Passa ai contenuti principali

Colpevole di amare di J.R. Ward

So già che con questo post mi attirerò le critiche di molte seguaci di J.R.Ward, ma mi faccio coraggio e "parlo" lo stesso...
Avete già letto "Colpevole d'amare" edizione Leggereditore?
Allora la trama è questa:
“Jack Walker è finalmente pronto per smettere i panni di playboy e abbandonare il famigerato passato da 'cattivo ragazzo', così, con grande gioia di sua madre, si fidanza con una donna benestante. E ora la madre può portare avanti i suoi piani per farlo diventare, un giorno, governatore del Massachusetts. Anche i migliori piani però spesso falliscono, e in questo caso la causa del deragliamento è la restauratrice Callie Burke. Nel momento in cui Jack posa gli occhi su di lei si dimentica di tutto, anche della sua fidanzata praticamente perfetta. Dopo aver acquistato a un'asta il ritratto di uno dei suoi antenati, Jack assume Callie e la fa trasferire a casa sua, in modo che possa lavorare al restauro del prezioso dipinto senza alcuna interruzione. Ma, inaspettatamente, sia Callie che il dipinto nascondono dei segreti inconfessabili, che metteranno alla prova una passione incontenibile in grado di superare ogni razionalità.”

Prima che iniziate il linciaggio, vorrei sottolineare che il libro è carino e l'ho letto con piacere...PERO' mi è sembrato l'abbozzo di un romanzo, e vi spiego il perche':
1) sti due si innamorano quasi subito senza conoscersi bene: capisco l'attrazione, potrei capire anche lei che è inesperta...ma lui? boh!
2) sin dall'inizio si fanno un sacco di flash mentali ingiustificati e noiosi
3) la storia del quadro che Callie restaura è trattata con superficialità e viene "risolta" subito senza grande attenzione.
4) Jack ha deciso di sposarsi, prima di incontrare Callie. La storia della fidanzata viene liquidata in 10 pagine scarse a saltare. Insomma, decide di essersi innamorato alla follia e lascia la fidanzata in quattro e quattr'otto senza suspense, mordente ne patemi particolari.

La protagonista tra l'altro e' una palla incredibile...tutta fisima e occhiate indagatrici....lui viene presentato come un playboy, ma a me ha fatto l'impressione che sia andato in pensione da tempo! Si parla degli scandali del passato di Jack, ma non si capisce quali siano. Era un donnaiolo: embe?!

Insomma, le tracce per un bel romanzo c'erano tutte,ma non sono sviluppate a dovere. Per capirci, sono rimasta con la sensazione di aver letto la sinossi di un buon romanzo...
 Voi che ne pensate?!

Ele







Commenti

  1. Se come punto di riferimento prendiamo il libro precedente, quello di Grace, questo è un capolavoro.
    Hai ragione alcune parti sono trattate in modo superficiali.
    Il fatto che lui si innamori di lei in poche pagine a me non ha dato fastidio, in ogni caso non direi che si è subito parlato d'amore. Lui aveva deciso di sposarsi con la "tipa" che racchiudeva in se ciò che credeva fosse utile per la sua vita. Aveva raggiunto l'età giusta, intendeva iniziare la carriera politica e nel suo freddo mondo lei era perfetta.
    L'incontro con la "secchiata di acqua gelida" lo riporta in vita ed inizia a fargli apprezzare quello che non aveva mai tenunto in conto. Raccontare degli scandali precedenti sarebbe stato fuori luogo, meglio circondarlo con l'alone del cattivo ragazzo. Il racconto della marachella con le canoe da il giusto grado di colore alla vita di tre ragazzi un poco viziati.
    Lei si fa troppe paranoie, ma a quanto sembra è lo stile dei personaggi femminili dell'autrice...
    Il problema del quadro, se fosse stato trattato in modo più esauriente si rischiava di scrivere un romanzo giallo solo sul mistero dell'angolo ridipinto.
    In conclusione, un libro leggibile una trama senza troppe pretese e dei personaggi non troppo caricati.
    Quanto meno questo secondo libro non fungerà solo da riparo per la polvere nella mensola della libreria, nelle giornate giuste si meriterà di essere anche spolverato :)
    Saluti
    LidiaS

    p.s Senza offesa per le estimatrici della Ward. Purtroppo ho il brutto vizio di leggere il libro senza tenere in conto l'autore

