LOVER AT LAST - L'ora dell'amore... (era ora porca miseria!)




Undicesimo della saga della Black Dagger Brotherhodd
Traduttrice: Paola Pianalto
Edito dalla Mondolibri
€ 14.60

"Dedicato a: Voi due.
A rischio di una frivolezza inopportuna. Era ora e nessuno lo merita più di voi due."

Per il mio compleanno J.R. Ward mi ha fatto un bellissimo regalo, non era stato pensato per questo, ovvio, ma, finalmeeenteee, un libro della Confraternita che mi ha coinvolto quanto i primi, in special modo la storia di Zsadist. E ho detto tutto!

L'ho già scritto e lo ribadisco: la Ward è una grande!
Voglio scrivere come lei, voglio far sentire le stesse emozioni che mi fa provare con i romanzi della Confraternita del Pugnale Nero.
A parte le ultime défaillance, che mi hanno delusa non poco, la storia di Qhinn e Blaylock compensa tutte le fregature che mi ha appioppato con quelli di Phury, Vishous, Rehvenge, e, soprattutto Tohr (che la possino ammazzalla!) link

Con la storia d'amore di Q e B, la Ward ci ha tenute in sospeso per molti libri, i due si avvicinavano e respingevano come in un minuetto, o meglio come in una Danse Apache (quella francese), la tensione erotica era a mille e in Lover at last esplode, finalmente, in fragorosi fuochi d'artificio.
Quinn mostra tutta la propria debolezza nei confronti dello schifo che è la propria vita e per la paura di amare e farsi amare completamente da Blay, ma, al contrario di come era in precedenza, adesso si rivela dolcissimo e il primo rapporto tra di loro è straordinario, turbinoso e allo stesso tempo straziante. Mi sono messa a piangere per la tenerezza che ho provato per Q, povero tesoro: è tremendo capire che il proprio comportamento ha allontanato la persona che più conta nella vita. 
Sto cercando di esprime il marasma di sensazioni che questa storia ha scatenato in me e mi accorgo di non riuscirci. Vi assicuro che sono state molto forti. Tristezza, sollievo, rimpianto, felicità e brividi, tanti tanti brividi. E lacrime, tante lacrime. Non solo per la storia d'amore, ma anche perché, come negli altri libri, cruciale è la fratellanza che si respira in ognuno di essi. L'intensità, l'importanza del rapporto di amicizia che c'è tra i Fratelli. E' ovvio che un libro possa toccare corde diverse in chi lo legge, e se piace a me può non piacere al resto del mondo, ma, amanti dei vampironi BDB, credo che questa storia ci metterà d'accordo in tante.
Non voglio dire molto di più, proprio perché è un libro da scoprire piano piano, vorrei che provaste ciò che ho sentito io.
L'autrice continua a mettere altra carne al fuoco e, se le sottotrame Xcor/Layla e Trez/Selena, per ora, non mi stuzzicano... sto aspettando e pregustando con ansia gli sviluppi tra Assail e Sola. Ma chissà quando la Ward si degnerà di farceli leggere.
Purtroppo, è presente pure la mia bestia nera, il famigerato "misunderstanding" con i silenzi e la mancanza di spiegazione, se non nei capitoli finali, tra Q e B, qualche errorino non so se di stampa o disattenzione, ma, alla Ward perdono tutto. E questo libro, malgrado la lunghezza di 555 pagine, è finito troppo presto!!
Il prossimo libro, The King,  sarà disponibile in originale dal 1° aprile e sono in fibrillazione, mi è riscoppiata la voglia di Black Dagger Brotherhood. Maremma speziata e emoglobinica quando lo pubblicano, tradotto, da noiiii??!!

"Ma niente. Qhuinn non lo mollava, né con gli occhi né con le mani; la furia nelle sue viscere lo aveva trasformato in un bulldog che...
Non...
Voleva...
Mollare..."

Adoro la scrittura di questa donnaaaa!
Preparate i fazzoletti...

Lullibi

P.S. A proposito di traduzione, ma, nell'originale, le parole "surrettiziamente, eminentemente, iconoclasta, parcellizzata, esternalizzare, sicofanti" (a me sconosciute e che non capisco cosa abbiano a che fare con lo stile della ward) sono veramente utilizzate?


P.P.S. Chiedo venia alla traduttrice, sono andata a controllare il libro originale e la Ward utilizza effettivamente tutti i corrispettivi termini inglesi! Però resto dell'idea che nel testo in italiano stonano un pochino...


19 commenti:

  1. Maremma trasfusionale, la. Lullibi s'è commossa....
    Ecco, lo sapevo, basta che si parli di confraternite, pugnali e vampiri e lei parte! Ok, ok, va bene, prima o poi mi convincerai ad imbarcarmi anche con questa saga (550 pag?! Brrrr....), forse perché in fondo anche noi siamo una confraternita; come potremmo chiamarci? La sorellanza del pugnale rosa, la confraternita delle lettrici compulsive....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Cerchia delle Lingue Lunghe e Velenose: LCLLV

      Elimina
    2. Le Acidissime Malelinguose LAM :-P

      Elimina
    3. Eccoci qui, la gang delle bocche di fiele; certo però che se questa serie piace così tanto.... Hummmm.... Pensierino ino ino....

