Prima di Natale di Eloisa James


"Prima di natale" è il secondo romanzo della saga duchesse disperate di Eloisa James.
Già il primo non era un capolavoro (anzi, tutto il contrario!)ma pensavo fosse perchè dava una panoramica completa sulla saga.
Questo ahimè è quasi allo stesso livello del primo.
Io credo che il vero problema della saga sia la figura di Jemma, la duchessa Beaumont.
Jemma è un personaggio troppo forte, troppo intrigante e intelligente; per questo, tende ad oscurare del tutto i personaggi femminili che le si affiancano...
L'autrice inoltre, accentua ancora di più questo aspetto (che comunque viene in evidenza!) regalando battute (per me infelici!) all'eroe di turno:
"Se non fossi innamorato di lei - replicò il duca raccogliendo la scintilla maliziosa che le danzava nelle iridi - non mi getterei ai vostri piedi per implorare le briciole."
La duchessa lo studiò deliberatamente dall'alto in basso, soffermandosi con insistenza a metà del suo corpo.
- E se voi non foste sposato, probabilmente vi avrei lanciato un osso.O due.
Era così adorabile che Fletch si chinò per darle un bacio...


Lascio a voi le conclusioni...

La vera ragione per la quale sto parlando di questo libro, che altrimenti avrei tranquillamente depositato nel dimenticatoio, è l'emozione che ho avvertito nelle ultime pagine...
Perchè è bello?
No, per niente.
Perchè è brutto?
No, non ha la forza di esserlo...
Perchè è hot?
Non particolarmente...

Sapete perchè?!
Perchè mi sono sentita in imbarazzo per la protagonista!!! (e un pò anche per lui...)
Imbarazzo ragazze, puro e semplice, e devo dire che è una sensazione che difficilmente sento leggendo i romanzi!
Vi spiego subito il perchè:
la nostra eroina per 4 anni di matrimonio è stata completamente frigida, per nulla interessata al talamo nuziale, arrivando al punto di dire al consorte di preferire ridurre al massimo la questione...
Tenete presente che lei non prova piacere neppure per un bacio: le da addirittura disgusto!
(Sui motivi forniti dall'autrice, stendiamo un velo pietoso...)
Finalmente, Poppy, dopo aver regalato anni di frustrazione sessuale al proprio consorte (che non riesce neppure a tradirla nè a smettere di amarla!), comincia a sentire desiderio per lui e vuole riattirarlo nel suo letto!
Fin qui, diciamo che tutto va bene, ma la tempistica ragazze!
Avete mai pensato a quanto sia importante?!
Immaginate di trovarvi in un ricevimento natalizio a casa del Duca di Beaumont, dopo cena. Tutti gli uomini stanno sorseggiando il porto e discutendo di vari argomenti.
All'improvviso, entrano le donne nella stanza, capeggiate da Poppy appunto vestita in maniera alquanto provocante...(prima era vestita normale!)
"Aveva i riccioli appuntati in cima alla testa e trattenuti da gioielli scintillanti; alcuni boccoli però le ricadevano sulle spalle. Gli occhi erano generosamente bistrati di nero e sembravano due volte più grandi.Le labbra erano cremisi.Indossava un abito scarlatto, e il corpetto era talmente scollato da mettere in evidenza il seno, i cui capezzoli erano velati da un velo impalpabile.
Nel salottino cadde una cappa di silenzio.
- Buonasera signora.- disse Fletch.
- Sono qui solo per la serata.
- In visita?
- Vengo dalla Francia.
Dietro Jemma rideva. I seni della moglie erano visibili a tutti i presenti...
- E cosa volete?
- Voglio te!
Proprio lì in un salotto pieno di suoi pari sghignazzanti con almeno due o tre valletti,per non parlare del maggiordono, il duca di Fletcher prese tra le braccia la donna e uscì a grandi falcate..."


Ora, a voi questa scena non da imbarazzo?
A me moltissimo...pensavo a cosa pensavano gli altri...
Insomma, uno scivolone!
A questo punto, aspetto con ansia soltanto il libro dedicato a Jemma...
E voi cosa ne pensate?!
E' stata per voi una lettura piacevole?!


Ele




16 commenti:

  1. Io volevo prenderlo perché la trama mi ispirava, ma poi non l'ho fatto (troppe spese nell'ultimo mese). Quindi, secondo te, non ne vale la pena? Riguardo alla scena che hai riportato, effettivamente anch'io mi sarei sentita in imbarazzo, eh eh eh.

    RispondiElimina
  2. Ele sei grandiosa...
    Non l'ho trovato peggio del primo ma come te li ho letti entrambi considerando come protagonisti Jemma e Beaumont, per me l'unica coppia (finora) degna di interesse; e credo che quello sarà l'unico "Romanzo" della saga: o varrà il prezzo dell'attesa o sarà una delusione cocente.

    RispondiElimina
  3. Dopo questa recensione...ribadisco che faccio bene a non considerare questa autrice...sinceramente non è nelle mie corde! :oDDD

    Grande Ele...metti sempre il dito nella piaga...continua così! ;o)))

    RispondiElimina
  4. Mi fai morire!!! Grazie al lunedi' questi tuoi post sono un toccasana!

