Passa ai contenuti principali

La signora Harris di Paul Gallico

Anni Sessanta a Londra. La signora Harris è un’impeccabile governante di mezza età, sempre pronta al sorriso e civettuolamente ornata da un improbabile cappellino, inglese quanto lei. Ma la sua vita ordinata è destinata a prendere una svolta inattesa: l’inamidata signora viene folgorata dalla vista di un abito Dior nell’armadio della lady presso cui presta servizio. Da quel momento la signora Harris ha una missione: andare a Parigi e comprarsi lo stesso vestito. E siccome è britannica, inguaribilmente entusiasta e maturamente testarda, la signora Harris riuscirà nell’impresa. Anche se…
LINK

Per leggere la nostra recensione clicca su Continua a Leggere


Il sogno di ogni donna? L’impossibile! Non è forse vero che più l’oggetto del nostro desiderio e' irrangiungibile, e più ai nostri occhi diventa desiderabile? Ma quando finalmente lo abbiamo nelle nostre mani, non perde forse il suo luccichio, il suo bagliore? La vocina che per giorni, mesi, o forse anni rimbombava nella nostra testa: sarà mio, non cessa forse improvvisamente di esistere?
Pensate ad esempio ad un romanzo, ad uno di quelli introvabili che sul mercato dell’usato costa una cifra blu e che sulle aste ebay viene battuto come un gioiello di Tiffany. Il romanzo che voi bramate leggere da tanto tempo, di cui avete letto ogni recensione possibile ed immaginabile, di cui sognate, almeno una volta alla settimana, di ritrovarvelo tra le mani mentre cercate tra i libri usati di un mercatino. Quel romanzo, eh si proprio quello! Ecco, questo e' il "desiderio" allo stato puro! Di cio' che ne farete del romanzo agognato una volta che lo avrete tra le mani, beh, questa e' un'altra storia.

E’ inutile dire che il desiderio è insito nel DNA di ogni donna. Per dimostrarvelo basta andare con il pensiero agli albori della storia umana , al tempo della nostra cara ava: Eva. Alla donna era stato detto chiaro e tondo di tenersi alla larga dalla mela. Ma lei, nossignore, più la guardava, più la vedeva irrangiungibile e più la desiderava. Morale della favola : la donna arriva alla mela, le dà un morso, si rende conto che non è niente di che e la lancia ad Adamo.

Tutta questa premessa per introdurvi Paul Gallico, autore del romanzo La signora Harris. Paul Gallico evidentemente conosceva bene la psiche femminile, perché la sua eroina rappresenta l’essenza di ogni donna. E’ vero che la signora Harris è una domestica londinese, scialba, con grandi scarpe, un cappello improbabile ed una borsa consunta, ma ha un sogno impossibile che anima la sua vita: La maison Dior.
Una favola moderna, la cui tenerezza abbraccia il lettore come una coltre, e le cui situazioni irreali ,ma non impossibili, lasciano un sorriso sulle labbra. L’autore “tocca” tutto cio’ che da sempre accompagna le donne: la superstizione e la devozione, la generosità che rasenta l’ingenuità, il senso pratico e la spontanietà, i sensi di colpa e la caparbietà. “ Tocca” soltanto queste realtà, perché sarà il lettore a svilupparle secondo il proprio bagaglio culturale ma soprattutto emotivo. Quante donne si riconosceranno nella figura di Mrs Harris?

In questo romanzo non c’è principe azzurro che arrivi a salvare l’eroina. Non c’è grande amore e vissero felici e contenti. C’è solo lei, una donna; c’è solo lui, un desiderio da realizzare, costi quel che costi!

Unico grande neo: il prezzo di copertina. 17.50 euri per 185 pagine di buona lettura, ma pagata cara quasi quanto un gioiello di Tiffany!


Juneross






 border=


Commenti

  1. @anna, prova a keggere questo romanzo, magari ti potrebbe scuotere dalla tua apatia alla lettura;)

    RispondiElimina
  2. Sembra carino; certo il prezzo è un pò alto, però il Natale è vicino, facciamo le liste.
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  3. mmm ... non mi sembra un romanzo per le mie corde ... credo che questa volta passerò ...

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…