Passa ai contenuti principali

Strano ma ...vero - Guarda come dondolo!

L’amante di lady Sophia…Lisa Kleypas


Ebbene si, dondolare, molleggiare, scuotersi, rimbalzare, dimenarsi, insomma il concetto è questo!!
Ma non sono un insegnate di ballo (anche volendolo ho la grazia di una tavola da surf), non ci troviamo in una sala da ballo (sebbene considerando lo scorso post di questa rubrica non ci sarebbe da stupirsi!!!!) e tale post non è un saggio di twist come potreste desumere dal titolo.
Ciò di cui vi andrò a parlare riguarda il libro “l’amante di Lady Sophia” di Lisa Kleypas, la carissima autrice patita di “nasi” e nella scena che mi ha colpito ci troviamo “…in una stanza sul retro al secondo piano…” … in una casa dove, ovviamente, non c’è nessuno.

Ed è in tale stanza incriminata che fa la comparsa UNO STRUMENTO assai, e ribadisco assai, bizzarro, che attrae l’attenzione di Sophia…e di conseguenza anche la mia:

“…- che cos’è questo?- chiese girandoci intorno, e Ross scoppiò in una risata.
-lo chiamano “cavallo da camera”. Erano anni che non ne vedevo uno. Da quando ero ragazzo per la precisione-
- a che cosa serve?-
- a fare esercizio. Mio nonno ne aveva uno. Sosteneva che gli rafforzava le gambe e lo aiutava a mantenere la linea, quando esagerava un po’ a tavola-
Sophia guardò la sedia con aria scettica – come si può fare ginnastica su una sedia?-…”


Domanda interessante, davvero…come si fa ginnastica su una sedia? Inoltre devo pur ammettere che da quando avevo iniziato a leggere questo peculiare scambio di battute tra i due protagonisti, alla luce delle loro diciamo inclinazioni lussuriose, be’, in effetti, incominciavo a preoccuparmi di tutta questa attenzione nei confronti del “cavallo da camera”…già il nome non prometteva nulla di buono, anzi, e difatti, una volta letta la risposta che le fornisce Ross, ecco, vedete, iniziai a preoccuparmi seriamente…

“…-ci si rimbalza sopra-…”


Oh mammina….eccola la parola incriminata!!! “RIMBALZARE”
Ma vediamo come Ross spiega alla nostra ingenua eroina la struttura di questo simpatico “cavallo”:

“…Spinse giù con le mani il sedile, composto da almeno otto cuscini – questo è riempito con delle tavole separate da molle. L’aria viene espulsa dai buchi sul lato - …”


Eccone un’altra!!!! MOLLE…MOLLEGGIARE….no, no, no, no, la situazione è critica

“…provò a sedersi sul cavallo da camera, reggendosi ai braccioli e appoggiando i piedi sulla pedana frontale. Esercitò una leggere pressione sul sedile, che iniziò a muoversi su e giù cigolando…”


È la fine, ci mancava solo “l’up and down” cigolante.
Mio caro Ross ti ho capito, ho capito cosa ti sta passando per la mente, brutto malandrino, su su sputa il rospo….tutta questa lezione di “ingegneria meccanica” sul cavallo da camera ha uno scopo!!!! E difatti il mascalzone le chiede

“…-sai cavalcare?-…” e lei ovviamente risponde
“…- no, mi dispiace. Né i cavalli veri, né quelli da camera –
-allora ti insegnerò. Togliti il vestito -…”


E zak, il dado è tratto. Con molle, cuscini pieni d’aria e tutto il resto non c’è scampo.
I due ragazzuoli si impegnano in questa lezione di equitazione al chiuso e saggiano il funzionamento di questo miracolo dell’alta meccanica.

Quindi donne, basta con cyclette e tapis roulant…basta cavalli a dondolo o surrogati del genere.
Leggetevi questo “twist da camera” tratto dall’amante di Lady Sophia dell’adorata Lisa Kleypas e rivalutate i pezzi antichi…che dite, facciamo un salto dall’antiquario????

Cliccate sul link a pie' pagina per leggere il brano nascosto!


INIZIO BRANO.

…con cautela, Sophia posò il piede coperto dalla calza sulla pedana; Ross la prese per la vita e la sollevò. Lei gli cadde in grembo ridendo e stringendogli le braccia intorno al collo. La sedia cigolò e il sedile scese di parecchi centimetri
………………………………………………

-"Tieniti a me"- le sussurrò Ross. Quando lei lo ebbe abbracciato con forza, sollevò i piedi dalla pedana e lasciò che il sedile del cavallo da camera precipitasse di parecchi centimetri, con un balzo elettrizzante. Il movimento spinse con maggiore forza Sophia contro la rigidità del suo pene eretto, facendola rabbrividire di piacere

………………………………………..

-"tutto a posto?"- mormorò –" è eccessivo?"-
-"no"- sospirò Sophia –"fallo ancora!"-
Lui l’accontentò e iniziò ad andare su è giù, facendo cigolare ritmicamente il cavallo da camera. La ripetuta contrazione ed espansione del sedile provocava la fuoriuscita di sbuffi d’aria, con un effetto simile a quello di un mantice da caminetto. Sophia si teneva stretta a Ross, mentre il suo corpo stringeva intimamente il suo membro, che a ogni caduta la penetrava con maggior forza, ancora e ancora, finchè quel movimento convulso e stimolante la portò ad un orgasmo interminabile.

