Passa ai contenuti principali

Un incontro, per caso...

Il Blog cerca sempre di riscoprire le ROSE NOSTRE. Cosa sono? Le rose e' il modo affettuoso con cui ci riferiamo alle scrittrici di romance, nostre perche' ci riferiamo alle autrici italiane. Nel nostro percorso di riscoperta e' balzato fuori il nome di MIRIAM FORMENTI, una scrittrice di cui si erano perse le tracce. In effetti Miriam Formenti ha scritto solo due romanzi( che hanno lasciato pero' un ricordo bellissimo in coloro che l'hanno letti), poi si e' dedicata ad altro.
Oggi Mariangela Camocardi che definiremo : "Blogger per un giorno", ci racconta il suo incontro per caso con Miriam Formenti.

Di Miriam Formenti, scrittrice di romance e di narrativa contemporanea, ho letto i due romanzi pubblicati nella collana RM tanti anni fa, quando entrambe, io e lei, eravamo agli inizi come autrici: "Capelli di luna" e "Un uomo da odiare". Li ho trovati entrambi decisamente avvincenti e sono tra quelli che prediligo in assoluto. Prova ne è che li conservo nella mia libreria personale, nella quale ripongo i più bei romanzi d'amore che mi capitano in mano. Non molti, se devo essere sincera, ma ho selezionato i migliori, quelli che hai voglia di rileggere di tanto in tanto e che sono capaci di incollarti alle pagine dall'inizio alla fine.
Considero infatti Miriam Formenti una di quelle autrici che sanno infondere magia e pathos nelle storie che scrivono, perciò aspettavo con ansia il terzo romanzo, all'epoca. Solo che il tempo passava e di libri suoi, con mio grande rammarico, non ne ho più visti in circolazione.
Mi sono spesso chiesta che ne fosse stato di lei, negli anni successivi, e ho anche cercato di ritracciarla, senza alcun risultato. Mi incuriosiva sapere se avesse pubblicato altro: avrei letto volentieri qualunque cosa firmata Miriam Formenti . Dopotutto un'autrice che sa creare intrecci e personaggi strepitosi e indimenticabili come Viola e Francesco - due che catturano l'attenzione del lettore dalle prime battute di Capelli di luna - possiede indubbiamente un talento per la scrittura che salta fuori da ogni riga, nonchè una passione che non può esaurirsi in un paio di romanzi. Eppure sembrava proprio che fosse andata cosi finché, alcuni giorni fa, io e Miriam ci siamo finalmente imbattute l'una nell'altra... scrivendoci, ovviamente.
Suppongo fosse inevitabile che l'approccio tra due autrici partisse dalle parole scritte , prima ancora che dalla voce, o nell'incontrarsi di persona. Aleggia in me la strana sensazione che la nostra conoscenza non sia iniziata da poco, ma è come se la frequentassi da sempre. Trovo gradevole e stimolante il dialogo cordiale e spontaneo che si è instaurato tra noi, e che tuttora prosegue, incanalandosi verso un'amicizia che rende felice lei e me. Ho così saputo che ha trascurato il romance per la narrativa contemporanea, che collabora con diverse riviste femminili e che durante questi anni ha pubblicato un numero ragguardevole di racconti, oltre a un romanzo a puntate che, ahimè, mi sono persa.
Come ho detto alla stessa Miriam, spero che ci ripensi e possa tornare a scrivere altri romanzi appassionanti come Capelli di luna e Un uomo da odiare. Sarebbe apprezzata ancora di più dalle sue lettrici.
Concludo con un caro saluto a Miriam. Se qualcuna di voi lettrici ha la fortuna di trovare i suoi romanzi, vi suggerisco di non perdere l'occasione di constatare fino a che punto è brava Miriam Formenti quando si dedica al romance.

Mariangela Camocardi


Tra qualche giorno pubblicheremo l'intervista a Miriam Formenti.



Commenti

  1. Come sempre la Sig.ra Camocardi ti fa innamorare di qualsiasi cosa scriva! Bellissimo questo post per Miriam Formenti.
    Aspetto con curiosità l'intervista.
    Stefi

    RispondiElimina
  2. Anche io aspetto con piacere questa intervista. Avevo letto il suo 'Un uomo da odiare', apprezzandolo molto, mentre mi ero persa il primo romanzo, 'Capelli di luna'. Dopo essermi fortuitamente imbattuta nella sua e-mail, l'ho contattata, trovandola gentilissima, interessata e disponibile. Mi ha inviato una copia autografata del suo romanzo, che ho letto con grande godimento. Spero davvero che ci ripensi e torni a regalarci altre storie appassionanti. Roberta Ciuffi

    RispondiElimina
  3. Sono una fan di Miriam Formenti, tengo i suoi romanzi nella mia libreria personale e li considero reliquie. Bellissimi entrambi, anche se ho una predilezione per "Capelli di luna". Mi auguro di cuore che questa autrice torni ad allietarci con le sue storie avvincenti.
    Grazie Mariangela per questo post e per aver scelto di parlare di Miriam.
    Attendo con ansia l'intervista!
    Elisabetta Bricca

    RispondiElimina
  4. Io purtroppo non ho letto questi due romanzi. Li cercherò perché mi incuriosiscono molto.

    RispondiElimina
  5. Che gioia, dopo tanto tempo ho notizie di Miriam Formenti! Il suo romanzo "Un uomo da odiare" è nella mia biblioteca speciale dal 23/09/1991. Mi spiace solo di non avere anche l'altro che ha scritto. Rileggere questo è sempre una incredibile emozione.
    Complimenti ad un'altra fantastica ROSA NOSTRA.
    Aspetto con ansia di leggere la sua intervista.

    RitaS

    RispondiElimina
  6. bellissima recensione Mariangela! io non ho mai letto nulla di questa autrice e spero di trovare in giro qualcuno dei suoi romanzi perchè dopo tutti questi pareri positivi non posso perderla..

    RispondiElimina
  7. adoro Miriam Formenti,di cui ho letto solo "Un uomo da odiare", bellissimo, tra i miei preferiti!!!!!

    RispondiElimina
  8. Care ragazze, ciao a tutte.
    Sono Miriam Formenti, e voglio dirvi grazie per i vostri interventi.
    Fa piacere sapere che qualcuno si ricorda di me, e vorrei avere a disposizione decine di libri da regalare alle amiche che vorrebbero leggermi.
    Purtroppo non è possibile, ma il vostro interesse mi stimola a inventarmi qualcosa di nuovo, anche per provare a me stessa se sono ancora in grado di scrivere un buon romance storico.
    Un grazie particolare a Mariangela Camocardi, che ha scritto una magnifica recensione. Io, di certo, non avrei saputo fare di meglio.
    Miriam

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…