Il PdV di Maria Masella

Premessa di JuneRoss

La sesta edizione de La vie en Rose ha dato risalto al PdV, o per meglio dire il Punto di Vista. Durante tutta la manifestazione il PdV e' stato esaltato e anche si, un po' esasperato. Ma i risultati sono stati soddisfacenti, perche' i partecipanti in qualche modo hanno potuto parlare dal proprio PdV e confrontrarsi con quello degli altri. 
E detto questo, vediamo qual e' il PdV della nostra Prof Maria Masella.



Direttamente dalla scrivania di Maria Masella
Quest’anno ho partecipato a La Ver come lettrice perché non tanti come voi ma qualche romance lo leggo anch’io!
Ho ascoltato con molto interesse le vostre richieste, le ho ascoltate da scrittrice.
Le ho analizzate da matematico: niente di complicato, non temete, ho soltanto calcolato una banale intersezione fra quanto avete richiesto
(intersezione fra due insiemi=elementi comuni. Esempio: nell’insieme A ci sono tutte quelle con i capelli corti, nell’insieme B tutte quelle con
i capelli neri, quindi nell’intersezione avremo quelle con capelli neri corti: Lucy, eccetera)
Quale è l’intersezione fra le vostre richieste che sembrano così diverse, m/m sì, m/m no, storico sì, storico no, contemporaneo sì, contemporaneo no, fantasy?
Come scoprire l’acqua calda! Volete un buon romanzo in cui l’amore sia l’elemento centrale.
Si tratterà quindi di capire quando una successione di eventi, una manciata di personaggi, un po’ di fondali danno vita a un romanzo.
E quando questo romanzo è buono.
E cosa vuol dire che “l’amore sia l’elemento   centrale”?
Vi scoccio ancora un po’ e vi elenco alcune opinioni personali:


1) scrittura chiara e corretta, ma non anonima e scolastica. Sembra ovvio ma capita di leggere temini… Anche scorretti.
2) coerenza della storia, esempio: i protagonisti non possono correre per 400 pagine per risolvere un problema e, all’ultima pagina, lasciare il problema irrisolto. In termine tecnico si chiama: rispettare il tema.
Superato questo scoglio le pagine scritte diventano un romanzo.
3) tutto (personaggi, ambientazione, scene) deve essere adeguato al tema prescelto che deve essere chiaro.
A questo punto il romanzo può diventare un buon romanzo.
4) la centralità dell’amore? E’ il punto più semplice. Due persone si innamorano. E’ il punto più difficile perché non tutti gli amori sono uguali, bisogna rendere questo amore eccezionale ma credibile, contrastato ma con lieto fine, lieto fine non “appiccicato” ma che si evolva nella storia.



 border=

6 commenti:

  1. Più che un PDV, un vero e proprio prontuario per aspiranti scrittrici.... Ovviamente scherzo, ma questo della nostra Professoressa è un punto di vista inedito e interessante: quanti romanzi sciapi leggiamo? Quanti "compitini" senza sugo, quante scorrettezze e quanti errori? A riprova del fatto che scrivere un buon romanzo, d'amore e non, può non essere affatto semplice! Grazie per il PDV, sono stata tanto felice di rivederci.

    RispondiElimina
  2. Prof. ho preso appunti. Come te ho una preparazione scientifica, pertanto la tua equazione è stata chiarissima! Spero anche di riuscire a metterla in pratica, perché tra il dire e il fare, in questo caso, c'è un oceano! Inoltre, confermo che anche a me la VER ha dato la stessa impressione. Le lettrici (tra cui la sottoscritta) sono stanche di leggere romanzi banalotti e senza sentimento.

    RispondiElimina
  3. Cara Profa Masella,
    in un sunto un Evento! Cosa vogliono le lettrici? AMORE!!! Amore in tutte le salse, amore romantico, esasperato, passionale, etero, omo, lesbo, paranormale, fantasy. Fate come ve pare ma datece l'ammmoreeee!!!!
    P.S. Potresti spiegarmi di nuovo l'affare delle intersezioni, che non ho capito?
    PP.SS. Che rabbia! Quest'anno nemmeno un foto con la mia Profa preferita... tutta colpa della Ross!!!

    RispondiElimina
  4. Grande intervento della Proffa Masella, brava a sintetizzare da matematico esperto!
    Lucì la questione delle intersezioni te la spiego io in privato!

    Giusy mi raccomando, tu che so quanto sei brava a mettere a frutto i consigli della Masella,scrivi!!!

    RispondiElimina
  5. La Profa sa quello che dice e colpisce nel segno!

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!