The Lady's tutor di Robin Shone

Il mese prossimo(aprile,2011), la Mondadori pubblicherà, nella nuova collana degli Extra passion, "The Lady's tutor"...
Già mi viene da ridere...
Certo è che la Mondadori ha scelto di puntare su una vera linea erotica e non ci risparmia niente (speriamo che invece con questo romanzo ci risparmi qualcosa!!!)
Vi racconto in poche parole la trama:
Lei, Elizabeth è una perfetta figlia di un politico, moglie di un politico, scelto dal padre, con il quale ha generato due figli maschi.
Tutto va bene nella banalità della routine...ma all'improvviso Elizabeth apprende che il marito ha un'amante!
Questo la sconvolge a tal punto che decide di apprendere le arti amatorie da colui che può considerarsi un esperto in materia, Ramiel, il figlio di uno sceicco arabo che ha addirittura avuto un harem!!!
Da qui seguiranno delle lezioni, all'inizio soltanto platoniche perchè Elizabeth non vuole tradire il marito...
Punto basta, non vi racconto nient'altro!

Ora veniamo a noi!
Come sempre troviamo il clichè della Shone in base al quale lei è più in la con gli anni (per lo meno per la mentalità dell'epoca) e riscopre il suo corpo di donna e ciò che non ha mai conosciuto: il piacere!
Non voglio raccontarvi gli eventi del libro...anche se mi chiedo "ma ci sono eventi significativi?!?!"
Non voglio parlarvi dell'abbondanza delle scene hot...anche se direi "che abbondano e ahimè annoiano!"

La Shone cerca di approfondire la tematica introducendo un argomento tanto spinoso come quello della pedofilia che avrei preferito largamente fosse stato solo accennato e non descritto!

Questo è uno dei casi in cui l'erotico è fine a stesso e usa il sesso come mezzo per scioccare anzichè capire...
Noi vi abbiamo "preparato"...ora siamo curiose della Vostra "sentenza"...

Ele


 border=

43 commenti:

  1. Ciao a tutte!!!
    Sentenza:ne farò a meno!
    Baciuzz
    Lady Peonia

    RispondiElimina
  2. Ciao cara, lo leggerò sicuramente. Come sai sono un'appassionata di romanzi erotici, ma ti dirò che la pedofilia no, non riuscirei mai a descriverla, mi mette i brividi. Ti saprò dire che ne penso! Simona Liubicich

    RispondiElimina
  3. Avrei preferito pubblicassero la bilogia "The Lover" / "Gabriel's Woman" che mi intriga assai di più di questo titolo, ma credo che sia solo una questione di tempo, ormai... ^^

    RispondiElimina
  4. Io lo leggerò, come Simona sono curiosa di questa linea che è la letteratura erotica, romance soprattutto. Quindi ne riparleremo.
    Però in generale, anche se i primi due non mi sono piaciuti molto, non mi spiace affatto che la Mondadori si sia decisa a pubblicare questo tipo di romanzi. In una collana a parte così chi non li ama può evitarli, ma è un'apertura importante.

    RispondiElimina
  5. Si Libera concordo sul discorso apertura ma in questo caso direi che è meglio che la mondadori faccia i propri tagli

    RispondiElimina
  6. Ceeeerto che lo leggerò! Mi hai incuriosito veramente!
    E poi, come potrei farmi mancare l'ennesimo originalissimo tomo sull'educazione sentimentale e non di una romantica donna inglese?
    Non ho mai letto niente di quest'autrice, ma dai vostri commenti e recensioni mi par di capire che non si distacca mai da certi clichè che comprendono sceicchi, donne frigide prima e ninfomani poi e storiacce di sottomissione.
    Non mi sembra il mio genere ma lo leggerò, voglio rendermi conto.
    (Psssst, signora Shone, ma un amante di un'etnia diversa, meno stereotipato, no, eh?)
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  7. Lucilla, in realtà in questi romanzi non c'è sottomissione!
    Ci sono donne più avanti con gli anni che riscoprono se stesse...

