Lettrici sotto torchio...

Ormai sarete abituate alle nostre nuove idee e ai nostri giochetti.
Questa volta però, questo post nasce dall'esigenza di dare una "risposta" a chi ci definisce lettrici di "serie b". Questo perchè, anzichè leggere tomi di storia (che per inciso, molte di noi leggono!), leggiamo romanzi che parlano d'amore, di buoni sentimenti, di forti emozioni.
Io credo che quando si parla di cultura, non ci sono limiti logici.
C'è chi ha una cultura storica, chi ha una cultura cinematografica...beh!
Io (e credo che voi tutte siate d'accordo) penso che NOI abbiamo una cultura "romantica"...
E' ovvio che c'è chi ne ha più d'altre e c'è chi ne ha meno...
C'è chi si avvicina al genere in tarda età, c'è chi lo fa in gioventù.
Fatto sta che noi tutte possiamo discorrere di romanzi senza perplessità nè tantomeno incertezze...se gli addetti ai lavori contassero su di noi (come dvo dire stanno cominciando a fare!) sono certa che il mercato in generale funzionerebbe molto meglio...
Ma questa diciamo che è un'altra storia...
In virtù della nostra "competenza", credo che sia giusto intervistare una delle esponenti più preparate e complete di nostra conoscenza...praticamente un gurù della cultura romantica, siamo lieti di presentarvi: Alessandra Franciosi!
La riconoscete? Credo quasi nessuno…
Ma se vi dicessimo ,invece, Nuvolina?
Beh! In questo caso, sono certa che molte di voi, sicuramente, avranno visto il suo nick da qualche parte nell'etere!
Oggi, Nuvolina sara' la nostra lettrice beta.

Ciao Nuvolina!
Molte lettrici , mentre leggeranno questo post, si domanderanno: cosa fa di Nuvolina una lettrice cosi speciale al punto di intervistarla?


Un saluto a tutte!
Cosa rende di me una lettrice speciale? Mah!? Non penso assolutamente di avere qualcosa speciale, ma sicuramente ho una vasta conoscenza, che deriva dalla mia passione per la lettura e in particolare per il genere Rosa. Sonon anche molto curiosa, e questo mi porta a conoscere sempre nuovi generi di questo vasto mondo e nuove scrittrici.

Che sei un'accanita lettrice ne eravamo certi! Toglimi una curiosita' , quanti dei libri che leggi conservi effettivamente? E con quale criterio conservi alcuni ed altri no?

Io conservo praticamente tutti i miei romanzi. Ho l'intera collezione dei Grs, quasi tutti i romanzi Euroclub e un buon numero di Mondadori, contando anche i volumi sottiletta, tipo gli History per intenderci. In totale sono circa 3000 volumi, forse qualcosina di più.
Solitamente trovo qualcosa di bello in tutti i libri che leggo, un libro non è mai veramente brutto, salvo qualche eccezione, e quindi sono costretta a tenerli tutti! Rileggo molto spesso i miei libri, e non solo i miei preferiti, proprio perchè qualcosa di bello che ricordo c'è sempre.
Ho anche io i miei "must", quelli che per nessun motivo darei mai via e che ho prestato solo a persone di cui mi fido, chi mi conosce sa bene di quali parlo. Credo che nell'usato non esista più una copia di "Canzone Pagana della McKenna" da tanto ne ho parlato.

Nuvolina e' senza ombra di dubbio molto conosciuta nei vari siti e blogs di letteratura femminile,  inoltre segue attivamente anche le varie iniziative del genere, tra cui La vie en Rose. Ed e' proprio su di questo che mi vorrei soffermare, perché alla scorsa edizione de La vie en Rose, Nuvolina ha sorpreso con la sua conoscenza anche... raccontacelo tu, Nuvolina:

In effetti "Nuvolina" è diventanto il mio "marchio", anzi è praticamente il mio nome, vengo chiamata abitualmente Nuvo, Nuvola  anche nella vita reale. Cosi sia alla prima che alla seconda edizione della Vie en Rose è stato semplice per me venire riconosciuta.
Nella scorsa edizione ho avuto modo di conoscere la Signora Bazardi ( responsabile editoriale Harlequin), una persona molto gentile e disponibile e abbiamo chiacchierato molto di romance, sopratutto durante la cena. Mi è piaciuto molto conversare con lei e con le scrittrici, perchè avendo letto moltissimi libri sopratutto Romance, ero molto informata in particolare sulle vecchie uscite. E' stato davvero molto interessante potersi scambiare opinioni e dare anche, perche' no, qualche consiglio!

Leggendo cosi tanto, quali sono i momenti della giornata che dedichi alla lettura?


Io non ho dei momenti particolari, leggo sempre, se poi ho un libro particolarmente bello mollo tutto e mi isolo completamente, mi metto stesa a pancia in giù sul letto, l'i-pod a tutto volume nelle orecchie e il mondo non esiste più. Quando racconto questa cosa, tutte mi dicono ma come fai a leggere con la musica nelle orecchie, a noi serve il silenzio. Io non sento la musica, spesso finisce la playlist e non me ne accorgo neanche, la musica mi serve per isolarmi, non sento telefono, non sento campanello, praticamente non esisto per nessuno. Tanto per farvi un esempio, all'uscita del terzo romanzo della Ward, mio marito mi ha chiesto: ma 10 minuti per prepararmi da mangiare li trovi vero??


