Il rubacuori di Rexanne Becnel


Il problema della..."riproduzione"!


Non so se capita anche a voi…a me capita raramente che quando vedo le uscite dei mesi prossimi,comincio a sospirare e ho la tachicardia, pensando alla lettura che mi attenderà…
Comincio a fare una sorta di countdown al nuovo mese per potere finalmente mettere le mie manine sul romanzo a lungo atteso…Ecco questo è stato il mio sentimento e il mio stato d’animo quando ho appreso che tra gli emozione di novembre sarebbe uscito “Il Rubacuori” di Rexanne Becnel!
Non vi dico quanto ero felice di averlo, tanto da subire una lotta interiore per scegliere quale leggere per primo tra questo e il romanzo della Kleypas…
E, dopo la mia scelta “sofferta”, ho finalmente iniziato a leggere Rubacuori.
Trama fantastica, inizio scoppiettante, con un lui magnifico e una lei che non sembrava affatto una sprovveduta…Ma ragazze che delusione!
Perché?!
Allora, il mio caro visconte è un libertino con una coscienza, nel senso che prende la sua situazione di petto e decide di riunire la sua strampalata progenie…
James infatti ha tre figlie, di età diversa avute da donne diverse, accomunate solo dal fatto di non avere principi né tantomeno senso materno…
Qui mi sono detta! E va bé…è un tipo poco attento ma almeno non si lamenta del fatto che i suoi programmi futuri (doveva sposare la “bella” della stagione, garantendosi al contempo una carriera in politica estera) siano stati distrutti dalla sua scelta di allevare le proprie figlie…
Insomma, non voglio raccontarvi la storia per non togliervi il “piacere” (se così lo definirete) della lettura. Posso solo dire che questo romanzo manca un po’ di logica…o forse è il nostro eroe che è un po’ “facilone”. Perché?!
Beh! Dopo tre figlie illegittime, con tutti i guai che ne seguono, questo decide di avere una relazione con l’ennesima donna (la nostra eroina!) e non usa precauzioni!
Anzi! Bello e felice fa il suo comodo con soddisfazione!
Ma dico! Nessuno ha spiegato al visconte che i figli si fanno così?!?!?!?
Possibile che dopo tre figlie non lo abbia ancora capito?
Vuole fondare un asilo nido?!
E cosa ancora peggiore, lei, così avveduta e conscia della situazione del conte, non chiede conto e soddisfazione della suddetta scelta!!!!
Va bè che lei è vergine e quindi inesperta, ma diamine! Non le viene in mente che le altre si sono trovate incinte per l’entusiastico…”impegno” del visconte??!?!?!
Pensa forse che i figli nascono sotto il cavolo o peggio ancora che li porti la cicogna?!
Mah!
E vogliamo parlare di Phoebe, la nostra eroina?!
Ragazze!!!!
Capisco tutto: l’amore, la passione, la lussuria, il desiderio… ma possibile che appena questo le fa gli occhi dolci, lei faccia FINTA di respingerlo e poi inderogabilmente ci si corichi insieme?!
No no no!
Le eroine già di per sé difficilmente mi attirano, ma questa in particolare è senza carattere…
Non una discussione, una rimostranza!
Arriva persino l’ex fidanzata “perfetta” del visconte per riprenderselo, e lei che fa?!
Niente! Non vuole essere l’amante di James, si sente inferiore alla bella, “capisce” che James non la sposerà mai, si oppone a lui, ma alla fine…ci si corica insieme!
Insomma, ‘na tragedia!
Tra James e Phoebe inoltre il dialogo è limitato e molto ma molto relativo!
A parte qualche piccolo discorsetto iniziale sulle rispettive situazioni, tutti gli incontri dopo il loro primo rapporto (a questo proposito: lei vergine non si fa problemi a farlo con uno che ha avuto mille amanti e su un divano in maniera veloce e funesta), finiscono con lui che la blocca in un angolo (poco importa se è uno stanzino, un cottage o un letto…) e lei che fa finta di respingerlo….
Contenuto: zero!
Insomma, non voglio dire altro, ma solo che è stata una grandissima delusione!
Ho “smontato” anche i vostri sogni?! O forse al contrario, non ho ben capito qualche passaggio?!
A voi l’ardua sentenza…

Baci






La vostra Ele...

