Passa ai contenuti principali

Schiava del suo Cuore...

...Di Louise Allen.

Accantonate i pregiudizi!
Questa è la parola d’ordine per questo romanzo ambientato durante il sacco di Roma, nel 410 d.c.

I protagonisti sono : una giovane patrizia romana, Giulia Livia, ed un imponete e bellissimo guerriero visigoto: Wulfric

Lui salva, da vero eroe, la protagonista da un tentativo di violenza da parte dei suoi stessi connazionali romani, e la porta via con l’intenzione di farne la sua ‘’schiava’’.

Già da subito lui stesso se ne domanda il motivo, dal momento che lei è evidentemente inadatta a quel ruolo, ma anzi sembra sia molto più brava a tenergli testa…

Nascono duelli verbali succosi, accattivanti, divertenti ed acuti, resi possibili dal fatto che il nostro ‘’barbaro’’ parla in realtà molto bene il latino.

Pian piano mi trovo a far parte di questo mondo solo all’apparenza incivile, superando gradualmente tutti i pregiudizi insieme alla protagonista ed arrivando ad identificarmi con lei.

Provo lo stesso suo stupore quando scopre di amare quest’ambiente, ove regna solidarietà e assenza di ipocrisia, e questa società che, pur essendo primitiva, non senza invidie e lotte di potere e governata prevalentemente da forza fisica, ha largo spazio per doti quali umanità, comprensione, praticità e buon senso.

Anzi ad un certo punto mi ritrovo d’accordo con lei nel pensare che il modello di civiltà visigota è addirittura migliore e più vivibile rispetto a quella romana.


L’evoluzione della protagonista è tangibile, infatti, se dapprima è altezzosa e recalcitrante, poi impara ad amare tutti gli aspetti della sua nuova vita e soprattutto dell’eroe, dimostrandosi intelligente, acuta, sagace, spiritosa, forte e soprattutto innamorata nel senso costruttivo del termine, arrivando a scappare dal suo mondo dorato per stare anche soltanto accanto al suo ‘’irraggiungibile’’ amore, anche quando è chiaro che per loro non c’è futuro…


E poi che dire del nostro ‘’barbaro’’?
Come ha detto una cara amica :‘’ a credere che tutti i barbari fossero stati così...ci sarebbe da augurarsi nuove invasioni! ‘’

Lui è l’eroe perfetto: amico dei bambini, del popolo e perfino degli animali, condottiero lungimirante, saggio, intelligente, acuto, guerriero forte, implacabile, coraggioso, amante dolce, esigente, generoso e soprattutto bellissimo!
Caratterizzato in modo coinvolgente, suggestivo, mai stucchevole, umano, di quegli eroi che escono dal libro e te li ritrovi dentro…

Confesso che a me gli eroi ‘’alpha’’ non attirano a priori, ma Wulfric, bello come una statua bronzea di un dio greco, valoroso in battaglia, ma allo stesso tempo gentile, leale comprensivo, capace di andare al di la’ di sè stesso per il suo popolo, ha davvero conquistata, tanto che ancor’ora, parlando di lui, mi si scalda il cuore.

Terminato questo romance ho sentito un forte senso di distacco, come non mi capitava da tempo, ho capito di essere cresciuta un po’ insieme a Giulia Livia, arrivando a superare i miei personali pregiudizi verso un ‘ambientazione nuova, semplice ed in un certo senso ‘’naturale’’, non fatta da castelli, sale da ballo, stagioni, scoprendola molto coinvolgente, accattivante, capace di farmi letteralmente sognare!

Un’autrice da scoprire!



Dalla scrivania di Noco

Commenti

  1. Noco... è il libro che fa per me! Somiglia molto a uno dei primi romance che ho letto "La principessa e il barbaro" e che ho amato molto. Dopo la tua intrigante recensione dovrò necessariamente comprarlo! Grazie, baci, Carla.

    RispondiElimina
  2. la trama già mi convinceva ma dopo questa bella recensione sono ancora più sicura che lo comprerò presto..grazie noco...

    RispondiElimina
  3. Che bella recensione Noco. Pur non essendo il mio genere, mi stai facendo desiderare di leggerlo. Grazie. Ciao. Erica

    RispondiElimina
  4. Io l'ho letto,lo consiglio a tutte bellissimo!!!
    Valeria

    RispondiElimina
  5. bravissima noco!!!
    Io purtroppo però mi sono fermata a metà dell'opera...inizio bellissimo ed emozionante ma poi mi è caduto di brutto...ma dopo le tue parole magari ci faccio un pensierino e lo riprendo!!

    un bacio Angy

    RispondiElimina
  6. E io ancora aspetto che arriva!!! SIGH....
    Dany

    RispondiElimina
  7. Ciao noco,
    io sono Terry e ti scrivo per dirti che sono d'accordo con te il libro l'ho comprato e lo trovo favoloso
    1 abbraccio
    a presto
    Terry

    RispondiElimina
  8. Io sono prorpio andata con il cervello, ero convinta che ancora mi dovesse arrivare, invece era li bello tranquillo in attesa di essere letto!!! SIGH!!! brutta cosa l'età!!!
    dany

    RispondiElimina
  9. Grazie a tutte per i commenti...

    @Angy, come puoi capire, a me è piaciuto davvero tanto, dall'inizio alla fine, però i gusti son gusti, e magari al tuo orecchio c'è stata una "nota stridente" che io non ho sentito...potresti riprovarci e magari poi spiegarci qual'è...

    @dany aspetto che tu lo legga e esprima anche il tuo giudizio!

    ciao!

    RispondiElimina
  10. Noco complimenti per la tua recensione...io e te su questo libro siamo andate proprio a fotocopia:stesse impressioni e stesse emozioni.
    Io lo consiglio vivamente.

    baci
    Lamia

    RispondiElimina
  11. Vero! vero! vero!!!!
    un po' tutte noi ragazze in questo mondo siamo cresciute nello stesso modo di Giulia.
    Viviamo in una società corrotta e in crisi, dove l'aspetto esteriore conta più del carattere e delle qualità proprie di una persona. Ormai siamo come delle maschere.
    Io personalmente cerco di distaccarmi il più possibile da questo e cerco di essere sempre me stessa in ogni situazione. Penso di riuscirci ma ci sono centinaia e migliaia di donne e uomini al mondo che fingono di essere qualcuno che non sono. Ne ho conosciute un paio...la loro ipocrisia è talmente grande da riuscire a nascondere la loro meschinità e la loro malvagità.
    Poi ho una cosa da dire su Wulfric:
    è un uomo stupendo <3 <3 <3 da innamorarsene
    eh! se ci fossero uomini così nella realtà....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah Giulia! dalle tue parole deduci che questi romanzi sono ancora capaci di farci sospirare!

      Elimina
    2. scusa, volevo dire deduco...

      Elimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…