Scandalo di Amanda Quick

Da che la sua reputazione è stata irrimediabilmente compromessa da una sconsideratezza giovanile -- "il disgraziato incidente" per dirla come la gente del luogo -- l'incantevole Emily Faringdon si è rassegnata a trascorrere nubile il resto dei suoi giorni. Ne d'altronde, a cinque anni dal "fattaccio", si può dire che la cosa la rattristi più di tanto. L'ottocentesca campagna inglese può offrire, infatti, molteplici interessi: ci sono la grande tenuta di famiglia da amministrare, le rendite del padre e dei fratelli da gestire, come pure le finanze delle vecchie signore del paese; per non parlare della grande passione letteraria che la spinge a comporre versi. Un esistenza piena e appagante, nonostante tutto...

Finchè Emily non si ritrova coinvolta in una fitta corrispondenza, scoprendosi perdutamente innamorata. Sensibile, colto, intelligente, il prezioso amico di penna sembra incarnare tutto ciò che la giovane ha sempre desiderato in un uomo. Ma Simon Augustus Traherne, il misterioso conte di Blade, non è affatto come sembra... Mosso da oscure passioni e da un tragico segreto profondamente inciso nell'anima, Blade riesce a incantare e soggiogare tutta Londra... Tutta tranne Emily.

Perchè Emily, benchè ammaliata dal seducente fascino di Simon, conosce la vera ragione delle profferte amorose dell'uomo. E sa anche di dovere ad ogni costo conquistare il suo gelido cuore prima che i vendicativi demoni del passato distruggano l'unico grande amore in cui lei abbia mai creduto.


Per leggere la nostra recensione, cliccate su continua a leggere.



Direttamente dalla scrivania di Lillibu

E' UNO SCANDALO!


Ragazze, io non ci posso credere! Stavo chattando con la Ross (ehm... qualche pettegolezzo qua e là...) quando nomino una scrittrice che è una tra le mie preferite: Amanda Quick (ovvero Jayne Ann Castle, alias Jayne Ann Krentz, alias Jane Taylor, alias Jayne Bentley, alias Stephanie James, alias Amanda Glass, alias … no so' finiti! Ma quanti alias c'ha questa tipa?!).

Con lo pseudonimo di Amanda Quick ha scritto soprattutto dei Romance storici, tra cui: Seduzione, Attrazione, Rendez-Vous, Batticuore (mooolto bello!), Avventura, Audacia, due medievali L'isola dei desideri e Il Cristallo Verde (altro romanzo che mi è molto piaciuto), la serie Vanza, e la serie di Lavinia e Tobias.

Ma, a parer mio, il più bello è senz'altro “Scandalo”.

Ho ancora una copia, il n.324 del settembre 1996 (Gesù, ma stiamo parlando del secolo scorso!), dei Romanzi Mondadori. Letta, riletta, straletta e, per questo, usurata. Ma è uno dei miei tesori. E tu, Ross, non sai che cos'èèèèè!

La storia è carinissima, scritta con il solito stile ironico della Quick: Emily Farington è una giovane aristocratica, carina, non “alta, bionda ed eccessivamente bella” come suo padre e i suo fratelli, i gemelli Charles e Devlin, ma piccola, rossa di capelli, occhi verdi, lentiggini sul nasino e, orrore degli orrori, porta sempre gli occhiali! Cosa ignominiosa per l'epoca. Una vera signora non li mostra MAI in pubblico!

Ma scopriremo, continuando la lettura, che Emily, non è una giovane sciocca, come potrebbe, all'apparenza, sembrare: ha un eccellente fiuto per i buoni affari e mantiene i suoi familiari, gli “inetti e scervellati Farington”, trovando il tempo, visto il suo buon cuore, di provvedere al futuro di tutti i domestici.

La povera Emily cadrà vittima (ma siamo sicuri che sia veramente così?) delle trame di Simon Augustus Traherne, conte di Blade, tornato dopo ventitré anni, dalle Indie Orientali, per vendicarsi del padre di Emily e, secondo l'uso orientale, dell'intera famiglia. Alto, “un omone dal fisico robusto e asciutto, zigomi alti, occhi castani”. Perfetto, come lo giudica Emily. Naturalmente lei si innamora subito, anzi la poverina è già innamorata, a causa delle lettere che si sono scambiati per qualche mese.

