Fuoco di Passione di Donna Lea Simpson

Fiera e indipendente, la giovane contessa Charlotte von Wolfram non ha alcuna intenzione di accettare il fidanzamento con Simeon St Ange, conte di Wesmorlyn, imposto dalla famiglia. Il loro primo incontro a Londra è infatti un disastro: lei pensa che Wesmorlyn sia bigotto e arrogante, lui che Charlotte sia troppo bella e selvaggia per diventare sua moglie, dopo che si è dato tanto da fare a riabilitare il nome della famiglia. Ma poiché Charlotte è impegnata nella ricerca di una persona che le sta a cuore, Simeon si sente in dovere di aiutarla. E in un gioco di segreti scoprirà che la passione e l’impulsività della giovane lo attraggono oltre ragione, rischiando di mettere in grave pericolo anche il loro nascente amore.


Per leggere la nostra recensione, cliccate su continua a leggere.


Direttamente dalla scrivania di Lucilla

Finalmente è arrivato novembre e , puntuale come la caduta delle foglie, è arrivato anche l'ultimo (per ora) capitolo della saga dei lupi mannari di Donna Lea Simpson, per le amiche 'Marge'.
Visti i disastri da lei combinati con i primi due romanzi, non è che da questo mi aspettassi follie ed infatti le mie previsioni sono state centrate in pieno.
Ma andiamo per ordine: l'azione, precedentemente ambientata in un tenebroso maniero nel cuore della Foresta Nera, si sposta in Inghilterra, dove si reca l'ultima cucciolotta dei von Wolfram, Charlotte, per incontrare il promesso sposo inglese.
E sì, poichè, per qualche strana ragione, è tradizione di famiglia sposarsi all'estero!
L'allegra combriccola da Oktoberfest in trasferta comprende anche il fratello Christoph, il lupo alpha del branco, e la sorella illegittima Fanny, che probabilmente è frutto di una scappatella del padre con la cagnetta in calore dei vicini; eh già, perchè questa strana famiglia sarà lupesca ma è più prolifica dei conigli, soprattutto di figli spuri.
Charlotte ha anche l'obiettivo, non tanto segreto, di trovare la madre inglese di Fanny.
Appena giunti sulle sponde di Albione, Charlotte si rende subito ridicola andando alla festa del suo fidanzamento e rimorchiando un altro, lasciando il promesso sposo a fare la figura del beota.
Che poi è la definizione che gli spetta: descritto come un manzo niente male, è però un bacchettone da prendere a calci in bip, tutto teso a riscattare l'onore di famiglia compromesso tanti, ma tanti anni prima.
Lui, infatti, Wes, non è un normale essere umano (ma che sorpresa, huuuu!!!), ma si tratta di un Angelo.
Proprio così: ho dovuto rileggere il pezzo diverse volte prima di capire che l'autrice intendeva proprio uno degli Angeli caduti nel corso della biblica ribellione di Lucifero! A rimorchio si porta un altro della sua specie, proprio il biblico Semyaza.
L'altro uomo rimorchiato da Charlotte è invece un normale, si fa per dire, lupo mannaro, tale Lyulph Randell, che odia l'angioletto e trama per distruggerlo insieme alla propria amante, portandogli via, ovviamente, la bella Charlotte.

Il romanzo è una tragicomica rassegna delle più incredibili fesserie che abbia mai letto; tra lupi, zingari, plurimi ricongiungimenti madre-figlia e intrighi degni più di Beautiful che di un romanzo di oscure passioni, la nostra Marge infila alcune tra le piu memorabili perle di comicità involontaria: per esempio, il protagonista che vive con un paio di ali traslucide nascoste sotto la marsina regency e che sfodera per svolazzare come uccel di bosco al di sopra della tenuta avita.
Oppure, come quando l'ineffabile autrice parla dello scultoreo corpo dell'Angelo (poco) tentatore: fra ilei sporgenti e docce vertebrali (giuro!) mi sembrava di star leggendo un trattato di anatomia!