    RispondiElimina
  8. pedofilia?????????''?? ho letto bene?????????????? Schifo e disgusto!!!! Se i tagli non saranno decisi io passo!!!

    RispondiElimina
  9. ATTENZIONE SPOILER!!!!







    L'ho letto, e devo dire che non l'ho trovato malvagio.

    Per una volta la Ele non mi trova d'accordo.

    Gli argomenti trattati erano pesanti ma la Schone non ha esagerato.

    Le scene di sesso c'erano (ammetto che alcune le ho saltate), ma il rapporto tra Ramiel e Elizabeth era intenso e intrigante.

    La scena che ho adorato: quando lei accetta di ballare con lui.

    Intensa e dolceamara.

    Stupenda anche la madre di Ramiel una donna forte e coraggiosa.

    I personaggi ben caratterizzati, ho odiato il marito di Elizabeth, ma anche i suoi genitori, la madre più di tutti...donna orrenda in ogni misura.

    Sinceramente lo consiglio, perché anche se erotico c'è una storia dietro, drammatica, forte, che parla di scelte difficili, e di rinascita spirituale, di lotta per ciò in cui si crede, e per le persone che si amano.

    Vedremo chi altro la penserà come me!
    Sperando che non ci siano tagli e la storia sia ben tradotta.
    ;o)))))

    RispondiElimina
  10. Lucilla gli altri due che ho letto non parlavano di sottomissione e neppure di una svolta tanto drastica, solo di donne mature che scoprono il piacere sessuale. Solo che una volta scoperto non vogliono mollarlo più.

    Comprendo lo scetticismo verso la pedofilia e simili atti che non hanno nulla di erotico, ma spero comunque che non ci siano tagli.

    Poi Ele visto che l'hai letto in originale confrontiamo...

    RispondiElimina
  11. Proprio questo mi intrigava della tua recensione, Ele; semmai ho delle riserve sull'autrice, che mi sembra fissata su certi argomenti tipo l'amante arabo, un clichè vecchio già ai tempi di Rodolfo Valentino.
    E poi hai sottolineato che le scene di sesso sono abbondanti e noiosette.... Vorrei provare comunque a leggere questo libro per poter giudicare con cognizione di causa, tu in ogni caso mi hai avvertita....
    Lucilla

    RispondiElimina
  12. Hehehe, Libera, ti credo che una volta scoperto il piacere non lo vogliono mollare più....
    Scherzi a parte, lo leggerò perchè dai vostri commenti mi pare che ne valga la pena; ho solo paura che un argomento così interessante venga coperto con tonnellate di pilates da camera,
    Lucilla

    RispondiElimina
  13. Non mi attira e non desta il mio interesse......passo!!!!!!
    Ciaoooo
    Morena

    RispondiElimina
  14. a me piace il genere anzi era ora sono contraria ai tagli di qualsiasi libro
    ciao sara

    RispondiElimina
  15. Tagli e censure varie...NO GRAZIE!!!
    Semmai la scelta se acquistarlo o meno spetterà a noi.
    Susanna

    RispondiElimina
  16. La Shone non rientra tra le mie autrici preferite perciò questo libro lo lascierò tranquillamente in edicola....
    Daisy

    RispondiElimina
  17. Care ragazze, perché tagliare e censurare un libro? Se non piace l'argomento non si compra. Io sono interessatissima ai libri della Schone, che ho adorato nel Il Grido del Desiderio e nel Gli Amanti dello Scandalo. Non mi sembra che usi il sesso solo per il sesso e per vendere i libri, anzi, le sue storie sono profonde e coinvolgenti.
    Questi è il primo suo libro in cui trovo un amante arabo, negli altri erano avvocati inglesi.
    Io certamente lo comprerò, perché mi piace l'autrice, perché mi piacciono gli erotici non fine a se stessi e perché voglio conoscere per poi confrontarmi con le opinioni altrui.
    Tant'è che acquisterò i libri della Balogh, che fino ad ora mi ha annoiato,per poterne discutere con le amiche che la adorano.
    Devo capire.
    Un bacio a tutte, belle e brutte, ma siccome siete tutte belle, un bacione alle mie consorelle
    Lucia

    RispondiElimina
  18. E un bacione anche a te , Lulli!
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  19. Io lo prenderò, finora la Schone mi ha convinta, e di questo libro ho sentito parlare molto e bene.

