Passa ai contenuti principali

10 motivi per leggere Romance: il quarto

Buongiorno a tutte le nostre amiche mattiniere.
Oggi ritorniamo a parlare di "Eroine", infatti il quarto consiglio di Christina Dodd e':

E' meglio leggere Romance della vita reale, perche'
L'eroine non hanno mai giorni in cui i capelli sono un disastro!






Questa frase ho avuto difficolta' a renderla in italiano, magari voi mi potete aiutare : "No bad hair days" , come la tradurreste voi?


Per leggere gli altri motivi , cliccare qui LINK




Commenti

  1. .......beate loro che hanno sempre una cameriera tutto fare: quella che ti pettina i capelli alla sera; quella che ti fà acconciature meravigliose per i balli...etc.
    Sempre perfette e bellissime, anche nei momenti piu' initimi.....se dovessi confrontarle con me (sopratutto..."in quei momenti"...)bè, stenderei un velo pietoso...!!! Povera me!!!!!
    mor

    RispondiElimina
  2. Susannah eroina di "L'angelo di nessuno" della Robards detesta i suoi capelli, trvandoli, spessi, ingovernabili e perennemente fuori posto :)
    (Spero di ricordarmi bene )
    Un bacio a tutte
    Lilli

    RispondiElimina
  3. Ma no! Ce ne sono una marea di eccezioni, a cominciare dalla mia preferita, Susannah:- I capelli erano di un colore anonimo, a metà strada tra il biondo e il castano. Grazie a strenui sforzi,erano pettinati all'indietro e raccolti in una crocchia ingrombrante che spuntava in modo sgraziato dalla cuffietta. Erano ruvidi come la coda di un cavallo, così folti da essere refrattari alla spazzola e per giunta ricci in modo caotico....- Il bello però è che nei romanzi riusciamo a vederli con gli occhi dei protagonisti e tutte 'ste orribili criniere diventano splendide "aureole di riccioli ribelli". Nel quotidiano invece torni dal parrucchiere ansiosa per il nuovo taglio- e per i soldi sborsati che pensi la prossima volta ti costringeranno ad aprire un prestito- e il tuo caro compagno ti fà candidamente:- Chi ti ha fatto quel taglio?? Sembri un carciofo!-
    Susanna

    P.S. Mi sono accorta con l'anteprima che Lilli mi ha anticipata...Lilli ricordi bene. Grande la Robards!!!

    RispondiElimina
  4. oddio com'e' vero! tornare dal parucchiere e volersi rifare lo shampooo .....

    RispondiElimina
  5. Non parlatemi di capelli proprio questa mattina!!!! anch'io voglio la cameriera che mi li sistemi!!!

    Questa si che è una vera ingiustizia!!!

    RispondiElimina
  6. Io non sono proprio d'accordo, mi sembra che ce ne siano parecchie di eroine che non compaiono sempre al massimo del loro splendore...queste massime di Dodd mi sembrano pià adatte alle protagoniste delle soaps che a quelle dei romance...mah! sono perplessa
    Gio

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…