Novità in casa Youfeel. Scegli il tuo Mood.


Lettriciiiiii! Siete già stanche di tutti questi andirivieni dal Blog alla pagina FB? Tranquille. Oggi vi lasciamo riposare. O almeno non vi torturiamo con il nostro gioco che sappiamo sta letteralmente facendo impazzire il web! Rispondete però alla domanda che vi abbiamo rivolto alla fine di questo post. Sapete bene come siano importanti per noi i vostri pareri.

Cosa abbiamo in programma? Ebbene, siamo state fortunate, perché proprio oggi escono ben 4 nuovi ebook YOUFEEL. E non solo, oltre alle penne che abbiamo già conosciuto c'è una NEW ENTRY:  Sabrina Grementieri.
Eccovi, fresca fresca di stampa, la sinossi e la copertina del suo CELESTE ERA IL MARE.
 
TITOLO: CELESTE ERA IL MARE
AUTORE: SABRINA GREMENTIERI
MOOD: EMOZIONANTE


Il mare restituisce sempre quello che prende.

Celeste sta per realizzare il suo sogno: un servizio fotografico per la rivista di viaggi per cui lavora. L’entusiasmo che la porta in Sicilia non è però sufficiente a scacciare i dolorosi ricordi, legati ai luoghi in cui è cresciuta, e che ha un nome che torna dal passato: Francesco.
Rivederlo è una sorpresa e un tormento. Mentre lui sembra felice di riabbracciarla, lei vorrebbe solo sparire. Sono passati quindici anni dal loro ultimo incontro, molte cose sono cambiate nella vita di entrambi, ma l’attrazione che provavano allora non si è affatto affievolita. Dopo giorni trascorsi a rincorrersi e a sfuggirsi, segreti svelati e paure affrontate, quando distanze e incomprensioni sembrano dissolversi all’orizzonte, succede qualcosa che ancora una volta sembra ostacolare il loro amore. Proprio come allora... Una grande storia di sentimenti sotto il sole della Sicilia, dove il rosso della terra si mescola con l’azzurro del mare confondendo la ragione e il cuore.

Un romanzo intenso ed emozionante, la storia di un primo amore destinato a durare per sempre.


Cara Sabrina, benevenuta! 
In via del tutto eccezionale rompiamo un po' gli schemi che abbiamo seguito finora, e ti dedichiamo tutta la nostra attenzione. Infatti, prima di presentare anche le tue colleghe, abbiamo formulato una domanda solo per te! E per dimostrarti che siamo delle brave bloggerine, non saremo cattive. Contenta?

Dicci un po' Sabrina, come mai, tra i quattro MOOD della collana YOUFEEL, hai scelto di  scrivere per quello con la lacrimuccia. Secondo te,cosa rende la tua storia emozionante?



Vi presentiamo anche le altre uscite delle "veterane", Chiara Parenti, Cinzia Giorgio e Thor Vantek.

TITOLO: CON UN POCO DI ZUCCHERO
AUTORE: CHIARA PARENTI
MOOD: IRONICO

A volte per aggiustare le cose basta davvero un po’ di zucchero.

A trent’anni suonati Matteo Gallo, aspirante scrittore senza soldi e senza speranze, è costretto a vivere con la sorella Beatrice e “loro”, Rachele e Gabriele, i due scatenatissimi nipotini. Nessuna delle tate finora ingaggiate è riuscita a domarli. Ma ecco che, come per magia, un pomeriggio di fine settembre, un forte vento che spazza le nubi dal cielo porta tata Katie.
Beatrice e i suoi bambini restano subito incantati da questa ragazza inglese un po’ stravagante e scombinata, che fa yoga, mangia verdure, va pazza per i dolci... e che con le sue storie fantastiche e i suoi giochi incredibili è in grado di cancellare l’amaro della vita.  Matteo invece cercherà (o crederà) di sottrarsi al suo influsso: ma sarà tutto inutile, perché Katie compirà su di lui la magia più grande. Quella dell'amore.
Dall’autrice del romanzo rivelazione dell’estate 2014 “Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito)” una nuova, divertente e supercalifragilistichespiralidosa storia d’amore, che fa rivivere il mito di Mary Poppins. 



