Passa ai contenuti principali

Un racconto per il "Pesce d' Aprile".

Prefazione:
Vi proponiamo la bella iniziativa del Blog Freecora.
Questo ci fa venire in mente il gioco che abbiamo fatto tutte insieme l'anno scorso per il 1 di aprile, siamo tutte andate alla ricerca del...Vi rinfreschiamo la memoria, ecco il link Ah! Come ci siamo divertite!!!
Prepariamo anche quest'anno un giochino? Parteciperete?



Dal Blog Freecora
Dopo la gara di baci romantica e poetica, a tratti anche spiritosa, eccoci pronti ad un nuovo gioco.
Questa volta il tema sarà:

Il Pesce d'Aprile.


Un tema divertente che si presta sicuramente ad un lavoro brillante, ma non vi metto freni. Potete spaziare dal gotico, al macabro, passando per il romantico, l'ironico o la fantascienza e persino il fantasy. Verranno accettati racconti in prosa come componimenti in versi.
Solo due limiti.
Uno di spazio, ma con molto spazio di manovra:
per la prosa dalle 2500 alle 5000 battute, per i versi dai 15 ai 40 versi.
Ed uno di tempo, infatti i lavori potrete inviarmeli alla mail del blog(liberafree@gmail.com) dal 1 al 15 marzo.

Dopo aver analizzato i contenuti affinchè siano in tema e nello spazio prescritto, li pubblicherò sul blog e dal 17 al 31 Marzo si potrà votarli. Il numero di preferenze lo deciderò in seguito in base a quanti racconti/componimenti manderete.

Ed allora cosa aspettate? Inviatemi i vostri brani secondo le regole appena esposte, senza restrizioni di genere letterario o ambientazione.

Anzi vi dirò di più se riuscirete a creare situazioni per genere, stile ed ambientazione completamente diverse, potrete partecipare anche con più di un lavoro.

Ovviamente nella mail di accompagnamento specificate oltre ai vostri dati reali e completi, anche lo(gli) pseudonimo(i) con cui vorrete presentare i lavori.

Non mi resta che augurarvi buon lavoro e spero partecipiate di nuovo in tanti.
Per tutte le richieste di informazioni aggiuntive potrete commentare questo post o scrivere all'indirizzo email del blog(liberafree@gmail.com).

Libera



Commenti

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

.... Ogni storia che viene narrata Ha dietro una persona che l’ha creata: Nella mente un pensiero le è nato E amore e mistero ha amalgamato. Così Deanna Raybourn ci ha raccontato Cosa ha veramente pensato Dando vita al racconto citato… .... il cantastorie Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali. Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis: Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata. La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci. Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly. Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione. Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza. Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, qua

CIO' CHE CERCO IN UN UOMO... E CHE NON TROVERO' MAI!

"se voi foste stata promessa a me, solamente se fossi diventato cieco, sordo o completamente folle, vi avrei lasciato per un'altra e meno che mai per una donna come vostra sorella" S ono caduta in un gorgo e non ne esco più, mi sono innamorata… Irretita da una commistione letale (almeno per me) che ha generato un sisma nelle mie emozioni: un personaggio immaginario, un interprete defunto e una voce suadente. Ho rivisto dopo venti anni “Cuore Selvaggio”, telenovela che, all’epoca, non avevo apprezzato, causa eventi assai spiacevoli nella mia vita. Non lo avessi mai fatto! Non riesco a smettere di guardarla a ripetizione, come se fossi drogata. E il motivo è solamente uno... JUAN DEL DIABLO, AMORE MIO L’archetipo dell’uomo perfetto, perseguitato dalla sorte e, soprattutto, dalle persone. Ostinato, coraggioso, impetuoso, tenace, volitivo, passionale, romantico, fedele e (non ce lo dimentichiamo) bello, che più bello non si può! Il mio protagonista DOC,