Passa ai contenuti principali

Iniziano i lavori al Women's Fiction Festival






In viaggio per Matera
Per il terzo anno consecutivo, sono sulla strada che mi porta a Matera, ai suoi Sassi, e alla sua gente cosi cordiale e al suo cibo cosi ricco. Per il terzo anno mi ripeto che è inutile andare, non sono uno scrittore, ma poi una sorta di malia mi chiama. Viaggiare verso Matera è come un viaggio introspettivo, lasci dietro le spalle la città, i problemi e ti incammini verso il verde, attraversando montagne e vallate. E mentre i chilometri vengono divorati dalla macchina in corsa, il tuo animo si rilassa e si appresta ad entrare in comunione con una terra sileziosa, immobile...
Se fossi uno scrittore lo scenario della città sarebbe perfetto: esorta alla riflessione, ma anche all’azione, un cocktail di emozioni stranamente insolito.
Se fossi uno scrittore la mia mente svilupperebbe in un baleno lo scenario per la mia nuova storia, sia essa romantica, avventurosa, o un thriller.... sarebbe tutto lì, sullo sfondo, nei Sassi . Se fossi uno scrittore non potrebbe sfuggirmi questo paesaggio maestoso, testimone di generazione di uomini che si sono susseguiti e che hanno sospirato alla natura cercando ispirazione o maledicendo la cattiva sorte.
Se fossi uno scrittore arriverei a Matera con una valigia piena di sogni...e i sogni al Women’s Fiction Festival si avverano.
Se fossi uno scrittore....ma, per fortuna, sono solo un Blogger, e per un blogger arrivare a Matera vuol dire sbirciare in quelle valigie, respirare per qualche giorno un’atmosfera piena di aspettativa, che sembra immobile come i Sassi sullo sfondo, ma che ribolle di emozioni e speranze!
Da noi del Juneross’ Blog, un grande in bocca al lupo a tutti gli scrittori esordienti ed affermati presenti al Festival, che i loro sogni possano realizzarsi !


 border=

Commenti

  1. Ross hai ragione, Matera è magica da tanti punti di vista! ho ancora vivo nel cuore il mio breve viaggio li due anni fa ;)
    Un grande in bocca al lupo lo faccio anch'io a tutte le scrittrici esordienti e non, e anche a te che ci tieni aggiornate attimo per attimo sull'evento..grazie, baci

    RispondiElimina
  2. Grazie di esserci, Ross.
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

.... Ogni storia che viene narrata Ha dietro una persona che l’ha creata: Nella mente un pensiero le è nato E amore e mistero ha amalgamato. Così Deanna Raybourn ci ha raccontato Cosa ha veramente pensato Dando vita al racconto citato… .... il cantastorie Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali. Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a sug

Margaret Moore

Potevamo non intervistare una delle autrici piu' vendute in Italia? Giammai! Ecco a voi: MARGARET MOORE! Benventa in Italia Margaret! 1- Ho letto nella sua pagina web( Biografia ): "Margaret Moore ha iniziato la sua carriera all'eta' di otto anni,quando lei e un’amica inventarono delle storie in cui compariva una graziosa, spiritosa damigella e un bell’incompreso ladro soprannominato “Lo sceicco Rosso”. Cosa e' accaduto allo "sceicco rosso"? Ha mai pubblicato la sua storia? 1 - I just read on your web site: "Margaret Moore actually began her career at the age of eight, when she and a friend concocted stories featuring a lovely, spirited damsel and a handsome, misunderstood thief nicknamed "The Red Sheik." What happen to the red sheik? Was the story ever published? He and his captive fell madly in love, and he stopped stealing. We never wrote anything down, though. We just acted it out with the dolls. -Lui e la sua prigioniera si innamora

Chi ha diritto al..Titolo?

Direttamente dalla scrivania di Lety: Ciao ragazze, E' sempre la Lety, che oggi ha un quesito fondamentale da rivolgere alle amiche del romance storico! A volte nelle letture soprattutto dei Regency, non vi capita di sentirvi soffocare dalla quantità di titoli nobiliari? Quando, per esempio, ci sono queste mega cene con tante di "teste coronate", dove vigono certe regole di etichetta: il più importante ha il posto migliore e via via fino al meno blasonato... che confusione! Ma non potrebbero mettere anche un librettino di istruzioni nelle prime pagine? A questo punto, credo che sia importante chiarire un ordine di importanza, che molte di noi (tutte?) forse sanno già, ma perchè non metterlo nero su bianco (o meglio nero su rosa, visto il colore dello sfondo del blog )? Ecco la classifica dei "Sangue blue" in ordine di tono di blu crescente, il vademecum per le nostre eroine in età da marito! - Baronetto (sir) - Il baronetto è colui che viene nominato dal