Il mio nome è Passion di Lisa Valdez




Giuro, rigiuro e spergiuro che io non lo faccio apposta!
Non compro i romanzi per riderne...no, no e poi no!
Li compro perchè amo leggere d'amore e, a volte, mi piace uscire dal "solito", per assaporare un romanzo diverso un pò più hot e quindi più piccante!
Non mi disturbano le scene spinte perchè se compro un romanzo passione o comunque hot, è giusto e normale che le trova!
Anzi, onestamente ODIO chi vende libri erotici,hot e quant'altro e poi prende in giro il lettore...
Quindi, questo mese ho comprato "Il mio nome è Passion" spinta dalla curiosità, dai commenti che ho letto dalle prime "lettrici" e sapendo benissimo di accingermi a leggere un romanzo burning-estremo insomma...
Fin qui, tutto bene!
Voi penserete quale sia il problema...
Vi servo subito!
Tollero che questi eroi abbiano attributi assurdi...di forma, colore,lunghezza...(in questo libro l'eroe..."Ross posso dirlo?!"...lo ha - (cosa meglio non dirlo!!!)- di 25 cm:mah! i segreti della natura umana...
Tollero anche che siano contorsionisti: chi sono io per sindacare posizioni estreme e quant'altro?! cribbio! Ognuno ha la propria elasticità! Mica che l'autrice può ogni volta descrivermi gli anni in cui i nostri eroi si sono allenati nel circo!!!
Tollero anche i vocaboli "indecenti" o più espliciti, o come dir si voglia, presenti nei romanzi...(anche se... "Ross, lo posso dire?!" - ..."passera" in un romanzo non lo avevo MAI letto!)
Tollero anche che i protagonisti finiscano per fare sesso sfrenato la prima volta che si incontrano...senza sapere i rispettivi nomi!!!
Mica sono tutti pudici...e che cavolo!
Ma non POSSO tollerare che i due protagonisti del libro, Passion (il nome di lei per me ridicolo, ma degustibus...) e Mark, hanno i loro primi incontri nel bel mezzo di una mostra...dietro un paravento...con tutta la gente che gira lì attorno!!!
No, no e poi no!
Perchè ci dobbiamo fare prendere in giro?!
Io potrei capire una..."Ross, lo posso dire?!"...sveltina, ma che questi addirittura si spogliano?! Non ci credo! Scusate il mio scetticismo...ma siamo a Londra...dove fare un passo era un dilemma, senza che la gente spettegoli...
Un Londra che in genere ha di che dire anche se una dama guarda più del dovuto un membro accreditato del ton...una società pettegola e maligna...
E qui cosa succede?!
Cioè fanno sesso (perchè di amore NON si può parlare (almeno all'inizio!)dietro un semplice paravento, si spogliano!!!, sospirano, gemono e le persone dietro che passegiano, conversano e non si accorgono di nulla!!!
In una scena. addirittura,loro sentono la gente proprio dietro il paravento...
Ora, o il paravento ai tempi era fatto con isolatore acustico o era spesso abbastanza da non far permeare i rumori o la gente era tutta cieca o...l'autrice, per regalare un romanzo erotico, ha tralasciato la componente logica, esaltando solo quella fisica?!
E noi, povere lettrici, ci "accontentiamo" di queste soft prese in giro?!

Ele





23 commenti:

  1. Ele grazie mille per questa sana risata che mi regali in questo tragico e piovoso lunedì mattina! Certe cose sono veramente incommetabili, capisco il toro da monta, ma certe cose sono troppo pure per me! Va bene tutto, ma abbandonare la verosimiglianza per fare "sensazione" è una furbizia letteraria da 4 soldi.
    Non ho letto il libro ( e non lo leggerò ) quindi il mio giudizio non è legato al merito della storia, ma a questi suoi imprescindibili, discutibili, elementi.
    Un bacio a tutte
    Lilli

    RispondiElimina
  2. Oddio Ele che spasso sei!
    Ho comprato molto speranzosa il romanzo, di solito compro volentieri i passione e mi piace anche sperimentare nuove autrici.
    Ma leggere il primo capitolo ha già fatto infrangere le mie speranze. Mi è sembrata assurda già la sveltina dietro un paravento, non in uno sgabuzzino o in un posto deserto, ma dietro un paravento esposto in una mostra. E per quanto fosse enorme non poteva creare isolamento.
    A quel punto la logica e la verosimiglianza già scosse di brutto sono volate proprio dalla finestra quando



    (SPOILER)




    hanno scelto quel posto come luogo di incontro per vari appuntamenti, uno più focoso dell'altro... come te ho trovato assurdo che arrivassero a spogliarsi!!!
    Ma non potevano trasferirsi prima a casa di lui? Come ha imparato a trovarle dopo le scuse adatte poteva farlo anche prima...

