Il velo della notte e le ...Pesche!

E ritorniamo a parlare di frutta! Ah povere scrittrici quante se ne inventano per poter tenere le lettrici "sveglie"! Ma poi, saranno veramente invenzioni? Mah!

Attenzione Spoilers!!
Direttamente dalla scrivania di Marianna.


Nei Passione( no scusate, era un RM, colpa mia, chiedo venia- Juneross) Mondadori usciti nel mese di agosto c'è IL VELO DELLA NOTTE di Lydia Joyce,libro molto gradevole e scorrevole, benchè quasi tutta la storia si svolga con solo i due protagonisti. Hot al punto giusto. Ultimamente pero',non posso guardare una pesca senza sorridere fra me!!!!!! -_*
Vi chiederete il perchè......
Andiamo con ordine, innanzitutto la trama:
Lady Victoria Wakefield è decisa a preservare il buon nome e la reputazione della famiglia. Battaglia persa contro lo scapestrato fratello Jack, il quale ha contratto debiti enormi con lord Byron Stratford, misterioso duca di Raeburn. Un’unica possibilità per Victoria: andare di persona da lord Byron e convincerlo a concedere una proroga dei pagamenti. Ma da un’accoglienza fredda scaturisce una controproposta tanto oltraggiosa quanto irresistibile: che Victoria passi un’intera settimana insieme a lui.


E qui si inizia a vedere la metamorfosi di lady Victoria che da pudibonda zitella, almeno da come appariva agli occhi della gente, decide di trasformarsi in una donna giunta all'ultima possibilità di godersi un'intera settimana di sesso, visto che, d'altra parte, non può rifiutare l'offerta senza rovinare la famiglia.
*SPOILER* Da giovane, ma nessuno ne è a conoscenza, aveva avuto un'unica notte d'amore con il fidanzato morto per una polmonite il giorno prima del matrimonio era anche rimasta incinta ma aveva perso il bambino un mese dopo la sua morte. E da allora aveva represso tutti i suoi sentimenti sentendosi ed apparendo con una zitella. *FINE SPOILER*

Quindi, giunta alla veneranda età di 32 anni, prima si sente offesa dalla proposta ma poi pensa bene di prendere il meglio di quanto le viene offerto.
E sì perchè lui non è proprio niente male con una bella nomea ed esperienza alle spalle! Purtroppo per lui ha una sola cosa che non va tanto: non può esporsi alla luce del sole che l'ustiona con gravi piaghe e poichè ricorda benissimo l'espressione del viso di un suo amico, che l'aveva visto e giudicato un mostro, si nasconde, si copre il viso, vive nel buio. I suoi fedeli domestici si preoccupano che sia sempre tutto in penombra perfino la carrozza non ha finestini. Questo ha creato un alone di mistero nei confronti del duca noir.
Ma invece , questa è l'unica cosa che mi ha lasciato un po' perplessa del libro, la nostra eroina non si chiede il perchè lui stia sempre in penombra.... forse gli fa comodo!!!!
Ebbene fra i due c'è subito passione ed in uno dei libidinosi incontri lui decide di andare direttamente.... alla frutta!!!

*INIZIA LA PARTE...HOT- *
Il Duca prende la torta di pesche che era stata servita come dessert e dopo averle fatto colare lo sciroppo alla cannella (della torta) dal cucchiaio sulla clavicola, sul collo, sulla spalla e sul seno la guarda ammirato.
Riempe di nuovo il cucchiaio e fa scendere una linea zuccherina sullo stomaco, sul ventre sulle cosce aperte. Quando lei tenta di chiuderle lui non glielo permette ed inclinando il cucchiaio le versa quello che rimane sul sesso, continuando a spalmarlo a destra e sinistra.
Non contento decide di guarnire meglio la "torta"ed inizia a distribuirle vari pezzetti di pesca sul collo ... sui capezzoli ....sull'addome...sul sesso.... .e poi ne inserisce un pezzo ...... udite udite... anche lì!!!.... Sì sì proprio dove avete pensato birichine!!! Ora ci chiederemo perchè?! E' una nuova cura di bellezza?! Nooo!!!
Gli serviva semplicemente "un piattino" da cui poter assaporare i pezzetti di pesca!!! E' o no un ... "duca misterioso"??


Marianna

(Speriamo che non ci chiudano il Bloggggggggggggg,che ve possino! Ma con tanta frutta in giro, proprio le pesche della Joyce? Roba di pazzi!- da Juneross)

16 commenti:

  1. ok, allora ditelo che volete la mia rovina!
    Se andiamo avanti così non potrò più mangiare macedonie senza avere pensieri licenziosi!

    grande Marianna, un ottimo post!
    Mi hai rallegrato la giornata rendendola più... succosa!

    RispondiElimina
  2. Grazie Noco!
    ciao ragazze solo una piccola rettifica non è un libro "Passione" è un R.M che secondo me avrebbe trovato la sua migliore collocazione nella suddetta collana
    Baci Marianna

    RispondiElimina
  3. Brava Marianna, mi ricordo il libro perchè l'ho letto poco tempo fa e infatti ne immaginavo proprio uno strano ma vero sul blog di Ross!! In effetti oltre che un RM si poteva considerare anche un Passion.

