Stanno ...arrivando??!

Attenzione: Le vincitrici a questo posto sono...(LINK)
















"Stanno arrivando???" Chissà chi, o cosa!?
Lo saprete presto, l'appuntamento e' per Lunedi 25 ottobre.
Intanto, pero', per aumentare l'aspettativa, vi proponiamo un gioco- racconto con premio!
Giochino facile, facile, ma che potrebbe risultare molto divertente, se usate un po' di fantasia. Vi proponiamo l'inizio di una storia...voi raccontateci il finale!


"Siamo accocolate su un divano con una tazza fumante di te accanto e un bel libro tra le mani...Fuori c'è una bufera, ma sotto la coperta, noi siamo al calduccio...
Tutto tace e l'unico rumore che spezza il piacevole silenzio è il ticchettio delle lancette che scendisce i secondi che passano...
Una totale quiete, la storia che traspare dalle pagine del libro ci sta avviluppando tra le sue spire...



TFHH! CRAC!

Dei rumori ci catapultano nella realtà...sarà stato un caso...
Beviamo un sorso di te, giriamo pagina e...
Ci riimmergiamo tra le pagine del libro, adesso meno attente, più distratte e deconcentrate...
TFHH! CRAC!
Ci alziamo di scatto e...


a) Una porta che sbatte! La solita sbadataggine!
b) La vicina di casa che voleva un pò di sale: il campanello si è rotto da tempo!
c)Il nostro gatto guarda con aria sinistra dietro di noi...
d)Entrate in cucina, qualcuno ci prende alle spalle e ci tappa la bocca!


Cosa sarà mai successo?!

Questo dovrete raccontarcelo voi, scegliendo tra le 4 opzioni indicate.
Non vi chiediamo un vero racconto, ma giusto qualche riga seguendo la "strada" che più vi ispira.
Perche' vi abbiamo indicato delle opzioni? Ma per premiarvi, naturalmente!

Infatti, per chi decide di scegliere tra le prime due opzioni, la risposta verra' sorteggiata per poter vincere la follettina porta foto.





Per chi invece, sceglie le risposte 3 o 4, in sorteggio ci sara' questo "diavoletto" segnalibro.

Ovviamente, se vi sentite ispirate, potrete seguire entrambe le strade e concorrere a vincere entrambi i personaggi.

Bisogna essere scrittrici per partecipare a questo gioco? Assolutamente no! Il divertimento, non e' escluso a nessuno che si voglia cimentare...quindi, mano sulla tastiera e giocate con noi!


Sorteggeremo due lettrici la sera del 2 novembre con il solito sistema: primi due numeri sulla ruota nazionale del Lotto.

Su, su, dilettateci con le vostre storie :)

P.s. I lavori in palio sono stati realizzati a mano da SilverRose(LINK)



Eleonora

30 commenti:

  1. "Entro in cucina...due mani forti mi artigliano le spalle e un respiro gelido mi sfiora la nuca. Mi giro lentamente e quello che incrocio è lo sguardo sinistro del mio nuovo vicino....la pendola batte la mezzanotte, così come il mio cuore scandisce il suo tempo contro il torace. Una lama mi sfiora la gola, mentre lui sussurra il mio nome come in un rantolo di morte...
    Un bacio
    Lilli

    RispondiElimina
  2. 'o sapev! Lillyyyyyyyyyyy.....su, su, ragazza mia, un po' di impegno...e vedi un pochino "rosa" nelle situazioni ....ma giusto qualche volta!

    RispondiElimina
  3. "Entro in cucina e vedo la porta che dà sul balcone, aperta, che continua a sbattere a causa del vento. Mi avvicino per chiuderla e mi sento afferrare per le spalle, è un uomo data la forza e la corporatura. Mi sento tremare, vivo da sola da 1 mese appena, in questa sera di buio e tempesta sono tutti lontani. Poi sento il suo respiro sfiorarmi l'orecchio, mi giro e lo bacio.
    -Se mi fai un'altra sorpresa del genere, rischi di perdermi!- gli sussurro sulle labbra.
    -Amore mio ero sicuro che mi avresti riconosciuto - mi risponde sorridendo."

