Impossibile…. non leggerlo!

Direttamente dalla scrivania di Lady Night!

Lover Awakened
Un amore impossibile.
Di J.R. Ward



Ognuno ha le sue dipendenze… non è necessario che siano da droga, alcool, gioco o sesso. Ci sono dipendenze quotidiane, normali e, proprio per questo, subdole e pericolose. Cibo, shopping, rete, tv, lavoro, libri… già libri. La dipendenza da libri è, ahimè, sottovalutata, anzi è ammantata da un alone di elevazione culturale ma, vi assicuro è pericolosissima! Spendi cifre da capogiro per un libro introvabile, vai su e giù per i negozi di usato o nelle edicole se l’ultimo della tua autrice preferita ti è sfuggito, contatti amiche che non senti da anni, passi ore in rete per rintracciare ciò che DEVI assolutamente leggere e quando finalmente è tuo… potrebbe scoppiare la guerra nucleare o trovarti sotto le macerie della tua casa dopo un terremoto e tu semplicemente cercheresti una fonte di luce per continuare a leggere!!!!

Ebbene dopo aver aperto il prezioso pacco di Euroclub che conteneva il MIOOO TESOORO, la mia casa e i miei congiunti sono stati dimenticati, abbandonati al loro destino. Il telefono staccato, il computer spento e… i piatti si sono accumulati nel lavandino, la lettiera del gatto ha iniziato a prender vita, mio figlio ha vissuto di gelati e coca cola, mio marito è stato allontanato con un’ingiunzione del Tribunale, salvo essere richiamato per raccogliere l’acqua fuoriuscita dalla lavatrice. IO ero barricata in camera da letto… vicino al ventilatore senza sentire né fame, né sete e in otto ore di lettura ininterrotta (salvo pause fisiologiche) ho finito…

Lover Awakened – Un amore impossibile di J.R.Ward, il terzo della serie della Confraternita del Pugnale Nero… what else?

Un viaggio sensoriale, un flash sparato direttamente al cervello e pagine su pagine di sensazioni fortissime e avvincenti, Lover Awakened è un caleidoscopio di sentimenti, emozioni, vicende dal forte impatto emotivo. E’ impossibile non essere assorbiti dai drammi personali dei personaggi che animano questo libro. E’ assolutamente inconcepibile riuscire a non essere trascinati nel vortice dell’amore che lega in modo totale, assoluto Zsadist e Bella. Ma allo stesso tempo… come non essere coinvolti dal dramma di Phury, il gemello che ha dedicato la sua vita a ripagare il fratello di secoli di sofferenze, privazioni e abusi atroci che ne hanno spento il suo desiderio di vivere?
Zsadist era stato rapito piccolissimo alla sua famiglia, ridotto a schiavo e poi tenuto segregato per soddisfare sessualmente la sua padrona e i suoi amanti. Quando il fratello lo trovò e lo trasse in salvo in lui non c’era più nulla di umano. Al posto dell’anima e della possibilità di amare ed essere amato c’era solo un buco di dolore dove era reale solo il disgusto per il proprio corpo, da Zsadist ritenuto un involucro immondo, insozzato da indicibili e vergognose pratiche sessuali.

Ma se ormai Zsadist vive per soffrire, dal momento che il dolore è l’unica sensazione che lo leghi alla vita, o a una sua parvenza, Phury è condannato a essere colui che gli infligge quella sofferenza pur di consentirgli di continuare a esistere. Evidentemente questo stato di cose lo lacera e lo consuma in modo inaudito… essere costretto a colpire senza pietà il fratello che ama con tutto se stesso riducendolo a un ammasso di carne pulsante pur di aiutarlo a sopportare il semplice fatto di essere vivo, lo porta ad annientare anche se stesso nello stordimento indotto dal fumo rosso e dall’alcool.
Come se non bastasse Phury è consumato da un atroce senso di colpa per non essere stato lui il gemello rapito e per non essere riuscito a liberare Zsadist prima che si riducesse ad essere un animale privo di amore o pietà. Tutto ciò in una spirale senza fine in cui i due fratelli trascinano tragicamente e inesorabilmente le loro esistenze.