      Elimina
    4. Va bene, Lullibi, come si intitola il primo libro? Quello di Sadiz.... Zasids..insomma, quello lì!

      Elimina
  2. Seeeeeeeee, primo...
    1) DARK LOVER (Wrath il Re)
    2) LOVER ETERNAL (Rhage)
    3) LOVER AWAKENED (Zsadist) il massimo!
    4) LOVER REVELED (Butch, lo sbirro)
    5) LOVER UNBOUND (Vishous, il nome dice tutto)
    6) LOVER ENSHRINED (Phury)
    7) LOVER AVENGED (Rehevenge)
    8) LOVER MINE (John Matthew, cucciolooooo)
    9) LOVER UNLEASHED (Payne sorella di V)
    10) LOVER REBORN (Tohr)
    11) LOVER AT LAST
    12) THE KING

    RispondiElimina
    Risposte
    1. The King è uscito negli USA?

      Elimina
    2. so che su Amazon è in prenotazione per il 1° aprile

      Elimina
  3. Risposte
    1. Noooo Lucillaaaa...non lasciarti deviarti...resta con me, lascia stare Lullibi!

      Elimina
    2. Mi sa che ti ascolto, Boss. Lullibi, lo sai che i vampiri mi piacciono poco.... Preferisco i lupi mannari....

      Elimina
    3. Dimenticavo: buon compleanno, Lullibi!

      Elimina
  4. La Ward è una signora scrittrice.
    Devo dire che fra le sue prime cose contemporanee e la saga, ha avuto una lunga maturazione e, nella saga, è un po' diesel, parte lenta ma dal terzo in poi carbura. E' difficile però anche per una come lei tenere alto il livello di tutti i libri, che sono molti.
    A prescindere dal personaggio che si è amato di più, a me per esempio ha deluso in pieno con il finale del mio preferito, nei suoi libri ha, sempre a mio avviso, due punti deboli: le figure femminili che rimangono di contorno nella maggior parte dei casi e la vera e propria trama del mondo fantasy che ha creato che a un certo punto inizia a ripiegare un po' su se stessa.
    Questo giusto per trovare la pagliuzza, s'intende.
    Non amo i vampiri e le saghe ma questa a mio avviso è qualcosa che va oltre, al di là del singolo protagonista, è il gruppo che viene portato avanti. Questo libro in particolare l'ho amato il giusto, forse non essendo una fan delle storie m/m, però sono d'accordo sul fatto che la descrizione dei sentimenti che sa fare questa scrittrice va al di là dell'aspetto di genere di una persona.

    RispondiElimina
  5. Io, al contrario di te cara Monica, ho preferito i primi tre con l'apoteosi di Lover Awakened, forse perché preferisco il Paranormal Romance all'Urban Fantasy, ma quello che mi tiene legata a questa saga è proprio il rapporto di fratellanza tra i Confratelli, ogni libro mi ha fatto piangere per i sentimenti tra di loro.
    Quello che non ho digerito sono stati alcuni colpi di scena che, a parer mio, la Ward si poteva risparmiare, vedi il fantasmino Jane e l'ascensione di Autumn, tra i tanti...
    In effetti le figure femminili sono un po' sbiadite in confronto ai protagonisti.
    Comunque, ogni volta che finisco un libro, resto in ansiosa attesa degli sviluppi futuri.

    RispondiElimina
  6. Ecco Lullibi io mi ero mantenuta sul generico per non spoilerare troppo :D e sei arrivata tu!
    In ogni modo concordo, quelle due scelte narrative potevano essere fatte meglio. Appena ci vediamo sei prenotata per una bella chiacchierata sulla serie ;)

    RispondiElimina
  7. Io non ho molto apprezzato tutte le sottotrame, c'era troppa folla in questo libro.
    Avrei fatto volentieri a meno di leggere tutte le pagine su Trez e sulla sua complicata situazione.
    Sono curiosa di scoprire come la Ward riuscirà a rendere possibile la storia tra Layla e Xcor , anche Assail e Sola mi hanno intrigato.
    Se non avessero rubato tante pagine ai protagonisti sarei stata ancora più contenta!
    Sottotrame a parte il libro mi è piaciuto tantissimo e ovviamente non vedo l'ora che esca il prossimo, speriamo presto.

    SPOILER

    Qualcuna di voi può gentilmente spiegarmi cosa c'entra il ritorno dal regno dei morti del fratello di Qhuinn???? non ne sentivamo la mancanza.
    Mi è piaciuta l'ultima parte così "romantica" (non voglio aggiungere altro), ma la canzone scelta dalla Ward per il ballo di Qhuinn e Blay??? Ne vogliamo parlare? Certo il titolo è azzeccato, ma la musica????

    RispondiElimina
  8. Io ho adorato l'inizio di questa saga. Ho letto i primi sei (e ho adorato il libro su Z!!!) poi però ho abbandonato perchè...mi sono persa!!!
    All'inizio si parlava dei protagonisti e gli altri facevano da contorno: dal 7 in poi però c'è troppa carne sul fuoco!
    Storia principale si, ma altre mille faccende attorno e io...me perdo!
    Mi dispiace, aver abbandonato ma capisco l'entusiasmo della giovane donzella!

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!