Leggiamo insieme - Novembre 2010

Ohhhhh, eccovi qui, le mie care amiche di penna e di lettura. Passata una bella settimana? Io , non vi nascondo, una noia!
Non ci credereste mai ,  sono venuta via da una festa  decisamente noiosa! Alle dieci era gia' finito il punch e non c'era quasi nulla per la cena di mezzanotte, solo qualche pasticcio di carne e della frutta. Scandaloso direi. Non capisco a cosa mirasse la Signora Turner, offrendo un rinfresco simile alla gente che conta. Ma quella donna e' sempre stata un'oca.L'unico motivo per cui vado alle sue feste e' che spero di incontrare suo , fratello, Lord Downing. Lui si che e' al centro dei pettegolezzi.

Ma bando alle ciance, cosa nascondente nei vostri manicotti?
Ummmmm...interessante. "Lasciati amare" di Elizabeth Hoyt e " Mistero al Castello" di Deanna Raybourn.
Bene, bene, facciamo servire il nostro solito te' con dei pasticcini, deliziosi credetemi, ed accoccoliamoci sul sedile davanti alla finestra
Ahhhhhh, adoro passare i pomeriggi con voi, mie care!
Ma non vi ho detto ancora la parte piu' interessante. Sapete chi ho incontrato tornando dalla festa di quell' oca della Signora Turner? Provate ad indovinare...

Ci ritroviamo tutte sabato 27 novembre con un nuovo post per discutere insieme di queste letture...


18 commenti:

  1. Ciao
    ho letto (e riletto)"Lasciati amare" e l'ho trovato merivaglioso: la protagonista è una vedova trentenne (prediligo le eroine "stagionate") perfettamente calata nel suo tempo cioè con le tutibanze, i pregiudizi, i timori che mi immagino avesse una nobildonna del settecento; Samuel invece è proprio un bel tipo: tenebroso e misterioso senza esagerare e bisognoso di salvezza quanto basta. Le scene d'amore sono molto intense ed intriganti e la dichiarazione d'amore finale bellissima. Inoltre sono delineati i protagonisti dei prossimi capitoli della serie (e non vedo l'ora di leggderli) che però non rubano spazio alla storia d'amore. Direi che è il più bel romance che ho letto nel 2010; come definirlo: lieve e al tempo stesso passionale, curato e romantico....voto: 10+!
    Gio

    RispondiElimina
  2. Dame Ross, suppongo tu abbia incontrato Miss Paris. Il problema è che io non visualizzo niente cliccando su "continua a leggere".
    Problema mio o del blog?
    Lullibi

    RispondiElimina
  3. No cara, credo che nn ci sia nulla da visualizzare!
    Madame Ross si perde in pettegolezzi e mi diventa distratta:PETTEGOLA!

    RispondiElimina
  4. Ho letto entrambi i romanzi!

    Quello della Hoyt: stupendo.

    Quoto in todo Gio e non vedo l'ora di leggere i continui...e mi aspetto che saranno all'altezza!

    Il Mistero del Castello? Tra marte e merco lo spedisco a Libera e Bella...in modo da evitare che butti via del denaro inutilmente...un romanzo squallido e senza trama...personaggi inesistenti!

    Baci

    RispondiElimina
  5. io, io pettegola? mah, fino a prova contraria siete voi che volete sapere il seguito....ihihih:)
    ad ogni modo, troverete il tutto scritto in Lasciati amare, il romanzo che stiamo leggendo insieme. Sciocchine che non siete altro, potevo lasciarvi con una frase a meta' :)

    RispondiElimina
  6. Ah, ah Dame Ross! Adesso ho capito chi avete incontrato!
    Seee, te piacerebbe!

    RispondiElimina
  7. io ho lì che attende "mistero al castello"..certo che dopo le belle parole di Akasha ciò proprio tantoo entusiasmo di cominciarlo :(

    RispondiElimina
  8. oh che impertinenza, Miss Lullibi! E chi avrei incontrato di grazia?

