Passa ai contenuti principali

La vie en Rose - Le emozioni!

A cuore aperto


Care amiche del blog, ho chiesto a Ross, organizzatrice con il suo staff della Vie en Rose, di poter esprimere in quale misura io sia emozionata, felice, impaziente... ma anche terribilmente trepidante di incontrarvi a Milano tra poche settimane.
L'evento che ci vede, voi e noi, protagoniste di questa straordinaria occasione, è del tutto innovativo in Italia, e trovo che sia una bella opportunita conoscerci reciprocamente in modo più approfondito, avere un cordiale scambio di opinioni o, perchè no?, di critica.
Vi confesso che tutto ciò è per me motivo di gioia, oltre che di orgoglio. La gioia nasce dal contatto diretto con chi legge i romanzi che scrivo; l'orgoglio scaturisce invece dalla grande richiesta di partecipazione a La vie en Rose: ho temuto di interessare a ben poche di voi e ho dovuto ricredermi. Grazie per aver aderito perchè, per quanto mi riguarda, non pensavo di ottenere un tale riscontro di consensi! Siete d'altronde voi e solo voi a infondere in me l'entusiasmo necessario a creare romanzi che arrivino dritti dritti dal mio al vostro cuore.

A volte mi è capitato di parlare con le lettrici di romance, e l'affetto che viene esternato nei miei confronti è di incentivo a dare il meglio di me stessa in un mestiere tutt'altro che facile. Voglio molto bene alle mie fans, che spesso mi scrivono sul sito, e quando vado alle fiere dei libri e trovo qualcosa di mio, mi accaparro tutte le copie che posso proprio per destinarle alle amiche a cui è sfuggito un titolo.
A questo proposito ho un simpatico aneddoto da raccontare...
Ero al mare, e con un paio di ragazze conosciute in spiaggia e appassionate di romance, siamo entrati in una libreria. Vedendomi acquistare più copie di uno stesso romanzo, le due amiche mi guardarono stupite e me ne chiesero il motivo. Risposi che li compravo per mandarli alle lettrici che ne erano sprovviste, quando mi contattavano per tale ragione. Una delle due ragazze, al colmo dell'incredulità, mi dice che proprio la lettura di un mio romanzo l'aveva tenuta sveglia fino a notte fonda, e che stentava a capacitarsi di avere davanti agli occhi l'autrice in carne e ossa. Che emozione a quelle parole!
La stessa emozione che proverò a Milano quando voi e io trascorreremo insieme quel pomeriggio del 21 marzo 2009... perchè siete soprattutto voi, amiche mie, che mi avete spinta a crescere professionalmente e a farmi diventare Mariangela Camocardi.
Vi abbraccio tutte virtualmente, nell'attesa di poterlo fare davvero molto presto!
Mariangela Camocardi



Commenti

  1. IO sono emozionatissima per l'evento! Ma mai avrei pensato che anche le scrittrici lo fossero...ed invece!
    si preannuncia un pomeriggio memorabile! A questo punto non vedo l'ora che arrivi ...

    RispondiElimina
  2. Sarò felice di poterla conoscere! Ci vediamo a MIlano, a presto!

    Barbara (Maremma)

    RispondiElimina
  3. Un sogno che si avvera, come non non si fa ad essere emozionate??!!
    Grazie per le stupende parole.. come sempre!;)
    A presto

    RispondiElimina
  4. Anche io sono emozionata e non vedo l'ora che arrivi quel momento!

