Passa ai contenuti principali

Le scarpe sono desideri di Mara Roberti



Le scarpe erano importanti.
Erano il modo in cui si guada alla vita. Non si puo' guardare alla vita dal paio di scarpe sbagliato. Bisogna trovarsi sempre all'altezza giusta. Altriemnti e' come affacciars da un seminterrato e sperare in una vista mozzafiato.
Mara Roberti da Le scarpe sono desideri

Non so proprio  dove collocare questo libro. Forse nella nostra nuova rubrica: ’A mio gusto, no!’,  e questo vorrebbe dire che la lettura non mi è piaciuta, ma non è cosi. Infatti Mara Roberti, autrice di Le scarpe sonodesideri  ( Emma Books), mi ha regalato qualche ora di spensieratezza.
Ma, manca qualcosa, ecco, mentre leggevo la mia mente continuava a ripertermi: manca qualcosa. Eppure gli elementi ci sono tutti: la forma pulita, l’italiano perfetto, l’argomento stuzzicante (come si può resistere ad un paio di  scarpe tacco 12?), un po’ di ritorno al passato con la storia della protagonista,  una visione sul futuro con la storia d’amore, un po’ di women fiction.  Di tutto un po’, insomma, ma niente di veramente delineato, approfondito.
Peccato pero, perché l’idea speciale c’è, anche se non è originale (non ve la dico altrimenti vi rovino la lettura). Anzi, a mio parere ci sono un paio di belle idee che andavano senz’altro sviluppate meglio.  
 Dalla copertina virtuale scopro che è un size M, una storia media, e questo forse spiegherebbe il perché della sveltezza della storia. 
Va beh, prendetela cosi: una lettura piacevole, veloce e che magari vi farà guardare le scarpe in modo diverso.


Juneross

 

Commenti

  1. Che cos'è Ross, un chick lit? O cosa? Non mi attirava granché (io al contrario di te non sono maniaca delle scarpe) anche se è una nuova penna italiana e va conosciuta.
    Vabbe' mi faccio un'idea e poi decido se acquistarlo.

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo, per giudicare dovrò acquistare e leggere; anche se, da buona ciclista, non amo molto il tacco alto.... Ma del resto, con le scarpe alte ci ho risolto una tallonite! Che sia un segno?
    Ciao
    Lucilla

    RispondiElimina
  3. ;)
    la ragazza sa scrivere bene, pero' a mio gusto, manca qualcosa....leggetelomdai emfatemi sapere, sono certa che solo per il gusto di smentirmi lo farete!

    RispondiElimina
  4. Quel "la ragazza sa scrivere bene" mi ha reso felice! Grazie per i complimenti. E grazie anche per avermi indicato quello che non ti convince. Ci rifletterò e il tuo commento mi sarà molto utile per il prossimo libro. Sono felice che sia stata una lettura piacevole! A presto!
    Mara Roberti

    RispondiElimina
  5. Noooooo Ross non ti smentirei mai!
    Ummm...per esperienza, comunque quando i romanzi sono "di breve durata", perdono sempre qualcosa strada facendo!

    RispondiElimina
  6. a me è piaciuto...c'è qualcosa di delicato nella scrittura della roberti anche di intimista quando tratteggia alcune figure di comparsa nel romanzo sono struggenti.... forse la brevità non permette il pieno svolgersi della trama sentimentale ma è un contemporary apprezzabilissimo...

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

....
Ogni storia che viene narrata
Ha dietro una persona che l’ha creata:
Nella mente un pensiero le è nato
E amore e mistero ha amalgamato.
Così Deanna Raybourn ci ha raccontato
Cosa ha veramente pensato
Dando vita al racconto citato…
....
il cantastorie





Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN

Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali.

Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot and a suggestive setti…

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis:

Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata.
La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci.
Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly.
Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione.
Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza.
Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, quando…

Lo sceicco VS Il magnate greco

 Leggiamo insieme ( maggio 2012)

Avete fatto i compiti a casa? Avete letto i due libricini proposti per la lettura? Noooo? Ah, cattive bambine, non vi siete perse nulla!
La nostra amica Lucilla, ha deciso che sara' lei a malelinguare, pardon, a commentare le letture, pero' lasciatemelo dire, a me non sono dispiasciute! La storia del greco, si va beh assurda ed improbabile, ma mi ha rilassato ed...emozionato anche. Pero' oltre questo non avrei altro da aggiungere, perche' a parte suscitare delle emozioni personali, non ci sono spunti per imparare nulla. E per capire cosa intendo, basta che diate un'occhiata agli articoli che scrivo per la Romance Magazine. Avete letto quanti piccoli spunti abbiamo in un romance storico? Moda, usanze, cibi... ci si riesce a riempire le pagine di una rivista.
Per chi non conoscesse la Romance Magazine, puo'  trovarla qui: -Link - .



Vi lascio alla Malelingua di donna Lucilla, aspettando anche i vostri commenti. Ah solo una cosa:&qu…