    Silvya76

    RispondiElimina
  4. No, dai... la torta alla pesca....
    posso dire una cosa, come si fa a darsi una ripulita dopo una scena del genere? Sarò prosaica ma allora non avevano docce, solo tinozze e bacinelle e lavarsi era una faccenda lunga. Questa povera Crista è tutta appiccicosa, unta di crema e sciroppo, e magari un pezzetto di frutta è andato perduto in chissà quale anfratto...
    :-DDDDDD
    Dico: ve lo immaginate SUL SERIO?

    RispondiElimina
  5. In risposta a Moray Place, il bello della scena è appunto il ripulire da tutto lo sciroppo e la crema, certo la frutta mi lascia un po perplessa....di sicuro nella vita reale ci pensi bene prima di usare crema, panna, nutella e simili in momenti intimi, la mia diffidenza sta nel fatto che per prima cosa non amo i dolci, per seconda mi tocca a me ripulire...non sono una casalinga fanatica, ma avendo delle limitazioni di tempo, alcune fantasie si possono riservare solo ai periodi di vacanza.
    Una cosa simpatica, per il pranzo della domenica avevo preparato la crostata di frutta con crema pasticera e...pesche gialle, la sera inizio a leggere il romanzo è nel cuore della notte (le tre circa) inizio a ridere come la pazza tanto da svegliare mio marito, mi ha chiesto cosa fosse successo mi sono limitata a passargli il libro, dopo qualche minuto, e qualche sopraciglio agrottato mi ha chiesto se la crostata era finita tutta....
    Per cui evviva la frutta!
    un affettuoso saluto a tutte
    Lidia (non la vostra)

    p.s per Juneross, si potrebbe creare una sorta di archivio per la "frutta"? infondo abbiamo già banane, pesche, e di sicuro qualche altro frutto di cui mi sfugge il ricordo...

    RispondiElimina
  6. In effeti , anche se non lo ancora letto, credo che andrebbe meglio collocato nei passione, invece che nei romanzi normali!

    @moray: poco di ciò che è descritto nei romance andrebbe bene, per me, nella realtà, tantomeno tutto questo uso del corpo come piattino da dessert :DDDD...
    però a noi piace sognare!!!!!!! ;)quindi nei libri tutto ciò che risveglia i sensi è lecito (o quasi...)

    RispondiElimina
  7. Occhei, vada per il risveglio dei sensi ragazze...e vada anche per nutella, miele e crema ( ah, bella vita prima dei bambini ^_^)
    Personalmente, una scena del genere non è che mi faccia sognare molto; mi fa molto ridere, questo sì.
    Se si fermava allo sciroppo, sarebbe stata assai più sensuale... ma è una mia opinione, non condivisibile. Cmq, questo mi pare a tt gli effetti un Passion.
    stefi
    Ps: Dico, vi ricordate la scena del frigo di nove settimane e mezzo? Ecco, quella è una scena sensuale, ma non c'era roba spalmata... là!!:-DDD

    RispondiElimina
  8. Cmq...se si ha un partner all'altezza, un uomo che si ama, nulla è più bello della realtà.
    ( scusate l'attacco di romanicismo verso il mio meraviglioso marito!) Detto questo, corro a comprare un barattolo di crema al pistacchio.
    baci a tt, stefi

    RispondiElimina
  9. Brava Marianna, post divertente. Appena ho letto la Joyce mi aspettavo uno"strano ma vero", non si poteva commentare questa stranezza erotica,licenziosa, appiccicosa e sì succosa come dice Noco.
    Oddio siamo alla frutta ora temo che poi passeremo alla verdura, non mi stupisco più...
    Ciao Daniela C

    RispondiElimina
  10. Beh, con le verdure potrebbe essere...più facile!!
    (ragazze, scusate ma sta storia sta tirando fuori il mio lato boccaccesco :-DDDD)

    RispondiElimina
  11. Comlimenti per la recensione...
    in effetti, ci mancavano solo le pesche!!!
    Diciamo che la frutta da adesso non avrà più lo stesso significato!!!

    RispondiElimina
  12. mi sono piaciuti tantissimo i commenti di Marianna,sono sinceri e schietti e fanno sorridere,complimenti sai cogliere gli aspetti innocenti e piccanti insieme.ste

    RispondiElimina
  13. HEHEHEHEH...mi sembra pure giusto...dopo i cannoli della Kelly.....la banana della Britton....come poteva mancare la pesca?????....e io che pensavo si potessero mangiare solo per bocca....gnurant,,,,,hihihhihi rosssss perdona la battutaccia....Dany

    RispondiElimina
  14. woww pure le pesche servono a qualcosa ihihih(visto che io non le mangio volentieri!) peccato però che la loro stagione sia finita; vuol dire che aspetto di sentir parlare del prossimo frutto !!!

    RispondiElimina
  15. ed ora sipassa lla frutta di stagione...l'uva!ste

    RispondiElimina
  16. questo blog è fortissimo congratulazioni.Sto morendo dalle risate.

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!