TITOLO: COSA FAREBBE JANE?
AUTORE: CINZIA GIORGIO
MOOD: ROMANTICO

Una metà del mondo non riesce a capire i piaceri dell'altra metà.” – Jane Austen, Ragione e sentimento

Michela è l’affermata conduttrice di un programma radiofonico che si occupa di problemi di cuore. La sua grande fonte di ispirazione per risolvere i problemi (altrui) che le vengono sottoposti è Jane Austen, dai cui romanzi trae spunti e suggerimenti. Ma paradossalmente Michela è la persona meno adatta a dare consigli su questioni amorose: lei agisce sempre con razionalità e non si lascia mai andare ai sentimenti. Non cerca il Principe Azzurro: l’ha già trovato ma si limita a sognarlo e… a lasciarlo a un’altra.
Sua sorella Veronica, invece, è tutta passione e sregolatezza: cacciarsi nei guai è la sua specialità, ma, quando le situazioni si fanno troppo complicate, è altrettanto brava a fuggire con disinvoltura. E non cambia atteggiamento nemmeno davanti all’altare!
Michela e Veronica, la ragione e il sentimento, due personalità opposte come quelle delle sorelle del romanzo di Jane Austen. Ma se il programma radio di Michela lo conducesse Jane, che consiglio darebbe alle due protagoniste di questa storia? Forse che la formula della felicità è mettersi nei panni l’una dell’altra.             
“Cosa farebbe Jane?” si ispira a “Ragione e sentimento” e fa parte della miniserie “Le ragazze di Jane Austen”.


TITOLO: IL GUSTO PROIBITO DELLA VENDETTA
AUTORE: THOR VANTEK
MOOD: EROTICO

Lui avrebbe placato la sua sete di potere facendole provare il piacere sorso dopo sorso.

Cinzia Berti è una donna bella, ricca e competente nel suo campo. Ma anche molto ambiziosa. Così, quando le viene negata la promozione a vicepresidente dell’associazione di sommelier di cui fa parte, decide di cercare riscatto e vendetta altrove.
Corrado Minetti è il presidente dell’associazione rivale, ed è l’uomo che fa al caso suo. Affascinante, libero e con la fama da sciupafemmine. Un gioco per Cinzia sedurlo e arrivare all’obiettivo che si è prefissata.
Anche perché Corrado è letteralmente pazzo di lei, che gusta il vino con la stessa passione e sensualità con cui fa l’amore. L’amore, appunto, quel sentimento che, proprio come l’alcol, cancella i freni inibitori e ottenebra anche la mente più razionale. Rischiando di far deragliare anche il piano di vendetta meglio congegnato.
Un romanzo erotico per palati esigenti.



Invece alle autrici "veterane", che ormai  ci conoscono e sanno che siamo delle Malelingue patentate, chiediamo: questa vostra seconda opera richiama anche solo un pochino il vostro precedente ebook o avete osato una nuova via?
Alla seconda pubblicazione ci si sente veterane rispetto alle new entry? Questa e' cattivissima (l'ha pensata la Libera, prendetevela con lei)!!!


Care lettrici, eccoci a voi, la domanda che intendiamo farvi è questa:



Come scegliete i romanzi youfeel? Per il mood, la trama, l'autrice...





Apriamo i commenti, siamo tutt'orecchi! Si puo' dire cosi? Ok, si, controllato su Treccani, si dice proprio cosi!



50 commenti:

  1. Buongiorno a tutti! O forse dovrei dire Good morning? Rispondo subito alle domande (paura!): "Cosa farebbe Jane?" è il secondo romanzo della serie Le ragazze di Jane Austen quindi non esco fuori dal seminato per quanto riguarda stile e orientamento, ma stavolta ho voluto dare al mio romanzo una forma particolare e, spero, originale: entrare in una radio e ascoltare assieme ai lettori cosa farebbe Jane, appunto... Insomma, ho osato e mi auguro che approverete (anche zia Jane).
    Veterana io? Mi piace! Mi tentate... Xx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Good Morning, my darling! E basta cosi che io con l'inglese son scarsa!
      Devo dire che quando ho letto la tua sinossi, mi sono detta: Beh, ha coraggio la ragazza. Altre autrici hanno rischiato un linciaggio dalle fans della Austen e per meno di quello che hai scritto tu! Niente meno una seconda storia con zia Jane? Staremo a vedere cosa ne pensano le lettrici...in bocca a ...zia Jane!

