Passa ai contenuti principali

Dolcezze...dietetiche!

Ci piace questa nuova rubrica Donne a tutto Tondo!
Ci piace perche', se ci pensate bene, il "mondo donna" non e' mai noioso, non e' mai fermo, non e' mai statico...e' sempre in movimento. Movimento di idee, di gusti, di moda. La donna e' trasformista, ed e' sicuramente la cosa piu' entusiasmante per il gentil sesso, non trovate? Ecco perche', il bisogno, di tanto in tanto, di spaziare, di parlare non solo di romance, diventa impellente, necessario.

In questo post, a grande richiesta, la nostra amica SamanthalaRossa ci ha preparato alcuni consigli sui Dolcini Dietetici! Mano alle padelle, questo weekend lo passeremo sul divano a mangiucchiare i nostri esperimenti culinari, ed a leggere un buon romance, of course!
Altri consigli dietetici li trovate nella sua pagina FB : LINK


Direttamente dalla scrivania di SamanthalaRossa.




Terminare un pranzo con un dessert è una gioia che la maggior parte delle persone a dieta ha da tempo dimenticato (non è vero ma facciamo finta!) Ci raccontiamo, che visto che nel nostro paese abbiamo la fortuna di disporre di frutta di ogni tipo ed in ogni stagione, possiamo optare per una macedonia, ma alla lunga la voglia del dolcino consolatorio si fa sempre più pressante.
E poi come non dimenticare l’appuntamento del tea con le amiche oppure con le signore del circolo letterario( siamo o non siamo delle Ladies?), insomma abbiamo necessità di servire un dolce ai nostri ospiti, ai nostri famigliari o alle nostre amiche.
Naturalmente c’è dolce e dolce. Dal punto di vista dietetico una cosa è mangiare una semplice torta di mele e un’altra è abbuffarsi (non è neanche chic)di una saint honorè piena di panna e crema. Questo tipo di dolci, è bene dirlo chiaro e tondo, va dimenticato oppure lasciati da parte solo per occasioni particolari e veramente speciali (debutti in società e fidanzamenti ufficiali) che sono piuttosto rare nel corso dell’anno.
Ma scommetto che se vi abituerete a mangiare più semplicemente ed in maniera sana nell’arco di qualche mese riuscirete ad apprezzare anche questi dolci meno grassi e pesanti.
È bene inoltre sapere, che la maggioranza dei dolci apporta carboidrati, lipidi, proteine, vitamine e sali minerali, e solo pochi forniscono esclusivamente le cosiddette calorie vuote che invece troviamo negli alcolici.
Una brioche? No, grazie sono a dieta. Il tiramisù? Vorrei tanto, ma non posso permettermelo. Il caffé? Solo amaro, perché sai lo zucchero ingrassa. Che noia che barba!!!!!! Sentire sempre questi discorsi (se poi li fa la solita amica con il metabolismo da formula 1…) essere a dieta non significa affatto dover bandire tutte le dolcezze dalla propria vita.
Ad essere sinceri, troppa rigidità nell’alimentazione può essere addirittura controproducente: si rischia di sentirsi incatenati e, per reazione, di ribellarsi mandando all’aria tutti i progetti e vanificando gli impegni ed i risultati raggiunti. Ed allora? Impariamo a concederci qualche “strappo”: un dolcetto preso ogni tanto non fa ingrassare e può essere una gratifica per i nostri sforzi nel mantenere sotto controllo la linea, senza dover rinunciare proprio a tutto.
Ecco tre ricettine dieteticissime da provare…..

TIRAMISU’ LEGGERO
Ingredienti: 500 g di savoiardi, 4 vasetti di yogurt magro, 2 cucchiai di miele, 1 bicchiere di amaretti tritati, caffé, cacao amaro in polvere.
Preparazione: disponete i savoiardi in un contenitore rettangolare, inzuppateli leggermente con il caffé amaro e cospargete lo strato con la crema di yogurt, miele ed amaretti (in alternativa a questi ultimi, potete utilizzare un liquore). Ripetete la stessa procedura per lo strato successivo. Terminate spolverizzando il cacao in polvere su tutta la superficie. Ponete il tiramisù in frigo per qualche ora, prima di gustarlo.


