Passa ai contenuti principali

Il Lord di "Notte"




Una volta che Ross introduce l'uomo di giorno, gentiluomo e impettito; è ovvio che io vi parli dell'uomo della notte!
Di chi parlo con precisione?
Senza dubbio dell'uomo che ama la notte, che la vive con frenesia,e che magari (ma non sempre!) di giorno è un integerrimo gentiluomo dedito alla sua famiglia e ai suoi doveri...
Mi vengono in mente tante categorie: un libertino magari, che la notte si da alla pazza gioia..o per contro un vampiro o un lupo mannaro, destinato a poter vivere soltanto di notte...
Una figura misteriosa e sensuale, travolgente, che anima i vostri sogni ad occhi aperti...Uno di quegli uomini che la notte vi fa venire in mente il pensiero di uscire,soltanto per costatare se tale siffata sensualità possa esistere nella realtà...
So bene che l'uomo di giorno, descritto da Ross, ha un certo fascino:l'uomo perbene che si lascia andare improvvisamente ai suoi sentimenti e ai suoi impulsi, che si spoglia dei suoi "limiti",ma...
Pensate quante cose in più è in grado di impararvi l'uomo della notte...che conosce il lato più oscuro della vita, e non ne rifugge,ma anzi! che lo conosce tanto bene da farvi sentire al sicuro anche in quella circostanza e in quel contesto...
Un uomo, capace di farvi vivere emozioni intense, di regalarvi non solo amore,ma anche l'ebrezza di vivere un'avventura affascinante, ricca di insidie e mistero!

Bene!
Adesso la parola passa a voi...sono certa che uno di questi eroi vi sia rimasto impresso! Perchè non ne indicate le caratteristiche?Il romanzo dove ne avete letto?
O ancora, che sensazioni riesce a trasmettervi questo eroe che preferisce muoversi col favore delle tenebre?!
Lo preferite all'uomo di giorno, descritto ieri da Ross?!

Ele




Immagine di Jon Paul Studios

Commenti

  1. Ormai lo sanno pure i sassi, quindi scusate se mi ripeto, io ho un lord di notte del cuore e mai nessuno lo spodesterà: Jhon Damien il barone di "Notte dopo notte". Perchè è l'emblema dell'uomo della notte? Perchè a differenza di una moltitudine di romanzi che ho letto, dove il protagonista era uomo tenebroso fino alle prime 5 pagine poi conosceva la debuttante soffusa di rossore e si rinc********, Jhon Damien è un essere perverso e disturbato, che non pensa a redimersi, ma a trascinare nel buio con se Alexandra, volutamente e consapevolmente la vuole insieme a lui all'inferno, fino all'epilogo...
    Inosmma il mio protagonista ideale, mai letto un romance così bello, così ben scritto e con un grandissimo spessore narrativo anche per la delicatezza dei temi trattati ( sadismo, ebraismo e pedofilia )Una grandissima lettura che consiglio a tutte le ragazze non impressionabili :)
    Un bacio a tutte
    Lilli

    RispondiElimina
  2. A me è rimasto impresso Nick Gentry in "Amore a ogni costo" della Kleypas. Il suo nome, in realtà, era Lord Sidney ed era un visconte, solo che ha vissuto gran parte della sua vita nei bassifondi di Londra a contatto con i reietti, i ladri e le prostitute. Si tratta di un uomo tormentato e un po' dannato che mi ha intrigata da morire. Senza contare il fatto che a letto ci sapeva proprio fare!!! ;-)
    D'altra parte, se si parla di lord di notte... :-P

    RispondiElimina
  3. Leggere delle scene ben scritte di passione o di romanticismo, che comunichino sensualità e amore è sempre un piacere, chiunque siano i protagonisti. Ma se debbo esprimere una preferenza debbo dire che propendo per gli uomini alfa, non debosciati. Mi sovvengono come esempi il duca di Graystone in Rendez-Vous o lord Arcenbryght Malloren de L'azzardo del cuore. Uomini di potere ma soprattutto di successo. Pieni di passione e abili tra le lenzuola. Uomini freddi e bollenti. Ma che innamorati si riversano nel rapporto totalmente per un successo completo.

    RispondiElimina
  4. Eh lo sapevo!!!
    Qua la decisione è dura!!!
    Niente da dire sulla possibiltà di avere per sè un bel vampirone (il Lucan del "bacio di mazzanotte" se non ricordo male era pure nobile) e che dire del Conte per eccellenza, Vlad l'impalatore, il supersexissimo vampiro che vorrei per me ogni notte della mia vita e anche oltre, che nel film di Coppola è riuscito a far palpitare il mio cuore di adolescente e che non scorderò maiiiiiiiiiiiiii!
    E che dire di quelle frotte di libertini che di giorno proprio non li vedi (che siano vampiri anche loro?) ma che di notte splendono e rifulgono come stelle?

    Devo proprio scegliere?

    RispondiElimina
  5. Quoto Lilli e indico anch'io Jhon Damien il protagonista di "Notte dopo notte" e per le sue stesse ragioni. Aggiungo, al 2° posto, Bastien Toussaint de "L'interprete" di Anne Stuart, che non sarà solo un essere notturno (come i miei amati vampiri), ma è più oscuro di una notta senza luna ...

    RispondiElimina
  6. beh, l'uomo di notte (che lord non è)che mi viene subito in mente è il bel Dereck di Sognando te, affascinante nella sua vita notturna al limite della legalità, con i suoi tormenti e sempre così sicuro di se...

    RispondiElimina
  7. il Lord di notte sicuramente!magari un bel libertino, che gira solo di notte oppure anche un vampiretto non è una cattiva idea! ne ho in mente diversi!
    Uno potrebbe essere il Saint di Che mascalzone! eheheheheh

    Annika ^_^

    RispondiElimina
  8. Sarò controccorrente ma io propongo i Demoni di Gena Showalter. Sono uomini immortali posseduti da demoni,il loro animo è tormentato e dannato per l'eternità ma combattono per quello in cui credono. Sono capaci di provare sentimenti profondi, amicizia, ma soprattutto amore per la donna che saprà superare la loro corazza di uomini tutti d'un pezzo e di creature del male.
    Ciao Manuela

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…