    RispondiElimina
  5. Hai ragione Ele, io ho iniziato a leggere sto libro, ma l'ho abbandonato proprio perchè mi irritava parecchio !
    E che cavolo, 4 anni di astinenza e poi tutta ad un tratto questa qui "desidera" il marito...insomma a me è già spiaciuto leggere le prime pagine quando lei si schifa perchè il suo innamorato la bacia con la lingua *_*
    E' inutile...l'ho abbandonato e sono sicura che non lo riprenderò più in mano !
    Ciao
    Gabrielle

    RispondiElimina
  6. Ma (domanda tendenziosa) secondo voi è davvero possibile avere ad una reazione di ribrezzo per un bacio con la lingua, a causa "dell'educazione ricevuta" da una madre frigida e bigotta, vivere per 4 anni un matrimonio sessualmente freddo e insipido (o quasi rivoltante) e poi all'improvviso cambiare idea e desiderare il marito? Possibile non aver mai ceduto alla curiosità di chiedere ad un'amica in 4 anni se era "giusta" quella ritrosia?

    RispondiElimina
  7. Libera in effetti, ho pensato esattamente la stessa cosa.
    per questo ho trovato il romanzo poco credibile...
    Potrebbe il primo bacio essere sconvolgente, inatteso e forse (per quetse dame caste e pure!)un pò "strano", ma dal secondo non penso proprio..
    In 4 anni non è possibile che questa ragazza sia rimasta così "rimbambita"!!!

    RispondiElimina
  8. Per rispondere alla domanda di Libera io penso che non sia molto credibile. Cioè, è possibile a causa di un'educazione troppo rigida non riuscire ad abbandonarsi alle gioie dell'amore e anche avere problemi di questo tipo, ma non è che poi ci si sveglia da un giorno all'altro con il desiderio represso di saltare addosso al proprio marito!!! :-)

    RispondiElimina
  9. oohh Ele non sai che bella notizia mi hai dato!! quando l'ho visto in edicola, nonostante avessi letto il primo e volessi leggere questo dalla trama non mi sembrava granchè e dopo la tua recensione sono felicissima di non aver speso soldi inutilmente!!

    RispondiElimina
  10. Diana si penso che hai risparmiato a meno che...il romanzo sulla duchessa di Beaumont sia un capolavoro.
    In quel caso, potrebbe servirti per delinearne la personalità (che traspare benissimo da questo romanzo!).
    in quel caso, te lo presto!(se non lo vendo prima!)ihihihihih
    ;)

    RispondiElimina
  11. Ma perche' questa scrittrice fa assomigliare le protagoniste a delle emerite cretine ? Ho praticamente buttato il primo romanzo senza averlo finito. Poi ho pensato: Va be' diamogli un'altra chance ! Manco ai cani !!!! la seconda protagonista e' piu' insulsa della seconda al punto che se ero io il marito gli avevo rifilato un bel calcione gia' al primo giorno di fidanzamento ! non so se si e' capito che non raccomando questo romanzo !!! un saluto a tutte Anna

    RispondiElimina
  12. No mannaggia allora devo leggerli io li ho comprati il primo ed il secondo a scatola chiusa ancora ma mi state spaventando :(

    Danila

    RispondiElimina
  13. Perchè siete così estremiste? io ho appena finito di leggere questo romanzo, a dire il vero l'ho trovato gradevole, e anzi la protagonista che tutte voi additate devo dire che per essere un romanzo rosa ha un percorso di crescita notevole, riesce a staccarsi dalla sudditanza delle madre e riesce a raggiungere una sua personalità anche sotto il profilo sessuale, il marito alias il nostro eroe devo dire che si dimostra una persona con una notevole forza di volontà rafforzata dall'amore per Poppy... Gemma è un personaggio molto forte ma proprio per questa sua particolarità ha bisogno di più tempo per avere un libro tutto suo, una persona così forte in un libro perde parecchio, invece sia dal primo libro (che anch'io ho trovato un po deludente) inizia a tracciare il suo profilo, la doppia partita a scacchi con il marito e il probabile amante, e poi Charlotte Tatlock non ditemi che non è un personaggio che incuriosisce...
    Se riesco a trovare un po di tempo provo a esporre meglio il mio giudizio su questo libro, se posso un consiglio per chi non l'ha ancora letto, iniziate la lettura senza pregiudizi, e ricordate che all'epoca ci si sposava a 18 anni e non c'era internet o la televisione, un maschietto nudo lo si vedeva la prima notte di nozze, sempre che il marito decideva di lasciare una candela accesa...
    Buona notte
    Lidia (non la vostra)

    RispondiElimina
  14. oh bravaaaaaaaaa lidia, una voce fuori dal coro!!!!!!!se vuoi scrivere qualcosa sul romanzo, scrivimi pure che lo pubblichiamo..

    RispondiElimina
  15. vai lidia, vai... io devo leggere il libro, facci una bella recensione!!!
    voglio avere tutte le opinioni!
    Lety

    RispondiElimina
  16. @lidia smettila di firmarti "non la nostra" ho detto "ormai la nostra" e dovresti sapere che io ho più autorità di Rossss :)
    Lilli prima del ban ehehehehe

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!