COPPA DI PANNA E FRUTTA

Ingredienti:
1 banana, 1 mela, 1 pera, 1 kiwi, 1 cestino di fragole, qualche acino di uva, 4 cucchiai di panna montata light
Preparazione: sbucciate ed affettate la frutta. Disponetela in una grande coppa, decorando con la panna montata. Se non trovate la versione light, potete rimediare da sole, montando con una frusta una crema composta da yogurt magro, latte magro in polvere e succo di limone.

MOUSSE AL CIOCCOLATO

naturalmente in versione light, con pochissimo zucchero.
Ingredienti
125 gr di cioccolato fondente
20 gr di zucchero
20 gr di margarina vegetale (al posto del burro)
2 uova
Preparazione: Fare sciogliere il cioccolato a bagnomaria, poi unire la margarina. Incorporare i tuorli e lo zucchero. Montare a neve gli albumi e unirli al composto di cioccolato, mescolando dal basso verso l’alto. Versare la mousse in 2 coppette e servire fredda.

E per ultima una ricettina per la colazione della domenica per tutta la famiglia:
Ciambellone dietetico senza olio e senza burro con farina integrale, yogurt e se volete uvetta.
Ingredienti
200 g Farina 00
100 g Farina integrale
3 uova
150 g zucchero
50 g miele
250 g di yogurt al naturale
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
200 g di uvetta (facoltativa) + 50 g di farina 00
Un cucchiaio di olio di semi e 50 g di farina per ungere ed infarinare lo stampo



Procedimento
Come prima operazione ungere ed infarinare lo stampo del ciambellone ed accendere il forno impostando una temperatura 180 gradi.
Sbattere le uova con lo zucchero, il miele ed un pizzico di sale fino a quando il composto non è ben montato e di colore chiaro.
Aggiungere poco alla volta lo yogurt mescolando con una spatola dal basso verso l'alto e proseguire allo stesso modo aggiungendo le farine ed il lievito precedentemente miscelati e passati con un colino.
Infarinare l'uvetta ed aggiungerla al composto distribuendola in modo omogeneo.
Cuocere in forno ben caldo per circa 30 minuti.

Che dire io non faccio testo ma ogni tanto la brioches vuota alla mattina a colazione la mangio volentieri!!!!

SamanthalaRossa










Fonti:
il ciambellone www.ricettericette.it
la mousse http://www.dieta.clicklick.it/I-dolci-e-la-dieta.html
le altre http://www.beautys-magazine.com/dieta/dimagrire-dolci.htm



 border=

Commenti

  1. Cara Samantha, la tua idea è ottima, le ricettine tutte da provare, soprattutto il tiramisu (slurp!), però, sei dispettosa: avevo appena finito di leggere, piena di ottimismo per l'incoraggiamento e poi....
    la foto del Botero!
    Mi si sono smontate tutte le calorie!
    Però è un'idea, sai? Voglio appenderla dentro il frigo, con la scritta :-"Pentiti, golosa, chiudi la porta, o diventerai così!!!!"-
    Ciao
    Lucilla
    P.s:
    le ricette però le provo.

    RispondiElimina
  2. Ma grazie Samantha!
    Devo dire che il tiramisù light proprio non riuscirei a farlo (è il mio dolce preferito quindi poco, di rado ma originale); ma il ciambellone è proprio goloso, ideale per togliersi lo sfizio senza suicidarsi subito dopo causa pentimento post clorie!
    Io sono negata con i dolci, ma descritta così sembra propio a prova di "Inetta"=Io... ti saprò dire come è uscita..

    buon week
    Gladia

    RispondiElimina
  3. lucilla la donna di botero è il simbolo della pagina di facebook non la potevo tradire!
    ciao
    Laura GE

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…