Mi avete fatto conoscere una nuova autrice e sicuramente leggerò i suoi libri, nell'ordine, se riesco a trovarli.
    Ciao Daniela C.

    RispondiElimina
  8. Complimenti!
    Aspetto con ansia il continuo...

    RispondiElimina
  9. Davvero brave!! Complimenti!!
    Il libro che uscirà ambientato anche in Transylvania mi ispira tantissimo!!

    Angy

    RispondiElimina
  10. Complimenti signora Raybourn per i suoi romanzi intensi di mistero. Finora non ho mai avuto l'occasione di leggerne uno, purtroppo. Grazie a queste stupende interviste, scopro autrici travolgenti come Lei. In futuro vedrò di rimediare...

    SALUTI VIVISSIMI

    SWEETDAISY

    RispondiElimina
  11. Veramente non ho letto questi 2 libri. Però ho trovato bella e molto vera questa intervista. E' proprio vero che i grandi eventi drammatici che succedono lontano da casa nostra ci interessano sempre meno delle nostre piccole miserie quotidiane.
    Devo dire che ho colto l'occasione per scoprire due nuovi romanzi che mi piacerebbe leggere. Dove ci sono misteri, delitti, indagini, colpevoli, rese dei conti e svelamenti (soprattutto in luoghi che sembrano creati apposta per acuire maggiormente l'atmosfera da brivido di pericolo e suspance) mi ci butto a pesce.... SPLASH.... ecco sapevo io, ho sollevato un'onda enorme..... A parte gli scherzi, avete presente il gioco CLUEDO dove un certo colpevole in una certa stanza con una certa arma aveva ucciso il proprietario ospite della casa, io lo adoro e con la fantasia mi sono immaginata innumerevoli storie. Quindi figuratevi se non mi piacciono questi due libri!!! Saluto e ringrazio calorosamente l'autrice Deanna. Grazie mille. Erica
    P.S. Ho colto l'occasione (che non mi ero accorta prima) di lasciare un commento anche all'intervistatrice. Il suo romanzo Di tenebra e d'amore l'ho letto e mi è piaciuto molto. Grazie anche a Te Sylvia. Ciao. Erica

    RispondiElimina
  12. Torno a fare alla sig.ra Raybourn i miei più siceri complimenti: ho adorato entrambi i romanzi su Lady Julia Grey,per non parlare di Mr Brisbane! Cosa strana è che ho avuto anch'io l'impressione di una sorta di Mr Darcy (che amo) più oscuro, misterioso e a quanto pare non sono stata la sola. Sono curiosissima di leggere il 3° capitolo della saga e anche il suo romanzo di mistero, cui sta lavorando. Ci sono possibilità di leggerlo per noi in Italia? Ora che ho trovato una bravissima autrice che scrive ciò che voglio leggere, non me la lascio di certo sfuggire!
    Claudia

    RispondiElimina
  13. ....è davvero la Signora del Mistero! Non vedo l'ora di leggere qualcosa! Adoro i romanzi ricchi di suspense!!!

    RispondiElimina
  14. Sylvia Z. Summers20 novembre 2008 16:02

    Ragazze, colgo l'occasione per lasciare un messaggino, nonostante abbia fatto io stessa quest'intervista. Ma qui voglio dire che è stata un'occasione piacevolissima. Oltre che bravissima, Deanna è anche una persona splendida, gentilissima e molto disponibile.
    Grazie ancora Deanna!
    Non nego che mi piacerebbe vincere il suo autografo!!!

    (grazie anche per i complimenti personali!!!)

    Sylvia Z. Summers

    RispondiElimina
  15. E' un piacere leggere la sua intervista come è stato un piacere leggere i suoi libri. Un misto di romanticismo e giallo perfettamente equilibrato. Non vedo l'ora che venga pubblicato in Italia il terzo romanzo della serie. Chiara Paganizza

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Complimenti vivissimi alla Summers e alla Raybourn. E' stata un'intervista molto bella e ora sono davvero curiosa di leggere i libri di Deanna, così pieni di mistero ^^
    Un bacio!
    Sonia

    Ps. Un grazie va anche a Ross perchè ospita sempre tante persone meravigliose ^_*

    RispondiElimina
  18. che bella intervista,complimenti!
    Vado subito a procurarmi i suoi libri,adoro il genere!

    RispondiElimina
  19. Non ho avuto il piacere di leggere i suoi romanzi , ma adesso mi metterò alla ricerca !
    Complimenti bellissima intervista.
    Gabriella

    RispondiElimina
  20. complimenti per la bella intervista, ovviamente ho preso il libro, realizzando che purtroppo avevo perso il primo già uscito, anch'io mi metterò alla ricerca, le saghe vanno tutte lette nell'ordine giusto!!!
    lety

    RispondiElimina
  21. sarà un vero piacere leggere i suoi romanzi,sono un'appassionata di mistery mi metterò subito alla ricerca grazie
    Nico

    RispondiElimina
  22. Complimenti x l'intervista a tutte e due le grandi scrittrici.
    Adoro i Mystery e ho perso il primo mannaggia...devo procurarmelo.

    Grazie signora Raybourn e la prego nn ci faccia aspettare troppo per il suo prossimo romanzo.