Da quanti anni leggi i romanzi rosa ? Ti chiedo questo perche' vorrei sapere , se secondo te, le lettrici sono cambiate, cioe' se alle lettrici di romance piace sempre lo stesso genere, o piuttosto, prediligono nuovi cliche'.

Leggo romance da 15 anni circa e non credo che le nuove lettrici abbiano gli stessi gusti delle vecchie lettrici. Io ad esempio non mi ritrovo spesso nelle opinioni che sento di giovani lettrici che si affacciano adesso al mondo dei Romance.
A me piace leggere storie dove i ruoli sono ben definiti, non amo molto le storie ambigue, dove gli eroi sono superman e le eroine sono wonder woman.
Mi piace leggere storie di vita vera, realistiche anche se romanzate, ma non sconvolte da trame irreali.
Credo che le nuove lettrici non apprezzino le vecchie trame, dove la donna era sempre più giovane dell'uomo, dove lui era rigorosamente il primo uomo della sua vita e lei era innamorata fin da piccola. Tanto  per citarne qualcuno, i libri della Palmer, che io adoro, proprio perchè sono strutturati così.
Dei romanzi “moderni” apprezzo il fatto che il protagonista maschile si esprima.  Nei vecchi romance non c'era quasi mai il punto di vista maschile, il libro era incentrato sulla protagonista femminile, venivano espressi solo i suoi pensieri, senza mai capire cosa pensava effettivamente l'uomo. In questi ultimi anni,  invece, la situazione è nettamente cambiata, e questo secondo me è un bel passo avanti.

Ormai hai quindi una vera cultura “romantica”.  Dopo aver letto tanti romanzi che, bene o male, hanno come protagonista assoluto l’amore, quali elementi deve contenere un romanzo per elevarsi rispetto agli altri?  Riesci ancora a fare una diversificazione tra ciò che soggettivamente ti piace, e ciò che oggettivamente è meritevole di attenzione?

Questa è una domanda complicata.  Se leggo un romanzo d'amore, l'amore tra i protagonisti deve essere in primo piano, deve essere tangibile, trasparente, non dare adito a nessun fraintendimento. Si deve respirare. Poi se oltre ad una bella storia d'amore come contorno c'è anche una accurata ricostruzione storica, una bella cornice di personaggi secondari , e anche qualche bella scena di sesso, allora il libro è perfetto.
Le scene di sesso, per me,  non sono  fondamentali in un romanzo d'amore. Faccio un esempio pratico. Nel libro di Margaret Moore “Il cavaliere nero” non c'è una sola scena di sesso, ma c'è una storia d'amore talmente bella che il sesso era superfluo, anzi sarebbe stato proprio inopportuno in quel tipo di libro. Di contro, invece, nel libro della Holly “Oltre l'innocenza”, il sesso era fondamentale per la storia.
Mi riferisco, comunque, ai Romance classici e non agli erotici, dove il fattore sesso è sempre in primo piano,  anche se,  malgrado siano erotici,  se non c'è come  base l'amore tra i protagonisti, il libro per me perde attrattiva.
Ultimamente ho letto il libro della Schone “ Il grido del desiderio” e proprio non mi è piaciuto, non ho trovato nessun tipo di amore in quel libro, ma una ripetuta sequenza di scene di sesso senza sentimento.
Un po' come capita a tutti, non sempre un libro "cattura" , benche' sia scritto bene. Ma cerco sempre di non farmi condizionare dalle mie precedenti letture, quando mi appresto a leggere un libro nuovo è come una pagina vuota che si riempie mentre le pagine scorrono, non giudico mai a priori un libro.

Quindi Nuvolina, benche' potresti essere un guru del Romance, non sempre ti trovi d'accordo con le opinioni di altre lettrici. Tu stessa mi hai confessato che hai dei gusti "barbari"...

Si , "barbaro" è la definizione che uso spesso, perche' ho realmente dei gusti “barbari”.
Vado sempre controcorrente, non seguo la massa, seguo solo il mio gusto.
Ad esempio il libro più brutto che io abbia mai letto è : "Ballando con Clara" della tanto osannata Mary Balogh( e qui mi linceranno) .  Io lo trovo orribile, sminuisce tutto quello che è la donna. E' vero che  la donna in quell'epoca era sottomessa, ma un tipo come Freddy, perchè non lo si può assolutamente definire un uomo, sarebbe da sopprimere e Clara è una povera donna patetica che mi ha innervosito per tutto il libro. Però sono testarda e ho continuato a comprare e leggere i libri della Balogh,  e pur continuano a non piacermi, continuo a leggerli perchè devo capire come mai piaccia tanto. Come dicevo prima, non giudico mai una scrittrice da un solo libro, perchè non è detto che se uno dei suoi romanzi non mi sia piaciuto gli altri siano uguali.