Eppure, come riportano le note sull'autrice, fra gli interessi extraletterari della Simpson ci sarebbero solo la cucina e il collezionismo di stoviglie antiche (vorrebbe dire che le piaccioni i vecchi mestoli? Glieli do io! In testa!) , non la medicina!
E poi, che cavolo di nome è Lyulph??? Non sono nemmeno certa della pronuncia.
In ogni caso, è un babbione almeno quanto l'angiolone, visto che si fa portare al guinzaglio dall'amante-strega più come un barboncino nervoso che come un baldo lupo mannaro.
Charlotte, invece, è un poco riuscito mix tra una femminista traviata e Chrissy di "Tre cuori in affitto": cretina come poche, è capace di arrabbiarsi per un nonnulla, anche quando ha torto marcio. Carattere forte, sì, ma un tantino portata allo svagello mentale.
Il ruolo del budino spetta invece a Fanny, campionessa mondiale di Fazzoletti Inzuppati di Lacrime e Torcimenti di Dita: ma che è, la testimonial dei fazzolettini Tempo?

Attenzione Spoiler


Scena-clou del romanzo, però, è quella in cui i due protagonisti fanno l'amore. Perchè, visto che lei è una lupa e lui un angelo, mica possono fare le cose normalmente: no, devono farlo volando.
Proprio così: con supremo sprezzo del ridicolo, i due colombi ibridi copulano agganciati svolazzando nel cielo notturno di Londra. Ovviamente senza che nessuno li veda. Altrimenti immagino i commenti:- "E' una nuvola? E' una mongolfiera? No, è uno dei soliti deliri della Simpson!"

A questo punto mi chiedo davvero: ma cosa si fuma questa donna quando si mette alla tastiera?
Comincio ad essere seriamente preoccupata per la sanità mentale di Marge e per la mia, che mi sorbisco tutti i suoi parti (aborti?) letterari. Sì, perchè questo non è l'ultimo romanzo della serie, ma se ne annuncia almeno un altro, se non di più. Uno per ogni canide del branco, bastardi compresi.
Fortunatamete tra l'uno e l'altro passano dei mesi e ho il tempo di metabolizzarli a dovere, senza effetti collaterali.
Quasi.
Ora scusate, ma devo andare fuori, sento un impellente bisogno di ululare alla luna.

Lucilla








Per leggere la recensione al primo romanzo, cliccate qui (LINK)
Per il secondo romanzo della saga, cliccate qui (LINK)


 border=

27 commenti:

  1. No, voglio dire...ma si puo' fare una malelingua cosi cattiva? Ho praticamente sputato, scusatemi non mi sovviene nessun altro termine, il caffe' sul monitor. Non leggete la recensione mentre bevete!!!
    Ora pero', da cattiva stregaccia malelinguosa che sono, una domanda nasce spontanea: come puoi continuare a spendere soldi su questa saga? gia' i primi due li hai fatti a pezzi...insistere e' diabolico, o no? Nascondi una forma di sadomasochismo, vero? confessa, donna!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Rimango della mia idea regency ad oltranza!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Ma dico io! Ma si possono pubblicare dei romanzi del genere?
    Non bisogna mai segare uno scrittore, ma ... insomma ... quando ce vo' ce vo'!
    Dopo il primo libro ho avuto un rigurgito letterario e non sono riuscita a comprare gli altri. E sì che, essendo curiosa, compro di tutto, cani e porci!
    Ma 'sta Marge non ci riesco proprio, è troppo astrusa!
    Un gliela fò... il mio stomaco si rifiuta, ma fà venire una rabbia, ma una rabbia... che altro che volo gli farei fare...
    Mò pure l'Angelo caduto...

    Lucilla ti ho nel mio cuore per il grande sacrificio che stai facendo nel leggere tali minc... libri...
    Voglio proporla per un Monumento alle lettrici cadute sul dovere...
    Ave Lucilla ...

    RispondiElimina
  5. Eh sì, ammetto la mia sottile vena masochista; il fatto è che cerco da tempo un romanzo horror-passion-rosa-giallo-nero come dico io, quindi persisto nella ricerca.... Ma sono a un passo dall'arrendermi. Marge è troppo anche per me!
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  6. Oddio, sto ancora ridendo! :DDD
    Sinceramente, donna Lucilla, se un domani - malauguratamente - dovessi riuscire a pubblicare un romanzo, dovrei augurarmi di non cascare fra le tue grinfie! :DDD
    Comunque ti ringrazio... dopo aver preso i primi due e averli finalmente - e con gioia - venduti, mi sono trattenuta dal prendere il terzo... grazie per avermi tolto la curiosità sulla storia e soprattutto per non avermi fatto rimpiangere la decisione!!! :DDDD
    Accidenti (troppo forte!), adesso l'immagine della mongolfiera mi perseguiterà tutto il giorno... :DDD

    RispondiElimina
  7. Oh eccelsa LucillaLaBella
    per il nostro sollazzo
    ti sacrificasti
    facendoti un gran ...
    la Marge de' poveri demolisti

    Noi lettrici di risate scroscianti
    il blog riempiamo
    e di commenti infamanti
    la Marge subissiamo

    Certo la Ross ha esagerato
    il caffè in faccia le ha sputato!