    RispondiElimina
  4. Come siete brave. Ci provo anch'io anche se non sarò brava come voi.
    "Mi alzo di scatto ed entro in cucina, mi avvicino alla finestra per chiuderla. Gli alberi sono sconvolti dal vento di tempesta che sembra innervosire anche me. Sono così immersa nei miei pensieri che non mi accorgo della persona che si avvicina, mi prende alle spalle e mi tappa la bocca. Ho il cuore che batte all'impazzata, non riesco a muovermi sono paralizzata dalla paura. Quando all'improvviso sento ridere. Ridere? La persona mi lascia e riesco a girarmi per vederla in faccia ..... è la mia coinquilina che ridendo mi dice:- Ma come è facile spaventarti." Niki.

    RispondiElimina
  5. mi alzo di scatto e...




    Una porta che sbatte! La solita sbadataggine!
    Oppure no?
    Ero sicura di avere chiuso tutto: basta il minimo spiffero e io mi congelo...
    Incuriosita, e, lo confesso, un po' spaventata, apro delicatamente questa maledetta porta, con il cuore che impazzito mi martella nel petto e sbircio con un solo occhio...
    Ed ecco il mio tesoro, che senza di me a letto proprio non ci sa stare! Mi tende una mano calda e mi invita con il suo mezzo sorriso e gli occhi biricchini a seguirlo. Come dire di no? Io a suoi sorrisi seducenti proprio non resisto! Getto via il libro e penso che per fortuna l'ho visto prima io , altrimenti, a quest'ora , me lo avrebbero già portato via! Quando la realtà supera qualsiasi romanzo rosa!

    RispondiElimina
  6. E lo sapevo Lilli!!!
    ... Mi alzo di scatto, ma è la porta della mia camera che sbatte. Accidenti che sbadata! Dopo averla chiusa ritorno al divano ed al mio stupendo libro, ma Pippo, il mio gatto nero, sta guardando con aria sinistra dietro di me ... Con respiro affrettato mi giro di scatto e ... nessuno! Un rumore alla porta di casa mi avvicino tremando, guardo dallo spioncino, ma porc ... è quella rompi della vicina, ma che vuole! Proprio adesso! Accidenti e tieni la tua tazza di sale e fammi tornare al mio libro. Vai, vai non mi interessano le tue chiacchere. Ciao! Uffa, vado in cucina a prendermi altro tè ... entro, accendo la luce e MIODIO! Qualcuno mi prende alle spalle e mi tappa la bocca. NO! Chi sei? Non sento niente. CHI SEI! Urlo dentro la mia testa. CHI SEI!
    E finalmente mi sveglio con il cuore in gola ed il respiro ansante.
    Ma chi era lui?
    Lucia

    RispondiElimina
  7. @Lucia, lui era il mio vicino! Mi sa che si abita tutti nello stesso stabile! Tutto il cucuzzaro, appassionatamente insieme! Rispondo mentre ripongo il sale scroccato a chi so io ; )
    Lilli

    RispondiElimina
  8. accidenti io ne ho messe solo due, Lucia sei stata bravissima!

    RispondiElimina
  9. No! No di nuovo, ma quando la “cara vecchietta” della vicina capirà che io non sono il suo supermercato? Devo abbandonare proprio sul più bello, pazienza, tanto quando torno lo so già che il mio te aromatizzato alla cannella (sarà che sto leggendo troppi romanzi sui vampiri?) sarà freddo, e Bullo, il mio gatto, si sarà appropriato del mio pile.
    -Va bene! Sto arrivando.
    Il sale, questa volta era il sale!
    Ecco, tutto come immaginavo, il te è tiepido, Bullo è al mio posto e…la portafinestra della cucina lo rilasciata di nuovo aperta. Non ricordo mai di chiuderla, e si che adesso che il vetro che separa il mio terrazzino da quello del nuovo vicino si è rotto dovrei fare più attenzione.
    Che strano, sento odore di cannella e biscotti, il mio olfatto ormai è influenzato dai troppi romanzi, e adesso perché Bullo fa il draghetto?
    -Aiut…., una mano che profuma di cannella e biscotti, mi chiude la bocca. Che faccio? Svengo? Ma come si fà a svenire a commando?
    Mi giro lievemente. Ma che sorpresa! E che calore. Il nuovo vicino non è niente male, va bhe, che dopo cinque mesi, ormai lo so! Ma tu vedi se devo pensare a queste cose, quando un perfetto sconosciuto (o quasi) mi sta tenendo bloccata in casa mia.
    Mi fa cenno di fare piano, di non gridare, annuisco e…. la sua gatta sta avendo i cuccioli nella mia cucina, anzi nella cucina del neo papà-gatto!
    I gatti si, che hanno capito come coltivare i rapporti di vicinato.
    Rimetto il bollitore per il te sul fuoco mentre il mio vicino va a prendere i suoi biscotti alla cannella appena fatti.