23 commenti:

  1. Povera Ele...dai sappi che ti capisco anche a me è capitato...con Amore ad ogni costo della Kleypas...che si è dimostrato meno di quello che speravo! ;o)))

    Comunque la Becnel è nella mia lista NO...mi è bastata l'esperienza di Amore Zingaro (???)

    Bacioni
    Lady Akasha

    RispondiElimina
  2. Beh già solo il fatto che lui abbia non uno ma ben 3 figli illegittimi non fa ben sperare no?

    Silvya76

    RispondiElimina
  3. Carissima Eleonora, io da tempo ormai ho abbandonato la Becnel, dai tempi de La ribelle di Rosecliffe...assolutamente non fa per me

    RispondiElimina
  4. Ele, che bella malelingua1 sei stata molto brava, carinissima...e capsico che questo libro è uno di quelli... dimenticabili! Meno male: tempo e soldi risparmiati.
    bacino, stefania

    RispondiElimina
  5. Beh, andrò controcorrente, ma a me il libro non è sembrato così male. Trovo che il protagonista maschile sia molto più vicino alla realtà dell'epoca rispetto ad altri aristocratici descritti come libertini con alle spalle numerose esperienze e ai quali non sia mai capitato nessun "incidente di percorso". La protagonista femminile forse è meno credibile. Il passaggio da ragazza inesperta di campagna a donna smaliziata mi è sembrato un po' troppo veloce. Anche la copertina è bella; non so voi, ma per me quelle della collana "Emozioni" sono le migliori.Riesco sempre ad acquistarli ed uscire a testa alta sia dall'edicola che dal supermercato senza sentirmi in imbarazzo...(vedi altri libri tipo collana "Passion").
    Ciao a tutte.
    Mimosa

    RispondiElimina
  6. Complimenti Ele una bellissima malelingua! Meno male che non l'ho comprato! baciiiii

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. A dispetto della tua divertentissima malalingua, io non vedo l'ora di leggerlo...

    sarà anche la fatica tremenda che faccio a trovare questa collana!!!!!!

    vi farò sapere, eheehehe!

    Noco

    RispondiElimina
  9. Caspita ho fatto proprio bene a non prenderlo! Grazie Ele per la splendida "malelingua"! Ero un pò pentita per non averlo comprato ma la trama non mi convinceva appieno, e ora grazie a Ele non ho più dubbi!!!

    RispondiElimina
  10. Io invece REXANNE BECNEL FOR EVER! Lo sto leggendo in questi giorni e vedremo... comunque a me non ha mai deluso e AMORE ZINGARO è SUPERBO!!!!

    RispondiElimina
  11. silvia: Sarà che io sono sempre andata controcorrente nella scelta di questi romanzi, ma dopo una prima esperienza con la Becnel (LA SPOSA SCAMBIATA, o qualcosa del genere), con l'uscita di questo nuovo libro sono entrata in edicola a occhi chiusi, e l'ho preso! :)
    Non ho ancora avuto occasione di leggerlo, ma la Becnel la prima volta mi era piaciuta proprio per la sua resa "realistica" dei personaggi. Insomma, nel Medioevo gli uomini erano tutto "Io sono un uomo e quindi il padrone, tu sei una donna, quindi china la testa e ubbidisci". Ero stufa di uomini medievali attenti e talmente dolci e zuccherosi da sembrare dei bambocci senza cervello! Credo che i libri di questa scrittrice siano in un certo senso più crudo e al contempo realistici nel descrivere i personaggi maschili... e un uomo come James qui descritto, si avvicina MOLTO al libertino di queie tempi! E' già un miracolo che abbia avuto solo TRE figlie, e non una mandria urlante di bambini!!! XD

    RispondiElimina
  12. Badate bene che io ADORO la Becnel...
    la creatrice di spose è uno dei miei libri preferiti...