      Elimina
  2. Stavolta batto tutte, sono la primaaaaaaa! Muahahaahhahhaahaahah. Scelgo la storia da leggere in base a diversi criteri: in primis il mood (pensate se mi sentissi depressa, il che capita sui rado. Non credo proprio che riuscirei a sorbirmi un emozionante!); poi l'autore (e qui fatemi sparare i fuochi d'artificio per la new entry, Sabrina Grementieri, e per la veterena Chiara Parenti. Vi lovvo, ragazze!); e infine, ma non meno importante, la cover. Se la copertina presente colori che non mi attirano... Beh, è difficile che acquisterò l'ebook. Questo è quanto. Un baciooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nuuuuu, ho perso tempo e sono finita terza!!! GRRR!!!

      Elimina
    2. Si, Christiana non te lo volevo dire, ma te ne sei accorta da sola, sei arrivata terza!
      Ma a proposito, tu hai gia' scoperto quale ebook e' stato rubato? Mancano ancora due indizi nascosti, ma qualcuno forse ha gia' capito...

      Elimina
    3. Io penso... di sì... però, giusto per sicurezza, sfrutterò il tempo che rimane per un ulteriore controllo. VOGLIO VINCEREEEEEEEEE!!!

      Elimina
    4. Devo dire, con grande rammarico è stupore che il commento principale è davvero uno scempio di errori. E tutto in nome del primo post della giornata, che era anche il terzo!!! Che vergogna!

      Elimina
  3. Buongiorno a tutte! Sono Elisabetta Motta autrice Youfeel, ma questa mattina lascio il mio commento da lettrice. Prima di tutto voglio fare i complimenti alle nuove uscite. Belle le copertine e accattivanti le sinossi. Veramente da leggere queste nuove storie. Per rispondere alla domanda, io scelgo i romanzi Youfeel per le trame e per il mood ma, lo ammetto, non so resistere nemmeno alle copertine. Ah, dimenticavo, anche il titolo secondo me attira il lettore. A presto Elisabetta Motta

    RispondiElimina
  4. Buongiorno!
    Anche io oggi lascio il mio commento da lettrice (anche se potrei essere di parte).
    In bocca al lupo, prima di tutto, alle uscite di oggi. Sono 4 romanzi molto accattivanti, sia per copertine che per trame. Come scelgo una lettura? Il titolo in primis, poi viene la copertina, ma l'ago della bilancia spetta sicuramente alla sinossi. Ovvio che se già so che non c'è il lieto fine, non lo leggo! Almeno, non in questo periodo. Per questo con Youfeel so di poter stare tranquilla. Non ci sono brutte sorprese. Odio quando inizio un libro, armata delle migliori intenzioni e poi scopro che non è a lieto fine. Non ce la faccio proprio adesso. Questa collana è senza dubbio una sicurezza. Ovviamente anche il mood ha una sua parte nella scelta, ma non fondamentale, l'importante è che sia rosa!
    Buone letture a tutte, io vado a fare i miei nuovi 4 acquisti della giornata, e voi?

    RispondiElimina
  5. Buongiornoooo! Finalmente quest'oggi, arrivo di mattina!!! ;) Per scegliere un youfeel, a meno che non sappia già che un'autrice in particolare ha pubblicato in quella collana, non faccio caso ai nomi delle scrittrici. Come prima cosa mi attira la copertina del romanzo, i colori e le forme. Successivamente il titolo. Infine studio la trama, la leggo almeno un paio di volte e analizzo bene le differenti sensazioni e emozioni che suscita in me. Insomma difficilmente la mia è una scelta di getto, ma sempre ben ponderata ;)

    RispondiElimina
  6. Ciaoo
    vi lascio un indizio (fuori gioco ovviamente)...
    "Tutte le volte che tata Katie canta un pettirosso muore."
    Che mood è? Che libro è? Ma soprattutto chi è la pazza dell'autrice?
    Si autodenunci!
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che c'entra il supercalifragilistichespiralidoso... oppure siamo su S.O.S. Tata

      Elimina
    2. Non ho parole Alessandra! E io che credevo di essere l'unica a detenere il primato: quando canto 'sole mio, danno allerta meteo!