    LidiaS


    Per tutti: dire che un gatto fa il draghetto è un modo di dire degli amanti dei felini, quando il micio drizza il pelo sulla schiena, non tutti lo fanno, alla maggior parte in un momento di paura solo la coda diventa un enorme piumino per togliere la polvere.

    Per Lilli: secondo te con un invito così esplicito potevo lasciare fuori dalla mia storia il gatto? O sorvolare e non inserire un qualcosa di cibo?

    RispondiElimina
  10. Lidia pure tu sei riuscita ad inserire tutte le possibilità... che v'è possino!!!!

    Buono il profumo di cannella!

    RispondiElimina
  11. Una porta che sbatte! La solita sbadataggine!
    Rendendomi conto che è quella della cucina mi alzo per chiuderla . Prima di procedere però sento uno strano trambusto all'interno della stanza e afferro subito la mia fidata mazza da baseball (quella che mi ha aiutata a sistemare anche il vicino molesto). Entro con prudenza cercando di ricordare le mosse base di autodifesa apprese guardando il film Miss Detective con Sandra Bullock e mi rendo conto che la causa del trambusto è la mia micetta Belle che cerca di afferrare i biscotti a forma di pesce che le ho comprato nel pomeriggio al supermercato. Nel farlo ha rovesciato le pentole che avevo lasciato ad asciugare sul tavolo. La prendo in braccio e torno a leggere il mio romanzo davanti alla tv...

    RispondiElimina
  12. Entro in cucina, qualcuno mi prende alle spalle e mi tappa la bocca! Cerco inutilmete di liberarmi della sua stretta d'acciaio scalciando e cercando di mordergli la mano che mi tiene sulla bocca. Sento il suo fiato sul collo e il suo respiro farsi più affrettato. Avverto qualcosa di appuntito sulla pelle del mio collo e all'improvviso un dolore lancinante. Il dolore non dura a lungo e si tramuta in torpore che a poco a poco si impossessa di tutto il mio corpo. Avverto un lieve risucchio e mi rendo conto che la creatura che mi ha afferrata stà succhiando il mio sangue.

    RispondiElimina
  13. Lidias brava! Mi è piaciuto!
    A tutto il cucuzzaro! Attente il vicino di Lidias non è il nostro!!! Il nostro puzzaaaa!
    Io ADORO la cannella!!!!! Cioccolato alla cannella, ma te pare se il mio vicino profuma di cannella? Seeee, magari!
    Lucia

    RispondiElimina
  14. P.S. @Lilli. Se proprio devi rompere con la richiesta del sale, almeno capita in ore decenti! Perdincinbacco! Proprio quando leggo! E visto che il vicino lo hai conosciuto prima tu sei pregata di tenertelo.
    Ad majora (se scrive così? Boh)

    RispondiElimina
  15. Primo: Brava Lidia, sapevo che mi cicciavi il gatto da qualche parte!

    @Lucy ( o preferisci lulù? ) per adesso l'unica cosa che mi tengo è una lama sull'esofago, non so, magari potrebbe avere pure risvolti intressanti (.......), se la sua intenzione non è di accopparmi.....
    To be continued
    Lilli

    RispondiElimina
  16. @Lilli
    Ti piace il bondage per caso?
    Lucia (ma chiamatemi pure come ve pare, a parte le parolacce!)

    RispondiElimina
  17. @Lulli

    intendi il filone dei film di 007?

