Passa ai contenuti principali

Offerta in sposa di Karen Ranney

Direttamente dalla scrivania di Lilli

 Sottotitolo: Storia di una lettura abbandonata

 Trama: Douglas Eston, giovane e ricco scienziato, si rivolge al duca di Herridge per chiedergli di investire in una sua invenzione. Si vede invece offrire la mano della figlia Sarah. Douglas rimane scioccato dalla controproposta, ma se per lui è amore a prima vista, per l’algida giovane si tratta dell’unico modo per proteggere la madre malata e impedire al crudele padre di relegarla in Scozia. Tuttavia le costanti e appassionate attenzioni di Douglas riescono a trasformare un matrimonio nato solo per convenienza. Peccato che proprio quando Sarah si sarà resa conto di amare il marito, il destino minaccerà di portarglielo via per sempre…

Per leggere la nostra Malelingua, cliccate su continua a leggere...




Da dove inizio? Ah si, dal fatto che l'ho mollato. Mi succede raramente, ma a volte succede. Acquisto ( anzi Lety acquista per me ) questo libro. Scozia, matrimonio combinato, trama promettente... insomma il solito clichè che però a me piace assai...
Lo inizio, prime pagine, diciamo non c'è malaccio, poi comincia per me la fiera del ridicolo e delle incongruenze.
Primo: lui chiede aiuto al padre di lei per sovvenzionare un'invenzione, ma poi guardando la tenuta della neo moglie pensa che se ne potrebbe comprare 10... mah...
Secondo: lui sembra folgorato da lei, però tutta questa folgore ci è quasi rappresentata come un dato di fatto... a me viene da chiederemi PERCHE'???
Terzo: lei ha terrore del padre, va da lui ( a proposito non si capisce perchè lui stia da una parte e la figlia e la moglie da un'altra... o forse si capisce ma in me era già sopraggiunta la sindrome MOTIPRENDOETILANCIO ) per intercedere per la madre malata e si comporta da sfrontata... ma se devi intercedere perchè non gli lisci le penne anzichè incazzarti per giunta davanti ad un estraneo?
Quarto: E' banalissimo il motivo per il quale lui offre la figlia in sposa e inverosimile il motivo per il quale Douglas accetta.
Quinto: lei vuole fare la fredda e l'algida, ma è ossessionata dal fatto che il marito  le ha detto di volerle guardare il seno.
Molto probabilmente ci sarà un sesto, settimo ecc ecc ecc ( ecc ecc ecc ), ma io ho fatto un favore a me stessa e ho fatto passo prima.

Baci

Lilli



Commenti

  1. Azz... a buon intenditor poche parole!
    Lilliiiiiiiiiiii sei tornata e hai subito colpito!
    Ce l'ho in ebook, adesso devo leggermelo e ridere ricordando i tuoi 5 punti!

    RispondiElimina
  2. Lilli, tesoro, per fortuna non l'ho preso anche per me!
    Me lo risparmio volentieri!
    Lety

    RispondiElimina
  3. E ora come faccio? Con una raccomandazione del genere, posso lasciarmelo sfuggire? Ovviamente no, il libro va letto tenendo la malalingua a fianco, per sghignazzare insieme.
    Grande Lilli, e Lety non è da meno!
    Bacioni, ragazze
    Lucilla

    RispondiElimina
  4. ..aspetto di leggerlo!
    ma sono sicura che la Ranney non mi deluderà, come autrice di rs mi piace molto!!! :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…