Il blocco del...lettore!

Capita,eccome se capita: cosi come uno scrittore si "blocca" e non riesce a scrivere nulla, anche un lettore si blocca e non legge piu'.

E' capitato anche a voi? Oppure appartenete alla fortunata specie che legge sempre e comunque? Beh,avete un dono, amiche mie!

E' dedicato a noi questo post, modeste lettrici, a cui capita,di tanto in tanto, di non voler nemmeno vedere un libro. Non e' pero' detto che non compriamo. Oh, la voglia di comprare non sparisce mai, accidenti! La fila sul comodino diventa cosi alta, che si e' costretti a fare una seconda fila dietro la porta, e poi una terza sotto il letto, al punto che si arriva a ragionare come i camerieri. Avete presente? Quando un cameriere fa un ordine in cucina, non dice: "Una bistecca alla bella signora vestita in blu", piutttosto urla: "Manzo al tavolo 3!" Stessa cosa accade a noi, Kleypas fila 2, Balogh fila 5...
Poi, siamo costrette a comprare librerie nuove, modificare la piantina dell'appartamento per ricavare una stanzetta dove ficcare "tutti sti' romanzi", e con il tempo dimentichiamo che sono rinchiusi in qualche scatolone, e non li abbiamo nemmeno letti.
 Non parliamo poi, se bighellonando nel web, troviamo delle belle recensioni su libri che non avevamo comprato causa "spazio". E di nuovo comprare, maledetti bloggers!
Ummmm, sto sclerando, scusate. Dunque dicevamo, tanti libri da leggere, ma nessuna voglia di farlo. Come mai? Le cause potrebbero essere varie:

-Poco tempo a disposizione.
-Stanche delle solite letture.
-Troppe proposte editoriali....

Ecco, io personalmente mi soffermerei sull'ultima opzione. Nella mia mente continua a frullare questo esempio: quando gustate realmente il vostro cibo preferito? Quando lo cucinate una volta al mese,massimo una volta a settimana. Lo preparate gia' pregustando il sapore, l'odore, la soddisfazione di aver mangiato qualcosa che adorate. Cosa succederebbe se mangereste pizza( e' il mio cibo preferito!), a colazione nel latte, a pranzo,a merendina e a cena? Odierete la pizza in meno che non si dica!!

Da quando elemosivavamo(non sono certa si scriva cosi) la pubblicazione dei romanzi, ora ci piovono addosso da tutte le parti! E' un bene, viva i tempi delle sette vacche grasse...ma intanto, la gioia, la pregustazione di leggere un romanzo tanto sospirato non c'e'piu'.
Questo, naturalmente, e' il mio personale pensiero, ma voi cosa ne pensate? State attraversando il "blocco del Lettore"? Cosa lo causa, secondo voi? E, soprattutto, come uscirne fuori?

Juneross




P.s. Vi riproponiamo una vecchia vignetta delle Malelingue, che a nostro parere e' ancora molto attuale.






20 commenti:

  1. E' capitato, è capitato il blocco del lettore, e più vedo la pila di libri in attesa di lettura crescere (perchè per gli acquisti sono compulsiva: "Oddio, questo mi interessa, lo devo prendere SUBITO!!!") più vado nel panico. Per evitare di bloccarmi in di solito alterno i generi (oggi un romance, domani un giallo, il prossimo è un fantasy, poi un thriller... e così via), in questo modo riesco a non stancarmi. Se poi proprio il pensiero di prendere in mando un libro mi fa venire la nausea (e capita raramente!), allora... stacco per un po' senza leggere niente e mi ricarico con i cruciverba o con i rompicapi! E magicamente la voglia di leggere torna!
    Martina

    RispondiElimina
  2. Accidenti Martina, capita anche a me di avere lunghi periodi cruciverbali.
    E conservo anche i giornali di enigmistica!
    Comunque, avete messo il dito nella piaga: in casa mia ci sono sei grandi librerie, di cui due a parete intera (moolto grandi!) piene di tutto un pò; e io compro, compro, se vado all'usato compro libri a borsate intere, poi devo cercare il tempo di leggerli, in mezzo agli altri acquisti.
    Poi vado a periodi: sono come i pittori, ho il periodo rosa, quello giallo e il rosso e nero, intanto il mio povero marito pronostica che lo scaccerò presto di casa per far posto a gatti & libri... Il blocco del lettore? Bhè, sì, a volte capita, ma poi passa. Per (s)fortuna!
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  3. Attualmente non sto attraversando «il blocco del lettore», ma sono capitati periodi in cui non leggevo.

    Ultimamente, anche quando ho poco tempo a disposizione, leggo per poter evadere dai grattacapi che mi perseguitano. In questi casi, cerco romanzi che rispecchino i miei gusti, ma che siano anche scorrevoli e leggeri. In quest'ottica non posso che accogliere con piacere le «troppe proposte editoriali»: una vasta offerta è la mia ancora di salvezza perché posso spaziare nelle mie scelte.