………………………………………..

FINE BRANO.



“…-credo che terremo questa sedia- mormorò Ross, con la bocca affondata nei suoi capelli.
-non si sa mai: potresti aver bisogno di un’altra lezione su come andare a cavallo-…”




Non avevo dubbi in proposito!!
E vi lascio con una domanda da piena crisi esistenziale:è finita l’era dei bei principi azzurri su cavalli…bianchi????

Un grande bacio Angy.




Commenti

  1. Oddio Angy cara XD mi hai fatto morire dal ridere! Io l'ho letto questo romanzo e mi piacque molto. Guarda proprio stamattina ho preso in mano l'ultimo della saga con Nick Gentry.
    Nel leggere di questo "cavallo da camera" anche io rimasi un attimino...ehm... come dire... basita XD. Mi hai fatto sorridere nel ricordare l'intera scena :D
    Un bacio!
    Sonia

    RispondiElimina
  2. Ok ho capito, L'amante di Lady Sophia sarà il prossimo libro sul mio comodino... non posso resistere oltre, soprattutto perché mi proibisco categoricamente di avere qualsiasi spoiler prima di leggere un libro!

    RispondiElimina
  3. Complimenti Angy.. mi hai fatto divertire, morire dal ridere...
    Il libro l'ho letto e l'avevo notato anche io questo "piccolo attrezzo particolare"...Ho ripercorso l'intera scena e me la ricordo come se l'avevssi letta proprio ieri. Il libro è fantastico, stupendo...un romanzo da tenere nella propria libreria, e lo considero un DIK.
    Grande Ross, che dire... che Uomo...che portamento...CHE CHE...nn ci sn parole...

    baci

    Sweetdaisy

    RispondiElimina
  4. I principi con i cavalli bianchi?!
    Angy! Non pretendiamo troppo...basta uno con cavalli da camera...purchè "lo sappia usare bene!

    Grande Angy:mi hai fatto fare i flash...avevo dimenticato la scena!

    P.S. ROSS...credo sia assodato a questo punto:accanto alla testata del blog devi mettere "V.M. 18 anni!"

    RispondiElimina
  5. Ma cosa a cosa servono i principi con il cavallo bianco...ho sempre preferito i guerrieri...sono molto più...passionali!! :oDDDDDDDDDDD

    Sicuramente Sir Ross...lo è...un guerriero audace e affascinante!!

    Lady Akasha aka Lady Ariel

    RispondiElimina
  6. Che carina questa image del principe azzurro moderno!!
    io credo che non sia finita assolutamente..altrimenti noi sognatrici non esisteremo più!
    Stefi

    RispondiElimina
  7. Ragasseeeee..... Alla faccia anche qua!!! Comincio ad avere paura quando intravedo l'immagine di questo blog.... Però ne hanno di inventiva le autrici di romance. Che sia esistito davvero questo cavallo da camera??!!??? Ciao. Erica

    RispondiElimina
  8. Ebbene si Erica...inventato da thomas sheraton nel 1793...nato con L'UNICO scopo di attrezzo ginnico...ma mi sa che di usi ne aveva molti questo cavallo da camera ;)!!!

    Angy

    RispondiElimina
  9. ...ora ho capito perchè questo libro è piaciuto a tutte!!! mi piacerebbe avere tra le mani questo..emh...libro...

    RispondiElimina
  10. Oh mamma Angy...mi hai fatta spanciare dalle risate. Ho letto qualche settimana fa 'lamte di LadySophia, ma rivisitato con le tue battue...ha davvero unche di comico....e In effetti, mentre leggevo questo apsso,già qualche risatina me l'ero fatta...Ma ti immagini??? non osopensare al rumore che un attrezzo del gener poteva produrre...
    E se esiste ancora il principe azzurro??? Ehhhhh...non so...nellamiamaente sicuramente si...ma purtroppo i sogni corzzano sempre duramente con la realtà....e io non ne conosco nessuno...O lameno uno si...ma purtroppo le sue maniere principesche non sono ame rivolte..sigh....Dany

    RispondiElimina
  11. Ho proibito a mio figlio di curiosare nel mio blog... ragazze qui fa sempre più caldo. Un attimo che mi asciugo...le lacrime dal gran ridere! Ciao bimbemonelle, Carla.
    P.S. Angy, che dici clicco sul brano nascosto... ? si, si cliccooooooooo! oh, oh!

    RispondiElimina
  12. oh cavolo non ho parole!!!!!

    noco

    RispondiElimina
  13. quando ho letto l'amante di Lady Sophia in inglese inizialmente ho pensato di aver capito male... il cavallo da camera è veramente troppo assurdo! :D
    Nakoruru

    RispondiElimina
  14. quando ho letto l'amante di Lady Sophia in inglese inizialmente ho pensato di aver capito male... il cavallo da camera è veramente troppo assurdo! :D
    Nakoruru

    RispondiElimina
  15. io ho adorato questo libro e amato da morire Sir Ross... il malandrino!
    ragazze, ma ci sarà verso trovare da qualche parte un disegno o una foto di questo cavallo da camera così capiamo meglio come funziona? :)))
    brava angy

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…