    RispondiElimina
  8. Complice la panza vuota
    nel post cancellato
    un casino avevo creato

    Ora dopo frullato e caffè
    mi dedico a te
    O Lucilla dalla chioma infuocata

    che sull'altare t'immoli beata
    per concedere a noi umili donne
    le tue perle di saggezza intrise

    Grazie, per il coraggioso gesto
    di combattere con spada fiammeggiante
    la Marge dall'orrido contesto

    Orsù dunque, Avvocata nostra
    non ti sembra troppo osare?

    Lascia la povera demente alla Luna ululare con i suoi cuccioli ansimanti
    e gli angeli in mongolfiera volare

    e dedicati a letture più entusiasmanti
    Vedrai che all'improvviso
    all'orizzonte apparirà
    quello che tu tanto bramare

    e finalmente anche la Ross
    il caffè ingoierà
    e il monitor non innaffierà.

    _________________________________

    Non potevo essere da meno di Dama Lullibi.

    RispondiElimina
  9. Ellamiseria! Ladyyyyyy... ma tu hai scritto un poema!
    Ehhhhh... dove c'è classe c'è il risultato...
    io la classe l'ho avuta solo a scuola...

    RispondiElimina
  10. Oh maronna!
    Le donne con la Marge
    si sono scemunite,
    la stessa dose di droga si sono sorbite.
    Le rime non sono il mio forte, ma se non tornate savie, di certo son botte!

    RispondiElimina
  11. Grazie per le poesie e i complimenti, Lulli e Lady, ammetto di aver pensato proprio a voi mentre leggevo certi obbrobri, indovinando le vostre risate.
    Le scrittrici si sentono, eh! In quattro e quattr'otto avete improvvisato endecasillabi e rime baciate, mi inchino alle maestre.
    P.s. Lady, cosa intendi con "all'orizzonte apparirà quello che tu tanto bramare"? Non che, quando meno me l'aspetto, sarò assalita nottetempo da un lupo mannaro, vero? Vero???
    Ciauuuuuhh....
    Lucilla

    RispondiElimina
  12. Lucilla ti adoro! la aspettavo trepidante questa malelingua, anche se non sono ancora riuscita a leggere il libro! è bello cominciare la settimana con queste risate!

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. Grazie Marti, ormai questi romanzi li prendo come siparietti comici...
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  15. Lucilla, non sei in attesa di un "romanzo horror-passion-rosa-giallo-nero come dico io" testuali parole! ^^

    Spero che tu lo trovi prima o poi...chissà lo scriverò per te! ^^

    RispondiElimina
  16. Be', caspita Lucilla, questa mattina mi ero svegliata co' certe paturnie che mio marito, che mi conosce, mi e' stato alla larga per evitare l'azzannamento alla giugulare. !! Poi, ho letto la tua recensione, e vivaddio, tra una risata e un'altra mi e' passato l'incavolamento. Santa Lucilla !! Io, il libro non l'ho letto perche' mi sono rifiutata di comprarlo. Avendo letti gli altri (ebbene si, anche io sono masochista ! )e avendoli giudicati una ciofeca ho pensato di tenermi ben stretta i soldini nel portafoglio. A quanto pare ho avuto ragione. Reggo tutto, ma il sesso in aria, quello proprio no. E poi, ragazze, come caspita fanno a centrare il bersaglio mentre volano ?? Valle a capire, ste' autrici. Un bacione e un saluto a tutte. Anna

    RispondiElimina
  17. Angelo caduto??? Certo...mancava alla compagnia...pensavo che fosse difficile superare le vette comiche del lupo barbiere e l'assurdità della prima volta-ordalia con cattivone che guarda e verifica...ma il rapporto volante proprio ci mancava! E pensare che le nostre mamme arrossivano turbate per Emmanuelle :) Questa saga aveva ( vedi post sulle preferenze) in teoria tutto per piacermi: epoca, castello, neve, uomini alpha col mantello...ma Marge è l'evidente dimostrazione che anche con buoni ingredienti non sempre la ciambella, pardon, la mongolfiera, viene col buco...
    Patrizia