    RispondiElimina
  20. Mi sa che Ross ci dovrà aprire un'altra discussione, su questo libro....Sta suscitando troppo interesse.
    Lucilla

    RispondiElimina
  21. Ciao a tutte,
    leggete qua: un ebook REGALO di HARMONY!
    http://www.eharmony.it/Gratis-per-te

    RispondiElimina
  22. Mmm, dalla tua breve recensione questo romanzo non mi ispira molto. Non per le scene hot che, se sono ben inserite all'interno della trama, non mi disturbano affatto. Però la trama non è riuscita a colpirmi favorevolmente.

    RispondiElimina
  23. Io non la compro neanche se mi pagano..... una volta mi è bastata ampiamente O.o

    E poi già me l'immagino...... e tremo alla sola idea.... bah!

    E poi come se non bastassero le sue orride scene di sesso senza senso ci mette in mezzo anche la pedofilia..... -.- che tristezza , cosa non si scrive pur di vendere!

    RispondiElimina
  24. non mi interessa il genere io sono più classica!
    Laura Ge

    RispondiElimina
  25. Io sono perfettamente d'accordo con Lidiag, una volta mi è bastata!Non lo prenderò!

    RispondiElimina
  26. Noi lo prenderemo, (solo se non subirà tagli o censura) perchè la Schone è un'autrice che merita e speriamo che pubb. presto in italiano anche "The Lover" & "Gabriel's Woman".
    Ciao.

    Lily e Francy

    RispondiElimina
  27. Credo che i libri non debbano essere mai tagliati,in nessun modo. Pur non approvando determinate argomentazioni del libro, ripeto, lo leggerò e vi saprò dire. La scelta poi, è del tutto personale. L'erotico non ha vie di mezzo, non è sdolcinato, almeno a mio avviso, è sesso, punto. Sta solamente a noi scegliere se far parte della categoria pro o contro. Io sono assolutamente pro! Ribadisco solo la mia perplessità sulla pedofilia; quella non mi aggrada in nessun modo. Simona Liubicich

    RispondiElimina
  28. D'accordo con Simona nella sua perplessità circa la pedofilia: mentre sull'erotismo del romanzo mi riservo di esprimermi a lettura ultimata, considero la pedofilia una perversione e basta, non la giustifico nè accetto giustificazioni di tipo (?) culturale. Sappiamo tutte fin troppo bene quali danni devastanti comporti per le vittime quest'immonda pratica.
    Lucilla

    RispondiElimina
  29. D'accordo con Simona nella sua perplessità circa la pedofilia: mentre sull'erotismo del romanzo mi riservo di esprimermi a lettura ultimata, considero la pedofilia una perversione e basta, non la giustifico nè accetto giustificazioni di tipo (?) culturale. Sappiamo tutte fin troppo bene quali danni devastanti comporti per le vittime quest'immonda pratica.
    Lucilla

    RispondiElimina
  30. Scusate, l'ho cliccato due volte, stasera ho il dito a banana.
    Lucilla

    RispondiElimina
  31. Io l'ho letto e, sebbene non mi sia piaciuto quanto scandalous lovers, l'ho finito e mi ha lasciato qualcosa.
    C'è molto erotismo in questo libro, anche ben prima che si arrivi a "consumare"... ammetto che qualche stonatura c'è, ma me lo son letto da capo a fondo e mi ha anche commosso.
    poi mi son divertita come una matta a ricostruire mentalmente in modo preciso le dimensioni di lui :-D
    mi sembra giusto precisare che la pedofilia non è nelle parti "erotiche"... non viene assolutamente presentata come qualcosa di "considerabile". anzi. e non è la prima volta che ne leggo in un romanzo... l'aveva fatto già la Putney in Silk and Shadows, forse anche con maggior crudezza della Schone.
    Non dico che sia un libro per tutte, ma di sicuro è più "accessibile" di The Lover (mioddio! quello si che fa venire i brividi!).
    Sarò curiosa di sapere che ne penserà chi lo prenderà! ;-)

