Passa ai contenuti principali

"Demons" di Gena Showalter

Direttamente dalla scrivania di Noco:


Ho sentito pareri discordanti su questa pubblicazione, ed ora vi dirò la mia….
Si tratta di un antologia:
*Il primo racconto”Demon’s fire” lungo un centinaio di pagine, narra di come la dea
dell’oppressione sia diventata il “contenitore” di tutti i mali, cioè il famigerato “vaso di Pandora”, ed è a tutti gli effetti il Prequel della serie di Signori degli inferi.
*Il secondo “La maledizione dell’amazzone” appartiene ad un’altra serie, ambientata
ad Atlantide, posto in cui gli dei hanno sistemato popolazioni di razze diverse (demoni, vampiri, sirene, draghi, amazzoni…) in perenne guerra tra di loro.
*Il terzo “Demon’s Prison” inquadra la situazione sull’Olimpo dopo la caduta degli dei e la presa di potere dei Titani. E’ quindi un parallelo inseribile dopo “Demon’s Pleasure”, A cui c’è un vago riferimento.
*Infine ci sono dei contenuti Speciali, dal mio punto di vista, utili per riassumere ed inquadrare meglio la serie dei Signori degli Inferi.

Naturalmente i racconti sono storie d’amore (condite da sesso “alternativo”), che si
snodano lungo queste direttive. Non me ne voglia nessuno, ma ho trovato i protagonisti un po’ vuoti, le storie superficiali e decisamente poco approfondite, forse anche perché sono molto brevi, quindi non mi soffermo più di tanto a parlarne. Resta il fatto che l’autrice mantiene il suo stile piacevole, spigliato e scorrevole.
Però, però, però…
Ritengo indispensabile aver letto questo libro e sono felicissima del mio acquisto.
Infatti per chi, come me, ha adorato la serie dei Demoni, ed aspetta con ansia il prossimo episodio, questi racconti brevi risultano indispensabili, perché sviluppano dei punti “al di fuori” della storia, che, altrimenti, sarebbero un po’ oscuri. Insomma: completa!
Inoltre contiene un utile riassunto dei vari Demoni con descrizione fisiche e di poteri,assolutamente impedibile per serie lunghe e ricche di personaggi come questa…
quante volte ci siamo lamentate di doverci annotare nomi e caratteristiche per poterci ricordare dei protagonisti tra un’uscita e l’altra?
La definirei una guida da tenere sotto mano per orientarsi nel mondo oscuro dei “Lords of the Underworld”.

Un discorso a parte merita il racconto “La maledizione dell’amazzone” che, come ho
detto, fa parte di un’altra serie di quest’autrice, inedita in Italia: se mai la si pubblicherà, questo diventerà un tassello fondamentale per completarla.
Quindi OCCHIO!!!
E’ super consigliato a chi, come me, non vuole completare le serie sbattendosi oltre al dovuto per cercare racconti sparsi in lingua originale, facendosi del male nel tentativo di leggerli e comprenderli in inglese…
E’ oltretutto, secondo me, il racconto più originale tra quelli proposti: introduce personaggi nuovi, abbozzando un mondo parallelo in cui vari “popoli” si confrontano, combattono ed interagiscono, con gli immancabili Dei cattivi, pronti a “rompere la uova nel paniere".
Che aggiungere? Con tutte queste premesse la serie mi stuzzica moltissimo!!!!

Concludendo, ringrazio la casa editrice per aver scelto, coraggiosamente, la pubblicazione di quest’antologia, visto che nel nostro paese, mi pare, come genere non è molto apprezzato.
Aggiungo comunque un appello:  avete notizie sulla pubblicazione della serie di Atlantide?!

Noco.










Commenti

  1. ciao Noco
    complimenti per la recenzione!
    Posso chiederti quado è uscito questo romanzo perchè mi sa che me lo sono perso!!!!
    baci Marianna

    RispondiElimina
  2. Noco, adoro questa serie!
    Ci voleva proprio una bella recensione!
    Lety

    RispondiElimina
  3. Ciao Noco
    ottima recensione! concordo con te e certamente la storia dell'amazzone mi è piaciuta molto. Complimenti Daniela C

    RispondiElimina
  4. A me invece questo libro ha un po' deluso. Concordo con Noco sull'utilità della guida sui signori degli inferi. L'unica storia che ha me è piaciuta e quella di Atlas e Nike, spero di ritrovarli negli altri libri.
    Lucia

    RispondiElimina
  5. Come sempre Noco ti leggo MOLTO volentieri.....BRAVISSIMA!!!
    A me questa antologia non è piaciuta per niente....
    La giuda, se così si può chiamare, l'ho trovata incompleta e la scelta di pubblicare l'ultimo racconto l'ho trovata del tutto inutile.
    Tieni presente, che io adoro Gena e la serie dei Demoni...
    Peccato, perchè l'aspettavo da tanto.....
    Aspetto altre tue recensioni cara....!!!!
    Morena

    RispondiElimina
  6. Io all'inizio mi ero appassionata ai demoni della Showalter, ma poi ho perso interesse. Questa raccolta nemmeno l'ho comprata! :-P
    Cmq mi congratulo con Noco per la bellissima recensione.

    RispondiElimina
  7. Io all'inizio mi ero appassionata ai demoni della Showalter, ma poi ho perso interesse. Questa raccolta nemmeno l'ho comprata! :-P

    RispondiElimina
  8. imida, che rifiuta le luci della ribalta mediatica e che, invece .apprezza una passeggiata ai Giardini del Lussemburgo. Le pagine raccontano dell'amicizia iniziata negli anni Settanta tra i due; una testimonianza descritta nel resoconto di incontri .

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

.... Ogni storia che viene narrata Ha dietro una persona che l’ha creata: Nella mente un pensiero le è nato E amore e mistero ha amalgamato. Così Deanna Raybourn ci ha raccontato Cosa ha veramente pensato Dando vita al racconto citato… .... il cantastorie Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali. Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis: Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata. La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci. Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly. Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione. Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza. Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, qua

Primo Give- away: Chi voglio sei tu!

Per dare a tutte la possibilita' di vincere una copia del romanzo Chi voglio sei tu, di Mariangela Camocardi , che troverete in edicola a partire dai primi di Dicembre, in questo give-away potrete lasciare due commenti, entrambi validi per l'estrazione. Nel primo commento , bastera' lasciare il vostro nome o nick e condividere sui vostri canali la notizia, se ne avete naturalmente. Nel secondo commento (FACOLTATIVO) potrete lasciare le vostre risposte al test La sciantosa che e' in te, che potrete leggere cliccando su CONTINUA LEGGERE. Avete tempo per lasciare i vostri commenti fino al 6 dicembre 2011 Dimenticavamo, insieme al romanzo il vincitore ricevera' a casa anche questa stupenda creazione di Silver Rose: un appendi-borse Burlesque, che sembra creato apposta per questa settimana speciale. Ogni tanto il mondo fa il giro all'incontrario,non vi pare? E' vero che ci propone nuovi macchingegni tecnologici,ma allo stesso tempo ci ripronone v