    RispondiElimina
  13. Ciao ragazze, innanzitutto mi scuso se ultimamente non ho commentato i vostri post ma ho avuto qualche problemuccio.
    Io non ho letto "Il rubacuori", sebbene la trama mi ispirasse parecchio. In realtà non sono riuscita a trovarlo in edicola perché, nella mia città, la collana "Emozione" sembra non essere contemplata.
    Cmq a volte capita anche a me di leggere cose che mi sembrano assurde, quindi non mi stupisco di questa recensione non molto entusiastica. Saluti a tutte e a presto!

    RispondiElimina
  14. Ah, un'ultima cosa: concordo con chi dice che, per quell'epoca, fosse normale che un libertino seminasse figli ovunque. Le precauzioni che potevano prendere a quei tempi non erano certo efficaci come quelle dei nostri giorni. Era praticamente impossibile fare un vero controllo delle nascite, quindi in questo l'autrice è stata senz'altro realistica.

    RispondiElimina
  15. ... l'ho appena comprato!!!!
    speriamo incontri i miei gusti!

    concordo in pieno sulle copertine di questa collana, bellissime!!
    fede

    RispondiElimina
  16. Complimenti per la malelingua, Eleonora! Il libro in questione non l'ho comprato, diciamo che mi sono bastati Amore zingaro e La sposa sostituita per capire che questa autrice non fa per me.

    RispondiElimina
  17. Scusate l'ultimo commento è mio.
    Susa

    RispondiElimina
  18. bellissima malelingua Ele, complimenti! io di questa autrice ho letto solo "L'ATTACCABRIGHE" e non era tanto male a quel che ricordo; ammetto che ero curiosa di leggere anche questo fino a quando non hai parlato della protagonista, quelle che si trasformano in un colpo da santarellina a donna spregiudicata proprio non mi vanno giù...

    RispondiElimina
  19. Bellissima malelingua davvero X°D, son morta dalle risate! Io questo libro l'ho allegramente evitato...diciamo che ho deciso di dare alla Becnel una seconda occasione ma lo farò con "amore zingaro", devo dire che gliela concedo solo perchè ne sento parlare strabene....se invece dovessi fermarmi a "la ribelle di Rosecliffe", direi che decisamente non fa per me, la lei era di un'idiozia e di un odioso...
    *Morwen*

    RispondiElimina
  20. Bellissima malelingua davvero X°D, son morta dalle risate! Io questo libro l'ho allegramente evitato...diciamo che ho deciso di dare alla Becnel una seconda occasione ma lo farò con "amore zingaro", devo dire che gliela concedo solo perchè ne sento parlare strabene....se invece dovessi fermarmi a "la ribelle di Rosecliffe", direi che decisamente non fa per me, la lei era di un'idiozia e di un odioso...
    *Morwen*

    RispondiElimina
  21. Non conoscevo la Becnel ma dopo aver letto questo libro ho deciso di non leggere altro di suo!!!

    Lui ha così rispetto di lei e la stima così tanto che, sapendo quanto ci tenga lei al giudizio della gente, decide di farne l'amante! E perché, poi? Perché gli CONVIENE sposare un'altra! Ama così tanto le sue figlie che decide di sposarsi con una che non le vuole intorno!
    Lei, dopo quello che ha passato per colpa della sorella, che fa? Ne segue l'esempio! E il tutto in pochi giorni! Bah! Viva l'attrazione fisica!

    Condivido in pieno il giudizio di Ele e ci aggiungo un particolare che manca: lui scopre chi è la terza figlia e decide subito di portarla a casa sua, senza considerare il trauma per la bambina e per chi l'ha cresciuta fino a quel momento!


    Scusate se mi sono dilungata!

    RispondiElimina
  22. Ahia è vero purtroppo, devo concordare con Eleonora, la Becnel è una delle mie scrittrici preferite ma qui ha fatto proprio flop,mi ha deluso! accidenti come non ho sopportato lui e pochissimo apprezzato lei, meglio le figlie dello sciagurato (senza freni poco interessante) protagonista.
    Complimenti Eleonora!
    Ciao Daniela C

    RispondiElimina
  23. 3 figli??? azzzzzz.....Con tutti queste recensioni..davvero non so più quale libro leggere.....hihihihi....Dany

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!