Passa ai contenuti principali

Cioco - eros!

Cioco-eros!
Bene, bene! Finalmente siamo riuscite a deviare anche Ross, che quatta quatta ha proposto questo connubio di fattori!
Come molte sanno, il cioccolato ha proprietà afrodisiache...si!
Questo e' giustificato grazie a tre elementi particolari: caffeina, teobromina e feniletilamina. La caffeina agisce come uno stimolante. La teobromina stimola i muscoli cardiaci ed il sistema nervoso. La feniletilamina è considerata (anche se non esistono delle prove certe) una sostanza che migliora lo stato d'animo e che funge anche da anti-depressivo.
Non a caso Giacomo Casanova era solito dire che neanche il migliore champagne poteva sortire il prodigioso effetto del cioccolato. Gabriele D’Annunzio, celebre seduttore, mangiava cioccolato fondente prima di ogni incontro amoroso e secoli prima di lui l’imperatore Montezuma ne consumava fino a 50 tazze quotidianamente prima di entrare nel suo affollato harem.


E va bene, queste informazioni le sappiamo gia', almeno una volta nella nostra vita(!) abbiamo provato a " giocare" con il cioccolato.
Ma nei nostri amati romanzi? Non vorremmo sbagliare, ma per quanto ci siamo sforzate, non siamo riuscite a ricodare di alcun romanzo in cui venga "usato" il cioccolato.
Beh, si, c'e' il famoso( almeno per le lettrici di questo Blog) "La rosa scarlatta", ma in un cannolo siciliano non c'e' poi molto cioccolato.

Careeee le nostre lettrici, e voi? Avete trovato nelle vostre letture romanzi in cui il cioccolato fa da protagonista? O per lo meno , un romanzo in cui il cibo sia usato come afrosidiaco? Mumble, mumble....chissa' se abbiamo aperto il vaso di pandora! Fateci sapere, anche perche' il vostro commento potrebbe farvi vincere uno di questi cioccolattosi segnalibro, creati appositamente per il Blog da SilverRose
Non sono d-e-l-i-z-i-o-s-i ?

.
Estrazione Giovedi 9 dicembre 2010




Commenti

  1. Se non sbaglio tutto sto cibo usato nei momenti intimi, l'ho trovato in un romanzo di Lydia Joyce.."Il velo della notte", mi sembra....fragole sotto, albicocche sopra....panna attorno...insomma.....da ingrassare al solo leggere.....!!!!!!
    Ciaooo
    Morena

    Bellissimi i segnalibri di SilverRose.....ma quanto è brava questa ragazza?!?!?!?
    ciaooooo

    RispondiElimina
  2. Beh il cibo sì, il cioccolato non ricordo. L'ultimo esempio sono state le ostriche ne Gli amanti dello scandalo.
    Eppure ero convinta di aver letto qualcosa legato al cioccolato in qualche romanzo... ma proprio non mi viene in mente...

    :-*

    RispondiElimina
  3. Se non ricordo male nel romanzo...Lezioni proibite di Shayla Black...

    RispondiElimina
  4. C'è una scena sensuale con il cioccolato e le dita sporche di cioccolato in E infine la baciò di Laura Lee Guhrke
    Gio

    RispondiElimina
  5. Io una scena col cioccolato me la ricordo da "the lover" di robin schone (non so se è stato tradotto in italiano...) ed è una scena ehm... molto hard. Molto. Troppo. Non tanto x la cosa in sè ma per l'atmosfera, l'umore... ai protagonisti ne succedono tali e tante, che a qualsiasi persona normale verrebbe voglia di sbronzarsi magari, ma non di fare sesso. Credetemi!
    e invece i due si danno all'uso di cioccolata fusa su parti intime (ahia! scotta!!!). e c'era anche una banana credo. Ma la lascio alla vostra immaginazione! ;-)

    RispondiElimina
  6. La prima storia che mi viene in mente dove viene usato del cibo in modo provocante è All'improvviso tu della nostra Regina, Lisa Kleypas.Quando Jack porta un piatto di frutta ad Amanda che è appena uscita da una grave depressione....E quale è la prima cosa che a lui viene in mente? Di giocare con la frutta... su di lei.... 0_0 ...Ciao da Manu

    RispondiElimina
  7. A me viene in mente il film "chocolate" dove il cioccolato ha davvero il potere di far guarire le persone e di farle innamorare. Ho letto anche il libro ma preferisco il film
    Ciao Manuela

    P.S. queste creazioni di Silver Rose sono proprio stupende.

    RispondiElimina
  8. Ciao ragazze,
    come va? è da un pò che non ci sentiamo cmq io ho trovato il cibo come afrodisiaco nei romanzi di sherrilyn kenyon nella saga "Dark hunters"
    spero di poitervi risentire presto
    Kisses
    Terry

    RispondiElimina
  9. Ciao a tutti!
    Beh romanzi in cui ho trovato il cioccolato...
    - "La fabbrica di cioccolato" di Roald Dahl
    - "Uomini, Soldi e Cioccolato!" di Menna Van Praag
    - "Amore al Cioccolato" di Judith Arnold

    Il primo è un classico!!
    Il secondo parla di una ragazza che affoga i suoi dispiaceri nel mangiare (come la capisco!!)....
    Il terzo è una bella commedia al femminile!

    Tutti consigliati! Baci, Francesca!

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

.... Ogni storia che viene narrata Ha dietro una persona che l’ha creata: Nella mente un pensiero le è nato E amore e mistero ha amalgamato. Così Deanna Raybourn ci ha raccontato Cosa ha veramente pensato Dando vita al racconto citato… .... il cantastorie Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali. Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis: Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata. La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci. Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly. Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione. Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza. Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, qua

CIO' CHE CERCO IN UN UOMO... E CHE NON TROVERO' MAI!

"se voi foste stata promessa a me, solamente se fossi diventato cieco, sordo o completamente folle, vi avrei lasciato per un'altra e meno che mai per una donna come vostra sorella" S ono caduta in un gorgo e non ne esco più, mi sono innamorata… Irretita da una commistione letale (almeno per me) che ha generato un sisma nelle mie emozioni: un personaggio immaginario, un interprete defunto e una voce suadente. Ho rivisto dopo venti anni “Cuore Selvaggio”, telenovela che, all’epoca, non avevo apprezzato, causa eventi assai spiacevoli nella mia vita. Non lo avessi mai fatto! Non riesco a smettere di guardarla a ripetizione, come se fossi drogata. E il motivo è solamente uno... JUAN DEL DIABLO, AMORE MIO L’archetipo dell’uomo perfetto, perseguitato dalla sorte e, soprattutto, dalle persone. Ostinato, coraggioso, impetuoso, tenace, volitivo, passionale, romantico, fedele e (non ce lo dimentichiamo) bello, che più bello non si può! Il mio protagonista DOC,