    ( e lo so che stai ridendo molto! )
    Lilli

    RispondiElimina
  18. Lilliiiiiiiiiiiiii mi farai cadere dalla sedia qualche volta!

    RispondiElimina
  19. Ero talmente coinvolta dalla storia e poi...quel rumore salto per aria mi giro e vedo il mio gatto guardarmi con aria sinistra "lo sapevo io che dovevo prendermi un cane"dico , e offeso e indispettito salta giù dal divano diretto chissà dove.Seccata ma ancora un pò agitata da quella brusa interruzione mi dirigo verso la cucina "avrò sicuramente dimenticato la porta del balcone aperta ,di nuovo!"mi dico. Mentre sto chiudendo la porta controllando che la tempesta che imperversa fuori non abbia fatto alcun danno mi sento afferrare da dietro da due mani forti e prima che riesca ad emmettere un urlo di terrore , una di quelle mani mi tappa la bocca. Sento un respiro ansante sul collo e una voce che mi dice " Te l'ho fatta anche stavolta ragazzina "
    "Grr quanto lo odio !" è quell'antipatico , idiota immaturo del mio vicino " Ma stavolta me la paga "dico tra me e me. Nascondo il sospiro di sollievo che mi era salito alle labbra e mi volto lentamente simulando uno stato di shock aiutata dal pallore del vero spavento. Lo vedo allarmarsi e avvicinarsi al mio viso,mentre mi chiede scusa e mi scuote chiudo gli occhi e nella mia testa gongolo pensando " Te l'ho fatta scimmione 1 pari"ma non faccio a tempo a immaginare per quanto tempo lo prenderò in giro che sento le sue labbra sulle mie e.... BACIARMI?!" Stavolta lo uccido" midico però...
    Gabriella

    RispondiElimina
  20. La follettina porta foto è dolcissima, quindi provo con una delle prime due opzioni! ^__^

    "Ci alziamo lentamente dal divano, ma Lucy fa scivolare la tazza e il tè si versa per terra macchiando di striscio il divano e il tappeto. La rimprovero e poi la invito a fare silenzio. Sembra che i rumori, questo insistente scricchiolio, vengano dalla porta. La invito, con un cenno, a seguirmi in cucina. Pian piano, in punta di piedi, ci avviciniamo alla porta a vetri. Fuori il vento scuote le chiome degli alberi senza sosta, possiamo vedere le loro bizzarre ombre proiettate sul pavimento della cucina, attraverso la bianca tendina. Lucy me ne indica in particolar modo una e ci metteremmo quasi a gridare se non fossi così rapida dal tapparle la bocca! Fuori c'è qualcuno e sta cercando di entrare: il rumore insistente di prima infatti riprende.
    <> mi dice sottovoce Lucy. Ed io le indico che proprio a sinistra c'è un piccolo strappo nella tenda. Lei si avvicina e guarda. Per alcuni istanti rimango in trepidazione: chissà chi c'è dietro la porta, chi sta cercando di entrare...
    Poi la vedo sorridere e mi dice sottovoce, soffocando una risatina: << E' la vecchia vicina. Ha con sè un barattolo...>>
    <>
    <>
    <> commento.
    <> fa logica Lucy. Gira la chiave nella toppa e vediamo la vecchina tutta bagnata, e con in mano il vaso: la sua figura illuminata dal tenue bagliore della luna è spettrale in questa gelida notte.
    <>
    Ci guardiamo... e poi scoppiamo a ridere. Ma...
    TFHH! CRAC!
    Sussultiamo... E adesso cosa sarà mai?"
    The end
    Lungo? Non credo... avrei scritto di più e meglio se ci fosse stato più spazio... spero questa volta di vincere la tenera follettina! ^___^

    RispondiElimina
  21. uhm... alcune battute non sono venute... chissà come mai... (almeno io dal mio pc non le vedo!)
    le riposto con le virgolette...
    "Diamo una sbirciatina"
    "Ma perchè non bussa?"
    "Il campanello è rotto, mio padre lo doveva aggiustare."
    "Ah!"
    "Facciamola entrare, no?"
    "Scusate mi serviva un pò di sale"