Avendo letto molti libri, spesso mi chiedono di consigliarne qualcuno, in quel caso  non mi baso su quello che è piaciuto a me, ma consiglio anche in base al gusto della persona che mi chiede consiglio. Insomma, se un romanzo non e' piaciuto a me, non e' detto che non debba piacere ad altri.

Quindi, benche' tu abbia dei gusti "barbari",  sei diventata consigliera di molte lettrici. Ma come fai a ricordarti di tutti i libri che hai letto? Inoltre, so per certo, che tu hai un metodo di lettura “particolare”…ti dispiacerebbe condividerlo con noi?!

Emm.... si è vero, ho un modo di leggere particolare: io inizio un libro.... dalla fine. Non leggo l'ultima pagina ma proprio l'ultimo capitolo, poi a ritroso leggo il penultimo capitolo e di nuovo l'ultimo capitolo, questo per 4 o 5 capitoli, poi inizio il libro dalla prima pagina e lo proseguo normalmente. Leggo l'ultimo capitolo anche prima di comprare un qualsiasi libro, in edicola come in libreria, mi metto li tranquilla, leggo l'ultimo capitolo e poi compro il libro.
Sono “barbara” anche nel modo di acquistare i libri.
Per quanto riguarda il ricordare i libri letti, oltre alla mia libreria su anobii, ho un librone, suddiviso per scrittrici in ordine alfabetico, dove scrivo tutti i libri che ho letto, questo mi aiuta a ricordare meglio.

Bene, Nuvolina grazie per il tempo che ci hai dedicato…
Per concludere la tua intervista, vorrei farti una domanda “personale”: come rispondi a tutti quelli che screditano le lettrici del romance? Ti senti sminuita come amante del genere?

A dire il vero non mi pongo il problema.  Proprio perchè a me non interessa molto quello che pensano gli altri, non ho problemi a leggere in pubblico. Porto con me sempre un romanzo. Leggo in posta, se devo fare anche solo 5 minuti di fila io leggo, non mi preoccupo delle orribili copertine di alcuni romanzi, se mi guardano pazienza, perchè penso che più che sminuire me come lettrice, sia sminuito proprio il genere in se stesso. Questo è un discorso che ho fatto anche con la Signora Bazardi proprio durante "La vie en Rose". Sono convinta che se questo genere fosse distribuito in libreria e non in edicola, nessuno avrebbe niente da dire. Nella ristretta mentalità delle persone i romanzi da edicola comunemente chiamati “volumetti” siano per casalinghe frustrate, mentre i libri per quanto brutti siano, venduti in libreria siano per persone serie. E' questa la vera discriminazione.
Come non trovo giusto, che i romanzi delle nostre scrittrici italiane non vengano nemmeno presi in considerazione...


Bene, care lettrici, a questo punto le domande poste a Nuvolina , le giriamo anche a voi :
Da quanto tempo leggete romance? Ricordate il titolo del primo romanzo lett?
Avete dei momenti o dei modi "particolari" di leggere? 
Cosa rispondete voi a coloro che ci classificano come lettrici di serie B?!

Fateci sapere tutto di voi come lettrici....





34 commenti:

  1. Cara Nuvolina, voglio essere la prima a lasciarti un commento per questa bella intervista che mi sono letta e gustata, esattamente come tu fai con i nostri romanzi. Ti ho conosciuta di persona e ti apprezzo molto. Dirò di più: sono orgogliosa di averti come lettrice. Un caro abbraccio.
    Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  2. grandeee Nuvo!!! che bella intervista..ma come fai a leggere un libro al contrario, mi chiedo? io al massimo posso leggere le ultime 3 righe della fine, ma non di più perchè non voglio rovinarmi la sorpresa della lettura!! comunque sei l'unica che conosco così afferrata in materia, ti si può chiedere qualunque cosa e tu conosci la risposta, hai una memoria di ferro, complimenti!! e un bacioooo grande, sono contentissima di averti conosciuta alla Vie en rose!!

    RispondiElimina
  3. Ross mi complimento per l'idea, mi piace molto questa rubrica dedicata alle lettrici. Finalmente, dopo tante autrici in erba, credo sia bello anche conoscere un pochino le lettrici.
    Chiaramente i complimenti a Nuvolina sono d'obbligo, si ricorda veramente tutto... ma come fai?!:)

    RispondiElimina
  4. Mi raccomando ragazze...rispondete anche voi alle domande finali!

    RispondiElimina
  5. Obbedisco Ele!
    1 - Da quanto tempo leggi Romance? Dall'età di 13 anni (ho cominciato con gli inserti di Intimità a puntate) e ora ne ho 41...fate voi il conto! =^_^=

    2 - Avete dei momenti o dei modi "particolari" di leggere? Nessuno...leggo ovunque...a tavola...sul letto...sul divano...dal dottore...in pausa pranzo al lavoro...ecc.