    RispondiElimina
  5. A me dispiace molto non poter partecipare a questo evento, anche se non sarò li con voi personalmente ci sarò spiritualmente.
    Vi penserò molto sicchè se vi fischieranno le orecchie tutto il giorno quella sono io.
    Spero che poi quando tornerete dall'incontro posterete qualche immagine della giornata, con varie interviste.
    June è possibile lasciarti qualche domanda che farai tu a le scrittrici?
    buon divertimaneto a tutte e comportatevi bene ragazze.......hihihihihi

    RispondiElimina
  6. Anch'io sarò presente "solo" con il cuore e sarò presente soprattutto per Mariangela...perchè le sue storie nascono da un cuore grande e generoso...nella fantasia come nella realtà.
    Un abbraccio a Mariangela e a tutte voi :-)
    Flora

    RispondiElimina
  7. Tanto affetto da parte vostra mi commuove come neppure potete immaginare, al punto che mi è difficile esprimere quanto apprezzo questi commenti. Grazie, grazie a Flora e a voi tutte per le belle parole rivolte nei miei confronti. Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  8. Ciao Mariangela,
    io non ci sarò e il mio più grande rammarico è quello di non poterti riabbracciare.
    So già che conquisterai tutte con la tua classe e la magia della grande scrittrice che sei.
    Eli

    RispondiElimina
  9. Che peccato non poter esserci.....
    Speriamo solo in un vostro dettagliatissmo resoconto.....
    Dany

    RispondiElimina
  10. purtroppo non ci sarò neanche io e mi dispiace moltissimo perdere questa occasione per conoscere una delle più famose scrittrici di casa nostra...

    RispondiElimina
  11. Silvietta, Eli, Diana... devo dirvi grazie perchè mi fate sentire speciale, ma più che io, siete voi a essere speciali, per me! Un grande abbraccio da parte mia a tutte e tre e alle altre amiche del blog. Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  12. Signora Camocardi, grazie di questa bella lettera, è un piacere leggerla. E' bello sentire in quanta considerazione Lei tiene noi lettrici, grazie! Anche io non vedo l'ora di incontrarla e conoscerla,
    Caterina

    RispondiElimina
  13. Il piacere sarà soprattutto mio, Caterina, perchè incontrare chi legge i miei romanzi è per me una grande gioia, oltre che un'opportunità irripetibile per potervi ringraziare tutte personalmente. Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  14. Ho letto questo post e tutti i messaggi e sono qua con la bocca aperta dalla meraviglia....... Ma che bello!!!! Io grazie a questo blog ho dato una sterzata ai miei gusti letterari e se prima (a malincuore devo dirlo) nicchiavo sulle autrici italiane, ADESSO MI SONO RICREDUTA COMPLETAMENTE!!!!
    Grazie di cuore Sig.ra Camocardi per farci sentire così speciali. E io rimedierò prestissimo alle mie stoltezze: adesso andrò a vedermi i suoi libri e poi stresserò Ross affinchè mi procuri quelli che mi piacciono di più. Grazie. Carissimi saluti a tutte. Ciao. Erica

    RispondiElimina
  15. Cara Erica, nei miei romanzi metto mente, cuore, anima e una passione che mi fa dimenticare tutto ciò che ho intorno, quando sono in fase creativa e scrivo. Sono fatta così e ritengo importantissimo e fondamentale dare il meglio di me stessa alle lettrici, perchè sono loro in definitiva le destinatarie dell'impegnativa mole di lavoro che un romanzo storico comporta. Sono contenta di aver conquistato un'amica in più, e mi auguro di non deluderla. Un cordiale saluto da Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  16. Grazie, grazie infinite. E' impossibile essere deluse da una persona che parla (ops scrive) questi messaggi con il cuore in mano. Mentre leggerò i suoi romanzi, da ora in avanti penserò anche che dietro c'è una persona splendida come lei. Grazie ancora

    RispondiElimina
  17. anch'io non ci sarò fisicamente ma sarò con voi con il cuore...

    spero anch'io in un racconto dettagliato e qualche foto!

    noco

    P.s. grazie alla signora Camocardi che dimostra di essere oltre che una grande scrittrice, anche una grande persona

    RispondiElimina
  18. anch'io non ci sarò fisicamente ma sarò con voi con il cuore...

    spero anch'io in un racconto dettagliato e qualche foto!

    noco

    P.s. grazie alla signora Camocardi che dimostra di essere oltre che una grande scrittrice, anche una grande persona

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…