Passa ai contenuti principali

A spasso per Matera

Finito  il WFF, le mie care Bloggerine( leggi come malefiche bloggerine), mi accusano di non aver fatto un reportage serio del Festival e di  aver parlato solo di scarpe e briosche( il che non e' vero, ho parlato anche di editoria)!
Devo dunque discolparmi da queste ingiuste accuse e voglio dimostrarvi che ho fatto anche altro durante il Festival.
Tocchera' pero' a voi scoprire in che tipo di negozio ero quando ho scattato queste foto. Matera e' una citta' magica, basta girare l'angolo e si trovano piccole meraviglie come queste...

Iniziamo con la prima foto. Un tavolino posto strategicamente nel mezzo del locale. Su di esso, quattro bauletti facevano bella mostra di se' e contenevano....





Oh le maschere! Entrando nel locale te le ritrovi proprio davanti e a quel punto rimani interedetta!  E' sicuro che sono nel posto giusto?





 Non avete ancora capito dove mi trovavo, vero?
Va bene, saro' buona con voi, benche' si dica che sono una Malelingua! Mumble....vediamo se questo vi puo' aiutare.
Specchio, specchio delle mie brame.....



Uff!!! 
Come sono noiose queste Bloggerine! Non hanno spirito di creativita', niente, nisba, nothing..caput! Un caput ci sta sempre bene!
Ma, c'e' uno specchio ed una sedia....dei bauletti che contengono dei prodotti.... delle maschere, dove accipicchia potevo essere?
Ultimo indizio, e poi dovrete assolutamente indovinare!



Ma che bloggerine impertinenti!!!
Assolutamente non mi ero persa...cioe'....la prima volta che sono approdata in questo locale, cioe'....insomma...brancolavo " in una selva oscura che la dritta via avevo smarrita".....ma SOLO una volta e' capitato. Tse'!

E dunque, care amiche, avete capito di quale locale si trattava, e soprattutto cosa ci facevo li? Per favore, togliete il biasimo dal mio buon nomeeeee! Non e' vero che penso solo alle scarpe e alle brioche! Sobbbbbbb

Juneross




Commenti

  1. Ma certo che no! Figurati se pensi solo alle scarpe e alle brioches!
    Eri dal parrucchiere del 1800 (che poi vedi che all'epoca eri già nata?) e mi sa che faceva anche il sarto, visto il manichino.
    Perciò, oltre che alle scarpe e a magna' pensi anche alle acconciature e ai vestiti!
    Ma quale editoria! Quali libri! Quale interesse delle lettrici!

    RispondiElimina
  2. ROSSSSSSSSSSSSS!!!!!!!
    Non ti bastavano le scarpe????e le brioche???
    Pure all'acconciatura hai pensato???
    e a noi? e ai libri??
    Povere noi, a casa, in attesa del resoconto dettagliato sulle novità editoriali e che invece ci ritroviamo davanti a una sfilata di moda!!!
    mah...senza parole!

    RispondiElimina
  3. Ma Ross hai trasformato casa tua ho un negozio di anticaglie? ah no eri a Matera... Hai detto così vero?
    Mmmm vuoi vedere che invece di un negozio era la sua stanza?


    Libera

    RispondiElimina
  4. Io mi butto, eri in un atelier d'epoca....cercavi l'ambientazione per un romanzo? O magari....era il negozio accanto a quello di scarpe?
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  5. Mi sembrava un negozio di costumi d'epoca oppure il retro di un teatro...ma potrebbe darsi che abbiano ragione le altre...dopo le briosche e le scarpe...anche i vestiti e le acconciature...dopo tutto sei così modaiola...oltre che devi tener conto d'Immacolata che è una modella...pertanto non puoi essere affidabile...mmmmmmmmm!!

    Che inquietante mistero! Ross era o non era a Matera? O_O

    RispondiElimina
  6. A me pareva una sartoria in stile ottocentesco. Come ci sei capitata, Ross? Ti sei fatta un abito da sfoggiare alla prossima Vie en rose? ;-)

    RispondiElimina
  7. Il prossimo anni mi toccherà organizzarmi per essere live a Matera per sapere le cose :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…