    3 - Cosa rispondete voi a coloro che ci classificano come lettrici di serie B? Che non capiscono un caxxo!! =^_^=

    Nuvolaaaaaaaaaaaa...gemellona mia...mi sembrava di leggere un'intervista a me...a parte il modo di leggere...per il resto condivido ogni tuo pensiero!! ;o)))
    Mi raccomando...ci vediamo Sabato!

    RispondiElimina
  6. Ho conosciuto Alessandra alla Vie en Rose, e ho parlato con lei durante la cena. La sua conoscenza del romance mi ha sbalordito, per non dire della sua memoria! Il pensiero di quel suo quaderno in cui annota i libri che ha letto e relativi commenti, mi ha deliziata... e preoccupata! Grazie, Nuvolina, di questa tua passione... spudorata, come sono solo le passioni vere. Sarebbe bello se tu fossi la nostra lettrice tipo... ma sarebbe chiedere troppo, no?
    Un bacione, Roberta Ciuffi

    Ah, anche io leggo sempre la fine dei libri: e se poi finiscono male? No, grazie.

    RispondiElimina
  7. Però voglio rispondere anche da lettrice:
    1- Ho cominciato a leggere romance tardi, a 30 anni circa. Il primo che ho comprato era un Mondadori intitolato: Amare a New Orleans. Ma i primi I Romanzi erano diversi, alcuni, per i miei gusti, un pò... disturbanti.
    2- Anche io leggo dappertutto, anche nelle pause tra una pagina scritta e l'altra da scrivere. Spesso mentre aspetto che bolla l'acqua della pasta!
    3- Quanto all'essere classificate di serie B... ma facciano un pò quello che vogliono! Finchè sono libera di leggere e scrivere quello che mi pare...
    Roberta Ciuffi... again

    RispondiElimina
  8. ohhhh che bell'intervista!!!io adoro la librria di nuvolina e tempo fa quando abbiamo fatto uno scambio le ho confidato che è il mio mito!!! vorrei averli letti io tutti quei romanzi!!!!!!
    allora rsp alle domande:
    1.Da quanto tempo leggi Romance? dal 1992 quando ho letto il primo GRS Amore e ...Odio!

    2.Avete dei momenti o dei modi "particolari" di leggere? mmm
    no adoro leggere a mare sulla spiaggia, o sul lettone a pancia in giù, o sul treno, o la sera,insomma sempre... modi particolari no, odio portarmi appresso i romanzi con copertine indecenti quello si... poi per i momenti soprattutto quando sto giù quando son presa da troppi pensieri bui bè un bel romanzo rosa mi aiuta ad isolarmi a trasferirmi per un pò in un'altra dimensione dove l'amore trionfa sempre... prediligo quelli storici e odio quelli col finale triste e che mi fanno piangere uffi... basta la vita che alle volte è talmente difficile ...
    3 - Cosa rispondete voi a coloro che ci classificano come lettrici di serie B? caspiterina, sono cresciuta con questa etichetta, fra lettori tutti di serie A che mi dicevano che leggere sta "roba" fa male... ma ho continuato a leggere, eh già o ammetto no sono letture impegnative, ma che vuol dire? se ti legg un fabio volo, un giobbe covatta, un w. smith ...l sono? no li trovo allo stesso livello... solo che non li vendono in edicola, non hanno copertine scabrose e costano tanto di più.

    saluti e baci cris ec - lunatitub!

    RispondiElimina
  9. Finalmente un post su Alessndra/Nuvolina!Era proprio ora! Sono felice di informarvi che io sono una "consigliata" di Alessandra che, oltre ad avere in materia un cultura immensa, conosce alla perfezione i miei gusti e mi da sempre la dritta giusta! Alessandra mi ha consigliato dei libri indimenticabili, lei mi conosce e sa che non ci devono essere vedove, libertini, debuttatnti, schermaglie amorose, non ci deve essere troppa gente, troppi spostamenti geografici, troppa inverosimiglianza e possibilmente devono essere presenti ambientanzioni sinistre e fosche e se c'è pure qualche assassino che gira indisturbato meglio ancora! Vi renderete conto amiche care che trovare libri che rispondano a tutti questi criteri è quantomai difficile, eppure Alessandra pesca nella sua memoria e ci riesce sempre. Vi cito solo gli ultimi due che mi ha consigliato, dei veri capolavori purtroppo semisconosciuti, "L'inferno dei vivi" e "Perfide trame". Storie semplici, intime, circoscritte all'amore e ai suoi protagonisti. Condivido in pieno il suo discorso sulle giovani lettrici e sul cambiamento di gusti. Insomma gloria e riconoscimenti ad Alessandra che oltre ad essere un'esperta è una grandissima amica a cui voglio molto bene e colgo l'occasione per dirglielo in questa sede.
    Per rispondere alle domande:
    - leggo di tutto da quando ho memoria
    - mi piace leggere la sera a letto
    - a chi mi dice che sono una lettrice di serie b rispondo che ignoro, tacciandole di demenza, le persone che etichettano, che ho letto libri che loro magari nemmeno si sognano ( scusate ma a volte tocca essere immodesti ) e che vorrei che vedessero cosa c'è in questo momento sul mio comodino:
    - un collezione Harmony dell'83
    - Opinioni di un Clown di H. Boll
    - Ritratto di Signora di Henry James
    che tradotto vuol dire: "tiè!"
    Un bacio a tutte e a Nuvolina e compplimenti per il post e per la sua protagonista!
    Lilli

    n.b. ci sarà un sorteggio e chi vince si accaparra la libreria di Ale????