      Elimina
  7. Eccomi qui, sono Lullibi e sono una lettrice (Dio quanto ne sono fiera!) Come scelgo gli ebook Youfeel? Innanzi tutto essendo un po' porcella mi fiondo sul Mood Erotico, poi scelgo... scelgo... macché me li compro tutti. Ora dirò la verità e mi colpisca un fulmine, anzi la ramazza del losco figuro, se non è la vera verità, per gli altri Mood leggo le trame e se mi stuzzicano li scelgo. Però, ahimè, vado anche a vedere le copertine, no ho detto una sciocchezza, prima le copertine e poi le trame.
    Detto questo, da bloggerina (leggi schiava di BossRoss) do il benvenuto a tutte, e un in bocca al lupo per le vendite!

    RispondiElimina
  8. Buongiorno a tutte le compagne di avventura con tutte queste nuove uscite e grazie di nuovo al blog che ci ospita con domande... sempre più pepate! Cambiare la via vecchia per la nuova? Voglio rispondere anch'io. Sì, a volte ripaga. Alla faccia del proverbio....:-)

    RispondiElimina
  9. Buongiorno! Scusate il ritardo, non è solo a causa dell'emozione ma anche perché io e la tecnologia abbiamo un rapporto di amore e odio. Infatti la mia prima risposta alla vostra domanda me l'ha rifiutata!
    Comunque ora eccomi qui! Grazie per le vostre gentili attenzioni, mi sento un tantino...osservata...
    Per quando riguarda la domanda devo ammettere che non ho scritto il romanzo pensando al mood. Quando è nata l'idea ero in Sicilia, e non sognavo affatto di poter far parte del team YouFeel! In corso d'opera la mitica Bazardi mi ha detto che era perfetto per il mood emozionante, e dunque eccomi qui. In realtà non ci sono lacrimucce da versare, ma si parla di sentimenti profondi e tenaci con tutto quello che comportano, gioie e sofferenze. Spero gradirete la lettura e ancora grazie di cuore!
    Sabrina Grementieri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabrinaaaaa! Ma dai dicci qualcosa di piu'! Sei appena entrata in questa grande sorellanza YOUFEEL e siamo curiose! TI senti osservata? Ma noooooooooo! Scusa, cos'e' che hai sulla spalla?

      Elimina
  10. Buongiorno a tutte! Sono Christina Assouad e anche io oggi rispondo da lettrice. Le prime cose che mi colpiscono di un libro sono la copertina e il titolo, ma poi la mia scelta è guidata dalla sinossi. Se conosco l'autrice sono felice di leggere il suo nuovo romanzo, altrimenti mi piace curiosare tra gli stili di scrittrici che non conosco.
    Per quanto riguarda il mood... che dire... di solito cerco di leggere romanzi il cui mood è simile alla mia fase emotiva, ma siccome in alcuni giorni capita che dentro di me si alternino vari stati d'animo con Youfeel sono al sicuro! Quindi corro a fare rifornimento con le nuove uscite di oggi!
    Buona giornata a tutte ;)
    Chri

    RispondiElimina
  11. Ormai è tappa fissa qui! Allora, inizio col rispondere alla domanda, dicendo che li prendo tutti e ovvio il problema. Inoltre ho aèèena preso il primo della Giorgi, vuoi che mi perdo il secondo? Ho già letto La Parenti, vuoi che non la seguo? Se vedrete una barbona, con un kindle, sotto a un ponte a leggere e mangiar pesci come Gollum sappiate che sono io perché reduce da una malattia compulsiva e dispendiosa, quale: lettrice compulsiva! Insomma, con me le ragazze you feel possono dormire sonni tranquilli, io le seguo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, è bello leggere messaggi come il tuo e sapere che ci sono lettori avidi e agguerriti.
      Buona lettura con youfeel, allora ;)
      Monique Scisci

      Elimina
    2. Scusa Federica, ma il cartone li accanto a te e' libero? Posso contribuire con un tozzetto di pane( di grano scuro, sono a dieta!) se mi fai posto sotto al ponticello :((

      Elimina
  12. Buongiorno a tutte! Sono una lettrice e vorrei ringraziare questo simpaticissimo blog per l'opportunità di conoscere meglio la bella collana che Rizzoli ha realizzato: ci mette a diposizione un sacco di romanzi. Ho scoperto Youfeel poco dopo l'uscita di questa estate, ho inziato a leggerne qualcuno e a seguire le nuove pubblicazioni. Belli, davvero belli... l'imbarazzo della scelta. E come faccio a individuare quello che mi attira di più? Un po' la copertina, un po' la trama, un po' il mood (in base a come mi sento in quel momento): ma fondamentalmente vado a istinto! Auguri ai nuovi romanzi e a tutti gli Youfeel!
    Gisella

