Il Principe....Serpente di Elizabeth Hoyt.

Inaguriamo il nuovo loghetto per BOCCA DI ROSA, che a mio parere e' piu' appropriato, cosa ne dite?
Bene, chi iniziera' la rubrica inagurando il loghetto? NOooooooooooo Ele? Hai scritto una Bocca di Rosa? MIIIIIIIIIIIIII


Direttamente dalla scrivania di Eleonora:


E rieccomi di nuovo qui ma questa volta per una bocca di rosa! Incredibile!( da Juneross, e' quello che dicevo anche io: INCREDIBILEEEE!)

Devo dire che non sono stata particolarmente colpita dai precedenti romanzi della Hoyt.Nulla togliere alle sue doti letterarie, né tantomeno alle sue storie,ma…per me mancava quel quid pluris necessario per farmela amare!

Beh! Forse nell’ultimo romanzo “Il principe e il tormento” l’ho finalmente trovato!
Si! Perché ho scoperto un personaggio maschile forte nella sua dolcezza, vulnerabile nei suoi affetti…

All’inizio il cinismo di Simon, il suo sarcasmo mi avevano un po’ fuorviato, ma in seguito la sua proposta di matrimonio mi ha conquistato…


“Non mi conoscete, non sapete chi sono. Mettetevi in salvo. Buttatemi fuori da casa vostra, adesso finchè siete ancora in grado di farlo, perché ho perso la determinazione, la volontà l’onore…quel poco che mi rimaneva. Non riesco a staccarmi da voi. Sono un visconte, gli Iddesleigh sono una famiglia antica, ma abbiamo il titolo nobiliare solo da cinque generazioni. Temo che abbiamo la tendenza a schierarci dalla parte sbagliata nei conflitti reali. Io ho tre case. Una in città, a Londra, una a Bath e la proprietà nel Northumberland…Ho un amministratore che se ne occupa e diversi domestici…. Possiedo tre carrozze, ma una era di mio nonno, perciò è piuttosto fuori moda. Posso farne fare una nuova se volete…”


Splendida! Tenero e insicuro pur senza che ciò comprometta la sua virilità…
E riesce ancora a stupirmi quando la prima notte di nozze, pur se nella sua irruenza, pensa a lei, ai suoi sentimenti e le chiede addirittura scusa, ma non una volta…decine…

E ancora, quando piange, ma senza vergognarsene e alla faccia di chi pensa che un uomo per definizione non risulta un vero uomo se versa delle lacrime…

Insomma donne! Simon mi ha conquistato se non altro per la sua atipicità rispetto ai soliti prototipi…

Per cui, onore al merito alla Signora Hoyt:

1 -che riesce a creare un personaggio tenero, senza comprometterne la virilità;
2- perché evita di creare una protagonista che, ancora vergine, diventa all’improvviso una cortigiana;
3- e soprattutto per aver dimostrato che la sensualità (intrisa nelle parole, nei gesti e nelle scene d’amore!) non ha nulla a che fare con la volgarità

un romanzo ragazze che vi consiglio vivamente di leggere!








Ele



p.s. la storia è imperniata sulla fiaba che Simon racconta a Lucy sul principe serpente...per cui il titolo è posto per questo motivo!

A questo punto la domanda sorge spontanea…chi sceglie il titolo del romanzo in italiano…si prende la briga di leggere il testo originale?!

11 commenti:

  1. Ma che bella recensione!
    Mi hai fatto venire voglia di leggerlo subito!
    Avevo giusto bisogno di qualcosa di bello da leggere.
    Grazie Ele!

    Azzeccatissimo il nuovo logo:
    meraviglioso !!!

    PS Incredibile sul blog una bocca di rosa... chi l'avrebbe mai detto!!!
    ihihihi!

    RispondiElimina
  2. Complimenti davvero Eleonora perchè la recensione è ben scritta, puntulae e riesci a trasmettere bene l'entusiasmo che ti ha suscitato la lettura di questo romanzo. Il protagonista, poi, ha l'aria di essere davvero ben tratteggiato, con tocchi che lo rendono credibile e realistico.
    Complimenti e un abbraccio, stefi

    RispondiElimina
  3. Sono daccordo con Eleonora, questo romance è davvero bello !
    E soprattutto Simon è un personaggio appassionato ma fragile allo stesso tempo che cattura l'attenzione!
    Bella recensione complimenti ^^
    Gabriella

    RispondiElimina
  4. Bravissima Ele!! Io ancora non ho letto questo libro, ma già avevo adorato il primo della serie mentre il secondo mi aveva un pochetto deluso...comunque mi sa che è venuta l'ora di gettarmi su quest'ultimo principe e vi farò sapere!!

    Un bacione
    Angy

    RispondiElimina
  5. bella recensione Ele, non ho letto nessuno dei libri di questa serie, dite che si può cominciare da quest'ultimo?

    RispondiElimina
  6. Bella recensione Ele, io però non sono daccordo, tra i 3 questo è secondo me il più brutto, lui è infantile in una maniera fastidiosa, non ascolta niente e nessuno e continua per la sua strada anche se sa che è palesemente sbagliata.
    Lei.... mah non l'ho ben capita del tutto.
    In generale non è che non mi sia piaciuto, però secondo me non è all'altezza del primo che resta il migliore.

    RispondiElimina
  7. Già Eli... i titoli dei libri spesso sembrano tentativi di affossamento dei medesimi e i libri della Hoyt sono stati vittime di atroci intitolazioni... Detto questo cara Eli... io che adoro la Hoyt e che ho amato follemente i suoi primi due principi, questa volta dissentisco. Per indole e carattere se devo parlar male di un libro, preferisco non parlarne affatto e, del resto, Il principe serpente non merita assolutamente una malalingua, però... Ecco, però, appunto. Ho dovuto farmi forza per superare le prime CENTO pagine. Fortunatamente in seguito la Hoyt si è ripresa e mi ha coinvolta come per gli altri libri. Ma la carburazione è stata lentissimaaaaaaaaa.
    Baci, Carla.
    Splendida recensione Eli. La classe non è acqua!

    RispondiElimina
  8. Non saprei ragazze...io in effetti ero una delle poche che non ha amato particolarmente il primo della serie...
    Come dici tu Lady night era carino, ma c'era quel ma di troppo!
    Questo non è di certo un dik nè tantomeno uno di quei romanzi che mi precipiterò a rileggere, ma di certo (sempre secondo il mio modesto parere!) ha elementi particolari degni di collocarlo in una bella bocca di rosa...

    RispondiElimina
  9. mi avete così incuriosito che ieri lo comprato!
    Stefi

    RispondiElimina
  10. Bellissima recensione Ele.....I lmio è ancora però in attesa di lettura!!!!! Dany

    RispondiElimina
  11. Eleonora mi complimento con te, vorrei essere capace di fare commenti così evocativi, sei riuscita a dare l'idea delle emozioni che ti da la Hoyt con il suo principe serpente. Ammetto che l'ho preso solo perchè era un passion di cui sto facendo collezione, il riassunto non mi aveva entusiasmato. Beh è stata una bella sorpresa.
    Appassionante, emozionante, sensuale e ti coinvolge fino alla fine. Adesso voglio tutti i libri della hoyt :P
    Sweet_giulia

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!