    RispondiElimina
  2. mmmm della Ward non ho ancora letto nulla (sembra impossibile, ma è così xD). La tua recensione, però, mi ha incuriosita! mi procurerò l'ebook al più presto e ti farò sapere cosa ne penso :)

    RispondiElimina
  3. @Lidia, ma non sapevo ci fosse un primo libro...qual'è? e di chi tratta?
    @Bianca Rita...leggi i primi della confraternita del pugnale nero:belli! dopo i primi però (a mio parere) puoi soprassedere senza rimpianti!

    RispondiElimina
  4. @Ele
    "Una donna indimenticabile". E' la storia della sorellastra di Callie, Grace. C'è la scena in cui Callie viene in possesso del tailleur di Chanel...
    Un libro che non mi stancherò mai di dire che serve solo a evitare che la polvere si depositi sul piano della libreria.
    Puoi tranquillamente evitare la lettura, la storia di Grace e della sua guardia del corpo è talmente banale e anonima che non riesco nemmeno a trovare le parole per descriverla.
    Saluti
    LidiaS

    RispondiElimina
  5. Non sapevo che fosse uscito il seguito di Una donna indimenticabile... Mi chiedevo infatti come potesse la Ward nel primo romanzo liquidare in 3 righe la storia della sorellastra...
    Beh, il primo è stato proprio da "dimenticare" ora rifletto sul secondo, ma spendere "soldini" in una nuova delusione non mi va tanto...
    Vedremo!
    baci
    Lety

    RispondiElimina
  6. Come sempre, quando si parla della Ward, sono combattuta: leggere o non leggere? Perché io, i libri della Confraternita non li ho letti....non so, in tante la consigliano, ma non mi ispira....
    Ma farò tesoro del tuo consiglio, Ele: alla larga da playboy viziati e galleriste isteriche!
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  7. Meno male allora che ho saltato il primo...grazie,Lidia ! Lucilla se ti piacciono i vampiri i primi della saga sono belli.!

    RispondiElimina
  8. Mi incuriosisci, Ele....credo che ti darò retta!
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  9. Per questo libro sono d'accordo con Lidia. Io nonm ho letto il primo ma cmq ho trovato gradevole la lettura di questo romanzo.
    L'episodio che lei gli spiattella in faccia sul suo passato da cattivo ragazzo è stato divertente.
    E nonostante i tormenti interni di entrambi i protagonisti il romanzo non angosciante.
    Certo si legge veloce, però debbo dire che dopo due giorni ancora lo ricordo...
    Libera

    RispondiElimina
  10. Concordo con Ele per la Confraternita...Bellissimi i primi tre...poi in calata discendente...ora in picchiata libera! ^^

    Invece devo dire che Una Donna Indimenticabile mi è piaciuto e presto leggerò anche questo...non mi aspetto nulla in particolare...ma rispetto ad altri romanzi che sono veramente da buttare in un cesso...questa serie contemporanea e umana della Ward mi piace. Mi spiace che abbiano bloccato quella degli Angeli caduti, di cui ho trovato il primo orribile e il secondo bellissimo! :D

    Comunque, ognuna ha il diritto di esprimere la propria opinione sulle letture. Paghiamo un prodotto abbiamo la possibilità di dire cosa ne pensiamo? Oppure per qualche motivo d'intoccabilità dovremo esimerci? Finchè non insultiamo l'autrice (per cui ho sempre rispetto per l'impegno che mettono nel creare), non è possibile che tutto quello che viene pubblicato riscontri il mio gusto! ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…