    RispondiElimina
  18. .... Lady....
    Davvero hai in mente un romanzo del genere????
    A questo punto, non mi inchino più, ormai mi genufletto e per lasciare la tua persona cammino anche all'indietro! Anzi, che dico: già ululo per l'aspettativa!
    Cara Anna, lascia perdere la giugulare del tuo povero marito, in caso di incavolamento pianta i denti sui romanzi malriusciti, vedrai, è terapeutico (il mio gatto lo fa regolarmente).
    Mamma mia, Pat: il lupo barbiere e la prima volta-ordalia.... Muoio!
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  19. Il libro non l'ho letto e a questo punto non lo farò neanche in futuro ma la recensione è strepitosa! :DDD
    Daisy

    RispondiElimina
  20. Grande Lucilla, mi sono sbellicata dalle risate!!!^.^ ahahahah

    RispondiElimina
  21. Lucilla mia cara, anche nelle recensioni sei strepitosa! Questa autrice non la conosco... e, da quello che ho letto, non mi sono persa niente. Meno male che ci siete voi a salvare il mio magro budget! Comunque una domandina sorge spontanea, (sai io sono curiosa di natura): l'amplesso aereo... tra un angelo ed un lupo mannaro.. dico, ma lei è attaccata alle ali con gli artigli o lui la tiene sospesa per la coda?!
    Detto questo detto tutto...

    Ross per conferma: anche io ho sputacchiato il mio decaffeinato sul monitor!!!

    Ragazze il mio sospetto iniziale si è confermato con questo post! Molte di voi sono scrittrici.. ora bando alle ciance fatemi sapere i titoli che mi fiondo a comperare i libri!!!
    un abbraccio
    Gladia

    RispondiElimina
  22. Cara Gladia, grazie per i complimenti, a te e alle altre, che sono davvero scrittrici, mentre io sono una semplice lettrice.
    E' vero, la domanda sorge spontanea, ma io avevo spoilerato già fin troppo....
    Comunque, lei in quel momento non è trasformata ed hanno iniziato ad operare sulla solida Terra per sollevarsi dopo; come facciano poi a muoversi in volo non l'ho ben capito, forse perchè non frequento il pusher della nostra Marge.
    Non ci sono più i licantropi di una volta, semplicemente assetati di sangue nelle notti di plenilunio! Sigh!
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  23. Grazie Lucilla! Sono sicura che questo libro non farà parte della mia libreria... ma appena una di voi ne scrive uno a genere farò in modo di leggerlo!(poveretta se deve tener conto di tutti i nostri mi piace, non mi piace.. ahh)
    Comunque, per solidarietà, la prossima notte di luna piena mi metto sul terrazzo ed aspetto "uno di loro", lo interrogo e poi vi faccio sapere!
    ciao!!!
    Gladia

    RispondiElimina
  24. Cara Lucilla grazie per il consiglio ma questa mattina ce l'avevo con tutto il genere maschile ed essendo lui, poverino, l'unico uomo rimasto in casa.... ( l'unico figlio l'ho sbolognato per fortuna ).La cosa positiva e' che mi dura poco. Non so voi ma io ultimamente, tra i romance, non trovo piu' un libro degno, sono ciofeche o libruncoli. Puo' anche darsi che sto passando il periodo del "chepalleleggere " e quindi non mi piace niente. Passera'...Ma questo della Simpson...signur !! Un saluto Anna

    RispondiElimina
  25. Lucilla sei una grande!

    Non ho potuto leggere i precedenti commenti a causa delle lacrime da troppe risate, quindi non so se te l'hanno già chiesto:

    recensirai tutta la saga?
    Ma per regalare a noi tante grasse risate cone la tua bravura di malelingua o per il divertimento di fare a pezzettini Marge?

    Un abbraccio
    Libera

    RispondiElimina
  26. Veramente, Libera, pensavo che si trattasse di una trilogia e quindi mi ero impegnata a leggere tutto, hai visto mai che le cose migliorassero.
    Invece sembra proprio che la faccenda prosegua, non si sa bene per quanto; perciò ho deciso che mi sacrificherò, un pò per vedere cos'altro l'autrice tirerà fuori e un pò anche per darle da mangiare, alla nostra Marge, perchè mi sa che siamo in poche ad acquistare i suoi capolavori.
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  27. La Simpson l'avevo già depennata dalle autrici da leggere, già dal 1° romanzo, scambiato su aNobii con sommo gaudio! Vedo che mi confermi in tutto le mie impressioni...

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!