    RispondiElimina
  10. Lilliiiiiiiiiiiiiii!
    Non dico altro....:)) non ce la faccio, sto morta dal ridereeee!!

    RispondiElimina
  11. @Lilli sei terribile!!! Comunque, l'idea del sorteggio con la libreria di Nuvo non è per niente male!!!
    Nuvo che dici?! Ti attira l'idea?!Pensa a quanto spazio guadagneresti...

    RispondiElimina
  12. Ho letto l'intervista a Nuvolina e mi è piaciuta. L'ho trovata interessante.
    E ora arriviamo alle domande poste!
    Allora:
    1)Esattamente da quando ho cominciato a leggere questi romanzi non ricordo, forse da sempre, all'inizio "rubandoli" alla mamma. E diciamo che inconsciamente mi ha plagiato! Anche se in realtà leggo un pò di tutto, questi tipi di romanzi li adoro perchè danno modo di sognare.
    2)Il titolo del primo romanzo non lo ricordo però quello che mi viene in mente è che era uno della serie Harmony bianca, quelli che parlano di medici e infermiere. Penso almeno che fosse quello! E' un flash che mi è passato per la mente ora.
    3)Un modo particolare per leggere non ce l'ho. Leggo nel modo classico; nel senso che comincio dalla prima pagine e proseguo. Anche se devo essere onesta e ogni tanto dò una sbirciatina alla fine dei libri per vedere cosa succede. Ma leggo solo le ultime righe. Sono curiosa!
    4)E chi ci dà delle lettrici di serie B voglio dire che non capiscono niente. E' giusto dire che i gusti sono gusti però senza esagerare. Mica posso leggere solo libri dove io uccido quello, tu uccidi quell'altro e lui ne ammazza uno diverso; se no sai che tristezza. Giusto per fare un esempio.
    Almeno con questi libri la mente vola......

    RispondiElimina
  13. Seguo questo blog solo da qualche mese per cui non conoscevo Nuvolina e sono davvero rimasta incantata dalla sua biblioteca e dalla sua competenza. Concordo col pensiero esposto nell'intervista soprattutto quando dice che se i romance Harlequin e Mondadori fossero venduti esclusivamente in libreria sarebbero meno bistrattati ma vorrei anche aggiungere che ad essere di serie A o B sono solo le autrici: c'è chi sa scrivere bene e chi no!! E non mi spiego perché Stephen King o Faletti sono classificati nella prima categoria mentre Karen Robards e la nostra Ciuffi nella seconda. Perché poi doversi vergognare quando leggiamo le seconde e non i primi che umanamente dovrebbero creare molta più repulsione per le loro storie torbide e truculente!
    Leggo romanzi rosa da 25 anni ormai - eh sì ho cominciato anch'io a 13 anni! - e il mio primo libro è stato di Janet Dailey, se non ricordo male. Non avevo molti soldi per comprarmeli ma per fortuna me li prestava a borse la zia di un'amica. Che gioia sedersi sul tappeto in cameretta e dividerli per collana. Le prime che leggevo erano quelle che mi piacevano meno- Harmony rosa, bianca e Jolly, di autrici inglesi o australiane che trovavo troppo stereotipati e tenevo per ultime le mie preferite: Destiny, Oro e Romanzi americani. Le autrici americane le trovavo più fresche, ironiche e spigliate e le sentivo più affini al mio modo di essere. Tengo ancora come una reliquia "Silenzio il playboy dorme" di Anne Mac Allister.
    Poi ho cominciato a lavorare ed ho potuto permettermi di iscrivermi ai club della Mondadori scoprendo La Woodiwiss. L'amavo molto e ne ho parecchi dei suoi libri ma le sue eroine troppo perfette mi hanno sempre disturbato parecchio. Finché è arrivato il grande amore: Karen Robards. Grande, grandissima. Ironica, umana, capace di far vibrare le pagine e toccare il cuore anche scrivendo del quotidiano.
    Ora non compro molto ma cerco di seguire autrici come la Wiggs, la Simmons, Ruth Langan e sto scoprendo, grazie a questo blog le rose nostre che, concordo, sono bravissime ma ingiustamente trattate da cenerentole. Sarebbe ora che più spesso una buona fatina le aiutasse ad andare al ballo!
    Susanna

    RispondiElimina
  14. Che emozione, quasi non ci credevo, grazie a tutte per le belle parole.
    Un ringraziamento spaciale a Mariangela e Roberta, siete state davvero molto gentili è un vero piacere anche per me avervi conosciute e leggere i vostri romanzi, vi ho scoperte tardi ma sto recuperando velocemente.

    Per quel che rigurda il sorteggio e il relativo premio, va bene se vi do un litro di sangue al posto della libreria????? Hihihi.