    RispondiElimina
  22. «Briciola, detesto quando guardi un punto fisso, sei inquietante. » l’ammonisco con voce arrochita dalla paura. Tempo addietro mi avevano raccontato che i gatti sono in grado di vedere gli spiriti e da allora ogniqualvolta la mia micina si sofferma a scrutare il vuoto, cosa non affatto rara, non posso fare a meno di allarmarmi.
    Spaventata dall’idea di voltarmi, per appurare cosa abbia attirato la sua attenzione, mi alzo lentamente dalla sedia, dirigendomi verso i fornelli canticchiando il motivetto di una canzoncina allegra. Avverto la mia voce risuonare nel silenzio e quasi mi tranquillizzo, mentre verso dell’altro the caldo dal bollitore.
    Diamine, devo smetterla di comportarmi da fifona paranoica.
    Adesso mi giro… 1 2 e… 3.
    Mi volto in tempo per vedere un’ombra dinanzi alla porta a vetri, che si accinge ad avvicinarsi e, spronata dall’impulso della paura, mi lancio di corsa sotto il tavolo. Addossato alla parete e abbastanza ampio, cela perfettamente la mia figura, rannicchiata nell’angolo.
    Atterrita trattengo il respiro, stringendomi le gambe al petto, osservando la porta aprirsi con lentezza e scarpe da tennis conosciute fare il loro ingresso.
    « Amore? »
    Oh cacchio!
    La voce di mio marito mi riscuote, riportandomi immediatamente alla realtà, mentre quella maledetta di Briciola si avvicina alle sue gambe, strusciandosi contenta. Ecco cosa stavi guardando, vero gattaccia?
    « Amore? » ritenta, forse notando la tazza di the ancora fumante, poggiata sul piano della cucina. Ok, non ho scampo, ed ecco a voi l’ennesima dimostrazione del fatto che io e le figuracce andiamo sempre a braccetto.
    Rilascio un sospiro sommesso mormorando un “Ehi!” poco convinto, per attirare la sua attenzione, auspicando quasi non mi abbia udito.
    Speranza vana ovviamente.
    Il suo viso, corrucciato, appare nel mio campo visivo, studiandomi con una certa perplessità. E come dargli torto.
    « Mi sono spaventata.» pigolo, rossa in viso, vergognandomi da morire.
    Scuote la testa mentre un sorriso intenerito si dipinge sulle sue labbra. In fin dei conti è consapevole del mio essere fifona, ma si mostra sempre estremamente comprensivo quando accadono cose simili.
    Un altro, al suo posto, mi avrebbe accompagnata al manicomio più vicino.
    Mi mordo le labbra, cercando di non incontrare il suo sguardo, ma alla fine cedo quando tende una mano, invitandomi ad uscire e, mortificata, lo accontento.
    «Ti hanno mai detto che sei la creatura più dolce del mondo? » sussurra, spostandomi teneramente i capelli dal volto.
    Mi limito ad uno sbuffo eloquente, che lui prontamente ignora.
    « Sono passato al video noleggio. – sentenzia sventolando una busta. – Un bel film horror.»
    Horror? Oh no…
    Scoppia definitivamente a ridere scrutando la mia espressione allarmata. « Ma come? » ribatto afferrando la custodia di Blockbuster, tirando fuori il dvd dei… Passi dell’amore.
    Sorrido alzando gli occhi al cielo. « Idiota! » esclamo, afferrando la mano e trascinandolo verso la camera da letto, dove abbiamo la tv grande, e dove piangerò per la prossima ora e mezza, cercando consolazione nel caldo abbraccio del mio maritino.

    RispondiElimina
  23. Ehm, salve =^.^= volevo chiedere se c'è un limite di lunghezza... perchè la mia noterete che è un tantino lunga!! hihihii scusate.
    Baci

    RispondiElimina
  24. ciao manuela,
    scrivi, scrivi, scrivi...non ti preoccupare!
    Non c'e' limite, tanto noi ci dilettiamo a leggere tutto!
    p.s. come hai fatto a mettere vicino al tuo nome la nota musicale? e' d-e-l-i-z-i-o-s-a!!!