    RispondiElimina
  3. Io mi trovo d'accordo con te, Ele. Non sono contraria alle scene erotiche, se ben descritte. Però quando diventano assurde mi fanno ridere e mi irritano un po'. Il contesto storico secondo me è importante. Cmq tu sei un mito, mi hai fatta morire!!! :-)

    RispondiElimina
  4. grazieeeeee!!!! mi ci volevano due risate di lunedi' mattina!! sei sempre la migliore!

    RispondiElimina
  5. Hahahaha troppo forte la tua recensione Ele!!!
    Però a me nonostante tutto, il libro è piaciuto.... certo non è un librone ma come evasione va più che bene ^_* E poi LUI è davvero un gran bel hommo hiihhihihi

    RispondiElimina
  6. Fortissima la recensione.
    Anche io ho letto e ho avuto la stessa impressione.
    Baci
    Mirea

    RispondiElimina
  7. Eleee te possinoooooooooo !!!!!!! Ci vuoi far chiudere il blog? Juneross

    RispondiElimina
  8. Sai come si dice?!
    Quando il gatto non c'è, i topi ballano...e in questo caso io sarei il gatto!!!
    ihihihihih!

    RispondiElimina
  9. Il libro non l'ho comprato perchè ormai diffido un pò dei passione visto che gli utlimi che ho letto spesso ho fatto fatica a finirli....dopo questa recensione letta con il sorriso sulle labbra continuerò ancora per un pò a lasciarli in edicola....
    Ciao a tutte
    Daisy

    RispondiElimina
  10. E va bene, sei come al solito spiritosa, però se la devo dire tutta, quando compro un romanzo rosa voglio sognare, non sto lì a lambiccarmi il cervello per vedere se rispettano questa o quella regola di etichetta. Chi se ne frega se lo fanno dietro un paravento o dietro il muro della scuderia. L'importante è che è scritto bene e che mi fa venire qualche farfallina nello stomaco.
    E poi questo libro non è solo sesso, è anche amore sofferto. ci sono delle scene bellissime, in cui l'autrice ti fa venire i brividi.
    Pi comunque tutto dipende dalla predisposizione d'animo con cui si prende un libro in mano.
    Lulù

    RispondiElimina
  11. Onestamente, quando leggo, per quanto un libro mi possa piacere molto, noto sempre le incongruenze o le esagerazioni.
    Per esempio, "l'alba dei sogni" di Lisa Kleypas è uno dei miei romanzi preferiti, ma mi rendo conto che la scena quasi finale nella quale lei si salva e parla con il marito morto (anche se tutto è possibile) non mi è sembrata molto credibile!
    Eppure quel libro io lo adoro e l'ho riletto decine di volte...
    Questo romanzo aveva una situazione per me quasi assurda e, ironicamente, ci tenevo a condividerla con voi!
    Niente di più e niente di meno...
    Baci

    P.S.
    Che poi le mie farfalle non si siano smosse, come dici tu Lucrezia, è una questione puramente soggettiva...

    RispondiElimina
  12. Bellissima recensione!
    Complimenti Eleonora...
    Secondo me, ti dovresti dare alla critica!
    Ci credi che ho apprezzato più la tua recensione che il libro stesso?

    Giò

    RispondiElimina
  13. In effetti comunque anche io la penso un pò come Lucrezia.... anche io non sto sempre lì a vedere se tutto è scritto x bene secondo il xiodo storico... alla fine secondo me è tutto soggettivo, e dipende anche con che spirito si legge il libro. A me ad esempio era piaciuto moltissimo, su anobii gli ho dato 4 stelline... poi stamattina leggo qui la tua spumeggiante recensione ed è vero che ci sono situazioni assurde come il fare l'amore dietro al paravento in un luogo pubblico ed arrivare xsino a spogliarsi.... ( che ridere stamattina mentre leggevo qui ^_^) ma ieri mentre lo leggevo non ci ho fatto caso...dico davvero! Questo perchè ero totalmente presa da loro due, dalla loro passione, dal loro amore.... e ho sentito anche le farfalle nello stomaco a leggere certe scene, certi loro dialoghi.... Sono certa però che non è un romanzo che mi rimarrà nel cuore.... come invece è successo con L'ALBA DEI SOGNI ... ZACH è INDIMETICABILE come lo sono le capriole che faceva il mio cuore leggendo di lui *_* Ahhhh (sospirone d'amore...)

    RispondiElimina
  14. Io ragazze ormai ho l'occhio clinico...sarà deformazione scolastica!!!
    Cmq, Lidia a me Zack altro che farfalle! ogni volta che leggo di lui succede un tornado nello stomaco!!!