    RispondiElimina
  15. Brava Alessandra!
    La tua intervista rappresenta molte, forse tutte noi, con ovviamente qualche eccezione relativa ai sistemi operativi di lettura ;)
    Comunque condivido tutto e soprattutto sono molto contenta di averti conosciuto, sei davvero la massima esperta del mondo romance, grazie per i consigli e la tua amicizia.
    Per rispondere alle domande in breve:
    1. Leggo romance da quando ero ragazzina, intorno 14/15 anni
    2.Il primissimo romanzo non lo ricordo doveva essere un Collezione Harmony, ma ricordo il primo storico, Lynda Trent "Il Corsaro dei Mari", grs del lontano '92
    3. In generale ho sempre letto nei momenti liberi e soprattutto la sera prima di addormentarmi, a volte a diritto per ore fino a che non vedevo la fine. Adesso ho meno tempo, cerco di ottimizzarlo,
    porto sempre un romanzo in borsa, leggo dal parrucchiere, in fila dal dottore o dove capita di aspettare
    4. Me ne frego abbastanza, ognuno hai i suoi gusti, però quando ci penso a volte mi viene una rabbia grrrrrr
    lety

    RispondiElimina
  16. Bellissima intervista, complimenti !
    Sto sbavando in maniera indegna davanti alla libreria di Nuvolina (è un sogno divenuto realtà )
    Beata te cara Nuvola !
    Ma arriviamo alla domande ...

    Da quanto tempo leggete romance?
    Vediamo...leggo da quando ero adolescente ma ho iniziato a leggere romance da grandicella avevo 23 anni ...quindi 8 anni circa (rispetto a molte di voi sono una pivellina):)

    Ricordate il titolo del primo romanzo lett?
    Oh si e come potrei scordarlo !!! Da allora è stato amore a prima vista : "La Spia della Corona" di Julia Quinn

    Avete dei momenti o dei modi "particolari" di leggere?
    Io leggo sempre nel primo pomeriggio, stravaccata sul divano quando sono sola a casa e posso staccare la spina da tutto e tutti.
    Non ho modi particolari per leggere tranne il fatto che prima d'iniziare un libro leggo sempre l'ultima pagina !

    Cosa rispondete voi a coloro che ci classificano come lettrici di serie B?!
    Peggio per loro, non sanno quel che si perdono ^^

    RispondiElimina
  17. @Ele si sono terribile :), ma quando ce vò ce vò! Un bacione a tutte e voi e @Rossssssssssssssssss smettila di ridere :). Questo post, come tanti altri, sono la dimostrazione che questo è davvero un blog corale e che questo aggettivo non è usato, quindi, così per dire! BRAVA ROSS :)
    Lilli

    RispondiElimina
  18. Congratulazioni a Nuvolina per la bella intervista e per la sua grandissima conoscenza!
    Per quanto riguarda le domande, leggo romanzi rosa da quando avevo 13/14 anni e il primo è stato "Rosa d'inverno" della mitica Woodiwiss. Mi piace leggere ovunque ma se sono romanzi a cui tengo moltissimo (vedi Ward e Stuart)preferisco leggerli tranquilla a casuccia distesa sul divano. Anche io vado dritta alla fine prima di iniziare un libro ma leggo solo l'ultima parola, come una specie di rito scaramantico. Non mi interessa essere giudicata lettrice di serie B perchè per me la lettura è evasione e quindi leggo quello che mi fa sognare e staccare dal quotidiano!

    RispondiElimina
  19. Beh complimenti Nuvo, troppo bella la tua libreria!!!

    e adesso rispondo alle domande.....

    Da quanto tempo leggete romance? Beh non da tantissimo ho scoperto i romance, da quasi 5 anni ovvero dopo la nascita di mia figlia, e tutto perchè la nonna di mio marito ha fatto trasloco e molti romanzi o li prendevo io o li buttava! beh capirete che li ho presi, stupendi quelli vecchi vecchi suoi e lì mi sono innamorata di questo genere.

    Ricordate il titolo del primo romanzo lett? Allora proprio il primo che ho letto no, ma ricordo uno che ho adorato dei primi un harmony Oro "Un legame travolgente" di Nancy Martin, l'ho letto un paio di volte di sicuro!

    Avete dei momenti o dei modi "particolari" di leggere?
    Per me ogni momento è buono per leggere ho sempre un romanzo in borsetta e quando posso leggo, il mio posto preferito è sul divano, però leggo anche finchè cucino anche a tavola a volte il che mi è costata una nota di demerito da mio marito! non vuole! dice che mi isolo e che non esisto più! ihihihih è vero! a dirittura non vado a letto senza avere un romanzo sul comodino anche se non iniziato! non ci riesco è più forte di me!

    Cosa rispondete voi a coloro che ci classificano come lettrici di serie B?!
    Bhe, prima di classificare dovrebbero leggere qualcosa! è vero le copertine a volte imbarazzano però io leggo lo stesso alla facciaccia di tutti! e ne vado orgogliosa!
    un bacione
    Annika

    RispondiElimina
  20. Bellissima intervista, complimenti Alessandra!!! Ho avuto il piacere e l'onore di vedere dal vivo questa libreria stupenda(in effetti i "buchi" che vedete negli scaffali sono i circa tre scatoloni che mi sono portata a casa io!!!)

