Che romanzo sarà?!

Sottotitolo:l'eroina scema!

Vi racconto una storia...
Una bella fanciulla in età da marito, è promessa da ben cinque anni a un bellissimo Lord. Non conta il fatto che lui non l'abbia mai cercata o che non le abbia mai fatto delle avances, lei lo ama.
Perchè?
perchè le è stata promessa è ovvio!
Un giorno incontra un bel Conte (non bello come il Lord, si intende!) che le fa una corte seducente e delicata al tempo stesso.
Lui le da il primo bacio, la avvicina in qualsiasi circostanza e...la rovina!
Poco importa se non lo fa di proposito, fatto sta che è costretto a sposarla.
Da qui parte il matrimonio e dopo il giusto periodo di vicissitudini, vissero per sempre felici e contenti!

Una trama semplice e risentita...ma ahimè fa buche da tutti i lati!
La protagonista è veramente inutile!
Una donna che ha passato l'età della gioventù (anche se non di molto!) che è innamorata di un uomo senza conoscerlo, ma solo perchè è bello.
Una veramente poco invidiabile che non brilla per niente per il suo acume...
Un uomo che è stato accusato di qualsiasi nefandezza e ancora cade nelle trame del prossimo...
Una narrazione lenta, scontata, melensa per certi versi, dove l'eroina merita la gogna!

Di chi è il romanzo in questione?!
Di uno dei nomi più ricercati del panorama rosa!
Preferisco non dirvi chi è: chissà se lo capirete...posso darvi un indizio:è un romanzo del mese corrente!
Qualche giorno fa, la nostra cara Lilli ci ha fatto riflettere citando cosa piace e cosa no in un romance. Bene!
Posso asserire con assoluta certezza che non sopporto le eroine stupide che si innamorano di un'idea!
Avete capito di che romanzo si tratta?!
Che ne pensate delle protagoniste così...credulone?!

Ele


 border=

20 commenti:

  1. Di solito libri così insulsi li scrive Mary Balogh! ^^

    Ottima recensione Ele, detesto anche io questo genere di romanzi, ma come si fa a innamorarsi di qualcuno che non si conosce...solo perchè è bello! Superficialità all'ennesima potenza! :o/

    RispondiElimina
  2. a sua discolpa dico che è un romanzo vecchiotto cmq si è quello della Balogh che a me piace in genere anche se devo dire che a volte sembra che abbia dovuto scrivere perchè avesse una scadenza...
    Laura

    RispondiElimina
  3. bell'uso dei tempi dei verbi che ho fatto mi faccio i complimenti da sola!

    RispondiElimina
  4. A me è piaciuto. Non è sicuramente uno dei capolavori della Balogh, racconta una storia abbastanza banale, ma lo fa a modo suo. Il suo stile può non piacere, e in questo caso c'è poco da fare...ma chi l'ama non resta delusa.

    Riguardo a Una donna che ha passato l'età della gioventù (anche se non di molto!) che è innamorata di un uomo senza conoscerlo, ma solo perchè è bello.
    La trovo un personaggio più credibile della gran parte delle eroine di storici, giovano donne ingenue e protette che si comportano come se, anziché nell'ottocento, vivessero nel duemila (Kleypas in primis)...
    Non ho niente contro di loro, magari i libri di cui sono protagoniste mi piacciono, anche tanto, ma non si può non ammettere che sono fuori tempo!
    Jennifer (la protagonista del romanzo) è sicuramente ingenua oltre ogni limite, attaccata ad un sogno, tutto quel che volete...però è "reale"!

    Quanto a lui Un uomo che è stato accusato di qualsiasi nefandezza e ancora cade nelle trame del prossimo... il punto è questo: accusato! Ma anche colpevole? Non è abbastanza cattivo...se lo fosse non sarebbe caduto nelle trame del prossimo!

    Si capisce che non concordo sul commento di Ele? :D Molto spesso mi capita, ma questa volta no!
    Però io sono notoriamente una super fan della Balogh...finora ho trovato solo un (1) romanzo suo veramente brutto!