Simon decide di sposarla, per portarla via alla famiglia e obbligarla a smettere di provvedere al padre e ai fratelli, sicuro che, in poco tempo, andranno in rovina, essendo degli inetti gaudenti.

Poveretto, crede di essere lui a dirigere il gioco, ma, a poco a poco, Emily, con il suo animo innocente e il suo cuore d'oro conquisterà tutti: i domestici del conte, la zia Araminta, il Ton e, soprattutto, lui. Anche se gli rovina tutti i piani di vendetta, non solo contro Farington, ma anche contro gli ex soci del padre, che non hanno aiutato lui e la madre, dopo il suo suicidio.

Malgrado che la moglie gli metta i bastoni fra le ruote, con la sua innocenza e il grande amore che gli porta, non avendo remore a dimostrarglielo, lo induce a perdonare i torti subiti e, dopo varie peripezie, a aiutare i gemelli e il padre.

La piccola “fatina” dai capelli rossi e dagli occhi verdi (occhialuti) farà innamorare il grande, sbuffante e iroso “drago” (lei lo vede così, tant'è che utilizzerà, come marchio, il disegno di un drago).

Due protagonisti che ho molto amato. Una storia che mi ha fatto sognare e risognare. La consiglio.

Soprattutto alla Ross, disgraziata! Come si fa a ignorare questo libro? Inoltre ti sei persa le scenette del Giovedì Letterario, con le zitelle di Little Dippington, sedute nel salotto a bere il tè, imbarazzate e occhieggianti quell'omone del conte seduto su una fragile poltroncina.

Ross, se non lo leggi non sei più amica mia!

Lullibi







 border=

27 commenti:

  1. anche tu libera? anche tu come me non lo hai letto? bene non mi sento piu' tanto sola contro la megera di lullaby

    RispondiElimina
  2. Lullibi, Ross, Lullibi...
    Dio che pazienza...

    Libera! Da te non me lo sarei mai aspettato!

    RispondiElimina
  3. Tesori cari io leggo romance da una decina d'anni o forse anche meno. E' vero che leggo tanto e velocemente ma mica è facile recuperare tutto.

    RispondiElimina
  4. Cioè, no... scusa... vuoi insinuare che io sono vecchia perché li leggo da trent'anni?????
    No, dico... l'insolenza delle giovani generazioni, sta raggiungendo il parossismo. TZE'!

    RispondiElimina
  5. Te sei scema Lulli!
    Non ho detto, pensato o insinuato nulla del genere!!!
    Io leggo da 33 anni (ho iniziato presto...) ormai ma solo negli ultimi mi sono avvicinata al romance grulla!

    RispondiElimina
  6. Ahhhh... meno male, allora sei vecchia come me! ;)
    Aspe'... volevo dire "una vecchia lettrice" come me...

    RispondiElimina
  7. Ancora c'è qualcuno che non ha letto "Scandalo"? Impossibile!
    Credo che sia una dei romanzi della Quick (è tutti i suoi alias) meglio riuscito.
    La fatina sognatrice, il drago in cerca di vendetta e poi come dimenticare il personale di servizio? I rinnegati dei mari orientali al servizio di una piccola damina.
    Ragazze io lo consiglio, ha il giusto grado di romanticismo, ironia, sensualità ma soprattutto dialoghi scorrevoli.
    A proposito di sensualità, dopo averlo letto guarderete le cravatte di vostro marito-compagno-fidanzato, anche se non di seta, con occhi diversi....
    Buona lettura
    LidiaS

    RispondiElimina
  8. Vaiiiiiiiiiiiii Lullibi, distruggi le miscredenti.

    Amanda Quick e tutti i suoi Alias...HO tutti i libri che hanno pubblicato in Italia e come Lulli, letti, riletti...come non farlo sono favolosi!

    E' la mia autrice preferita, perchè nei suoi romanzi c'è mistero, romanticismo, azione,e sesso...per i tempi in cui fu scritto era molto audace, forse usa ancora terminei come fodero e spada...ma stiamo parlando dei primi anni 90! ;o)))))

    Tutti i romanzi dell'autrice sono consigliatissimi e spero che Mondadori si decida a pubblicare anche quelli mancanti.

    Baci a AUGURI A TUTTE!

    RispondiElimina
  9. Magari Lady... magari, mi sono sfuggiti alcuni, tra i quali "L'isola dei desideri", Maremma 'mpestata!

    RispondiElimina
  10. L'isola dei desideri non è dei suoi migliori, ma Scandalo è un mio DIK insieme a Batticuore.