    Rispondendo alle domande:leggo romnance da circa 20 anni, il primo romanzo che ho letto è stato Il celebre libertino della Balogh e finora l'unico che mi sia piaciuto di questa autrice.
    Leggo praticamente dappertutto appena ho un attimo libero e non mi importa assolutamente nulla di quello che pensano gli altri sulle mie letture!!

    RispondiElimina
  21. GRANDE NUVOLINAAAAAA ! Che bello vedere finalmente la tua famosa libreria ^_^
    Solo su na cosa non mi trovo d'accordo con te Nuvo.... non leggo MAI la fine per prima, e ti dirò di più: non leggo neppure le recensioni se un libro non l'ho letto ^_*
    Grande Nuvolinaaaaaaa, ormai SEI UN MITO PER TUTTE NOI *_*

    Io leggo da quando avevo 19 anni, ho iniziato comprando sulle bancarelle d'estate, attirata dalle splendide copertine che faceva una volta la mondadori... *_* I romanzi pubblicati dal'95 in poi per capirci *_^ Il primo che ho letto è stato però un CDE della grande Woodiwiss LA DONNA DEL FIUME e dei rm il primo è stato uno della meravigliosa Amanda Quick RENDEZ VOUS e SEDUZIONE Ahhhh che romanzi stupendi *______*

    RispondiElimina
  22. 1) Since 1987-88, a 18 anni.
    2) Primo assoluto:
    "Rosa d'inverno" di Kathleen Woodiwiss.
    3) La sera infilata sotto le coperte, alla luce della mia abat jour(mai musica o tv accese,o persone intorno; mai fuori casa)

    Bellissima idea!
    Bacio

    Lady Peonia

    RispondiElimina
  23. Brava Nuvo bellissima intervista e soprattutto bellissima libreria!!! Anch'io come Lara ho avuto il privilegio di vederla dal vero e di attingervi!!!
    Ho iniziato a leggere dodici anni fa quando ero incinta della mia prima figlia e non ho più smesso. Ho iniziato con la Woodwiis ma ricordo perfettamente che il primo acquistato in edicola fu Il cavaliere rosso della Simmons una meraviglia!!! Anch'io leggo prima la fine ma non oso farlo in edicola (non sono spudorata come Nuvo). Per chi ci considera di serie B che vada a ....!!!
    Baci Nuvoooooo

    RispondiElimina
  24. ciao a tutte
    bella iniziativa di intervistare le lettrici!
    Complimenti Nuvolina per la tua collezione, per la tua memoria e per la pazienza di annotare tutti libri letti...è una cosa che dico sempre di voler fare anche io ma non ci sono mai riuscita.... Mi trovo con te anche per il fatto che adesso il personaggio maschile do esprima e ed i suoi pensieri non siano noti, riassunti, solo alla fine del libro... anzi in alcuni libri, tipo "patto con il diavolo", che sto leggendo adesso, "lui"è quasi il protagonista assoluto e lei quella più ermetica. Pensa che nel lontano 1982/83 scrissi anche alla Harmony,quando chiedevano il parere delle lettrici con i questionari, il perchè le autrici ci descrivessero sempre e solo il puntoi di vista di lei....
    Spero di conoscerti di persona in qualche prossimo raduno "rosa"...
    eniamo a me ho iniziato a leggere "rosa"verso i 12 anni gli inserti di intimità che mi passava mia zia.... il primo romanzo Magalì di Delly letto e riletto....Leggo dovunque ho quasi sempre un romanzo in borsa così non mi annoio... non ho un orario preciso tranne appena alzata mentre aspetto il caffè (a fiamma basa ci vuole almeno un quarto dìora) ed il mio modo per iniziare in rosa una giornata.
    Baci a tutte

    RispondiElimina
  25. Stavo leggendo i commenti quando mi sono imbattuta in quelli della Ciuffi ed ho deciso di rispondere alle domande prima di completare la lettura ...

    Non ci posso credere ma anche io come lei ho iniziato tardi, anche se un po' prima di lei, a leggere romanzi... sempre che non vogliamo contare quelli della Austen ;-) Ho acquistato i primi Romanzi in edicola a 29 anni e "Amare a New Orleans" è stato appunto uno dei primi che ho letto, per fortuna non il primo anche se avrebbe potuto essere l'ultimo.

    In materia di letture sono onnivora quindi le classificazioni non le ascolto proprio tanto le trovo assurde.

    Complimenti a Nuvolina per la libreria e per la memoria!

    RispondiElimina
  26. Ah dimenticavo...oltre a leggere un po' di tutto leggo... sempre... a tavola, a letto, in viaggio, mentre mangio, ascolto musica o tv, mentre cucino... solo sotto la doccia non sono ancora riuscita a portarmi i libri...