    RispondiElimina
  9. Mia cara Dame, se lo avete incontrato di notte, era vestito di nero, forse un po' sudaticcio, dicono sia amante del footing...

    RispondiElimina
  10. Non ho ancora letto la hoyt, ma lo farò presto.
    Ho appena terminato "mistero al castello" e mi è piaciuto un sacchissimo, al contrario di Akasha.
    La narrazione in prima persona mi ha fatto entrare nel personaggio e per me è stata un piacevole diversivo. L'autrice mi ha fatto entrare in modo lento (forse è questa ritmo non certo serrato che ha infastidito Akasha)e angosciante
    nei luoghi e nelle situazioni vissute dalla protagonista , svelandomi solo il suo punto di vista(è appunto in prima persona) e facendomi percepire solo i suoi sentimenti. Tutto il resto è ambiguo fino alla fine, ogni sentimento esterno ed ogni altro personaggio lo si conosce solo attraverso gli occhi di Lei... i suoi occhi sono diventati miei, i suoi sentimenti, le passioni, le paure, i dubbi e le angoscie che ha provato le ho sentite dentro di me, le ho vissute anch'io, mi hanno soffocata e a tratti sopraffatta, ad un certo punto ho provato l'impulso di fuggire dal castello e allontanarmi da quell'ambiente oscuro.
    Non aspettatevi un romance , la storia d'amore è un contorno , ma un libro di sensazioni... e di mistero.
    io lo consiglio caldamente

    RispondiElimina
  11. Cara Noco, domani inizierò a leggere Mistero al castello... Dopo aver letto il tuo commento non vedo l'ora!!!...
    Un caro saluto a tutte
    Concetta

    RispondiElimina
  12. Noco, dopo aver letto il tuo commento, più che esauriente, ho ancor più voglia di leggere questo romanzo.
    La Hoyt non l'ho letta e non l'ho vista in giro.
    Ciao
    Morena

    RispondiElimina
  13. Salve, ho finito da poco "Mistero al castello" e mi ha lasciata un pò perplessa: non so decidere se mi piaccia o no.
    Niente da dire sull'ambientazione, la Raybourn sa descrivere magistralmente località e soprattutto atmosfere: sembra quasi di trovarsi insieme alla protagonista in una tenebrosa foresta o nelle stanze di un castello in piena decadenza!
    Ma il punto è la trama: l'uso della prima persona mi piace, c'è il mistero e non solo l'aspetto sentimentale, c'è ben più di un tocco di soprannaturale....
    Ma mi sembra tutto un pò risaputo; se il protagonista fosse un uomo e si chiamasse Jonathan Harker, ebbene direi che l'autrice avrebbe ben più di un debito di riconoscenza verso Bram Stoker.
    Insomma, dopo aver letto la serie di Julia Grey mi aspettavo un pò più di originalità (anche il nome Dragulescu è tutto un programma!); il protagonista maschile mi sembra anche un pò fuori di testa e non ho ben capito chi sia veramente....
    Beninteso, si tratta d un parere personale e comunque è un libro che si lascia leggere piacevolmente.Voi che ne dite?
    Lucilla

    RispondiElimina
  14. Chi di voi sa dirmi quanto tempo abbiamo per completare la lettura?
    Spero di farcela...
    Un abbraccio a tutte voi
    Concetta

    RispondiElimina
  15. Ho iniziato "Mistero al castello" ma il fatto che sia scritto in prima persona mi ha fatto sinceramente cadere le braccia : (
    Un bacio a tutte quante
    Lilli

    RispondiElimina
  16. @Concetta, cara, ced la fai a leggere il romanzo entro sabato 27? ci ritroviamo qui per discuterne insieme sabato :))

    RispondiElimina
  17. Ho letto mistero al castello e non mi è piaciuto; non è avvincente e i protagonisti sono antipatici.
    Invece mi è piaciuto molto "Lasciati amare" della Hoyt, sia per la trama con il finale a sorpresa che per i personaggi.
    Isa

    RispondiElimina
  18. Grazie Ross, spero di farcela per sabato...
    Un abbraccio ^_^
    Concetta

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!