Passa ai contenuti principali

Una furtiva lacrima di Maristella Lippolis

La vie en Rose si avvicina a grandi passi,  e cresce sempre piu' l'entusiasmo di ritrovarsi tutte insieme per trascorrere una giornata all'insegna della nostra passione: i romanzi!

Quest'anno, avremo il piacere di conoscere una nuova amica, Maristella Lippolis, una scrittrice che da anni, oltre a scrivere, offre alle donne la possibilita' di esprimersi con la scrittura; infatti a Pescara ha fondato  il Centro di cultura delle donne Margaret Fuller.
 Avremo sicuramente uno bello scambio di opinioni durante La Vie en Rose!

Nel frattempo, abbiamo il piacere di segnalarvi il nuovo romanzo di Maristella Lippolis : Una Furtiva Lacrima, edizioni Piemme. 


Trama:  Bianca ha ottant’anni e sta perdendo la memoria. Ha preso l’abitudine di scrivere su un quaderno quello che accade nelle sue giornate, per essere sicura di ricordare. Non ha altra compagnia che la sua gatta, mentre l’ennesima badante che vive con lei è una presenza minacciosa e inquietante, che la fa soffrire. Ma riuscirà a liberarsene presto, come è già successo con quelle che l’hanno preceduta. Perché Bianca non sopporta di non essere più padrona in casa propria, di dover sottostare a regole che qualcuno le ha imposto e di cui non capisce il senso. Lei che un tempo non aveva bisogno di nessuno, che ha cresciuto una figlia da sola (già, sua figlia: dovrebbe chiamarsi Irene, le sembra di ricordare) e ha mandato avanti con successo e passione la sua merceria. Ma la memoria le tende trappole continue: alcuni ricordi sembrano scivolare via come acqua tra le pietre, altri invece non smettono di ossessionarla, e le pongono domande a cui non sa, o forse, in fondo, non vuole rispondere: cosa è accaduto alla sorella Olga? E al marito Bruno, misteriosamente ucciso una notte di oltre quarant’anni prima? E perché sua figlia non vive più con lei? Realtà, sogno e fantasia sembrano mescolarsi continuamente. Finché anche le verità più nascoste riemergono dal passato, insieme a una notte che neanche la luna ha voluto rendere meno nera. Verità taciute a lungo, ma che pur nell’ombra hanno continuato a dare forma ai giorni, e che aspettavano di essere svelate, per poter mettere ordine nella vita che è stata e in quella che resta da vivere. 


 

Commenti

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

.... Ogni storia che viene narrata Ha dietro una persona che l’ha creata: Nella mente un pensiero le è nato E amore e mistero ha amalgamato. Così Deanna Raybourn ci ha raccontato Cosa ha veramente pensato Dando vita al racconto citato… .... il cantastorie Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali. Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis: Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata. La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci. Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly. Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione. Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza. Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, qua

La vie en Rose: arrivederci alla prossima edizione!

Cosa dire di questa sesta edizione de La vie en Rose? Frizzante e  piena di energia positiva! Poi il resto dei commenti li troverete sparsi su tutta le rete, pero' magari, potreste anche lasciarli nel nostro guestbook, sempre se vi fa piacere:  http://www.lavieenroseevento.it/guestbook.htm Cosa dire, invece, della parte "tecnica" dell'evento? Facciamo un piccolo sunto a beneficio di coloro che purtroppo non sono state con noi. Dalla viva voce delle autrici, abbiamo scoperto la loro passione per la scrittura e anche delle piccole anticipazioni delle loro prossime pubblicazioni. Grazie a Marta Morazzoni, Virginia Bramati, Gabriella Giacometti ed Elisabetta Flumeri. Non abbiamo messo la foto di Virginia Bramati per rispettare la richiesta dell'autrice di non apparire nitidamente.   I saluti e le parole del Consigliere Provinciale Vera Romiti , oltre che presidente Forum Provinciale delle Donne, hanno trovato d'accordo tutte le partecipanti. Il