    RispondiElimina
  5. Sono la solita dura: io non ho capito di che romanzo si tratta; però non è così insolito l'innamoramento di un'idea: quante ragazze delirano per l'attore o il cantante di turno? Si vede che il tempo passa ma le persone sono sempre uguali.
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  6. Sono d'accordo con Lucilla...premesso che credo di aver individuato il romanzo (che ho comprato ma ancora non letto...quindi non posso entrare nello specifico), l'idealizzazione di qualcuno che in realtà non si conosce non è poi così rara, l'importante è che non sia l'unico spunto. Tutto dipende da come si sviluppa la trama, e da come si fa evolvere il personaggio. Diciamo che una giovane spinta a idealizzare il proprio promesso sposo può essere adeguata in determinati contesti storici e sociali, così come da molto giovani si può essere innamorate dell'amore...
    ...vi ricordate Beatrice di Cuore Selvaggio, che spasimava per il quasi estraneo Andrea...beh, poi arrivava Juan del Diablo :) E una certa apologia biografica di Lady Diana la racconta come cresciuta nel sogno di sposare il principe, salvo poi andare incontro ad amare delusioni...infine, Rossella O'hara non idealizzava Ashley senza capire che Rhett era il suo uomo? Ma questa è un'altra storia....
    Patrizia

    RispondiElimina
  7. Quoto Pat, non è così strano trovare la ragazza ingenua che crede di amare qualcuno che idealizza ritenendolo pieno di ogni virtù mentre in realtà non è che uno sconosciuto.
    Nessuna di voi ha avuto la
    (s)fortuna di avere un'amica dalle cotte a ripetizione? Io sì, era una pena! Quante ore passate al telefono a cercare di convincerla che l'uomo amato esisteva solo nella sua mente, quanti pomeriggi davanti a un tè a raccogliere le sue lacrime; no, non è affatto inusuale l'innamoramento pervicace verso un uomo-simbolo.
    Mia madre si era mezzo innamorata di Juan del Diablo! (povero babbo!) E lei non è una ragazza.
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  8. A me la Balogh...numme piace!!!!!
    Giratela come ve pare...ma la riconosco a naso! ^^

    :oDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD

    RispondiElimina
  9. Sì Lady, lo sappiamo! :D
    Credo che tu abbia una reazione allergica quando ti avvicini a lei...sai, come chi non può mangiare noci e una molecola basta per mandarli in crisi...a te basta sentire una minuscola traccia di Balogh per farti venire l'orticaria! Mi dispiace, ma dovrai rinunciare anche al pensiero della remotissima possibilità di leggerla...non puoi star male!!! :DDDDDDDDDDD

    RispondiElimina
  10. Il romanzo è una storia ingenua ma la Balogh come ha detto qualcuno lo fa a modo suo, e a me che il suo stile piace, non è spiaciuto neanche il romanzo.

    Lo so Giusy che non ti garba... ma come fai a dirlo a prescindere? eppure non è sempre uguale :-P

    Libera

    RispondiElimina
  11. Ooooh...? Da inesperta, nemmeno io ho capito il titolo preciso del romanzo in questione però a me la Balogh piace. Non mi entusiamo per tutti i libri che scrive ma in generale ne apprezzo lo stile. (Fortunatamente i gusti sono personali e vari.. che noia se a tutte piacessero le stesse cose!)

    Onestamente moltissime donne (anche uomini ovvio) si innamorano di un'idea, un concetto astratto; proiettando poi questa immagine mentale sulla persona prescelta. E' il gioco dell'innamoramento.
    A onor del vero nella maggior parte delle volte (statistiche all mano ehhh) ci si innamora dell'amore, di come potrebbe essere, di come lo immaginiamo, di come lo sogniamo... Non è forse lo scopo dei romanzi che tanto ci piacciono? Farci sognare?

    @Lucilla... come al solito siamo in sintonia! Ho speso molto tempo a consolare amiche che contro ogni logica si infatuavano rovinosamente di un "ideale"..Ideale che solo loro vedevano a dispetto di tutti gli evidentissimi difetti!
    Passano i secoli, ma i problemi persistono!
    A tutte le scrittrci presenti: perchè non dedicare un romanzo a chi fa da cuscino a queste incaute eroine? A chi sopporta lamentose ore di pianti e sfoghi in nome dell'amicizia... Detto così potrebbe sembrare un nuovo romanzo della Balogh ahhhh!!!
    Ciao
    Gladia

    RispondiElimina
  12. Bellissima idea, Gladia! Sarebbe ora che le amiche sagge vedessero riconosciuti i loro meriti; perchè le protagoniste di un romanzo devono sempre essere le sventate, le scassabip dementi che si innamorano dell'uomo sbagliato? Che bello se, in un romanzo, l'eroina svaporata venisse scaricata al suo amore inesistente mentre le sue amiche si pappano tutti i migliori partiti!
    Altro che vendetta d'amore: "Vendetta d'amicizia", lo chiamerei, sottotitolo: la rivincita delle donne pazienti!
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  13. Lucy...dopo il Duca di Ghiaccio e Ballando con Clara, ho capito che non ce la potevo fare (mi sto già grattando il collo...è proprio allergia) ^^