    RispondiElimina
  25. XD ahahhah meno male. Anche perchè in verità avrei dovuto chiederlo prima di postarlo ahahhaah ma mi è venuto in mente dopo! XD
    cmq le note musicali si inseriscono premendo
    ♫ --- > alt + 14 (sulla tastierina dei numeri laterale)

    ♪ ---> alt + 13

    RispondiElimina
  26. ma grazie! e per la tua storia e per la dritta .
    Buon weekend!

    RispondiElimina
  27. Ero sdraiata sul mio divano a leggere in compagnia della mia gatta nera, quando ad un tratto va via la luce e di colpo una folata di vento fa sbattere la finestra e un fulmine illumina il soggiorno. Spaventata sobbalzo e incomincio a tremare: ho una paura matta dei fulmini! La mia gatta scompare chissà dove e io a tentoni vado a chiudere la finestra, ma il vento è troppo forte e devo lottare. Intanto incominciano a senitirsi strani rumori e gemiti disumani. Mi giro e intravedo la mia gatta che guarda in modo sinistro dietro di me e incomincia a soffiare. La paura monta dentro di me, devo assolutamente accendere la luce se non voglio soccombere al terrore. Improvvisamente vedo due occhi gialli e una massa nera dove prima si trovava la mia gatta. Il loro sguardo e ipnotico e mi costringono a muovermi verso di essi contro la mia volontà. Un altro fulmine illumina la stanza e scopro di avere davanti a me un demone che mi dice:"preparati perchè sarai mia e ti avrò! Non hai scampo". Mentre sto tremando di paura ecco che il demone si trasforma in pantera e balza su di me pronto a sbranarmi. E io che faccio: come una demente la abbraccio e la accarezzo e lei si trasforma nell'uomo dei miei sogni, nell'amante perfetto. Finalmente la mia paura svanisce e mentre lui sta per portarmi a letto io mi trasformo in una gatta selvatica che non vede l'ora di farlo fuori. Un tempismo perfetto mi dico, mai una volta che si possa fare l'amore in pace senza trasformazioni e inconvenienti simili, cosa impossibile per due mutaforma. L'unica che se la gode e la mia gatta che comodamente seduta in grembo al mio demone fa le fusa.
    Ciao a tutte Manuela G.

    RispondiElimina
  28. Jennifer era raggomitolata sul divano a leggere sotto una coperta calda, Fiamma la sua gattina nera, richiamava l’attenzione miagolando, aveva fame, caspita proprio adesso che era sul più bello!
    “Va bene Fiamma adesso arrivo un secondo” e si rimette a leggere ma nemmeno il tempo per finire la frase che qualcuno bussa alla porta, la micia si gira e guarda in modo sinistro nella direzione del suono, Jennifer va ad aprire e si ritrova la vicina di casa che voleva un po’ di sale, adesso capiva l’occhiata di Fiamma non gli era mai piaciuta la vicina e non gli dava tutti i torti era sempre stata antipatica e troppo curiosa, persino alla riunioni di condominio rompeva con le sue richieste assurde. E in più la infastidiva Erik il fidanzato di Jennifer.
    Tornata sul divano nel mentre delle sue elucubrazioni, si accinge a riprendere la lettura, quando una porta sbatte “oh cavoli la solita sbadata l’avrò lasciata aperta e allora andiamo a chiuderla!”
    Ma appena entra in cucina qualcuno la prende alle spalle e una mano le tappa la bocca, che paura!!
    Il fiato sul collo la terrorizza, ma il profumo è familiare, cos’ si gira…. Ed è Erik
    “Ma ti sembrano scherzi da fare??? Ho preso uno spavento!”
    “Tesoro scusami, non ho resistito a farti lo scherzo!!!” ….

    Ciao Annika

    RispondiElimina
  29. Opzione C. *_*!