Finchè non arriva Bella… una vampira della elitè aristocratica, dal sangue nobile e purissimo… bellissima, eterea, delicata, dolce e profumata rappresenta tutto ciò che a Zsadist dovrebbe essere assolutamente negato… ma con un solo sguardo, la prima volta che l’ha incontrato, lei ha sentito nel profondo dell’anima e attraverso tutto il corpo che quel guerriero scarno come la morte, dal volto solcato da cicatrici feroci che piegano le sue labbra in un ghigno satanico, ferito a morte, sfuggente, solitario e letale come una bestia feroce è il suo destino, l’unico possibile. Ma come amare un essere che non sopporta di essere toccato, che è disgustato anche solo dall’idea di posare le propria dita sul proprio corpo se non per infliggergli sofferenze atroci, mortificarlo, martoriarlo, affamarlo?

Il libro si sviluppa attraverso la tenace lotta intrapresa da Bella per curare le ferite che piagano l’anima del guerriero reietto che lei ama e vuole con tutta se stessa. E Zsadist imparerà a vivere man mano che Bella gli farà scoprire che, grazie al loro amore, l’unione dei loro corpi può portarli in un mondo dove l’unica realtà è una luce sfolgorante intessuta da arcobaleni di sensazioni meravigliose, indicibili, in cui l’uno si perde nell’anima dell’altro.

Sarà una lotta lunga e difficile perché Zsadist, sentendosi sporco e indegno dell’amore di Bella, cercherà in ogni modo di allontanarla da sé spingendola verso il fratello che, anch’egli innamorato di lei (Già!), essendo privo di cicatrici, elegante, possente, bellissimo, potrebbe donarle una vita felice e serena.

La storia d’amore di Zsadist e Bella è attraversata da altre vicende e nel romanzo incontriamo nuovamente i viscidi lesser e, soprattutto, il demoniaco O ossessionato da Bella (ma non sarà questo l’Amore impossibile? Un impotente lesser ossessionato da una vampira…. Ihih); John, il ragazzo orfano e muto ormai divenuto parte della famiglia formata da Thorn e Wellsie, destinato a un futuro da guerriero; Marissa e Butch, la vampira e l’umano impigliati in un rapporto d’amore tormentato e ancora non riconosciuto; gli altri splendidi guerrieri del Pugnale Nero (come dimenticare Wrath il maestoso re-cieco e il magnifico Rhage?) e.... soprattutto, il bellissimo, magnetico, inquietante fratello di Bella, Rehvenge, condannato alla solitudine e alla dipendenza da dopamina dal suo status di symphath che lo rende iperecettivo ad ogni stimolazione sensoriale e per questo destinato a privarsi anche del piacere sessuale.
Ma questa sono sicura sarà un’altra storia, che non vedo l’ora di leggere.

Un amore impossibile? Impossibile non leggerlo!

Baci e libri da Lady Night.

18 commenti:

  1. Bellissima questa recensione...anche se ad un certo punto ho sentito un senso fastidioso...di puro...emmm...disgusto! Vedi un po' che saro' costretta a leggere sto libro per farci uscire fuori una MALELINGUA?
    ahahahah

    RispondiElimina
  2. Sento di condividere la recensione di Lady, che è come sempre, accurata e precisa. La caratterizzazione dei personaggi, in questo volume, è forse superiore a quella dei precedenti, forse perchè il fulcro della storia, ossia il passato di Z. è doloroso, terribile. La Ward esplora quest'aspetto del suo personaggio con grande maestria, così come sono rimasta colpita dalla delicatezza di Phury e del suo rigore morale.
    Trovo che sia un libro davvero bello, ben scritto e piacevolissimo.
    Complimenti a lady per la sua precisone nel descrivere sia trama e che livelli narrativi.
    un caro abbraccio a tutte, stefi

    RispondiElimina
  3. Wow... che recensione!!! Troppo bella! Avevo deciso di non leggerla perchè, aihmè :(, non ho ancora il libro tra le mie manine... ma dopo aver letto le prime righe non ho resistito a finire di leggere!
    E ora.... sono qui... in attesa di leggere di Z e Phury... ahhhh, credo che mi innamorerò di tutti e due ^_*