    RispondiElimina
  11. Non l'ho letto nemmeno io , Lulli; mi cospargo il capo di cenere e vado subito a spulciare su eBay per vedere se lo trovo. Ma quest'autrice, con tutti questi alias, non avrà problemi di personalità multipla?
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  12. Non ho letto questo libro... che scandalo!!! Però la quick mi piace ed anch'io ho amato molto Batticuore!
    Lullibi, che posso dirti, che mi sono divertita molto a leggere la tua recensione e che Scandalo è balzato in cima alla pila dei libri da leggere... speriamo di afferrarlo prima che ne balzi un altro sopra...

    RispondiElimina
  13. Lullibi non ti innervosire con Ross:lei legge solo roba strana per farne materiale da malelingua!
    Questo romanzo è veramente molto carino e assolutamente da leggere!

    RispondiElimina
  14. @Noco
    Se hai gustato Batticuore, sicuramente Scandalo ti piacerà! E la mia recensione, che voleva essere più che altro una bacchettata alla Ross, non dice granché di questo libro. Se lo leggi, tu che ami i Romance classici, vedrai che non lo dimenticherai più.
    @ Eleonora
    Cara, sono disfatta, da quanto ho incrementato gli incontri (telematici) con la Ross, sono tutta innervata! Ma anche a te fa questo effetto?

    RispondiElimina
  15. Che svista! Lulli per un attimo ho temuto che fossi diventata un Monte... beh una cima già lo sei...

    RispondiElimina
  16. Io non l'ho ancora letto, ma rimedierò presto a questa grave mancanza visto che ne ho già una copia in mio possesso.
    Amanda Quick mi piace moltissimo perchè i suoi protagonisti non sono belli a tutti i costi ed hanno personalità e ironia e perchè le sue storie sono frizzanti, sensuali e a tratti avventurose.
    Per ora i miei romanzi preferiti sono "Seduzione" e "Batticuore". ^_^

    RispondiElimina
  17. Lullaby, ora mi hai fatto voglia di rileggermi tutti i romanzi della Quick per l'ennesima volta! :oDDDDDDDDDDDDD Da quale comincio? ^^

    RispondiElimina
  18. Cavoli Lullibi... non sò come dirtelo... ma anche io ignoravo stò capolavoro (lo deduco dalla tua accaloratissima recensione)!!! Che dire a discolpa, in quel periodo era una sognante ragazza... non leggevo romance, me tapina, perchè convinta che io stessa avrei trovato il perfetto principe azzurro...con relativa storia romantica da cardiopalma.
    ... Ora da "grande" ringrazio Lulli di suggerirmi stè perle di romanzi... non mi resta che cercare!
    un abbraccio
    Gladia

    RispondiElimina
  19. Bellissimo questo romanzo della Quick beh.....per me in realtà è il preferito *_* Comunque c'è anche da dire che della Quick adoro tutti i libri, sono i primi che ho letto quando ho iniziato a leggere i romanzi. Insieme alla Woodiwiss *_* mi ha portato in mondi meravigliosi!

    RispondiElimina
  20. Un romanzo delizioso, uno dei più riusciti della Quick (io preferisco Batticuore...).
    I migliori personaggi della Quick si assomigliano un po' tutti, ma la cosa non mi turba, ha creato due "tipi" vincenti e ci si è attenuta...per me potrebbe scrivere altri 10 romanzi con coppie simili...mi piacerebbero tutti!

    RispondiElimina
  21. Amanda Quick per me è e resterà sempre la Queen... nessuno dei suoi libri mi ha deluso, Scandalo è fantastico... anche se il mio preferito tra tutti (scelta difficile) resta Charlotte.
    Qualcuno non lo conosceva??? Buuuuu
    Auguri a tutte
    Lety

    RispondiElimina
  22. Letyyyy, la fantasmina finalmente si è fatta sentire!
    Charlotte, anche se mi è piaciuto, non è tra i miei preferiti, ma, certo, non mi ha mai deluso nessun libro della Quick.
    Buon anno nuovo a tutte!

    RispondiElimina
  23. L' letto tanti anni fa ed e' nel mio scaffale dei romance che vengono riletti ogni tanto docissimop! cicci

    RispondiElimina
  24. Mi piace la Quick! Scandalo è sul mio scaffale, ma devo ancora leggerlo...:-( devo provvedere subito!!!!;-)

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!