Passa ai contenuti principali

Il Campione delle Higlands di Hannah Howell

Direttamente dalla scrivania di Noco.
Attenzione SPOILERS!


Da brava saga-dipendente non potevo mancare ed ho acquistato senza esitazione “Il campione delle Highlands”, seguito del “Guerriero delle Highlands”.

Il personaggio maschile, Liam, mi attirava già dal primo volume, anche se non mi aspettavo un romanzo indimenticabile, ma, anzi, ricco di cliché e senza particolari acuti.
Invece devo ammettere di essere stata piacevolmente smentita, evidentemente in questo periodo sono particolarmente fortunata nella scelta delle mie letture!

Il protagonista si è rivelato una vera sorpresa: oltre che essere un bellissimo esemplare di scozzese, con tanto di capelli rossi, occhi incredibilmente seducenti, di un colore verde-azzurro cangiante, orlati da sensualissime ciglia lunghe, è tutt’altro che un guscio vuoto.

Infatti, si rivela arguto, intelligente, scherzoso, ironico, sagace, capace di conquistare pian piano la fiducia della protagonista anche se questa non proprio ben disposta verso di lui…

E la capisco: lui è bello e sa di esserlo, ha "milioni" di donne ai suoi piedi in attesa di un suo sguardo…troppa concorrenza!

Inoltre lei è tremendamente insicura, traumatizzata dal precedente matrimonio al punto di essere completamente cieca di fronte al proprio potere di seduzione femminile e costituire una continua sfida alla pazienza del nostro eroe, allettante, ma a tratti quasi scoraggiante…

Sono quasi svenuta quando lui, con una gamba rotta e debole per una lunga convalescenza, non ha esitato a difendere la sua “infermiera” da un’aggressione… che uomo!!
Che dire quando ha sopportato stoicamente il rifiuto di lei al matrimonio, con tanto di prese in giro dei parenti, stupiti da tanta devozione, sapendo conquistarla con dolcezza e semplicità.

D’altro canto si è dimostrato guerriero implacabile quando ha combattuto per lei, magnifico, ma non irraggiungibile, coraggioso, ma mai prepotente, ha continuato ad amarla e rispettare sempre e comunque la sua intelligenza, tanto da discutere con lei e spiegarle le ragioni di alcune decisioni di carattere puramente tattico, innalzandola a signora del feudo accanto a lui, mai al di sotto.

Liam è un eroe dolce, fedele, generoso quanto esigente, ma soprattutto mi ha commosso la delicatezza con cui ha trattato la gravidanza della moglie: veramente ineguagliabile!

Concludo con l’immagine di lui:
“…Andatura armoniosa e gambe muscolose.
(…) indossava quello che lui chiamava “il costume di Ardgleann” con una camicia di lino grezzo e gli stivali di daino.
I colori del kilt, verde scuro, blu e nero, gli donavano molto…”


Da togliere il fiato!


Noco

Commenti

  1. Ciao Noco,
    mi complimento per la bellissima recensione che hai fatto sul libro della Howell!!!! MIIIIIIII questo LIAM sa proprio di UOMO con la "U" maiuscola.....spero di trovarlo perche' mi sono davvero incuriosita e mi hai fatto venir voglia di leggerlo tutto d'un fiato!!!! Merito della tua descrizione!!!

    Un saluto a tutte,
    Bye Bye
    Moira

    RispondiElimina
  2. complimenti noco...io non conosco nè la howell, nè la saga, nè il libro! Ma visto che adoro Scozia e scozzesi al seguito mi sa proprio che me la vado a cercare...questo Liam sembra davvero il mio tipo ;)!!

    baci Angy

    RispondiElimina
  3. Brava Noco!
    E pensare che io, un pò delusa dal precedente, ho "saltato" l'acquisto...
    Dopo questa tua descrizione però quasi quasi ci ripenso!

    RispondiElimina
  4. Ciao Noco
    giuro che l'ho letto ma nonostante le tue belle affermazioni, non lo ricordo ach la vecchiaia o l'arteriosclerosi? speriamo in meglio... tipo momentaneo abuso di lettura.. uff, ne leggo troppi e scorrono via.
    Comunque lo rivedrò alla luce dei tuoi commenti.
    Ciao Daniela C

    RispondiElimina
  5. Bah, ognuna rimane colpita per cose diverse!
    Come ho detto, non è un dik, però mi ha piacevolmente sorpresa, visto che non mi aspettavo tantissimo...
    insomma secondo me, e solo secondo me, un bel 7 pieno se lo merita, e non so voi, ma io quando a scuola prendevo 7, ero più che soddisfatta!

    piacevole, emozionante, semplice, rilassante!

    RispondiElimina
  6. Ciao noco, forse sarò l'unica ma questo libro proprio non mi ha preso, anzi devo dire che non sono nemmeno riuscita a finirlo dalla noia che mi recava.
    Forse non era il momento di leggerlo, ma ci riproverò, solo perchè mi è piaciuta la tua recensione.
    Cmq devo dire che il primo era molto meglio.........lui un toro

    RispondiElimina
  7. Ciao Noco, sono contenta che Ti sia piaciuto questo romanzo! Come Angy neppure io conosco questa saga della Howell, però credo che a volte facciamo un po' indigestione di romance e forse non ne apprezziamo più uno "semplicemente carino". Ad esempio, per me ci sono giorni che divorerei qualsiasi romance e ci sono giorni, invece, che mi sembrano tutti insipidi e noiosi. Vado un po' a estro. Magari la stessa storia letta in momenti diversi a volte piace, a volte no. Però sono contenta quando riusciamo a trovare una storia che ci sia piaciuta e che ci lascia di buonumore. Aspetto di sentirti con altri commenti su altri libri che hai letto. Ciao. Erica

    RispondiElimina
  8. Bravissima Noco anche a me è piaciuto molto Liam il primo non lo letto mà melo sono procurato,mà se è come qesto sarà dà leggere .Bella recensione complimenti!

    RispondiElimina
  9. Bravissima Noco anche a me è piaciuto molto Liam il primo non lo letto mà melo sono procurato,mà se è come qesto sarà dà leggere .Bella recensione complimenti!

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…