    RispondiElimina
  27. Nuvolina, sei una grande!!! :-)
    Posso farti una domanda? Come mai cominci i libri leggendo gli ultimi capitoli? Mi hai incuriosita.
    Per quanto mi riguarda, è difficile rispondere alle domande fatte. Da quanto tempo leggo romance? Beh, avevo iniziato da ragazzina (secoli fa)poi per un lungo periodo li avevo abbandonati e ho ripreso a pieno ritmo da circa tre anni. Il titolo del primo romance? E chi se lo ricorda? L'ho detto che sono passati secoli!!! :-P
    Non credo di avere modi particolari di leggere e a chi considera la letteratura rosa di serie B rispondo con una domanda: allora perché siamo così tante a leggerla? :-P

    RispondiElimina
  28. Invidio Nuvolina, non per la sua libreria (se avessi tenuto tutti i libri letti credo che l'avrei quasi raggiunta), ma per la memoria di ciò che legge. A volte mi viene una rabbia quando pubblicate i post con gli indizi e io non ricordo niente! E quando vedo la soluzione mi mordo le dita! Mannaggia! Comunque io ho iniziato molto giovane a leggere i racconti su Intimità e Confidenze. Poi i Bluemoon e gli Harmony. Poi ho avuto l'illuminazione:
    Shanna, nel 1982, mia adorata KEW (no l'anno non lo ricordavo, ma sono andata a prendere il mio mitico straconsumato libro e ho visto l'anno) e ora mi è tornata la voglia di leggerlo. Sign, me lo consumoooo!
    Io come Nuvola leggo la fine e non solo anche in mezzo, però, a volte, siccome non mi piace molto ciò che leggo, non riesco a finire il libro. Acc... che fregatura!
    Leggo in bagno (infatti mi dimentico di uscire), sull'autobus, sul treno, dal dottore, dappertutto, ma soprattutto in santa pace la sera (fantastico).
    Noi lettrici di serie B? Ma chi lo dice? Mi sono portata Harold Robbins sulla metro e non mi sono vergognata. Che mi frega? Quando leggo non sento e non vedo nessuno. A volte ho saltato perfino la fermata.Ma vuoi mettere il mondo dei Romance con la realtà???
    Un saluto a Nuvolina che intravedo nei commenti di vari blog. I miei gusti non sono proprio come i suoi (adoro la Schone). Ma i gusti so' gusti.
    Lucia

    RispondiElimina
  29. Brava Nuvo!!!!!!!!!!!
    Complimenti, bellissima intervista!

    Laura

    RispondiElimina
  30. Fino all'età di 15 anni odiavo leggere. Un pomeriggio a casa di mia zia trovai un libro uscito con la rivista Confidenze e da quel momento non ho smesso più. Anzi vorrei chiedere a Nuvolina se per caso può aiutarmi a scoprire chi lo ha scritto. Era un romance storico, s'intitolava "Odio e Amore" e ricordo che il protagonista maschile era un medico. Grazie.
    Ho letto circa 1000 Romance (I ROMANZI, Harmony, Bluemoon, etc. etc.). Non li ho conservati tutti perché sono davvero molto selettiva e difficile da soddisfare. Desidero conservare solo i "must". Anch'io, come nuvolina, ho un quaderno dove scrivo i titoli dei libri che ho letto. Porto sempre un libro in borsa e non mi sento una lettrice di serie B. Non m'importa dei giudizi degli altri.
    Leggo sempre un romanzo alla volta e lo leggo in modo tradizionale.

    RispondiElimina
  31. @LadyAileen:
    può essere ODIO E AMORE di Ruby Turberville, del 1994?

    Laura

    RispondiElimina
  32. Da quanto tempo leggete romance?
    saranno 15 anni anche x me! :-)

    Ricordate il titolo del primo romanzo letto?
    non ricordo il titolo, ma ricordo che era un libro letto di nascosto! uno degli harmony di mia mamma (che lei non voleva leggessi xchè erano 'pornografici' hi hi hi) e ricordo di questa lettura proibita nei momenti in cui lei non era a casa, un pezzetto alla volta... era un contemporaneo e c'era effettivamente un sacco di sesso (o almeno così era x me che avevo si e no 13 anni!)

    Avete dei momenti o dei modi "particolari" di leggere?
    in genere la sera, ma il massimo della goduria è quando mi prendo qualche ora in pieno pomeriggio, sul divano, in barba a tutti i lavori di casa e alla studio che trascuro... trasgressione pura!


    Cosa rispondete voi a coloro che ci classificano come lettrici di serie B?!
    che dipende. che ci sono libri proprio belli, seri e profondi. che svagarsi non è peccato (e se c'è gente che non si vergogna a leggere la gazzetta dello sporto o quattroruote... perchè dovrei io?).

    RispondiElimina
  33. @Laura
    Purtroppo non é quello. Ricordo che era bello doppio ed era uscito per Confidenze. Grazie per averci provato. Ho chiesto perfino alla redazione di Confidenze ma non se lo ricordano. Dovrebbe essere uscito tra il 1990-91.

    RispondiElimina
  34. Finalmente ho letto l'intervista! La libreria di Nuvolina l'ho vista dal vivo... quanti libri!!!

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!