Passa ai contenuti principali

La vincitrice del libro e'...

Direttamente dalla scrivania di Eleonora:

Ed eccoci in fine alla conclusione del sondaggio :
“Dove ci troviamo? In quale situazione ci immaginiamo?”.

Sono contenta, come sempre, che il mio entusiasmo nella creazione del sondaggio è stato premiato dalla vostra adesione e dal vostro sincero apprezzamento.

Allora, le opzioni erano 4, tratti da brani scelti tra i miei romanzi preferiti e capisco benissimo la vostra difficoltà nel rispondere perché anche io non avrei saputo cosa scegliere…

Magari nella vita reale, per non dover escludere qualcosa a favore di un’altra, avrei fatto un mix:
prima me ne sarei andata in un negozio di stoffe (eludendo la vigilanza della chaperon) magari per scegliere il vestito per il ballo;
poi sarei passata in un salotto letterario (come antipasto per stuzzicare l’appetito!);
in seguito sarei andata al ballo (magari con lo sguardo avremo ricordato, tra persone ignare, il bel pomeriggio passato insieme;
e infine, sarei tornata a casa su un bel cavallo bianco, tra le sue braccia!
Che ne dite?!

Il dopo ovviamente è meglio che non ve lo dico: lascio alla Vostra immaginazione! Ah!ah!ah!

Comunque, tra le quattro opzioni, quella che ha avuto più seguito è stata la terza:
“In sella a un cavallo, abbandonata tra le sue braccia, dove il mondo appare più sicuro e confortevole.” Con il 56% dei voti.

Una percentuale che distanzia notevolmente il 24% dei voti della prima:
” In una sala da ballo piena di gente, dove il brusio è un contorno e conta solo ciò che un semplice sguardo può esprimere.”

Sono molto contenta del risultato perché denota che non vi siete fatte influenzare da un romanzo e un’autrice famosissimi: insomma, in realtà ha vinto la scena vera e non la “gloria” (comunque, meritata visto il libro in questione!).


Questa scelta mi dà l’idea di un desiderio di protezione e di coccole…


Essere tra le braccia del nostro eroe, in sella ad un cavallo, mi trasmette un senso di sicurezza e di una nostra vulnerabilità, tutta femminile: sarà che malgrado, tutta la nostra emancipazione, desideriamo essere coccolate, vezzeggiate e soprattutto protette?!

Che ne pensate?!





Vi consiglio, comunque, di leggere tutti e 4 i titoli perché ne vale veramente la pena…

Come dicevo prima, siete state in tante a rispondere (ben 38 commenti!!!).

Anche in questo caso, Ross ha gentilmente messo in palio un libro al commento corrispondente al primo numero estratto sulla ruota Nazionale del 18/09/2008 che è il……………56!

Il commento vincitore è il numero 11 (5+6),ma abbiamo un problema “tecnico”: la vincitrice ha omesso il nome!!!
Quindi, se sarà così gentile da contattarci( junerosstaff@gmail.com) e reclamare il suo premio entro una settimana a partire da oggi saremo liete di accogliere la “smemorina”, altrimenti proclameremo un’altra vincitrice!



E sapete quale libro Ross ha messo in palio?!

Ma come non lo immaginate?!

Cosa poteva riservarvi la "donna delle sorprese"?!

Ma ovviamente...........:
”La conquista del cuore” diKinley MacGregor, il libro con la scena “vincitrice” del sondaggio!

Grazie Ross!!!


Un bacio a tutte…

E alla prossima…

Eleonora

Commenti

  1. Salve ragazze,

    eh si' la "smemorina" che ha vinto il sondaggio sono proprio io! Mi chiamo Laura

    In effetti avevo inserito il mio nome come al solito, ma poi....misteri del web!

    Vi ringrazio moltissimo, sono davvero contenta. Vi seguo sempre e adoro il vs/blog

    siete davvero un'ottima compagnia. Leggervi e' come incontrare ogni volta delle care amiche.

    Grazie ancora un bacio a tutte e un saluto particolare a Rosaria.

    Laura

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

.... Ogni storia che viene narrata Ha dietro una persona che l’ha creata: Nella mente un pensiero le è nato E amore e mistero ha amalgamato. Così Deanna Raybourn ci ha raccontato Cosa ha veramente pensato Dando vita al racconto citato… .... il cantastorie Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali. Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis: Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata. La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci. Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly. Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione. Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza. Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, qua

CIO' CHE CERCO IN UN UOMO... E CHE NON TROVERO' MAI!

"se voi foste stata promessa a me, solamente se fossi diventato cieco, sordo o completamente folle, vi avrei lasciato per un'altra e meno che mai per una donna come vostra sorella" S ono caduta in un gorgo e non ne esco più, mi sono innamorata… Irretita da una commistione letale (almeno per me) che ha generato un sisma nelle mie emozioni: un personaggio immaginario, un interprete defunto e una voce suadente. Ho rivisto dopo venti anni “Cuore Selvaggio”, telenovela che, all’epoca, non avevo apprezzato, causa eventi assai spiacevoli nella mia vita. Non lo avessi mai fatto! Non riesco a smettere di guardarla a ripetizione, come se fossi drogata. E il motivo è solamente uno... JUAN DEL DIABLO, AMORE MIO L’archetipo dell’uomo perfetto, perseguitato dalla sorte e, soprattutto, dalle persone. Ostinato, coraggioso, impetuoso, tenace, volitivo, passionale, romantico, fedele e (non ce lo dimentichiamo) bello, che più bello non si può! Il mio protagonista DOC,