    Tutta un'altra storia la questione della 'scorta di libri': continuo a comprarne di nuovi nell'illusione che prima o poi riuscirò sicuramente a leggerli tutti e, intanto, il numero di romanzi non letti aumenta vertiginosamente.

    Ludo.

    RispondiElimina
  4. Francamente non sono d'accordo: per me le «troppe proposte editoriali» sono una manna, non un disincentivo a leggere.

    Avere la facoltà di scegliere, ironicamente, mi ha portato a comperare meno di quanto non facessi prima.

    Mi spiego: in "tempi di vacche magre" comperavo anche libri di cui non ero troppo convinta, giusto perchè non c'era nulla di meglio ed avevo paura di rimanere "senza nulla da leggere", ma ora, che c'è più scelta, compero solo quelli che mi interessano davvero perchè so già che non avrò abbastanza tempo per leggerli tutti... figurarsi se riuscirò mai a leggere quelli che mi interessano di meno!

    Per quanto riguarda il "blocco del lettore", a me accade con un genere letterario, piuttosto che con tutta la letteratura in generale. Per questo cerco di variare e non leggo mai di seguito due libri dello stesso genere.

    RispondiElimina
  5. Il blocco del lettore mi è capitato, ogni tanto, ma basta poco per riprendermi. E' tipo una disintossicazione, si legge troppo ed a volte si necessita di una pausa.

    La scelta maggiore non è affatto un deterrente alla lettura per me, fa male solo al portafogli.

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutte ultimamente mi capita spesso di avere il blocco del lettore, prima leggevo di tutto a ritmo continuo adesso...oltre ai tre motivi elencati ne aggiungo un altro, a volte semplicemente non va.
    Il blog è sempre più bello!Complimenti

    RispondiElimina
  7. Anche io ho il blocco del lettore... ma a me dipende dal libro....avvolte quando ne leggo uno mi annoia xchè mi sembra uguale a un altro....poi mi capita il libro giusto e..... *_* me lo finisco anche in un giorno! Poi rieccomi a vagare x casa con la crisi che stavolta dipende dal fatto di non riuscire a dimenticare il lui del libro appena finito :D
    E così....in questo xiodo mi sto dando una pausa lettura....ma paura acquisti......MAI!!!!!! ^_*

    RispondiElimina
  8. Più che il blocco del lettore mi capita "IL blocco dei romance"....leggo abbastanza circa due romanzi a settimana e a volte, solo a volte però, mi pare di non apprezzare in pieno la storia che sto leggendo perchè magari penso già alla lettura successiva o mi pare che il libro che ho in mano sia molto simile a uno letto in precedenza...allora mi fermo e cerco romanzi completamente diversi per snebbiare la mente da duchi e lord vari....solitamente funziona e quando ritorno alle mie letture rosa le apprezzo di più. L'unica cosa che non mi passa mai (purtroppo!!!) è la voglia di comprare...tra nuovo e usato la pila di libri da leggere aumenta...ma che soddisfazione vederla.....

    RispondiElimina
  9. Ross questo post è bellissimo e devo dire che mi ci riconosco in pieno!
    Purtroppo i miei periodi da blocco del lettore capitano spesso, più per mancanza di tempo/stanchezza che per altro, comunque che posso fare? Li assecondo fintanto che il vero libro attrattivo ti riapre le porte alle letture.
    Fondamentale è che si possa variare, al momento sono in fase repulsiva da regency (a volte capita ahimè), mi sto infatti buttando su letture tipo urban fantasy. Magari tra poco arrivo alla saturazione anche da questo e torno disperata alle mie care lady e i miei cari duchi/visconti o quelli che sono!
    Una cosa è certa, la voglia di comprare... quella non passa mai!!
    Il lastrico si avvicina e il posto è già da mo' che non c'è più :(
    Bacioni a tutte
    Lety

    RispondiElimina
  10. Blocco del lettore? L'ho appena superato. Non è la prima volta che mi capita. Di solito coincide con la fine di una saga che mi ha preso in modo particolare, libri che lasciano il segno, quei romanzi che ad ogni pagina che leggi ti imedesimi sempre più nei personaggi. Ecco quando finisce un libro del genere, trovarne un altro che dia simili sensazioni non è sempre facile. E allora si vaga di genere in genere fino a che, dopo avere iniziato almeno 5-6 libri, non trovi il filone giusto.
    Attualmente la repulsione (non trovo una parola più leggera)per il regency perdura, e già sono passati quasi due mesi. Questo è periodo dell'urban fantasy e del contemporaneo.
    Mi chiedo, ma perchè non esiste il blocco dell'acquisto?
    LidiaS

    RispondiElimina
  11. Ahò Ross, ma icché tu leggi nel pensiero? Nei fondi di caffè? Sei una stre.. ehm, maga che legge i tarocchi?
    Anche io sto attraversando un periodo di blocco, sia nel leggere che, ahimé, nello scrivere (no, non sono scrittrice, solo rompiscatole qui nel blog).
    Però la colpa non è dei libri, è mia cambio umore con il tempo e, si sa, ultimamente il tempo è molto variabile.
    Ma adesso... adesso è arrivato P!!!!
    Perderò la voglia di leggerlo?
    Naaaaaaaaaaaah

