Passa ai contenuti principali

Senza Regole di Irene P. De Colle

Direttamente dalla scrivania di Libera
Rubrica: Piccole Recensioni





Un gioco senza regole, tranne una: mantenere il segreto o tutto sarebbe finito. E lei non aveva alcuna intenzione di parlare…
È proprio mentre sente che la sua vita di coppia sta entrando in una pericolosa routine e sente che il suo matrimonio con Emanuele è ormai finito che Federica riceve una scatola con un cellulare. Lo scambio di messaggi dal contenuto sempre più erotico con uno sconosciuto le fanno scoprire una parte di sé sopita e pronta a esplodere senza controllo. Così decide di dare libero sfogo a quella sensualità repressa per anni… Una nuova Federica, non più moglie e madre, ma donna priva di legami diventa protagonista appuntamento dopo appuntamento di un gioco proibito e sempre più eccitante, fatto di travestimenti, incontri segreti e regali proibiti. Tutto è concesso, non ci sono regole se non il buio e il silenzio. Chi è quell’uomo che conosce così a fondo il suo corpo al punto da riuscire a farle provare un piacere mai provato? Appassionato, seducente e un po’ morboso. Chi non vorrebbe incontrarlo? Un mix di erotismo e dolcezza, con un finale inaspettato. 

Un altro racconto della serie Youfeel della Rizzoli, anche questo molto carino. Scritto bene e rispettando il mood, erotico in questo caso.
Irene P. De Colle ha avuto un’idea molto intrigante per questo plot romantico ed erotico insieme. Il mistero come ben sapete attrae e affascina e in più disinibisce. Le scene sensuali sono ben distribuite e tengono viva la tensione sessuale tra i protagonisti. Ma chi sono i protagonisti? O meglio, chi è lui?
I candidati possibili sono tre, un ragazzo affascinato dalla seducente bellezza di Federica, un playboy che ama giocare col sesso e le belle donne, l’uomo che la conosce più di ogni altro, che l’ha però anche fatta soffrire tanto.
Il playboy soddisfa anche un altro cliché: ama la sua auto sportiva più di una fidanzata. A dirla tutta ho tanto desiderato che si schiantassero in un bel muro, lui e la sua Mercedes… in tutta simpatia però!
Debbo dire che ho iniziato a sospettare prima dell’eroina stessa, a quanto pare anni di letture noir/thriller mi hanno formata e ho indovinato al primo colpo!
Lo stile è pulito, elegante e fresco, senza termini volgari o espliciti, ma neppure metafore troppo delicate o fantastiche. La fantasia dell’autrice è tutta riversata nella trama e nell'escogitare scene dal bell'effetto scenografico e fascinoso. Chissà se, con gli attori giusti, non se ne potrebbe trarre una bella commedia sensuale.
Anche i personaggi di contorno sono ben curati e contribuiscono in giusta misura a intorbidire le acque.
Una piacevole lettura, che mi sento di consigliare, per ravvivare un pomeriggio o rendere speciale un bagno! 

Libera




Commenti

  1. Ma che piacevole sorpresa!!! Grazie per la bella recensione, Libera - grazie anche a Ross e il blog! - sono contenta che "Senza regole" ti sia piaciuto! Non mi sorprende che tu abbia "investigato" anche in un erotico, come me ti dividi tra il romance e il noir/thriller... Un bacione a voi e a tutte le lettrici del blog! <3
    Irene P. De Colle
    Ps: se avete voglia, visitate il mio sito: http://irenepdecolle.blogspot.com ;)

    RispondiElimina
  2. Bravissima Libera, recensione esemplare come sempre. Lo visito sì, lo visito, il blog! Ma prima.... Accendo il cellulare!

    RispondiElimina
  3. Sempre acceso quello, Lucilla, non si sa mai... :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Sposare uno sconosciuto di Lisa Kleypas

Trama
La bellissima Lysette Kersaint, fuggita dal patrigno per evitare il matrimonio con un uomo che detesta, trova suo malgrado protezione presso il temibile proprietario di una piantagione. Non è infatti una buona reputazione quella di Maximilien Vallerand, noto per la sua crudeltà e le sue terribili collere, e con un misterioso passato. Addirittura si mormora che abbia assassinato la sua prima moglie. E quando scopre che Lysette è fidanzata con il suo nemico di sempre, decide di usarla per ottenere vendetta. Ma presto la bellezza e il cuore innocente di quella ragazza risveglieranno in lui un sentimento genuino, prologo di una passione travolgente…Per leggere la nostra Malelingua, cliccate su continua a leggere.