    RispondiElimina
  4. Complimentoni Lady Night. Bellissima recensione.E' davvero un libro che merita di essere letto e riletto e riletto e . . .
    Ancora complimenti.
    Un bacio
    Paola ^_^

    RispondiElimina
  5. Grande recensione, mi ha messo una voglia incredibile di leggere questo romanzo! Spero di riuscre ad averlo al più presto e ...penso che seguirò le orme di Lady Night: full immersion e si salvi hi può! ;)

    RispondiElimina
  6. Scusate ma il post precedente è il mio, c'è stato un errore di intestazione!
    FairyRain

    RispondiElimina
  7. ops, che cosa strana! IL blog sta dando i numeri forse?

    RispondiElimina
  8. ciao, non sono pronta a questo tipo di libri, però devo dire che la tua recensione è veramente emozionante!
    Grazie per l'assaggio!

    RispondiElimina
  9. Ho ordinato tutti e tre i libri al sito librincasa.it, non vedo l'ora di leggerli! E' un genere nuovo per me, ma le vostre recensioni e quelle di altri blog simili, mi hanno incuriosito, anzi direi che mi è venuta l'acquolina in bocca, perchè anch'io sono una tossica! (di libri ehh!)
    Lucia

    RispondiElimina
  10. complimenti per la bella recensione lady night, molto accurata per me che non sapevo neppure di che parlava nonostante ne avessi sentito molto parlare...purtroppo ancora non mi convince a "buttarmi" su questo genere, proprio vampiri e simili non sono per me!

    RispondiElimina
  11. Bellissima recensione ^_^

    Volevo sapere se per caso visto che l'Euroclub sta avenda grazie alla Ward nuovi sostenitori, se ci sono speranze future per la pubblicazione del racconto breve su Z, Bella e Nalla uscita sulla guida quest'anno in USA *_* sarebbe magnifico averlo anche qui da noi!

    RispondiElimina
  12. Io sono rimasta un po' delusa da questo libro... E' bellissimo, per carità, non sia mai che io dica che un libro della Ward è brutto! Però mi aspettavo una storia diversa e un personaggio femminile diverso... Bella non mi va giù come personaggio, per tutto il libro ho sentito la mancanza di un personaggio come Mary... Quasi mi dispiace per Z!
    Le vicende della confraternita in generale, invece, mi sono piaciute, anche se avrei evitato volentieri alcuni episodi e avrei voluto vedere più azione.
    Un 8,5 come voto se lo merita, però ho preferito Lover Eternal!

    Laura

    RispondiElimina
  13. P.S.
    Complimenti, comunque, per la recensione!

    Laura

    RispondiElimina
  14. Grazie a tutte voi per i complimenti. Ho scritto questa recensione con il cuore perche questo libro mi ha colpita profondamente. Anche io non amo il sanfue e la violenza... ma i libri della Ward vanno oltre!
    Un bacio a tutte.
    PS June... a quando la tua velenosa contro - recensione?

    RispondiElimina
  15. Concordo con Laura, mi aspettavo tantissimo da questo romanzo e invece...una gran delusione!100000 volte meglio Lover eternal!
    Susa

    RispondiElimina
  16. Bellissima recensione! Complimenti! Concordo con te sulla frenesia di lettura... pensa io sono andata in Germania per lavoro e mentre il povero collega guidava io leggevo il libro di Z e Bella per le 5 ore all'andata e le 5 ore del ritorno!! ahah povero collega... ma che bel viaggio!! Ancora complimenti! Elisa

    RispondiElimina
  17. Grazie Elisa... abbiamo gli stessi tempi e modi di lettura... veloci e ovunque.
    Susa, mi spiace che Z e Bella ti abbiano delusa... speriamo che ti vada meglio con il prossimo della Ward!
    Baci, Carla,

    RispondiElimina
  18. ciao
    La confraternita del pugnale nero è entrata da poco a far parte della mia vita. Trovo che i libri siano tutti molto belli, come la recensione di Lady Night.
    Ho amato sia Wrath che Raige... ma Zsadist l'ho proprio adorato!
    dani

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!