    RispondiElimina
  32. Accidenti a questo punto la curiosita; l'avete fatta venire anche a me!!! Mi sa che lo compro, non so quando lo leggero', ma lo mettero' sulla fila dei libri da leggere :)

    RispondiElimina
  33. Sisì, Ross, leggilo anche tu, io l'ho iniziato e non mi spiace per niente, ma ancora non sono arrivata alle parti hot... Poi, però, ci fai un commento, eh?
    Giò, il mio voleva essere un giudizio etico sul tema della pedofilia, nel senso che la respingo come pratica illecita e in genere non mi piace leggerne, soprattutto in modo dettagliato; in un romanzo posso leggerne, anche se mi infastidisce, ma rimane appunto la trama di un romanzo. A proposito, com'è questo "The lover"? Dici e non dici, così fai venire una curiosità paurosa....
    Vuoi farmi andare in libreria a chiederlo e farmi guardare come una maniaca? Dàì, accennami qualcosa....
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  34. Commento a caldo dopo avere "divorato" il libro passatomi da una amica.
    Bello, intenso, trama semplice (si fà per dire) ma intrigante, sentimenti in primo piano, scelte difficili per i personaggi, sensualità e infine erotismo.
    Io non aggiungerei altro.
    Ero stata incuriosià da tutti i commenti, mi chiedevo come una autrice potesse mettere in rilievo una devianza sessuale, quale la pedofilia. Infatti, dopo avere letto il libro, posso dire ci sono accenni, chi legge può immaginare. Ma, per fortuna, nulla viene descritto.
    ATTENZIONE SPOILER



    Sottolineo che (attenzione spoiler) il protagonista ha vissuto in prima persona l'abuso sessuale, ma facendo due conti non era un bambino. Ha avuto le prime esperienze a 13 anni, ma subisce violenza poco prima di lasciare il paese del padre, percui facendo due conti aveva almeno 25-28 anni. E il suo provare vergona non è per avere subito abusi da piccolo, ma per avere subito abusi. Il fratellastro lo droga e aiutato lo violentà.
    Un libro altamente sensuale, che solo alla fine sfocia in un erotismo ben delineato.
    Credo che ancora una volta la trama riportata in quarta di copertina non sia molto attendibile.
    LidiaS

    RispondiElimina
  35. Oddio Lidia, sto leggendo il libro, quello che tu anticipi è traumatico, cos'altro poteva succedere a quel poveraccio?
    Continuerò a leggere ma ribadisco: anche se nella realtà succedono cose anche peggiori, alcune autrici hanno proprio una fantasia malata!
    Lucilla

    RispondiElimina
  36. Per Lucilla: (sempre spoiler)
    Al poveretto alias Ramiel, a parte il tradimento (chiamiamolo così) da parte del fratellastro succede solo quello che succede in ogni epoca e cultura. Il guardare con occhi curiosi il "diverso". Un uomo cresciuto a cavallo di due mondi.
    Le autrici, è vero, ultimamente scrivono con più realismo. Purtroppo le abberrazioni, non fanno parte della sola fantasia. Molte adesso diranno, "quando si legge, si cerca evasione". Giusto. Ma a mio parere non bisogna giudicare a priori un libro. Nel caso della Schone, se mi fossi basata solo su alcuni commenti avrei messo il titolo nella categoria da evitare e non toccare mai. Ma proprio perchè ho sempre voglia di mettere le zampette ovunque, ho avuto il piacere di leggere un libro erotico, ma non volgare.
    A mio parere, il discorso della pedofilia, PER FORTUNA solo accennato, è lasciato latente ma il messaggio è quello di combattere contro questo mostro. Del resto lei al momento che si scontra con una realtà abbastanza dura, dopo un attimo di smarrimento non perde tempo a trasferire i figli. Ramiel, sa che per lui alcune cose sarà impossibile dimenticarle, ma non esita ad aiutare il ragazzino, dandogli il giusto supporto morale. La autrice non si dilunga su questo, ma lo lascia trapelare tra le righe, e comunica chiaramente il suo sdegno.
    Credo che la bravura di una scrittrice sta in questo, riuscire a trattare di temi "scottanti", comunicando i giusti valori, ma senza scendere in dettagli macabri.
    Un affettuoso saluto
    Lidia S