    RispondiElimina
  13. Buongiorno ragazze, so che potrei essere di parte, come giustamente ha fatto notare Corinne, però i romanzi youfeel sono sinceramente una droga, creano dipendenza e lo dico da lettrice. Saranno le copertine sgargianti e raffinate, le sinossi corpose e il fatto che siano divisi in mood che da ancora più libertà di scelta, rappresenta per me l'ago della bilancia. Sono una persona lunatica e, anche se ultimamente le mie letture vertono più che altro sullo studio, quando scelgo un romanzo, mi lascio sedurre dal clima, dal contesto e dal genere, oltre che dal titolo.

    RispondiElimina
  14. ciao ross, ciao bloggerine! Da lettrice: soltanto da due mesi leggo in digitale e soltanto su PC (sono all'età della pietra, insomma!) Amazon era territorio sconosciuto. In libreria prendevo, leggevo le prime pagine, se lo stile mi gustava, acquistavo. Non ho mai badato alle copertine, neppure ai titoli. Se un autore mi era piaciuto, ricompravo; altrimenti no. Su amazon ho scoperto l'esistenza dei campioni! Se lo stile mi attira, acquisto, altrimenti no. Non leggo le sinossi (non lo faccio neppure in cartaceo), ma leggo le informazioni sull'autore. Da questi difetti di lettrice segue che come autrice: scrivo sinossi orrende, accetto qualsiasi cover, non ricordo i titoli definitivi dei miei romanzi ma soltanto quello, provvisorio, che avevo dato io. Un abbraccio alle nuove youfeel!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho dimenticato di firmare: maria masella

      Elimina
    2. Proffaaa! Mica avevo capito che eri tu!

      Elimina
  15. Prima di tutto faccio i complimenti a Sabrina Grementieri, che conosco su facebook e so che ha dedicato tanto tempo alla scrittura e si merita il posto in squadra. Poi, ovviamente, mi complimento e faccio un grosso in bocca al lupo anche alle altre veterano, soprattutto a Chiara, che non deve macerarsi nell'ansia, perché sto già leggendo i commenti di tantissime ragazze incuriosite dalla trama del suo nuovo romanzo.

    Poi, vengo alla domanda delle bloggherine. Per una volta avete fatto una domanda facile!
    All'inizio ho letto gli you feel per mood. Ho un canale di video recensioni su you tube, quindi volevo presentare la collana attraverso un romanzo per ogni mood.
    Fatto ciò sono rimasta incuriosita da tante altre trame, di mood diversi, ma mi sono accorta di avere un feeling più forte con il mood ironico.
    Temo un po' il mood emozionante, perché in questo periodo non amo le lacrimuccie, col romantico andiamo bene. Con l'erotico ehm...non amo gli erotici. "Il cliente" della Masella mi è piaciuto molto, ma perché l'ho sentito più come RS che non erotico. Tra tutti gli erotici in circolazione, non solo you feel, l'unico che mi attrae un po' è "l'uomo dei miei sogni".

    Eiry-Sveva

    RispondiElimina
  16. Buongiorno a tutte! Voglio fare i complimenti a tutte le autrici della collana Youfeel perché mi hanno entusiasmato con le loro storie! All'inizio la mia scelta è caduta sul mood ironico perché amore e ironia sono, per me un connubio perfetto, per un romance. Una trama divertente, uno stile scanzonato sono in genere ciò che cerco in un libro. Ma a guardare le copertine... e le sinossi allora ho voglia di leggerle tutte!!!
    Auguroni a tutte!!!Emilia

    RispondiElimina
  17. Maria Cristina Robb30 ottobre 2014 12:46

    Buongiorno alle bloggerine, al capo supremo Ross e a tutte le lettrici che sono state così carine da venire a chattare. Faccio una comparsata anch'io, in questo caso come lettrice. Diciamo che la cosa più importante è la trama, la prima che guardo e che solletica il mio gusto. Poi la seconda è l'autrice, se ho potuto apprezzarla già in altre opere o se è una novità (per me) e mi stuzzica l'idea di saperne un po' di più (qui entra un po' anche l'occhio dell'autrice). Comunque i romanzi Youfeel per la freschezza e la lunghezza non eccessiva si gustano come una ciotola di ciliege, uno tira l'altro ;). A presto con il mood erotico!!!