    RispondiElimina
  12. Ricetta contro il blocco della lettrice: prendere una settimana di lavoro stressante, aggiungere un pizzico di sonno disturbato, una manciata di marito-mamma-babbo scassabip e una punta di mancanza di tempo per sè stesse.
    Ah, non dimenticare una dose abbondante di visite della suocera.
    Riunire il tutto e agitare bene et voilà, vedrete che voglia di leggere che viene; il desiato libro (col relativo tempo per leggerlo) vi sembrerà una visione, un miraggio di benessere!
    Garantito.
    Lucilla

    RispondiElimina
  13. L'argomento mi interessa, visto che sto soffrendo di un blocco proprio ora. E detto da un'autrice, non è simpatico, ma ho la scusante di essere in chiusura di un romanzo e non posso fare entrare altro nella mia testa! Però in passato mi è capitato almeno un paio di volte, che ricordi, e ho ovviato con una robusta sterzata di genere. Ma robusta davvero! La prima volta mi sono fatta un mese di testi di divulgazione scentifica, dalla matematica all'astronomia. La seconda, molto più divertente, mi sono data... ai gatti! Libri sui gatti di ogni tipo, dal comportamento, alla psicologia, al 'linguaggio'. Devo dire che funziona. Alla fine, quando è troppo è troppo, il cervello vuole una pausa.
    Roberta Ciuffi

    RispondiElimina
  14. Bellissima idea, quella dei libri sui gatti; aspetto però con ansia di leggere "Un cuore nelle tenebre".
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  15. Nessuno, quando ha il blocco lettore o scrittore si da ai lavori manuali? NOn parlo di zappettare l'orto(ihihi), piuttosto non so ricamo, punto croce, lavori con fimo, ecc? Io si!! Ed anche ai gatti ultimamente :))

    RispondiElimina
  16. Ross, io mi dedico a un pò di tutto questo: amo curare il giardino, ma anche il fai da te, come punto croce, decoupage, decorazione pittorica etc. (ti serve una scatola decorata?). Le librerie in casa nostra devono spartirsi il posto con le riviste di bricolage e fai da te. Sopra ogni cosa ci sono però i miei amatissimi gatti, tanti e con personalità particolarmente spiccate. Mi occupo anche di una piccola colonia felina. E sì, tutto questo rappresenta un efficace rimedio contro il blocco della lettrice!.
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  17. Bellissimo questo post Ross, si mi è capitato il blocco del lettore, infatti quelle poche volte che mi è capitato mio marito è rimasto stupito dal fatto che non mi vedeva con un libro in mano!
    di solito era proprio per stanchezza e mancanza di tempo! anche perchè ho continuato a comprare la libreria è molto piena e prima che li smaltisca tutti quelli da leggere ^_^ mi servirà un po' di tempo, ma questo mi rende molto felice!ne sono uscita semplicemente avendo un libro tra le mani che mi chiamava più degli altri!
    Annika

    RispondiElimina
  18. Io ho sempre letto e non ho mai avuto il blocco del lettore.
    Mi sento felice più con un libro in mano che in compagnia di persone: forse sono un po' asociale, però è sempre stato così. Ho letto di tutto nella mia vita, tranne l'horror che proprio non digerisco, e il fatto che il romance, genere che al momento è il mio preferito, abbia tanti sottogeneri ed ora sia in forte crescita, mi permette di non stancarmi mai. Quindi amo l'abbondanza: mi permette di spaziare.

    RispondiElimina
  19. Ci sono proprio in pieno nel "blocco del lettore"! Io che prima divoravo i libri e ne leggevo vari in contemporanea, ora non leggo quasi più niente. Tuttavia continuo a comprare e le pile di libri si aggiungono ad altre pile di libri. In questo periodo poi che devo anche scegliere i libri di testo per le nuove adozioni a scuola non ho più un buco libero. Fra poco dovrò prendere una drastica decisione o diminuisco i libri o vado fuori di casa.
    Penso comunque che il mio blocco sia causato dal troppo stress a scuola e dalla stanchezza mentale che non mi fa desiderare di prendere in mano un altro libro. Di solito mi sblocco in estate quando sono rilassata e ho tutto il tempo per leggere. Le troppe offerte editoriali non sono un problema per me, anzi più c'è scelta meglio è.
    Un saluto a tutte Manuela

    RispondiElimina
  20. Ciao
    blocco del lettore? Giammai! Cambio genere, questo sì, per il resto la penso come Sonia, più varietà, meno noia. Il segreto è riempire le giornate con le nostre grandi passioni. Rose, api, cristalli, e svolgere un lavoro che appassiona ^_^
    Bacio
    Cris

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!