Passa ai contenuti principali

Beautiful bastard di Christina Lauren

Direttamente dalla scrivania di Eleonora

Inizio subito dicendo che questa è una vera malelingua (di quelle che non salvano nulla!), ma sono aperta come sempre ai vostri pareri...
La Boss ci "obbliga" a premettere, nelle nostre malelingue, i nostri "gusti" letterari!
Ragion per cui, vi informo sin da subito che io leggo di tutto:  dal regency all'erotico, dal medioevale al fantasy (anche se non sono una fanatica dei time travel!), dal young al new adult.
Non mi faccio scrupoli di alcun genere nè mi pongo limitazioni (e al contrario della nostra "pudica" Boss, io non arrosisco mai!).

Detto questo, vi riporto fedelmente la trama del romanzo della Lauren:

Ambiziosa, efficiente, una gran lavoratrice, Chloe Mills ha un solo problema: Bennett Ryan, il suo capo. Esigente, prepotente, senza riguardi e irresistibile: un affascinante bastardo. Bennett è appena tornato dalla Francia. Non si sarebbe mai aspettato che la voce di chi lo ha aiutato mentre era all’estero appartenesse a una creatura così spettacolare e provocante (con quella sua aria così innocente!). Non sarà professionale, ma starle lontano è impossibile...

Bene...In una parola, uno scempio della letteratura moderna!
Lui è un cretino, lei una deficiente: la coppia perfetta, quanto a questo!
Non capisco veramente come spiegarvi un libro del genere...mi mancano seriamente le parole (e per chi mi conosce, sa benissimo che ciò ha dell'assurdo!).
Vi faccio capire il mio sgomento leggendo la profonda incoerenza linguistica, logica e psicologica della storia.
I nostri "bei" protagonisti si odiano palesemente: lui è il capo e spesso è irrazionale, maleducato e arrogante; lei è bravissima nel suo lavoro, ma stanca marcia del continuo tiranneggiare del suddetto capo.
Fin qui, direi che la situazione non fa una piega.
Il problema nasce verso pagina 50 quando leggo testuali parole:

"il piano per raggiungere il primo traguardo è leggermente ambi...." mi bloccai a metà frase, col fiato in gola. Lui aveva appoggiato dolcemente la mano in fondo alla mia schiena, per poi farla scivolare in basso, fermandosi sulla curva del mio sedere."

Il pezzo continua (ma io preferisco evitare di citarlo!).
No, ma stiamo scherzando?!!?!?!? E la coerenza?
Un romanzo erotico, ma stupido, privo di senso, di storia e di passionalità: scritto in maniera quasi sconclusionata, con un lessico spicciolo e un riguardo per la psicologia dei personaggi e della loro storia pari a zero!

Ora, ho letto che ci vogliono fare pure un film!!!!!
Non ci posso credere! Certo è che sarò seduta in prima fila perchè come fare di un romanzo del genere, un film resta un vero mistero!

La mia domanda è questa: non è che qualcuna di voi lo ha letto e può spiegarmelo?
Forse sono io che non ne ho colto l'eccezionalità?!


Eleonora




Commenti

  1. Mi vien da ridere perché a me invece non è affatto dispiaciuto. E' proprio vero che i gusti sono tanti, e ciò che una lettrice adora, un'altra può trovare banale, superficiale, quando non proprio irritante! Io amo poco l'erotico. Non è che mi disgusta, semplicemente non mi emoziona, mi annoia, non mi interessa... quando non mi addormenta proprio. Eppure ho trovato questo libro gustoso ed intrigante.
    Premetto un particolare per me determinante: l'ho preso in promozione per leggere qualcosa che non mi impegnasse troppo, in un periodo in cui leggere due frasi di seguito sempre un miraggio. Non mi aspettavo molto e, quando è così, non è facile deludermi.
    Ho gustato il conflitto tra i due protagonisti che si concretizza in un'intesa sessuale travolgente, per poi evolversi, approfondirsi diventando una vera intesa sentimentale. A livello stilistico ho trovato originale ed azzeccata l'idea di alternare i due punti di vista dei protagonisti: un espediente che conferisce ritmo alla trama e rende la storia più completa e "rotonda".
    Insomma una lettura inaspettatamente romantica oltre che "calda" che ho trovato gradevole, anche se non memorabile.