    RispondiElimina
  18. Maria Cristina Robb30 ottobre 2014 12:50

    A proposito, ho dimenticato di fare i miei migliori auguri per le nuove Youfilline!! Forza ragazze!!

    RispondiElimina
  19. Buon pomeriggio! Sono Mila Orlando, anche io autrice Youfeel, anchr se oggi sono in veste di lettrice. Ci tengo a ringraziare ancora le bloggerine per la bella ospitalità che ci stanno riservando e fare un mega in bocca al lupo alle mie colleghe per le nuove uscite di oggi. Che si tratti di un debutto, come per Sabrina, o veterane come Cinzia, Chiara e Thor, credo che l'emozione sia sempre forte. Da lettrice compulsiva il titolo e la copertina sono una vera calamita per me, anche se poi è la trama mi fa decidere l'acquisto. Le quattro copertine nuove sono bellissime e non avranno difficoltà a farsi notare, sulla qualità dei romanzi non ho dubbi. Al momento non c'è un romanzo Youfeel che non mi sia piaciuto. Buona lettura a tutte! Mila

    RispondiElimina
  20. Io ho letto due Youfeel, uno perché di un'amica, e l'altro perché attratta dalla trama, entrambi godibilissimi!
    E poi voglio fare i complimenti a Sabrina Grementieri, che ho conosciuto a Lecce in sede di premiazione del premio Salento in Love di cui ero presidente di giuria: lei era una delle finaliste. Sono veramente felice di averti conosciuta, Sabrina, e ti auguro grandi successi!
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah tu sì che sai come stuzzicare la curiosità altrui!!!
      Un abbraccio Ornella e grazie del commento.
      Lib

      Elimina
  21. alle Youfeel alle prese con la seconda uscita: non sperate di essere più tranquille! la tensione, l'ansia, l'emozione non diminuiscono, anzi! ci si sente ancora di più sotto tiro. maria masella

    RispondiElimina
  22. Benvenute a tutte le autrici you feel, nuove e veterane, e anche alle lettrici che hanno cortesemente risposto al nostro sondaggino.
    Mi fa piacere leggere tante opinioni, io da lettrice mi lascio sempre tentare dal nome dell'autrice, se la conosco, o dalla sinossi, sempre che sia scritta bene e soprattutto sia veritiera. Con questa collana mi è andata bene, ma quante volte la trama in quarta di copertina mi ha fatto guadagnare una bella fregatura.

    Lib

    RispondiElimina
  23. Buon pomeriggio, ragazze! Prima di tutto complimenti per i nuovi 4 splendidi titoli che da oggi arricchiscono la bellissima collana! Scusate... magari non sono di parte visto che anche io sono autrice Youfeel ma devo dire che ogni uscita è un'emozione e una scusa buona per leggere qualcosa di qualità. Ma ora rispondo alla domanda delle bloggerine da lettrice. Come mi accade quando guardo un uomo la prima cosa che mi attira è la sensazione che mi suscita... per un libro la copertina... poi "sfoglio" un po'... i muscoli... ops volevo dire la sinossi e... scelgo! Un po' un colpo di fulmine, a pelle! Un bacione e grazie di averci accolto. Paola Grimaldi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Errata corrige... volevo dire che "sono di parte"! :-)

      Elimina
  24. Che bella compagnia! Ciao a tutte e un doveroso saluto alla padrona di casa Juneross e alle sue collaboratrici. Io sono come Maria Masella all'età della pietra perchè leggo con difficoltà sul lettore. Finora ho letto Il cliente di Maria, appunto, e mi è piaciuto, poi ho avuto a che fare con quel ciclone di simpatia che è Chiara Parenti, ho un debole per Monique Scisci, che ho conosciuto a Milano, e un feeling conclamato con Cinzia Giorgio. Questo Youfeel è salpato con il vento in poppa ma non poteva essere diversamente con un comandante come Alessandra Bazardi, che in tutto quello che fa ci mette il cuore. Per cui un grande i bocca al lupo a tutte le autrici, in particolare quelle che debuttano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mari, abbiamo debuttato con lo stesso chaperon (la signora laura Grimaldi, tutto maiuscolo anche se scritto minuscolo) e quei tempi li ricordiamo! ciao cocca. marri