    Libera, è proprio lo stile...quando leggo devo avere a che fare con uomini che non esistono nella realtà...per me leggere romance è sognare di situazioni non reali, ma che vorremmo che lo fossero...ma cosa ci faccio con certi personaggi pieni di difetti e problematiche mentali...la voglio, non la voglio, lo amo, non lo amo...come per altre, mi è bastato dover vedere amiche struggersi per degli emeriti imbecilli, e non accorgersi del tesoro che avevano accanto che moriva per loro! :o/

    RispondiElimina
  14. Lady, sei una grande!
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  15. ahhhhh... santo cielo ma Lady è proprio allergica alla Balogh! Antistaminico al volo!?
    Concordo con Lucy-one! Forse quello che piace della Balogh, almeno nel mio caso è così, è la tranquillità... In un certo senso i suoi non sono romanzi con dinamiche incalzanti ed eslosive, sono più introspettivi ed è per questo che snocciola fino all'irritazione il "m'ama, non m'ama.." "lo voglio o non lo voglio..".

    @Lady:... L'uomo pieno di difetti... fà equazione matematica con la donna crocerossina... Purtroppo come ogni cosa fastidiosa vanno da + a - infinito!!!

    Lucilla sei un mito!!!! Eddai scrivilo tu questo romanzo, sei così brava con le parole che mi fai quasi inc...re!(tutta invidia, davvero sono verde in questo momento). Però la copertina la faccio io! Il titolo già c'è! ... scegli il genere, lo stile e ti dipingo "Il bacio" di hayez versione rivisitata.
    Io sarò la prima a fiondarmi in libreria a comperarlo!!!
    Ciao
    Gladia

    RispondiElimina
  16. Eh, Gladia, magari! Vorrebbe dire che sono una scrittrice, invece, come ho detto, io sono semplicemente una lettrice e va bene così.
    E poi, cos'hai da invidiare? Non mi pare che ti manchino le parole, nè tantomeno la fantasia (quella che a me difetta); sei una donna amante del bricolage, un'artista, quindi.... Che ci fai leggere?
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  17. @Lucilla. Un piccolo appunto: come te io sono solo una lettrice e come tale ho espresso il mio giudizio... Leggere quello che scrivi è piacevole. L'amore per la scrittura esula dalle definizioni, lettrice, scrittrice... io le considero solo etichette! Quello che conta e riuscire a toccare in un modo o nell'altro chi ascolta e tu ci riesci!

    Cosa vi faccio leggere? Un racconto pieno di sfumature e colori, chiari e scuri, ombre e luce; un libro dove le emozioni si sciolgono fino a fondersi insieme, rafforzandosi in un unica composizione... Insomma potessi scriverlo con un pennello in mano, forse riuscirei a farmi capire!
    un abbraccio
    Gladia

    RispondiElimina
  18. Ho capito, Gladia, e delle tue parole ti ringrazio; inoltre, mi sembra che tu sia un'artista: la maniera in cui usi le metafore per rendere il tuo pensiero fanno capire molto del tuo modo di vedere e amare la lettura.
    Credo che per te un bel romanzo sia simile ad un'opera d'arte, un dipinto tracciato da una mano felice o una scultura magicamente tratta dalla materia. Per me è simile ad uno splendido arazzo che si dipana attraverso innumerevoli fili; per questo, credo, le nostre opinioni si somigliano.
    Un abbraccio anche a te, cara Gladia.
    Lucilla

    RispondiElimina
  19. :) Lucilla... proprio come dicevo: con l'occhio della mente vedo il tuo arazzo prendere forma! Che bella metafora!
    ps. ora stò sorridendo ... sorrido allo schermo del mio pc...sorrido perchè immagino mani che tessono fili colorati!
    ....
    Lucilla scrivi! Anche solo recensioni o commenti ma scrivi..
    Ciao
    Gladia

    RispondiElimina
  20. Tesserò altri commenti e, se la Ross li vorrà, delle recensioni. Prometto di essere sempre più velenosa....
    Ti mando un bacio, Gladia, sei un'amica.
    Lucilla

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!