    Fuori è buio pesto! Immagino sia normale quando si vive praticamente in mezzo ai boschi in una vecchia casa...una vecchia casa piena di scricchiolii aggiungerei. Sono sola con il gattone, un trovatello che ho portato a casa pochi giorni prima, che leggo "Dracula" a lume di candela. Scelta intelligente viste le circostanze, non credete? Il pavimento scricchiola nuovamente, mi rassicuro dicendomi che è tutto normale dopo tutto...a parte il fatto che assi di legno scricchiolano di nuovo come sotto l'influenza di un forte peso...cerco di non farci caso ma proprio in quel momento il mio felino alza la testa di scatto smettendo di fare le fusa. Fissa un punto oltre la mia spalla e a quel punto mi irrigidisco. Sento un respiro leggero provenire dalla porta alle mie spalle. Serrò gli occhi recitando tutte le preghiere imparate al catechismo. Mi giro lentamente e mi si gela il sangue nelle vene. Sulla porta c'è una figura incappucciata con il mantello che ondeggia in un vento inesistente e ha occhi luminosi come fari accesi di un giallo intenso. Apro la bocca ma non ne esce alcun suono e proprio in quel momento J., il mio gatto sacro di birmania spicca un salto atterrando alle spalle del divano su....due piedi??? Sbarro gli occhi e dove avrebbe dovuto esserci il mio gatto c'è invece un uomo castano con enormi occhi blu che si scaglia sull'ombra in un trambusto di pugni che colpiscono e lampeggiare di armi (che evidentemente nascondeva sotto la pelliccia?)...dopo pochi minuti di suoni raccapriccianti J. ha la meglio e l'altro essere scompare in una nube di fumo...io sono assolutamente attonita...J. inclina la testa e con sguardo seducente mi fa cenno di fare silenzio con il dito e poi sparisce in una fiammata di fuoco azzurro...

    *Morwen*

    RispondiElimina
  30. "Mi alzo di scatto e...

    dannata sbadataggine! tanto per cambiare ho lasciato la finestra della camera da letto aperta e adesso, ad ogni soffio di vento..la porta sbatte! Considerando che fuori c'è in atto una vera e propria bufera mi rendo conto di essere una persona davvero intelligente!!
    Chiudo la porta e mi avvio verso il mio amato divano, con la testa fra le nuvole ed un unico pensiero: finire quel libro! Devo assolutamente sapere come va a finire..il protagonista non può lasciarsi scappare l'occasione di stare insieme all'amore della sua vita! cosa sceglierà? Il lavoro che adora ma che lo porterà lontano dalla sua città natale o si accontenterà di fare quel lavoretto part-time che non lo gratifica affatto ma che gli permetterà di stare con la sua amata?? Chissà....
    Mentre percorro il corridoio cercando di mettermi nei panni del protagonista..passo davanti alla cucina e per un attimo torno in me e penso che qualche biscottino da inzuppare nella mia favolosa tazza di thè non sarebbe una cattiva idea..
    Così entro in cucina, ma mentre io già assaporo quei deliziosi biscottini al cocco che avevo sfornato un'oretta prima, qualcuno mi prende alle spalle e mi tappa la bocca!
    In un'istante mi si gela il sangue nelle vene, il cuore mi batte all'impazzata e non riesco più a pensare..assurdo! Proprio io che ho sempre tremila pensieri per la testa adesso non so cosa pensare, cosa fare, come comportarmi...cerco di tranquillizzarmi, ma senza successo.
    Sono immobile..e anche la persona che mi tiene stretta a sè lo è...
    mi sembra sia passata un'eternità, ma in realtà sono passati solo pochi secondi.
    Ad un tratto qualcuno mi bacia la guancia ed una voce mi dice "tesoro! ti ho spaventato?"
    è Patrick, il mio migliore amico!
    "Scusami! ma fuori c'è un vento pazzesco..volevo tornare a casa ma ho dimenticato le chiavi, così ho pensato di venire da te! Ho visto la finestra aperta e ho pensato di arrampicarmi sul salice piangente per entrare in stile Joey Potter di Dawson's creek! E mentre stavo venendo in salotto a chiamarti ho sentito un profumino che arrivava dalla cucina e non ho resisto!! mmmh sono buonissimi questi biscotti, complimenti!"..e sorride.
    Sorride??? Io stavo per morire! Ma mentre penso in quale modo punirlo in perfetto stile "Saw l'Enigmista"..scoppio in una fragorosa risata! E penso che sul mio divano c'è posto anche per due e che il finale di quel libro letto insieme a lui sarà amcora più avvincente!!."

    Francesca C."

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!