Passa ai contenuti principali

Come una rosa d'inverno e Wild rose di Jennifer Donnelly

Chi ha amato "I giorni del te e delle rose di Jennifer Donnelly?!
Chi ha condiviso con sentimento le vicende di Joe e Fiona?!
Care lettrici, alzate le mani! O forse sarebbe preferibile dire "mano ai portafogli!"
Infatti,finalmente la Sonzogno, dopo infinite petizioni, suppliche e richieste delle lettrici, ha pubblicato il secondo romanzo della trilogia iniziata con' i giorni del te e delle rose' appunto: "Come una rosa d'inverno"! LINK
Personalmente, sono dell'idea che certi romanzi non vadano raccontati, ma vissuti a 360°.
In questo secondo tomo (parliamo di circa 700 pagine!) ritroviamo la coppia Joe-Fiona, ma la storia principale è incentrata sul fratello di Fiona, Sid Malone e la dottoressa India.
Come il romanzo precedente, anche questo è ad ampio respiro e oltre a raccontare la storia d'amore, narra le vicende della società del periodo e dei personaggi che la animano. Ci sono descrizioni veramente favolose e dialoghi concisi ma carichi di significato.
Ci sono separazioni, riconciliazioni, bugie, falsità, compromessi in un mix perfetto che vi trascinerà tra le pagine del romanzo senza alcuna difficoltà, facendovi trattenere il fiato sino all'ultimo rigo...

Eccovi la trama:

La storia inizia sulle sponde del Tamigi, è l'anno 1900: le desolate strade dei sobborghi londinesi non sono il luogo adatto per una ragazza per bene come India Selwyn Jones, una bellezza aristocratica il cui animo generoso la spinge ad abbracciare grandi ideali. Ha scelto di essere medico e, grazie all'ambiente in cui è cresciuta e alla stima dei suoi insegnanti, potrebbe esercitare la professione nei più prestigiosi ospedali della città. Ma India ha la testa dura e vuole portare aiuto dove ce ne è più bisogno, tra i poveri e i disperati. Proprio in questi sordidi vicoli, tra ladri, prostitute e sognatori, India si trova a dover curare, salvandogli la vita, il più famoso gangster di Londra, Sid Malone, cinico, spietato, conturbante. Malone è l'esatto contrario dell'elegante fidanzato di India, una stella nascente del Parlamento inglese. Nonostante la repulsione per un uomo che rappresenta tutto ciò che lei detesta, poco alla volta India si lascerà attrarre dalla complessa personalità del malvivente, intrigata dal suo misterioso passato. Inevitabilmente, pur cercando di resistere ai loro sentimenti, i due si ritrovano l'uno nella braccia dell'altro. È un amore appassionato, sconveniente, in cui l'estasi si alterna alla sofferenza, e che provoca distruzioni quali non avrebbero mai potuto immaginare. Spaziando da Londra al Kenya, fino alle remote e selvagge coste della California, Come una rosa d'inverno è un'avventura mozzafiato, un'epopea romanzesca, ricca di personaggi e situazioni, da gustare pagina per pagina, dove il piacere di una narrazione "classica" si combina con la sensibilità di uno sguardo contemporaneo.

Oltre oceano è da poco stato pubblicato "Wild rose" che conclude la saga suddetta.La storia in questo caso è incentrata sul fratello minore di Fiona e Willa Alden; e si svolge nel 1914, agli albori della Grande guerra. Sono certa che anche in questo caso la Donnelly non ci deluderà, anche se ho un pò di riserve sul personaggio femminile che già abbiamo conosciuto in "come una rosa d'ainverno", Willa Alden.
Voi che ne dite? Vi siete fatte irretire dalla storia?



 border=

Commenti

  1. E voi, una storia così, ce la proponete dopo Natale, a portafogli asciutti????
    Crudeli....
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  2. La storia sembra senza dubbio interessante. Ho da tempo il primo volume della serie, consigliato da voi, ma non l'ho mai letto!!! Ragazze tra un po' non avrò neppure più il tempo di respirare con tutte queste letture favolose in arretrato!!!

    RispondiElimina
  3. come una rosa d'inverno è semplicemente F A V O L O S O.
    E' uno di quei libri che ti spiace finisca nonostante le sue 700 e passa pagine.
    CONSIGLIATISSIMO!

    Silvana

    RispondiElimina
  4. Ho letto tutta la trilogia della Donnelly e l'ho apprezzata molto. Non sono un'amante dello storico ma quando una scrittrice scrive così non si può che finire nella sua trama e camminare con i suoi personaggi fino alla fine della storia. Consiglio senza ombra di dubbio.

    RispondiElimina
  5. Una trilogia assolutamente da non perdere,romantica, commovente, travolgente!!!
    Bellissimo lo stile narrativo, fluido e coinvolgente..personaggi indimenticabili, un climax sempre alto fino all'ultima pagina..
    magari comprate qualche romanzetto di tendenza in meno ma lasciatevi trasportare da questa trilogia che vi assicuro non dimenticherete...

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…