    RispondiElimina
  2. A me hanno proibito di leggerlo. E' troppo hot per te, mi hanno detto! Ma dopo il commento di Noco, non so piu' cosa pensare!
    Cosa mi nascondete?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ross non credo sia troppo hot per te, anzi è anche pulito nel linguaggio, però ho la sensazione che avresti da ridire... su altro ^_^

      Elimina
    2. Ross, io non ti ho proibito di leggerlo! anzi, mi sarebbe piaciuto sentire i tuoi commenti a caldo!!!

      Elimina
  3. Avevo classificato il libro come "erotico per le non amanti del genere"! Anche io ho trovato irritante la superficialità psicologica e la trama esigua e poco coerente.
    Ho salvato due cose... l'ironia, perché alcune scene/dialoghi mi hanno fatto ridere; e l'alternanza tra i due punti di vista, una pratica che le autrici scelgono molto raramente ma che trovo simpatica.
    Non credo sia adatto a chi cerca qualcosa nella lettura, ma per riempire un pomeriggio vuoto, ma proprio vuoto, può anche andare.

    RispondiElimina
  4. A me no è piaciuto, so solo questo, non mi ricordo neppure bene la storia. So solo che ho trovato i personaggi ridicoli, lui poi... A MIO PARERE, un demente. Non mi ha fatto neppure ridere. Se te l'ho sconsigliato, cara Ross è , non perché troppo erotico per te, ma perché lo avresti buttato nel caminetto. Lo hai il caminetto vero?

    RispondiElimina
  5. Ahahah! Assolutamente da prendere! Dopo le vostre malelingue mi avete triplicato il malloppo da leggere! :D E' incredibile come riusciate a solleticare, non so se inconsapevolmente o no, la curiosità del lettore anche con pareri poco lusinghieri. Please, fatemi una cattiva recensione! :D
    Emiliana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Libera! Nella recensione ci sono un sacco di elementi che mi possono interessare e che vengono presentati come elementi di disturbo. E poi è una recensione così spassosa che anche il libro diventa più appetibile. Lo so, non ho più speranze di trovare la sanità mentale!

      Elimina
  6. Ottima recensione, che coglie nel segno nel segnalare la pecca maggiore di questo romanzo: l'incoerenza. Premetto che, come Noco, sono afflitta dalla sindrome di Montalbano (ossia, le scene erotiche mi fanno dormire) e quindi parto svantaggiata, nel senso che se le scene di sesso mi annoiano e la trama sa di mele cotte, cosa mi resta del libro proprio non lo so. Ma è un fatto che non basta mettere scene di tromb- tromb una dietro l'altra per riempire un romanzo, ci vuole anche la trama, e robusta, ed Eleonora l'ha ben dimostrato. Se si vuole ottenere qualcosa che sia buono per riempire qualche ora in relax, va bene, ma non ne verrà certo un capolavoro.

    RispondiElimina
  7. Questo libro si può riassumere con una parola: spazzatura!
    L'ho odiato, uno dei libri peggiori mai letti in vita mia!!! Un film?????? O.O no assolutamente sono curiosa di vedere come faranno a fare un film con una trama inesistente, metteranno solo scene di sesso? perchè il libro contiene solo quelle... mah sono allibita!

    RispondiElimina
  8. Che bello le malelingue!!
    Sono curiosa e quindi una sbirciatina la darò dopo questo post. :)

    RispondiElimina
  9. CIao Ele! Ovviamente la penso come te! Questo libro è proprio assurdo, sembra quasi la parodia dei romanzi erotici per eccellenza. I due protagonisti sono assurdi, hanno due dita di cervello e ormoni impazziti. Mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia tesò, ma ti rendi conto che ci vogliono fare un film??!!??!?!?!??! secondo te, quale sarà la scena madre? ihihihihi

      Elimina
    2. Sì me lo stavo chiedendo... ma come si fa a fare un film di un libro senza trama? O_o

      Elimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…