    RispondiElimina
  15. Ah cara Ele... anche a me *_* ZACH.... oddio...quasi quasi me lo rileggo ^_*

    RispondiElimina
  16. W Zack! scusate mi ero distratta!
    bella la recensione!
    mi sono veramente divertita!
    ;)

    Tiziana

    RispondiElimina
  17. io ho letto il romanzo tutto d'un fiato, ma non perchè mi sia piaciuto piuttosto per sbrigarmi.
    Ho trovato i due protaognisti inconcludenti.
    il romanzo spaccato in due con una prima parte porno che contrasta con la seconda degna del melodramma italiano...
    insomma, un romanzo che a me non è piaciuto!
    sottolineo a me perchè la mia non vuole essere una tesi generalizzata.
    tempo fa mi è capitato di essere quasi insultata su un blog per la mia opinione...
    da quanto vedo qui invece siete aperte alle diverse opinioni
    è giusto che un blog dia la possiblità a tutti di esprimersi,come fate voi e non come altre.

    RispondiElimina
  18. Avevo pubblicato un commento ma non lo vedo. Boh, o ho combinato un pasticcio oppure, cattive, me lo avete "cassato"! Comunque, cara Ele, vedo che anche tu ti sei fatta delle belle risate! Per i dialoghi (mamma mia)? Per i piagnistei (che par di scatole)? Per le situazioni assurde (concordo: ma 'n c'aveva casa quello)? E poi... ma che ce frega delle misure! Basta che ci sai fare no? E che duri un po' più di cinque minuti! E se ti descrivi come uno senza sentimenti, che non ti importa delle opinioni altrui, inesorabile, senza pietà per nessuno, ma perché ti fai fare fesso da quella str... nonché p... di tua madre?! Ammazzala no? Possibilmente a bastonate che fanno male!! Se non si è capito la madre mi stava antipatica, come già detto in altro commento. Comunque questo libro anche se non lo leggevo.... ora mi tocca comprare anche il seguito, per curiosità! Mannaggia.
    Lucia

    RispondiElimina
  19. Ho fatto proprio bene ad attendere le vostre recensioni...ormai evito di acquistare romanzi che poi risultano scadenti! ;o)))

    Grazie Ele...sei sempre uno spasso da leggere nelle tue malelingue!

    Baci

    RispondiElimina
  20. ciao Ele
    sei spassosissima!!!!
    Mi trovo con te: le parti del romanzo che non mi sono piaciute sono state proprio l'inverosimile atto di spogliarsi dietro il paravento.... sarà che io mi assicuro che si chiuda a chiave la porta "anche" nei romanzi..... e la descrizione delle misure e del "farcelo entrate tutto"! sembrava una questione di vita o di morte!!!! Ma nel complesso il romanzo mi è piaciuto! L'amore di lui che viene descritto nel suo sguardo e che lei riesce a dipingere così bene da far in modo che lui se ne rende conto guardandosi! Poi tanto è spinta la prima parte, ma ripeto non mi hanno dato fastidio nemmeno i termini forti che usava lui (ma alla fine anche lei)... tanto è romantica e struggente la seconda... mi è sembrato di tornare indietro nel tempo era parecchio che non leggevo un romanzo dove i protagonisti, che si amano tanto, devono dividersi per bontà e per onore.... Ecco alla fine mi è dispiaciuto che l'autrice "dotando" tanto il protagonista, fisicamente, l'ha quasi reso ridicolo agli occhi delle lettrici mentre invece a me è piaciuto il suo modo di amare tanto lei... insomma è un bel personaggio maschile.
    Baci a tutte Marianna

    RispondiElimina
  21. In effetti la storia delle dimensioni, nel senso quanti centrimetri entrano o no, l'ho letta dopo e preferisco stendere un velo pietoso...
    Quando ho scritto questa recensione, non avevo finito di leggere il libro.
    Ci sono scene, che non riesco a digerire neppure se si parla di un hot.
    Ricordo che ho provato la stessa sensazione con "amore a ogni costo" della Kleypas, e voi ormai sapete che io AMO la Kleypas.
    Anche lì però mi aveva dato fastidio il fatto che mentre facevano l'amore, lui fosse così attento a contare, come se il resto non fosse così importante...
    In questo romanzo, ho trovato qualche situazione assurda e la scena di cui parli tu Marianna, nella quale lui fa l'amore con lei e guarda quanto entra e se entra...a me onestamente non è piaciuta proprio.

    @Lullibu: il commento non sarà partito...
    BACI

    RispondiElimina
  22. Quando contano i centimetri, e mettono proprio i numeretti, la scena di sesso per me smette di essere anche erotica ...

    RispondiElimina
  23. Ariconcordo con Ele, io adoro i romanzi un po' hard, ma non ridicoli! Per piacere, voglio scene forti e che fanno arrossire non scompisciarsi dalle risate! Non mi è piaciuta nessuna scena di sesso e parlo di sesso e non di amore, perché io non ce l'ho visto. L'amore era nella seconda parte del libro quando gli incontri di maratona e lotta libera sono finiti e sono continuati i piagnistei. Che poi come hanno fatto ad innamorarsi non parlando mai di se stessi e delle loro vite. Boh?!
    Lucia

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!