Passa ai contenuti principali

Saga Hell's Eight Erotic Adventures di Sarah McCarty

Confesso di aver preso questi libri così, tanto per provare la collana passion della Harlequin: mi sono “piovuti” in mano ed ho capito che era ora di tentare la lettura di questi tanto chiacchierati romanzi erotici.
Ho letto i primi tre, cioè quelli che la scrittrice ha finora scritto di questa serie (che dovrebbe, terminata, contarne otto) e il mio giudizio globale non è per nulla negativo.

Ma andiamo per ordine.

Vanno letti rigorosamente cosi’:
1) ANGELO TENTATORE
2) PECCATI D’INNOCENZA
3) NOTTI SELVAGGE

perché strettamente collegati tra loro e consecutivi.

Attenzione perché le storie si intrecciano tra loro e si rischia di perdere un po’ il filo:

*quelle personali dei personaggi maschili, gli “Hell's Eight”,8 Texas Ranger, amici fraterni fin da piccoli, con un passato dolorosissimo alle loro spalle,di cui,in ogni libro, viene rivelato un frammento;
*Le storie delle protagoniste femminili, ognuna diversissima dall’altra, ma tutte molto travagliate; ogni protagonista torna anche nei libri successivi;
*il mistero della ricerca di una donna che, ad ora (terzo libro), non si è ancora conclusa e che, ho l’impressione, ci terrà con il fiato sospeso fino alla fine, perché rappresenta il filo conduttore ed il vero “legante” di tutti i libri.
Io ho avuto la fortuna di leggerli uno dietro l’altro senza interruzioni e, devo dire, che ciò mi ha aiutata molto!

L’inquadratura storica è stuzzicante: io, cresciuta con “la casa nella prateria”, sono rimasta favorevolmente colpita dall’ambientazione western, ritrovandone qui molte caratteristiche… per la verità, come è facile immaginare, essendo un romanzo erotico, in una versione strettamente da adulti!!!
Naturalmente, la vita in questi luoghi è dura e molto violenta, un po’ lontana dall’ideale della terra dell’oro.
Molti facce di questa cruda violenza sono messe in luce: l’intolleranza verso i deboli e i diversi, la condizione durissima delle donne, la legge del più forte (non per niente chiamata anche Legge del west). Non trascende nel truculento e mantiene un giusto equilibrio, adatto, comunque, ad un romanzo di questo tipo.
Il primo libro, in modo particolare, affronta in modo realistico, delicato, e per nulla scontato, la condizione psicologica femminile, dopo la violenza carnale (ragazze siete avvisate…)
Il secondo ed il terzo, sono un po’ meno, dal mio punto di vista, approfonditi psicologicamente ed un po’ più passionali.

Gli eroi sono veri pistoleri Doc: sono uomini di legge che la applicano in modo un po’ elastico, ma molto efficace: forti, violenti, ma anche umani e molto dolci, dei veri lupi che difendono il branco !!!
Insomma … c’è di che sbavare abbondantemente…
Le loro storie sono durissime e la loro fratellanza rappresenta un’alleanza veramente incrollabile ed invincibile.

Per il momento, le tre vicende non sono ripetitive ed ugualmente originali, ma visto che,probabilmente, saranno otto, bisognerà attendere per capire fino a dove si spingerà l’autrice: sicuramente la variegata società americana dell’epoca, ha ancora molto spunti da offrire!

E per affrontare anche l’argomento delle scene hot… io non sono puritana,ma neanche una cultrice del genere… vi dirò che mi “hanno riscaldata”, ma non scandalizzata.
Insomma le ho trovate accettabili, anche se, come ho detto, ho ravvisato un “crescendo” di passionalità a scapito di una minor cura nello sviluppo dell’intreccio; del resto la collana a cui appartengono non fa presagire niente di meno. Non li ho letti in lingua, ma non uccidetemi (sembra infatti che , specialmente il secondo, abbia subito un po’ di lavaggio…), li ho trovati sufficienti così… forse ho ancora un po’ di strada da percorrere in questo senso per apprezzare l’erotismo puro….

Per concludere, questi libri li consiglio a tutte le amanti dei cowboy, delle ambientazioni western e dei romanzi “calienti”, ed attendo con ansia che l’autrice scriva gli altri !

Noco








Ps. Un regalino: la copertina originale del primo (senza nulla togliere a quelle italiane che sono belle, ma che vedete sempre…) ….che ne dite, vi ho convinte?





Commenti

  1. Siiiiiiiiiiiiiii!! Mi piace molto questa saga...infatti non vedo l'ora di leggere le storie dei due fratelli indiani!! =^_^=

    Si sa qualcosa sulla prossima uscita???

    RispondiElimina
  2. .....ambientazione western....bene, mi hai incuriosito!!!!!!
    Morena

    RispondiElimina
  3. Sembra una serie mooolto interessante...

    RispondiElimina
  4. Sembra davvero carina....erotico e western è un binomio che mi piace ; )
    Un bacio a tutte
    Lilli

    RispondiElimina
  5. Sembra davvero carina....erotico e western è un binomio che mi piace ; )
    Un bacio a tutte
    Lilli

    RispondiElimina
  6. L'ambientazione western non fa per me.....peccato perchè questa serie sembra carina
    ciao
    Daisy

    RispondiElimina
  7. Beh la tua descrizione mi ha incuriosito e non poco,è da tempo che non trovo più in giro romanzi ambientati nel Western !!!
    spero di riuscire a trovare questi romanzi!
    ciao
    Annika

    RispondiElimina
  8. Ovviamente io ho tutti e tre i volumi... ancora da leggere!
    Prima o poi arriverà anche i loro turno, ma l'idea mi ispirava sin dall'inzio!
    Lety

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…