    Silvana

    RispondiElimina
  23. E io mi perdo l'occasione di partecipare al sorteggio di un libro autografato... che tra parentesi mi interesserebbe molto avere. Non sia mai!! ;)
    Ringrazio Sylvia per aver fatto questa intervista e averci fatto scoprire qualcosa di più di questa autrice.
    Deanna è stata gentilissima e non sarebbe male poter vedere un giorno il film tratto da questa serie, mi interesserebbe moltissimo.
    Silvietta

    RispondiElimina
  24. Devo confessare di non aver preso nessuno sei 2 libri(x il secondo ho ancora tempo)non avevo preso il primo xkè sapevo che era una sagha e adesso come molte mene pento non sò se comprerò il secondo dato che poi dovrò dare la caccia a il primo.Comunqe spendida intervista e complimenti all'autrice saluti Dalia

    RispondiElimina
  25. Good morning Mrs Rybourn,
    I loved your interview very much because it's very fascinating.Unfortunately I couldn't read your first book concerning Julia and Brisbane's adventures but I hope I'll be able to do it in future.I'll surely buy "Silenzi e segreti",in fact I love all the novels with a gothic atmosphere.
    I wish your books to be very successful
    With my best wishes
    Terry

    RispondiElimina
  26. Complimenti Signora Raybourn, ho letto con vivo interesse il suo primo libro, ridendo dei parenti di Lady Julia, soprattutto con la zia Ghoul, e innamorandomi di Brisbane. Davvero un personaggio maschile notevole, di quelli che ognuna di noi vorrebbe incontrare nella vita. Mi è piaciuto anche il secondo cdi cui ho aspettato davvero tanto l'uscita in italiano. E ora mi chiedo quando uscirà il terzo.
    Ancora complimenti
    Lulù

    RispondiElimina
  27. Gentile signora Raybourn, devo confessarle che non ho letto i suoi libri anche perché è un genere che di solito evito. Ma leggere la sua bella intervista, sentire dalle sue risposte ciò che anch'io nel mio animo condivido, mi ha fatto cambiare idea. Adesso non vedo l'ora di leggerli. Grazie ed un caro saluto.
    Lucia

    RispondiElimina
  28. mi sono persa questi libri ma viste le premesse non tarderò a rimediare!
    noco

    RispondiElimina
  29. buongiorno, puttroppo non ho ancora nessuno dei suoi libri, ma dopo questa intervista corro a cercarli
    ciao sara

    RispondiElimina
  30. Preso oggi il libro.. o meglio portatomi dal mio ragazzo che mi ha anche detto: "appena lo finisci, passamelo... ho iniziato a dargli una sbirciata prima al lavoro e ha un inizio davvero interessante!".
    Quindi non solo romance da donne, vedo che attira l'attenzione anche del genere maschile. ;)

    RispondiElimina
  31. Ecco, tipico di me, io canno tutte le uscite dei primi volumi delle saghe :-( spero adesso di riuscire a recuperare il secondo e poi reperire il primo, sperem...grazie a Deanna Raybourn per questa intervista!!!
    *Morwen*

    RispondiElimina
  32. Many thanks to the Italian readers who left such charming comments! It is a pleasure to hear from you, and I am so happy you are enjoying the series. For those of you who are new to my work, welcome!
    Deanna Raybourn

    Molte grazie alle lettrici italiane che hanno lasciato questi commenti tanto carini! E' un piacere sentire ciò che pensate e sono così felice che la serie vi piaccia. Per coloro che non conoscono il mio lavoro, benvenute!
    Deanna Raybourn

    (tradotto per voi dalla vostra S.Z.S. :)

    RispondiElimina
  33. Un saluto cordiale a lei Deanna Raybourn!
    Ho entrambi i libri della serie...con i migliori auguri spero che continui a regalarci storie come queste" mozzafiato"!
    Un saluto grande!
    Stefi

    RispondiElimina
  34. Ringrazio Deanna Raybourn per l'intervista piacevole e interessante. Amo il suo modo di scrivere e attendo con ansia le sue prossime uscite. Baci a tutte, Carla.

    RispondiElimina
  35. Bella l'intervista "da autrice ad autrice".
    Mi piace molto anche l'immedesimarsi dellautrice nel personaggio che però fa ragionare come una donna moderna!
    Complimenti!
    Marianna

    RispondiElimina
  36. Una bellissima intervista,mi piacciono molto queste due scrittrici e adoro questo genere di romanzi pieni di mistero...
    Valeria

    RispondiElimina
  37. Se non tornavo in tempo rischiavo di perdere questa splendida occasione!!
    Deanna for ever...ho aspettato un anno per il seguito di Silenzi e veleni e ne é valsa la pena.
    L'ho letto tutto d'un fiao sotto il sole maldiviano!
    Julia e Nicholas sono strepitosi e adesso che sò che negli U.S.A. sta per uscire il terzo della serie non mi resta che aspettare...

    Grazie Ross, splendido regalo questa intervista, come sempre!

    Barbara (under the Tuscany...rain)

    RispondiElimina
  38. BE' DALLA FOTO OSEREI DIRE CHE POTREBBE MAGNIFICAMENTE TESSERE IL RUOLO DI UN'EROINA DI ROMANZI D'AMORE: UN DONNA BELLA E RAFFINATA, DOTATA DI UN GRANDE FASCINO CHE DAGL OCCHI SI LEGGONO INTELLIGENZA E DETERMINAZIONE.. GIA' GIA'.. NN HO LETTO I SUOI ROMANZI, MA AMO IL GENERE STORICO E SONO SICURA CHE SARANNO ROMANZI INTRIGANTI, DA QUELLA PERSONALITA' CHE TRASPARE DALLA FOTO, GRAZIE ..

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmarvi e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!