    RispondiElimina
  37. Ok, grazie Lidia, non preoccuparti per lo spoiler, io non mi formalizzo ma semmai divento solo più curiosa di continuare a leggere.
    Questo libro all'inizio mi aveva provocato un moto di repulsione, lo ammetto, ma dopo un attimo di indecisione avevo deciso di leggerlo, non fosse altro che per rendermi conto. Adesso invece sono contenta di averlo, lo leggerò fino alla fine e solo dopo potrò valutare se sia troppo forte o meno. Per il momento mi piace, l'autrice sa scrivere (e non si può dire di tutte!), ci si immerge nella lettura senza quasi accorgersene. Se gli argomenti scottanti sono trattati con intelligenza allora non potranno disturbare. Ti saprò dire, per il momento grazie per la discussione.
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  38. P.s.
    una cosa però non mi torna troppo: possibile che tutte le contegnose dame vittoriane fossero così ansiose di esperienze erotiche nuove, che avrebbero potuto potenzialmente danneggiare la loro reputazione?
    E con un arabo, poi? Ma se già sposare un'ebreo era fonte di guai.... Ramiel invece disprezza le occidentali proprio per il loro sfrenato desiderio di "provarlo".
    E "Il giardino profumato" esiste davvero?
    Lucilla

    RispondiElimina
  39. @lucilla: The Lover è il libro su Michael (va in accoppiata con "Gabriel's woman" che non ho avuto voglia/occasione di leggere) sempre della Schone. Un libro cupo, con una trama parallela quasi horror, che mi ha messo i brividi. Ci sono scene così disgustose e angoscianti da far passare qualsiasi atmosfera erotica che dovesse essersi creata (non vorrei fare spoiler, ma dico solo 1 parola: vermi). oltretutto la scrittura è strana, molto difficile da seguire... credo che per capirlo dovrei rileggerlo, ma ben me ne guardo! BRRR

    RispondiElimina
  40. Hehhehehe, cara Gio, adesso sì che sono curiosa! Faccio subito un salto su eBay per cercarlo, questo "The lover". Hai detto la parolina magica, ossia "horror"e a questo punto non c'è verme che tenga. Scherzi a parte, se c'è una storia cupa e orrorifica allora voglio leggerlo e ti ringrazio per l'anticipazione, altrimenti rischiavo di perderlo.
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  41. Ahhhhh bene Lucilla! :-) buona lettura allora! poi facci sapere... ;-)

    RispondiElimina
  42. un saluto a tutte voi!mi capita di leggervi ma non sono mai intervenuta ma volevo farlo in questa occasione per dire che a me questo "the lady's tutor" ovvero "lezioni di piacere" è piaciuto molto.Non è assolutamente un libro volgare o con scene gratuite.la tensione tra i due protagonisti è subito palpabile e palpitante direi =)!!!
    a questo punto forse le critiche derivano semplicemente da dai diversi gusti di lettura.personalmente il genere che ho preferito fino ad ora del mondo romance è la saga di j.k. ward quindi probabilmente molto limitata ..ma sono meravigliata e un pò dispiaciaciuta per questa stroncatura perchè il libro è scritto veramente bene!peccato

    elisabetta

    RispondiElimina
  43. Ciao elisabetta, grazie per aver lasciato i tuoi pareri, che sono preziosi a noi altre lettrici per valutare se spendere o no dei soldi ...
    Ti prego pero' non pensare che abbiamo stroncato il romanzo, conosciamo le nostre amiche e volevamo avvertitle che il tema sarebbe stato particolare, ma figurati, non ci hanno nemmeno ascoltato e le abbiamo incuriosite di piu'!!! Succede sempre cosi.
    Mapoi sto libro lo avete letto, donne?

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!