Passa ai contenuti principali

Un libertino da sposare di Carolyn Jewel

A dire il vero, noi non ce ne eravamo proprio accorte. Ma, grazie alla segnalazione di Barbara M., scopriamo che , in questo mese di marzo, ci sono ben due uscite di Carolyn Jewel. Cosa c'e' di strano? La stranezza e' che i romanzi sono stati pubblicati rispettivamente da Mondadori nella collana Passione, e da Harlquin nella collana Grandi Romanzi Storici. Ma quello che ci ha stupito di piu' e` stata la scelta dei titoli. Harlequin ha intitolato il suo romanzo:  UN LIBERTINO DA SPOSARE , mentre Mondadori : HO SPOSATO UN LIBERITINO.
- Oh beh, detta cosi sembrerebbero lo stesso romanzo - ci siamo dette ,- o magari parte di una saga!- Nossignore, sono due romanzi diversi e con i titoli originali che non danno adito a dubbi di sorta: "Scandal" e "Lord Ruin".
Pensate forse che e' nostra intenzione fare polemica sulla scelta cosi "fantasiosa" di due titoli cosi simili? Ma ci mancherebbe! Ma "parcondicion" ci impone di mettere sotto il riflettore anche Scandal pubblicato nei Grandi Romanzi Storici. Ricordate? Lord Ruin e' andato a finire dritto dritto nelle Malelingue (LINK)con la benedizione di molte lettrici.
La curiosità a questo punto è grande, Lord Ruin aveva delle incongruenze tali
da risaltare anche agli occhi di un lettore disattento, forse con la lettura di questo altro romanzo riusciremo a capire se la scrittrice ha uno stile cosi "lacunoso"?
Lo scopriremo insieme , la nostra Eleonora e' andata di volata a comprare il romanzo e la recensione del libro "Un libertino da Sposare" sara' presto in onda. Ma voi lo avete gia' letto? Cosa ne dite di affrettare la lettura cosi da confrontare insieme i nostri pareri?


Juneross








Commenti

  1. Non c'è che dire, qui in Italia abbiamo una fantasia incredibile nei titoli! :-P

    RispondiElimina
  2. Io non ho preso nè uno nè l'altro, anche se il grs non mi dispiaceva... aspetto pareri...

    RispondiElimina
  3. Beh, personalmente, l'ho amato... Splendido libro, splendidi personaggi.

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

.... Ogni storia che viene narrata Ha dietro una persona che l’ha creata: Nella mente un pensiero le è nato E amore e mistero ha amalgamato. Così Deanna Raybourn ci ha raccontato Cosa ha veramente pensato Dando vita al racconto citato… .... il cantastorie Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali. Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis: Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata. La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci. Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly. Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione. Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza. Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, qua

Chi ha diritto al..Titolo?

Direttamente dalla scrivania di Lety: Ciao ragazze, E' sempre la Lety, che oggi ha un quesito fondamentale da rivolgere alle amiche del romance storico! A volte nelle letture soprattutto dei Regency, non vi capita di sentirvi soffocare dalla quantità di titoli nobiliari? Quando, per esempio, ci sono queste mega cene con tante di "teste coronate", dove vigono certe regole di etichetta: il più importante ha il posto migliore e via via fino al meno blasonato... che confusione! Ma non potrebbero mettere anche un librettino di istruzioni nelle prime pagine? A questo punto, credo che sia importante chiarire un ordine di importanza, che molte di noi (tutte?) forse sanno già, ma perchè non metterlo nero su bianco (o meglio nero su rosa, visto il colore dello sfondo del blog )? Ecco la classifica dei "Sangue blue" in ordine di tono di blu crescente, il vademecum per le nostre eroine in età da marito! - Baronetto (sir) - Il baronetto è colui che viene nominato dal