Passa ai contenuti principali

L'Eroe Dimenticato di Suzanne Brockmann

E accidenti è  capitato di nuovo! Possibile che ultimamente mi capiti solo di leggere libri strappa lacrime(vedi Link)? Però non potevo esimermi dalla lettura di questo tanto osannato L'eroe dimenticato di Suzanne Brockmann, e in effetti, non c'è che dire, il libro si legge tutto di un fiato! La cosa buffa, però,è che la lettura coinvolgente non è dovuta a un suspence adrenalinico che ti porta a girare le pagine in modo quasi spasmodico alla ricerca del cattivo, del movente, della soluzione.... No signore! E' l'amore di due soldati per la stessa donna e il coraggio di quest'ultima a far battere il cuore del lettore. E' l'amore puro e romantico di due adolescenti a far sorridere, è l'amicizia di due vecchi e  l'inesorabile addio quello  che fa piangere e riflettere. La storia principale, la storia suspence è, a mio modestissimo parere, la meno credibile. Non aggiungo altro, questo romanzo merita di essere letto senza tante anticipazioni,va scoperto fino all'ultima pagina.
Però è doverosa una mia "teoria" che viene rafforzata proprio dopo la lettura di L'eroe dimenticato, un romanzo scritto nel lontano 2000 e osannato fin ai nostri giorni da un elité di lettrici che ebbe a quel tempo la possibilità di leggerlo in originale. A quel tempo, minimo quattordici anni fa..... Non voglio offendere nessuno,ma la teoria e' questa: Passata il santo, passata la festa.

Provo a farvi uno dei miei strampalati esempi, per  cercare di far capire cosa intendo. La mia mamma, che è cresciuta nei campi soleggiati e con i raccolti che scandivano la sua vita, è stata allergica al latte di mucca fin da piccina e cosi, dopo sessant'anni e passa, ogni tanto le viene in mente che lei è cresciuta con il latte d'asina! Sapete quanto la mia mamma abbia cercato in lungo e largo per riassaggiare quel suo ricordo? Ci è riuscita, dopo anni è riuscita a trovare un pò di latte di asina. Pensate forse che il sapore del latte sia stato lo stesso della sua infanzia? Avete intuito bene... i tempi cambiano e se quello che 14 anni fa poteva essere considerato da un elité di lettrici un capolavore di romantic suspence, oggi, care lettrici, non è niente più che semplice latte di asina!  Con tutto il rispetto per il latte di asina, che comunque rimane sempre ricercato e prezioso!

Buona lettura a chi non ha ancora letto L'eroe dimenticato!

Juneross










Commenti

  1. Condivido il rimpianto per le cose passate che non son più quelle.... Quante volte ho riletto un libro che nei ricordi era magnifico, struggente, inarrivabile.... Per ritrovarlo molto "ridimensionato!"
    Ma questo libro mi stuzzica: dopo 14 anni sarà difficile trovarlo?

    RispondiElimina
  2. Mollato dopo le prime pagine, troppo lento per i miei gusti! -_-

    RispondiElimina

Posta un commento

Non dimenticate di firmare i vs commenti e di spuntare il pallino ANONIMO se non avete un account google.
I vostri commenti non sono moderati,ma nel caso fossero ritenuti offensivi, potrebbero essere cancellati anche dopo la pubblicazione. Confidiamo nella vostra educazione :)

Grazie, la vostra opinione e' preziosa!

Post popolari in questo blog

DEANNA RAYBOURN

.... Ogni storia che viene narrata Ha dietro una persona che l’ha creata: Nella mente un pensiero le è nato E amore e mistero ha amalgamato. Così Deanna Raybourn ci ha raccontato Cosa ha veramente pensato Dando vita al racconto citato… .... il cantastorie Sylvia Z. Summers intervista per il blog: DEANNA RAYBOURN Ciao Deanna, posso solo iniziare dicendo che sono molto molto orgogliosa di intervistare un’autrice come te. Ho appena finito di leggere “Silenzi e Segreti” (Harlequin Mondadori, “Grandi Romanzi Storici Special”), e l’ho trovato una lettura molto affascinante, con un intreccio poderoso e un’ambientazione suggestiva – una tenuta di campagna in un’antica abbazia, niente meno! E mi ha ricordato i vecchi romanzi gotici con così tanto mistero ed elementi soprannaturali. Hi, Deanna, I can only start saying that I’m very very proud to interview an author like you. I’ve just finished reading “Silent in the Sanctuary”, and I’ve found it very intriguing, with a ponderous plot

Delly....

Direttamente dalla scrivania di Artemis: Eccomi di nuovo ragazze a parlarvi di un argomento a me caro. A dire il vero ho qualche problema a farlo, mi sento stranamente emozionata. La nostra grande ospite, Ross, me ne ha dato incarico qualche ora fa ed io, da allora, non faccio che pensarci. Il motivo di questa mia sensazione non saprei individuarlo, è una sensazione strana e indefinibile. Forse è collegata con l’ammirazione che provo per tutto ciò che si nasconde dietro lo pseudonimo Delly. Tutto ebbe inizio quando ero bambina e cominciai a leggere libri che non erano solo favole per bambini. Quando andavo a trovare mia zia mi soffermavo davanti ad una libreria che lei teneva nel soggiorno e lì leggevo i titoli dei libri esposti cercando l’ispirazione. Fu così che un giorno sfiorai con le dita la costina di un Delly. Lo presi in prestito e iniziò così la mia conoscenza. Non so quanto ci misi a leggerlo e non so neanche se il primo mi piacque. So però che quando leggo il nome Delly, qua

Sposare uno sconosciuto di Lisa Kleypas

Trama La bellissima Lysette Kersaint, fuggita dal patrigno per evitare il matrimonio con un uomo che detesta, trova suo malgrado protezione presso il temibile proprietario di una piantagione. Non è infatti una buona reputazione quella di Maximilien Vallerand, noto per la sua crudeltà e le sue terribili collere, e con un misterioso passato. Addirittura si mormora che abbia assassinato la sua prima moglie. E quando scopre che Lysette è fidanzata con il suo nemico di sempre, decide di usarla per ottenere vendetta. Ma presto la bellezza e il cuore innocente di quella ragazza risveglieranno in lui un sentimento genuino, prologo di una passione travolgente… Per leggere la nostra Malelingua, cliccate su continua a leggere.