      Elimina
  25. sono sempre io (maria masella, la proffa, marri...). perché si sappia mi piace provare strade nuove (almeno per me) e quindi mi scriverò un romanzo per ogni mood. Erotico (per modo di dire...) ho già dato, mi restano ancora tre mood! a voi lettrici pizzicano le dita dalla voglia di iniziare un romanzo di un nuovo mood? a me pizzicano per la voglia di scriverlo... ideuzze ci sono, cercherò di trovare il tempo, julio permettendo. PS: spero che non me lo permetta, vorrei che lo vedeste, donne! PS2: la firma è all'inizio, ma se in un commento ci sono le parentesi, quel commento è mio. le uso anche scrivendo, in revisione modifico.

    RispondiElimina
  26. Ciao a tutte. Da autrice della collana Youfeel è difficile preferire un libro ad un altro perchè sono tutti molto belli. Se non fossi di parte credo che di primo acchito mi farei guidare dal mood, a seconda della mia giornata, ma alla fine la trama avrebbe la meglio. Anche se le copertine sono tutte stupende, un buon libro si giudica da ben altro...

    RispondiElimina
  27. PS: ho scordato di firmarmi, sono Amanda Foley, anonimo delle 18:15!

    RispondiElimina
  28. Devo dire Ross che ormai il salotto si è arricchito di grandi nomi....
    che onore!
    Alessandra

    RispondiElimina
  29. Eccomi! Eccomi! Ciao a tutte!
    "La gallina nera, si rifà la sera", si dice dalle mie parti! :-) Scusate per il ritardissimo, comunque ce l'ho fatta! Dunque, per quanto riguarda la prima domanda, il mio secondo Youfeel, pur essendo sempre nel mood ironico, è molto diverso da "Tutta colpa del mare". Soprattutto perché a raccontare, stavolta, è il protagonista maschile che si trova alle prese con una tata moooolto particolare! All'inizio, il povero Matteo, penserà perfino di poter resistere all'"Uragano Katie", ma poi dovrà arrendersi. Ecco, mi sono pure autospoilerata!
    Quindi, per rispondere all'altra domanda: no, alla seconda pubblicazione non ci si sente affatto veterane, si è imbranate esattamente come alla prima e addirittura molto, molto più terrorizzate. Per me almeno è così.
    Ma ora vado a farmi un mojito e passa tutto.
    Spero.

    Un bacio e grazie a tutte!!!
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! Dunque se ho capito bene il pdv e' maschile?

      Elimina
  30. buona sera a tutte! Sono Eleonora Vagnoni...anche io voglio fare un grosso in bocca alle autrici sia nuove che veterane per le nuove uscite Youfeel!!
    come lettrice, quando scelgo un libro la prima cosa che mi attrae è la copertina, e il titolo! In genere infatti entrambi rispecchiano il sapore della storia, se poi la trama e i personaggi sono altrettanto accattivanti, beh allora è andata. lo compro!! E' una questione di feeling... una sorta di attrazione calamitosa!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  31. Io scelgo prima la copertina, poi leggo la trama, che deve intrigarmi. Se la copertina è bella ma la trama è così così, lascio....
    Lucilla

    RispondiElimina
  32. Salve a tutte. Mi chiamo JuneRoss ed.......ERO una lettrice compulsiva..CLAP, CLAP, CLAP..
    Grazie, grazie...Il percorso di disintossicazione e' stato lungo e doloroso, ma oggi posso dire che CE L'HO FATTA!
    CLAP, CLAP,CLAP....
    Troppo buone,grazie.
    Prima compravo tutto e a scatola chiusa, Bastava la parola Romance, l'odore dei libri, un bel gnokko in copertina, che i miei occhi si oscuravano e compravo, compravo, compravo.....
    Oggi, pero' dopo che mi hanno bloccato due volte la postepay(sob) ho capito che non e' Romance tutto cio' che e' ROSA! E quindi con calma mi accosto al romanzo, guardo la copertina leggo le sinossi....e...e.....cosa sono tutti questi nuovi romanzi! Dite che YOUFEEL ne ha gia' pubblicati 28???? Li voglioooooo, li voglio tutti....lasciatemi passare, no lasciatemiiiiiiiiii....aiuttttt!

    RispondiElimina
  33. FATEVI DUE RISATE
    http://conunpocodizucchero1.blogspot.it/
    ale

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!